October 14, 2019

Un classico profilè reinterpretato in chiave moderna: l’Hobby Optima De Luxe T 65 HFL propone il layout del comodo matrimoniale posteriore alla francese con l’aggiunta del letto basculante anteriore, offrendo una notevole vivibilità interna e una dotazione di serie davvero completa, unite a un’originale linea esterna.

 

In sintesi

Tipologia Profilato
Meccanica Fiat Ducato 35 Light con telaio ribassato Camping-Car Special e passo da 403.5 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 96kW/130 cv
Motorizzazioni opt 2.287 cc – 109kW/148 cv 2.287 cc – 132kW/177cv
Dotazioni di sicurezza ABS con EBD, ESP con ASR, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducente e passeggero, Cruise control
Posti omologati 4
Posti letto 4
Dimensioni 698x233x284 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 3.017 Kg
Prezzo base Euro 64.300,00 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarG
Meccanica starYstarYstarYstarHstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarY
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarY width=
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarYstarG
Bagno starYstarYstarYstarYstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarYstarH
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Conosciuta come uno dei maggiori produttori europei di caravan, Hobby da sempre spazia anche nella categoria dei motorizzati, proponendo mezzi decisamente particolari e contraddistinti da una linea e  da colorazioni originali. Ed è proprio questa factory tedesca che, negli anni ottanta, ha dato origine al progetto di quello che possiamo oggi considerare uno dei progenitori dei profilati moderni: il conosciutissimo Hobby 600, ricordato per il suo design esterno d’ispirazione automobilistica. Passando attraverso le numerose generazioni, si arriva agli ultimi nati in casa Hobby, gli Optima De Luxe, una linea composta da veicoli ricchi di personalità propria e di interessanti dotazioni tecniche, che le permettono di differenziarsi nella vasta scelta di profilati di fascia medio/alta che propone oggi il mercato. Forti di una gamma ampia e variegata, composta da ben undici modelli che spaziano dai 6 ai 7,6 metri di lunghezza, gli Optima De Luxe riescono a soddisfare sia le esigenze della coppia in cerca di un veicolo maneggevole sia della famiglia di tre o quattro persone, offrendo una dotazione di serie davvero completa. Tra questi, il modello T 65 HFL offre la soluzione del letto matrimoniale longitudinale “alla francese” unito al letto basculante anteriore in una lunghezza che resta appena al di sotto della soglia dei 7 metri (698 cm). Interessante risulta essere il prezzo di listino che, attestandosi attorno ai 65.000 euro, include un pacchetto di accessori molto ricco, spaziando dai dispositivi legati al comfort e alla sicurezza di guida, all’autoradio touch-screen dotato di navigatore e telecamera per la retromarcia collegata, al tendalino, agli oscuranti plissettati Remis in cabina e molto altro ancora.

Lo chiassis utilizzato è quello del Fiat Ducato 35 light in versione ribassata Camping Car Special, con carreggiata posteriore allargata e passo da 403,5 cm, il quale permette di avere sul retro uno sbalzo non troppo pronunciato (199,7 cm). Le motorizzazione utilizzate sono gli ultimi Multijet II euro 6 dell’azienda torinese, partendo dal 2,3 litri da 130cv per arrivare ai più performanti 2,3 litri da 148cv o 177cv. Ricca la dotazione meccanica offerta di serie da Hobby che comprende: ABS con EBD, ESP con ASR, Traction Plus, Hill Holder e Hill Descent Control, airbag conducente e passeggero, climatizzatore manuale, cruise control, specchietti elettrici e riscaldabili, alzacristalli elettrici, sedile guidatore e passeggero regolabili in altezza, autoradio touch-screen con navigatore e telecamera per la retromarcia, luci diurne a LED incorporate nei fari anteriori con cornice nera e calandra del motore verniciata in color nero lucido. Il mezzo viene offerto di serie con cerchi da 15” ma c’è la possibilità di ordinarlo con quelli in acciaio da 16” e relativi copri cerchioni (optional presenti sul veicolo provato).

Un design esterno elegante e compatto quello dell’Optima De Luxe, a partire dal cupolino anteriore realizzato in vetroresina con forme aerodinamiche e poco pronunciate, ben abbinato allo stile della cabina di guida del Fiat Ducato e ottimamente raccordato ai particolari profili di collegamento tra pareti e tetto. Eleganza e raffinatezza che ritroviamo anche nella sua vista di profilo, dove risalta il look total-white, dato dalle pareti e dalle bandelle in alluminio completamente bianche, interrotto, ma allo stesso tempo impreziosito, da una grafica particolarmente riuscita: una fascia scura che ingloba perfettamente le sei finestre incorniciate Polivision Aero (optional presente sul veicolo provato), utilizzate nella versione con vetro scuro, e che scende fino alla cabina di guida assumendo, nella parte finale, i toni del bordeaux metallizzato. Semplice e lineare invece lo specchio di coda, incorniciato nella parte alta da uno spoiler che ingloba le luci di posizione e il terzo stop e inferiormente da un imponente paraurti realizzato in abs che incorpora la fanaleria circolare. 

