January 25, 2021

La casa toscana ribadisce la sua ispirazione europea ridefinendo e razionalizzando la propria offerta, con significative novità in fatto di modelli, dotazioni ed evoluzioni tecniche e stilistiche

Quello appena trascorso è stato un periodo molto importante per l’azienda toscana, con eventi di rilievo come l’acquisizione del marchio GiottiLine e, soprattutto, l’ingresso nel Gruppo Rapido. Uno dei primi frutti di questa evoluzione è una ridefinizione dell’offerta, ora articolata su due serie di veicoli: Happy, con sette modelli “entry level” tra cui tre profilati e quattro mansardati, e Mister, con una gamma di fascia media che conta su cinque modelli semintegrali. Per tutta la produzione, da segnalare l’adozione univoca delle chassis Citroën Jumper, del tutto omologo dal punto di vista telaistico al Fiat Ducato, ma dotato dei moderni propulsori PSA da 2 litri Euro 6 BluHDI proposti con potenze di 135 e 160 CV. Sempre nei riguardi della meccanica di base, è importante rimarcare come tutti i veicoli PLA siano forniti di serie completi di climatizzatore, specchietti elettrici, sedili cabina “Captain Chair”, doppio Airbag, ITC (Intelligent Traction Control, l’equivalente del Traction+ sulle meccaniche Fiat), ESP, Hill Holder, Hill descent control, TPS (sistema di controllo pressione pneumatici), ruote da 16 pollici e fendinebbia.

La gamma Happy 2018 si presenta con aggiornamenti riguardanti la grafica esterna, le tappezzerie e particolari come le nuove porte dei box doccia e di separazione tra gli ambienti, ma soprattutto con una dotazione di serie importante. Ogni veicolo Happy, infatti, può contare di serie, sul riscaldamento Truma Combi in versione CP Plus e sul serbatoio di recupero coibentato e riscaldato.
La proposta per il 2018 conferma i tre modelli semintegrali: 380 con letti gemelli su una lunghezza di 695 cm, 390 da 735 cm con letto nautico centrale e 395 ancora con la richiestissima configurazione con letti gemelli, sviluppata su una lunghezza sterna di 736 cm: questi ultimi, poi, sono dotati anche del letto basculante ad azionamento elettrico.

Novità, invece, tra i mansardati, in particolare tra i veicoli più compatti, dove il modello 415 viene sostituito, sempre sulla base di una lunghezza inferiore ai sei metri (596 cm) dall’inedito Happy 420, che reinterpreta in modo originale la classica configurazione con doppia dinette e divano affiancato riuscendo a offrire, nella zona centrale e posteriore, un’ampia toilette dotata di doccia separata affiancata da un capace armadio da una cucina completa; cinque i posti letto dati dalla mansarda, dal divano laterale e dalla trasformazione della dinette, e ben sei quelli omologati in viaggio.

Nuovo anche il modello Happy 430, che in una lunghezza di appena 595 cm riesce a offrire quattro posti letto sempre pronti grazie alla mansarda e ai due letti a castello trasversali in coda. La dotazione si completa la presenza della toilette dotata di doccia indipendente, della dinette classica e di un blocco cucina lineare. Anche questo modello, come già il 420, offre sei posti omologati in viaggio e sei per la notte: ai quattro già descritti, infatti, si possono aggiungere i due forniti dalla semplice trasformazione della già citata dinette.

Confermati, infine, per la prossima stagione, i mansardati Happy 440 con matrimoniale trasversale  garage, e Happy 453 con letti a castello in coda e soggiorno con doppie dinette affiancate, entrambi sviluppati su una lunghezza di 695 cm.

Se le modifiche alla gamma Happy hanno comportato interventi tutto sommato di dettaglio, così non si può dire dei semintegrali Mister che, oltre alla conferma del cupolino in vetroresina introdotto nella scorsa stagione e una nuova grafica esterna, per il 2018 sono arricchiti di un inedito specchio di coda con ampi cantonali a tutta altezza con ampia giunzione laterale e nuovi gruppi ottici a led. Complete, anche in questo caso, le dotazioni di serie della cellula abitativa, che comprendono la zanzariera sulla porta cellula, le prese USB integrate con le luci di cortesia, lo sky roof nel cupolino anteriore e il riscaldamento Truma Combi in configurazione CP Plus.

La novità, in questa gamma, è rappresentata dal Mister 590, un semintegrale ispirato alle preferenze tipiche dei mercati del Nord Europa (nei quali l’azienda toscana è peraltro ben presente) e caratterizzato dalla zona notte con letti singoli affiancati in posizione ribassata e grande toilette a tutta larghezza in coda. L’interno si completa con la cucina centrale a “L” e grade frigorifero a colonna contrapposto, mentre il living è configurato con semidinette e divano laterale; il tutto per una lunghezza esterna di 739 cm.

Confermato il resto della gamma: Mister 550 con matrimoniale trasversale e gavone garage su una lunghezza di 6,9 metri, Mister 560 che in 699 cm offre la zona notte con letti gemelli, mister 580 con letti gemelli e toilette in locali indipendenti su una scocca di 739 cm e Mister 570 che, sulla stessa lunghezza, offre il letto posteriore centrale con ampia zona bagno passante a tutta larghezza, separabile sia dalla zona notte sia da quella giorno e configurata con parete centrale dotata di specchio e armadietto, box doccia sul lato sinistro e zona bagno su quello destro. A completare l’allestimento, la cucina  centrale a “L”, il frigorifero a colonna e il soggiorno con semidinette, tavolo centrale estensibile e divanetto laterale.

 

Beppe Finello

Comments are closed.