August 22, 2019

Veicoli e turismo: una formula già nota ma che all’edizione 2017 di Vita all’Aria aperta ha dimostrato di essere efficace, soprattutto se unita a qualificata rappresentanza di marchi e operatori

La Fiera di Carrara, che ha combinato la tradizionale Tour.it con Tour.ismo in libertà, chiude con quasi 19.000 visitatori e una certezza: la formula che combina i veicoli e gli accessori per la vacanza di movimento con le offerte turistiche – rappresentate dalla Regione Toscana e da altre significative realtà di uno dei comprensori storici e naturali più interessanti d’Italia – sembra proprio essere gradita al pubblico. D’altra parte, fatte le debite proporzioni, è una formula che ormai da tempo decreta il grandissimo successo di manifestazioni com  il CMT.
Sono state ben 140 le aziende presenti, inclusi 11 importanti concessionari che hanno esposto al pubblico un totale di 94 modelli diversi fra camper e caravan di ogni tipo e dimensione, per un totale di 31 marchi, sia italiani che esteri. E tra questi, non sono mancate le novità assolute: un altro fattore qualificante, quello dei modelli novità, che ha spesso contraddistinto la kermesse toscana, ma che in questa edizione ha conosciuto particolare risalto.

Nuovi, infatti, sono due modelli delle gamma Europa di Arca, annunciati, certo, in sede di presentazione al pubblico della gamma, ma finora assolutamente inediti. Nello stand gestito dalla concessionaria Caravan Camper Service hanno debuttato il motorhome e il mansardato in versione 699 GLG, vale a dire con letti gemelli su gavone garage e lunghezza contenuta entri i sette metri: un bell’esercizio di progettazione per cellule che comunque, nonostante l’esosità nella occupazione di spazio data da questa particolare tipologia, dimostrano di poter offrire ottima abitabilità interna sia per la coppia sia per la famiglia. Come per gli altri modelli Europa, da segnalare dotazioni e costruzione di prim’ordine:  la scocca con rivestimento esterno in Alufiber, frontali e mansarda in monoscocca di vetroresina e la presenza del doppio pavimento, tecnico con telaio ribassato per il mansardato, doppio e passante, con telaio AL-KO, per quanto riguarda il motorhome.


Altra anteprima assoluta a livello nazionale è stata quella dei motorhome Aristeo della Benimar. Presenti da tempo nel catalogo dell’azienda iberica, gli integrali hanno fatto proprio a Carrara il loro ingresso ufficiale sul nostro mercato. A essere esposto, nello spazio espositivo curato dalla Toscana Camper, uno dei modelli più appetibili per l’utenza nostrana dei tre che compongono la gamma: si tratta dell’Aristeo 640, che coniuga in modo spazioso e particolarmente abitabile la classica pianta con letto matrimoniale posteriore trasversale con garage, associandolo a un ed elegante design del mobilio interno. Il tutto con un rapporto ”value for money”, come da tradizione Benimar, particolarmente vantaggioso.

Presso lo stand del concessionario toscano, inoltre, ha fatto bella mostra di sé gran parte della collezione Benimar 2017: un’offerta che è ormai entrata nel cuore degli italiani grazie alle sue qualità costruttive e alla varietà dell’offerta e che anche nell’ambito di tour.it non ha mancato di riscuotere successo e interesse da parte del pubblico.


Anch’essa ospitata all’interno dello stand Toscana Camper, la toscana P.L.A. non ha perso l’occasione di presentare due novità assolute. In primo piano, il motorhome Sandy S74, che si va ad affiancare al modello S 75 già presentato durante le Fiere autunnali. Rispetto al “fratello” condivide la lunghezza esterna e la cellula che, pur riprendendo al linea personale e distintiva dei motorhome Brunelleschi, è realizzata in modo più tradizionale e, quindi, con un prezzo particolarmente appetibile.