Un dei punti di forza di questo allestimento risiede nella possibilità di personalizzazione estetica. Hobby, infatti, offre la possibilità di ordinare la cabina di guida anche con verniciatura di color nero o grigio ferro metallizzati oltre alla riuscita parete posteriore denominata “Premium”: contraddistinta da un look esclusivo, utilizza specifici stampi in abs che avvolgono completamente il retro del camper e ospitano accattivanti gruppi ottici in puro stile automobilistico oltre al grande cantonale superiore di colore nero.

La scocca, con pareti da 34 mm di spessore, presenta una costruzione di tipo tradizionale e abbina rivestimento in alluminio liscio, intelaiatura interna in legno a una coibentazione in polistirolo ad alta densità. Stessa costruzione e medesimo spessore sono poi impiegati anche per il tetto, contraddistinto, però, da un rivestimento esterno in vetroresina antigrandine. Particolare, invece, la costruzione del pavimento: tutti i modelli Optima De Luxe sono dotati di serie di un sottoscocca in vetroresina con coibentazione in XPS. Inoltre, è stato creato una piccola porzione di doppiofondo tecnico e riscaldato nella zona della dinette, destinato a ospitare in posizione antigelo gli allacci di alimentazione e di scarico delle acque.

La scocca si completa poi con la porta d’ingresso Hartal di larghezza maggiorata (60,5 cm) dotata di finestra fissa con oscurante, zanzariera scorrevole plissettata e pattumiera integrata, gradino elettrico Thule e luce esterna a led e la presenza di quattro oblò a tetto: uno sky view marchiato Hobby inserito nel cupolino anteriore, un panoramico Midi-Heki 50×70 cm posizionato nel corridoio centrale e due Mini-Heki 40×40 cm a servizio del letto posteriore e del bagno. A tutto questo si aggiunge il tendalino Thule Omnistor montato a tetto di serie.

La possibilità di stivaggio esterno è affidata a un ampio gavone ribassato creato al di sotto del letto posteriore alla francese. Servito da un unico portellone (misure 116,5×71,5 cm) sul lato destro del mezzo, offre uno spazio interno utilizzabile di buone dimensioni, con una larghezza di 134 cm, una profondità di 140 cm e un’altezza utile che varia da 70 a 87 cm.

Gli impianti

L’autonomia idrica è affidata a un serbatoio da 100 litri posizionato all’interno della cassapanca frontemarcia della dinette, mentre la circolazione dell’acqua fa capo a una pompa a immersione Reich, che entra in funzione esclusivamente quando si apre uno dei rubinetti grazie alla presenza di microinterruttori. Alzando la seduta del divano è possibile accedere comodamente al doppio tappo d’ispezione e al rubinetto di scarico. Tutti gli scarichi, dotati di sifoni anti-odore, confluiscono in un serbatoio di recupero da 96 litri posizionato esternamente, sotto il pianale ma inserito all’interno di un guscio coibentato e riscaldato di serie. Da segnalare, però, la presenza di alcune tratte esterne di collegamento al serbatoio non coibentate, aspetto che potrebbe creare qualche disagio in caso di utilizzo invernale.

L’impianto elettrico è raggruppato nella cabina di guida, al di sotto del sedile passeggero, dove trovano posto la batteria dedicata ai servizi AGM da 95 Ah e la centralina/caricabatterie realizzata da Hobby e sviluppata impiegando la tecnologia Ci-Bus. L’intero impianto è gestito da un moderno pannello comandi TFT dotato di schermo a colori, posto sopra la porta d’ingresso alla cellula. Oltre alle classiche indicazioni e funzionalità, da questo pannello è inoltre possibile comandare altri componenti di bordo compatibili con la modalità Ci-Bus, come il riscaldamento o l’eventuale condizionatore installato. Moderna anche la gestione delle batterie, grazie al sensore intelligente IBS che fornisce tutti i dati importanti quali tempo, corrente e tensione di carica. Inoltre, questo sensore, comunica all’intelligente dispositivo di carica il fabbisogno di corrente, consentendo un processo di carica più delicato e in tempi minori rispetto ai caricabatterie tradizionali.

