October 30, 2020

Vestito a nuovo negli interni, chiari, luminosi e accoglienti: P.L.A. presenta il nuovo Plasy P 69, profilato dedicato alla coppia caratterizzato dai letti gemelli posteriori su garage e disponibile anche con letto basculante anteriore.

E’ da poco entrata a fare parte del Gruppo Rapido e, anche se giovane, ha saputo costruire in pochi anni una reputazione di tutto rispetto grazie a prodotti originali e contraddistinti da un corretto rapporto qualità-prezzo: P.L.A. continua nella propria crescita proponendo un significativo restyling di uno dei prodotti più apprezzati della gamma 2017, il Plasy P 69.

Profilato classico privo del letto basculante anteriore trasversale (proposto sul gemello Plasy HP 69), questo veicolo da 695 cm di lunghezza è stato completamente rivisto nello stile interno, ora contraddistinto da un nuovo mobilio che abbina sapientemente forme morbide ed ergonomiche, tinte chiare e luminose e una scenografica ed efficace illuminazione a led diretta e indiretta. Dedicato alla coppia, il nuovo Plasy P 69 sceglie, come meccanica di base, il Citroen Jumper 2.0 BlueHDI Euro6 con potenze di 130 o 163 cv e gioca, all’esterno, sulla bicromia tra la cabina di guida, antracite metallizzato, e la scocca sandwich rivestita in vetroresina in tinta bianco pastello. 

L’interno prevede un living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e divanetto contrapposto per poter ospitare fino a cinque commensali sfruttando anche le poltrone girevoli della cabina di guida; l’ingresso è collocato nella parte anteriore del veicolo, accanto al blocco cucina a sviluppo lineare, compatto ma completo di colonna con maxi frigorifero Thetford N3150 da 150 litri e cella freezer separata.

Di fronte a questo la toilette ospita un wc a cassetta Thetford C200, il mobile lavabo, pregevolmente realizzato in legno, e una utile doccia separata da una doppia porta in metacrilato, mentre in coda ecco la camera padronale con due ampi letti gemelli collocati al di sopra del classico garage passante e dei due armadi guardaroba.

Fotogallery

Michel

Comments are closed.