E in tema di appetibilità, ecco la seconda novità, il Mister 550, il nuovo profilato con letto basculante che si va a inserire nella gamma di primo accesso della casa toscana – completamente rivisitata nel corso dell’attuale stagione – presentando un layout con letto posteriore trasversale e gavone garage, il tutto in una lunghezza di 6,9 metri.


Aveva invece già fatto il suo esordio a Parma – ma a Carrara ha avuto la conferma di quanto possano essere interessanti le proprie realizzazioni per una vasta fetta di pubblico – l’emiliana Olmedo, specialista nell’allestimento di veicoli adatti per ogni esigenza (prima tra tutte, per la mobilità dei disabili), che ha presentato la sua interpretazione di allestimento polivalente per il Fiat Doblò. La particolarità di questa realizzazione sta nel conservare comunque l’abitabilità automobilistica per cinque persone ma, all’occorrenza di sapersi trasformare in vero e propio camper forte di un comodo letto matrimoniale (ottenibile senza sforzo proprio dallo stesso sedile posteriore) completabile con un mobile da dove è semplice estrarre un piano cucina competo di fornello e lavabo. Un’idea per giovani, senza dubbio, ma anche per chi giovane vuole restare con un veicolo flessibile, versatile e capace di far fronte a diverse esigenze.


Parlando di concessionarie, l’azienda che certamente anche in questa edizione di tour.it ha contribuito in modo importante, con il suo ampio spazio espositivo, a offrire una vaste esposizione di veicoli nuovi per ogni esigenza è senza dubbio Caravanbacci. Il grande e articolato stand del concessionario di Lavoria – presenza abituale e qualificante della Fiera di Carrara – ha visto la presenza, ad esempio, di Carthago, con un vasto campionario della propria gamma di motorhome, a partire dagli agili C-Compact, capaci di offrire la qualità e le caratteristiche costruttive della factory di Aulendorf in una scocca larga appena 212 cm, per arrivare ai modelli più lussuosi, rappresentati dallo Chic S Plus 55 XL sulla poderosa base Fiat Iveco e dotato di camera posteriore con letti gemelli e dallo Chic e-line con base Fiat Ducato dotata di telaio AL-KO a doppio asse, qui con il modello I 58 XL dotato di camera posteriore con letto centrale, passando per il “best seller” C-Line I 4.9.

Sempre nello stand Caravanbacci, vasta anche l’esposizione Laika, che ha visto al centro dell’interesse del pubblico il compatto semintegrale Ecovip 305, così come i più lussuosi semintegrali Kreos 3008 con pianta “alla francese” e Kreos 4012, quest’ultimo dotato di letto centrale nautico.

La vastità dell’offerta messa in campo da Caravanbacci passa anche attraverso veicoli dal mercato più vasto, ma sempre attenti alla clientela che vuole coniugare qualità globale, design e abitabilità: protagonisti indiscussi, in questo campo, i modelli CI e Roller Team in particolar modo con i rinnovati Riviera e Granduca che si sono persati alla nuova stagione forti di un allestimento interno completamente ridefinito. Ma la “star” indiscussa dei marchi toscani del Gruppo Trigano, nell’ambito della manifestazione, è stata senza dubbio il Triaca, profilato dalla caratteristiche uniche e proiettate al futuro: meno di sei metri di lunghezza per un mezzo dotato di doppio pavimento passante, un arredo in materiali innovativi, spazi abitativi ampi e polivalenti e dotazioni inusuali, come, ad esempio, il frigorifero a compressore con cella freezer separata del tutto simile agli elementi domestici o la panca che diventa, con un’unica semplice separazione, un comodo letto matrimoniale alla stregua dei conosciuti divani letto di casa.

Ancora all’interno dello stand Caravanbacci, sono da annoverare i profilati Carado ed Etrusco, le ammiratissime caravan Hobby e, tra gli accessori, lo spazio dedicato a Beyfin con le sue innovative bombole per il gas in vetroresina. E il concessionario toscano non ha fatto mancare mancare, infine, le proposte in fatto di camper puri, protagonisti di un interesse sempre crescente e che non conosce pause. In particolare con Malibu, “costola” Carthago che propone in chiave Van tutta la cura costruttiva tipica delle produzione della “casa madre” e con il catalogo Font Vendôme, rappresentato a Carrara da uno dei modelli più particolari, l’Horizon H 501, caratterizzato dalla presenza di due zone giorno con quella posteriore dotata di dinette a divani contrapposti e sormontata da un letto basculante ad azionamento elettrico.