A disposizione dei viaggiatori troviamo sei prese a 220 V, ben distribuite in ogni zona del veicolo, due prese a 12 V e altre due utilissime prese USB.

L’illuminazione interna, sfruttando completamente la tecnologia a led, si avvale di numerosi spot incassati a soffitto, di faretti di lettura orientabili e delle luci d’ambiente diffuse sopra ai pensili, volte a creare un’atmosfera davvero accogliente.

Il riscaldamento e la produzione dell’acqua calda sono affidate alla potente Truma Combi da 6 kW, che trova posto all’interno della cassapanca del divanetto laterale del living, assieme alla valvola di sicurezza antigelo Frost Control. L’impianto viene comandato dal nuovo pannello digitale CP Plus, situato in fondo al veicolo a lato del letto matrimoniale posteriore, una posizione purtroppo scomoda per l’utilizzo diurno o serale (ovviabile grazie alla possibilità di impiego direttamente dal pannello comandi del camper) ma allo stesso tempo comoda durante la notte per intervenire sulla temperatura interna rapidamente e senza alzarsi. Il calore prodotto viene distribuito tramite un sistema di ventilazione che conta ben otto bocchette a copertura capillare dell’intero veicolo, dalla cabina di guida fino al gavone posteriore.

Interessante la possibilità di poter richiedere in opzione la stufa Truma Combi 6E completa di resistenze elettriche integrate, o il sofisticato impianto a convettori Alde.

Molto particolare la soluzione destinata alle bombole del gas: il veicolo è attrezzato con un vano per due bombole da 10 kg, servito da sportello esterno, completo di slitta di contenimento estraibile che ne permette un carico o una sostituzione decisamente più agevole, operando all’esterno del veicolo. I tre rubinetti sezionatori che gestiscono l’impianto sono collocati nel blocco cucina, in posizione facilmente raggiungibile.

All’interno

Classico o moderno? Gli interni della gamma Optima De Luxe sono disponibili in due varianti volte a soddisfare gusti differenti: dall’elegante tonalità frassino abbinata a antine laccate di colore bianco, a una colorazione più chiara e sobria che dona però un ambiente dallo stile moderno, grazie a un piacevole gioco di chiaro/scuro (variante presente sul veicolo provato). Ben costruito e assemblato, il mobilio assume forme morbide, accentuate dalle ante bombate dei pensili e utilizza componenti di qualità come le maniglie in metallo cromato o le cerniere in acciaio inox di tipo domestico. Da segnalare, inoltre, la presenza di feritoie che favoriscono il ricircolo dell’aria e prevengono la formazione di condensa oltre alle classiche paretine anticondensa a favore del living e del letto fisso posteriore.

Il rivestimento delle sedute è offerto in quattro varianti: quello standard “Capri” sulle tonalità del grigio (presente sul veicolo provato) oppure la più allegra versione “Split”, chiara e contraddistinta da una simpatica fantasia a quadri colorati; a queste si aggiungo le due versioni in vera pelle totalmente in colore bianco crema oppure abbinato al marrone.

La zona anteriore dell’abitacolo è dedicata al living: pensato per ospitare comodamente fino a sei persone, grazie ai sedili girevoli della cabina, si compone di una semidinette affiancata da un divano laterale di generose dimensioni (130×44 cm) e serviti da un tavolo ancorato alla parete, dotato di prolunga estraibile. Questo ambiente beneficia della luminosità donata dalle due finestre apribili simmetriche, dallo sky view integrato nel cupolino anteriore oltre che dalla generosa vetratura della cabina, che può essere facilmente oscurata grazie alle tendine plissettate Remis presenti di serie.

Lo stivaggio può contare su quattro pensili ancorati alla parte inferiore del letto basculante (due per lato), su tasche a giorno ricavate nel giro cupolino e su un utile e particolare portascarpe estraibile inserito al di sotto del divano laterale. A completare i comfort della zona giorno, troviamo la piastra orientabile di supporto per televisori a schermo piatto posta a lato dell’ingresso, dotata delle necessarie predisposizioni, mentre l’impianto audio vede la presenza di due ulteriori altoparlanti inseriti nel sottobasculante.

Collocato alle spalle del soggiorno, il blocco cucina si sviluppa nella tipica forma a “L” di buone dimensioni. Il piano vede la presenza di un fornello dotato di tre fuochi in linea con accensione piezoelettrica e un lavello circolare in acciaio inox dotato di copertura amovibile e di miscelatore monocomando. La particolare conformazione della cucina, regala allo chef designato ben due piani di lavoro utilizzabili: uno nell’angolo (dimensioni 47×38 cm) e uno rialzato (dimensioni 93,5×22 cm).