I van, o furgonati, sono tra i protagonisti del mercato. Ovvio, quindi, che la loro rappresentanza fa Carrara fosse molto importante e qualificata, ancorché supportata da modelli dedicati a un’utenza non usuale per la tipologia come, ad esempio, la famiglia. Proprio a questo tipo di equipaggio è dedicato un veicolo per certi versi unico, anch’esso esposto a Carrara: si tratta del Dreamer Select Family, – presente nello spazio espositivo curato da Beltrani Caravan Market di Bologna – che si distingue per un allestimento che sfrutta il furgonato Fiat Ducato da 599 cm di lunghezza e tetto super alto offrendo letti a castello in coda, completi servizi centrali, ampio soggiorno e letto matrimoniale basculante.

Lo stesso stand di Beltrani Caravan Market, poi, è stato il luogo deputato a ospitare la nutrita rappresentanza della collezione 2017 Rapido, composta nella circostanza dal Rapido 803F, uno dei più compatti motorhome in commercio che si avvale di letto matrimoniale traversale su gavone garage, dal nuovo 855F che, in una lunghezza contenuta entro i sette metri, propone la zona notte posteriore con letti gemelli, dal “bestseller” 883F con letto trasversale, garage e toilette passante organizzata in ambienti indipendenti e dal 8090dF con letto centrale, contraddistinto, come tutta la serie 80dF, dall’adozione del telaio AL-KO con doppio pavimento.

In fatto di presenze corpose, per la Fiera di Carrara, eccelle senz’altro Adria: la casa slovena, ospitata nello stand di Arno Caravan, ha presenziato con un numero elevato di proposte dove a far la parte del leone in fatto di interesse e curiosità, manco a dirlo, è stato l’innovativo semintegrale compatto Adria Compact Plus, presente in versione SLS con letti gemelli che, grazie alla parete posteriore estensibile è capace di offrire, in sosta, una zona notte con due letti gemelli di grandi dimensioni pur vantando, in marcia, l’agilità data dalla lunghezza inferiore ai sei metri e la larghezza di soli 212 cm.

Esposti anche il profilati con letto basculante Matrix Axess M670 P, con letto posteriore trasversale e gavone garage, Matrix Plus M 670 SC con letto nautico centrale, e il prestigioso Matrix Platinum collection M 670 SL con letti gemelli, oltre al motorhome Sonic Axess, nella sua versione I 600 SC che propone, in una lunghezza di 6,9 metri, la camera posteriore con letti gemelli, all’elegante mansardato Coral XL Plus A 670 DK, caratterizzato dalla grande zona giorno con due dinette affiancate e letti a castello trasversali posteriori, e al furgonato Twin 600 SP.

Altro marchio presente in forze è stato Mobilvetta, che negli spazi espositivi di Florence Camper e Paolino Camper ha proposto due motorhome della gamma K-Yacht Tekno Line dotata di doppio pavimenti tecnico: il MH 80 con grande living posteriore “Lounge” e doppio letto matrimoniale basculante, e il MH 89 con letto centrale nautico regolabile in altezza. Esposti anche il semintegrale Kea P 65 Tekno Line dotato di doppio pavimento tecnico e camera posteriore con letti gemelli e il mansardato Kea M74 con letto matrimoniale posteriore trasversale su garage.

Lo stand curato da Florence Camper ha ospitato anche la qualificata rappresentanza Elnagh, composta da tre importanti modelli della collezione 2017: T-Loft 450 (semintegrale con matrimoniale posteriore regolabile in altezza e garage), l’inedito A-Loft 530 (mansardato con letti gemelli) e il motorhome I-Loft 581, dotato di camera posteriore  con letto centrale.