Anche in assenza della cappa aspirante, l’areazione è ampiamente garantita dalla finestra apribile e dall’oblò panoramico Midi-Heki da 70×50 cm. Lo stivaggio, ampio e ben organizzato, vede superiormente la presenza di due stipetti divisi da un ulteriore vano chiuso da una serrandina scorrevole mentre, nella parte inferiore, troviamo tre cassetti estraibili (di cui uno dedicato alle posate), dotati di sistema di rientro assistito, e due capienti vani.

Di fronte alla cucina ecco il classico frigo a colonna, lo Slim Tower della Dometic da 140 litri, caratterizzato da una larghezza ridotta e dal sistema di selezione automatica della fonte di energia. Il frigo è incorniciato superiormente e inferiormente da due ulteriori armadietti, molto utili per lo stivaggio.

A lato della blocco cucina, invece, trova posto l’armadio guardaroba a sviluppo verticale; di buone dimensioni (44x48x137 cm), è dotato di asta appendiabiti e luce di cortesia dedicata. La parte superiore è divisa da una mensola, che permette di razionalizzare lo spazio a disposizione ricavando un ulteriore vano (dimensioni 44x46x30 cm). Al suo interno trova posto anche l’interruttore salvavita.

Sviluppato longitudinalmente, il locale toilette trova posto nella parte posteriore sinistra del mezzo, affiancando il letto fisso ed è chiuso da una porta scorrevole. L’intero è suddiviso in due vani: in fondo troviamo il box doccia, completamente separato, richiudibile grazie a una porta rigida in metacrilato e dotato di piatto con doppia piletta di scarico, colonna attrezzata con tasche e miscelatore con erogatore posto su un asta ad altezza variabile e, nella parte alta, di una particolare corda estraibile che funge da stendino. Nella parte anteriore trovano posto il wc Thetford C200 dotato di tazza girevole e cassetta estraibile e un lavabo ad angolo servito da un miscelatore monocomando, nella cui parte inferiore è stato ricavato un piccolo vano. A donare una sensazione di spazio all’ambiente ci pensa il grande specchio angolare, che ricopre anche le due antine del pensile destinato allo stivaggio. L’areazione è garantita da un oblò a tetto Mini-Heki da 40×40 cm.

Sulla parete opposta si trova la camera da letto, composta da un matrimoniale alla francese caratterizzato da una lunghezza di 198 cm e una larghezza che varia dai 138 cm ai 107 cm della parte finale. Questa conformazione permette di avere un accesso comodo al letto e garantisce uno spazio di movimento agli occupanti davvero notevole, grazie a un cielo utile di 125 cm. Lo stivaggio in questa parte del mezzo di certo non manca: oltre ai cinque capienti pensili che circondano superiormente il letto, la rete a doghe è facilmente sollevabile dando accesso diretto al gavone posteriore e a un ulteriore vano separato da una paretina. L’areazione è affidata a una finestra laterale, purtroppo sottodimensionata rispetto al reale spazio disponibile, e a un’oblò Mini-Heki 40×40 cm, mentre l’atmosfera è resa accogliente dalle luci d’ambiente a diffusione sopra i pensili e dai faretti di lettura orientabili.

Altri due posti letto sempre pronti sono disponibili grazie al classico matrimoniale basculante anteriore: la movimentazione manuale ne permette la discesa fino a 130 cm da terra, andando così a offrire un cielo utile di 77 cm e una superficie di 200×137/122 cm. Il letto, completo di tenda perimetrale di cortesia, rete a doghe, reti anticaduta e luci di lettura a led, non va minimamente a occupare lo spazio dedicato all’ingresso, lasciando quindi la porta utilizzabile in ogni condizione.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

Le dotazione di serie per il mercato italiano offerte sull’Hobby Optima De Luxe T 65 HFL sono: ABS con EBD, ESP con ASR, Hill Holder, Hill Descent Control, airbag conducente e passeggero, climatizzatore manuale, cruise control, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata con telecomando per porte cabina, luci diurne a LED, fari con cornice nera, calandra anteriore verniciata nero lucido, autoradio touch-screen con navigatore, telecamera per la retromarcia, tendalino, oscuranti plissettati Remis in cabina, porta cellula con finestra, zanzariera e pattumiera, carrello scorrevole nel vano portabombole, serbatoio di recupero isolato e riscaldato, predisposizione tv e staffa di supporto, sky view su cupolino anteriore.  Il veicolo oggetto di questa prova è inoltre dotato di:

  • Motorizzazione Ducato 2.3 MJ 148cv (Euro 1.640,00)
  • Cerchi in acciaio da 16″ (Euro 200,00)
  • Finestre oscurate con cornice (Euro 687,00)

Prezzo totale del veicolo in CamperOnFocus: Euro 66.827,00

Conclusioni

In un periodo in cui i layout caratterizzati dal gavone garage posteriore rappresentano la tipologia più ricercata, ecco come molti costruttori d’oltralpe continuano proporre, con i dovuti aggiornamenti, la classica pianta che ha da sempre contraddistinto i profilè: il letto matrimoniale posteriore alla francese. Forse una delle poche che riesce a donare, in una lunghezza complessiva non esagerata, quella vivibilità interna e quel senso di spazio molto ricercati nei veicoli ricreazionali. Anche se poco diffuso in Italia, l’Hobby Optima De Luxe T 65 HFL rappresenta uno dei migliori esempi oggi presenti nella fascia medio/alta del mercato. Pensato per essere quasi pronto a partire, grazie al suo completo equipaggiamento fornito di serie, offre una dotazione meccanica full optional, comprensiva di molti dispositivi legati alla sicurezza e al comfort di guida, oltre a un allestimento che conta accessori come tendalino, autoradio con navigatore e telecamera per la retromarcia, oscuranti plissettati Remis in cabina, carrello estraibile per le bombole del gas e molto altro ancora. Il tutto è unito a un’impiantistica di bordo moderna, in particolare per quanto concerne l’impianto elettrico, grazie all’utilizzo della tecnologia di ultima generazione Ci-Bus. Il suo interno, pensato con razionalità unita a quella cura costruttiva che spesso fa la differenza, offre al suo equipaggio grandi spazi di movimento, un living anteriore di generose dimensioni e comodi servizi. Purtroppo non è presente un doppio pavimento totale, neanche tecnico, un compromesso comunque accettabile viste alcune precauzioni prese dalla factory tedesca per consentirne un tranquillo utilizzo anche durante l’inverno. Il prezzo base, che parte appena al di sotto dei 65.000 euro per un esemplare con motore da 130 cv, è senza dubbio molto interessante vista la dotazione offerta e, anche optando per una meccanica più performante o per le numerose possibilità di personalizzazione offerte da Hobby, si riesce a rimanere entro una cifra più che accettabile. Teutonico in tutto e per tutto, questo profilato con letto basculante non passa di certo inosservato con la sua linea esterna allo stesso tempo particolare ed elegante, che lo rende un veicolo classico destinato a coloro che amano distinguersi.

Cosa ci è piaciuto di più

  • La dotazione di serie è davvero completa: la meccanica di base è full-optional, mentre la cellula abitativa è arricchita da accessori di grande interesse (tendalino, autoradio con navigatore e telecamera per la retromarcia, oscuranti plissettati Remis in cabina) e può facilmente essere ulteriormente arricchita.
  • L’impiego della tecnologia Ci-Bus di ultima generazione permetti di poter comandare diverse funzioni, impianti e anche accessori installati tramite un unico pannello comandi.
  • Il vano portabombole è dotato di serie di una slitta di contenimento estraibile che ne permette un carico o una sostituzione decisamente più agevole, operando all’esterno del veicolo.
  • Il serbatoio di recupero, montato esternamente sotto pianale, è coibentato e riscaldato di serie.
  • Il letto basculante, anche quando abbassato, non copre minimamente la porta d’ingresso, lasciandola sempre utilizzabile.
  • Il living anteriore offre un ambiente molto ampio e vivibile, grazie anche a un divano laterale di generose dimensioni.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • La finestra dedicata al letto fisso posteriore risulta sottodimensionata dato lo spazio disponibile.
  • La finestra apribile a compasso dedicata al living, inserita sulla fiancata destra del veicolo,  rischia di entrare in contatto con la vicina porta di ingresso se entrambe sono aperte. Una finestra ad apertura scorrevole risolverebbe il problema.
  • La scocca, per quanto ben assemblata, è ancora quasi completamente di tipo tradizionale.
  • Le tubazioni degli scarichi dei lavelli di cucina e toilette hanno alcune tratte esterne non coibentate o protette dal gelo.
  • L’utile portascarpe estraibile sotto al divano laterale del living, con porta cellula chiusa, entra in contatto con la pattumiera integrata, impedendone l’apertura.

Riferimenti e contatti del costruttore
Hobby-Wohnwagenwerk, Ing. Harald Striewski GmbH Harald-Striewski-Straße 15, 24787 Fockbek/Rendsburg (DE) Tel. +49 4331 606-0 www.hobby-caravan.de

Tutto su Hobby

Davide

Comments are closed.