Ancora un’accoppiata di concessionari (nella fattispecie Paolino Camper e Microworld Rent) per un altro dei marchi protagonisti della Fiera di Carrara: si tratta di McLouis, che non ha mancato di attirare l’attenzione e l’interesse del pubblico in particolare con le gamma dei suoi rinnovati semintegrali Mc4, rappresentata dai modelli Mc4 34 con letto centrale posteriore in una lunghezza di appena 6,5 metri, Mc4 73G con letti gemelli e grande gavone garage, e Mc4 33 che, in soli 6,37 metri, presenta il matrimoniale posteriore longitudinale con toilette affiancata. Hanno completato l’esposizione il motorhome Nevis 79G con letto centrale posteriore e i mansardati Twid 22, dotato di una vera e propria cameretta per bambini posteriore, e Glamys 26G, con matrimoniale trasversale posteriore, gavone garage e dinette classica doppia.

La presenza dei marchi a Tour.it è stata completata ancora da Knaus, presente con quelli che si possono definire i due “estremi” del proprio variegato catalogo, i Van e i motorhome di lusso: per i primi, l’elegante Box Star in versione Plus, per i secondi il prestigioso Sun I 700 LG, oggetto, tra l’altro, di una nostra prova approfondita. I veicoli della casa tedesca sono stati presentati dalla nuova realtà Sunrise Group, che ha riunito i Pionieri Village e Leonori Caravan; nello stesso stand, spazio anche a Rimor, con il classico Super Brig 695 e il nuovo furgonato Horus 36 su Renault Trafic, e Pilote, con il Foxy Van.

Dulcis in fundo, una presenza prestigiosa ai massimi livelli: grazie al concessionario genovese Pons, infatti, anche Niesmann+Bischoff ha sancito la sua presenza a Tour.it, con l’ammiratissimo Arto 76 E, uno dei “best seller” della casa tedesca con sede a Polch, in Renania-Palatinato, che, in una lunghezza di 7,68 metri, si distingue per la dotazione della camera posteriore con letti gemelli.


Oltre ai veicoli, ovviamente, per quanto riguarda gli strumenti del turismo di movimento, sono stati ben rappresentati anche accessori e conponentistica. Da segnalare, in particolare, la Camperbusiness con il proprio stand dedicato a esporre le nuova modalità di noleggio veicoli e, per quanto riguarda l’”hardware”, la riproposizione del kit “one minute camper” capace di trasformare in poco tempo un van in un veicolo in grado di fornire gli elementi essenziali per la vacanza itinerante, oltre alla NDS con l’intero assortimemto dei suoi dispositivi elettronici destinati  gestire al meglio l’energia elettrica di bordo. Anche in questo ambito non sono mancate le novità interessanti. Allo stand FCE, vero specialista in accessori di rilievo e importanza tecnici, in mezzo ai celebri portabici e portamoto Linnepe, ad attirare l’attenzione di chi viaggia in camper sono state le nuove sospensioni pneumatiche EuroAir, sviluppate in collaborazione con un colosso tecnologico del settore come VB-Suspension e capaci di adattarsi a ogni veicolo grazie a un sistema di montaggio semplificato e universale che non necessita di forature, tagli o saldature: collegate a un compressore con tanto di manometri di controllo, possono variare la loro altezza per adattarsi a situazioni contingenti e variazioni di carico.


A fare da importante e immancabile corollario finale, infine, tutta quella serie di realtà di servizi e aggregazione che fanno parte attiva di un mondo, quello del turismo di movimento in camper e caravan che sta faticosamente riprendendosi da una lunga e sfiancante crisi e non può non appoggiarsi in modo concreto a Fiere come quelle di Carrara: una kermesse storica ma sempre nuova e diversa, capace, prima dei numeri fini a se stessi, di porre in primo piano le idee e la ricerca delle migliori soluzioni per mostrare al pubblico la “faccia migliore” e più accattivante di questo settore così particolare e unico.

Fotogallery

Beppe

Comments are closed.