Leader nell'elettronica applicata a veicoli ricreazionali, CBE presenta la nuova generazione dei suoi rilevatori di gas per aumentare la sicurezza a bordo.

Evoluzione costante, nella tecnologia e nello stile, per un'azienda leader nel proprio settore, quello dell'elettronica applicata ai veicoli ricreazionali e alle imbarcazioni: CBE è divenuta negli anni un vero e proprio punto di riferimento. Il tema della sicurezza a bordo non è di certo un argomento trascurabile, specie se riguarda il gas. Ecco quindi che, per la nuova stagione, l’azienda trentina presenta la sua nuova generazione dei rilevatori di gas, studiati appositamente per l’installazione su camper o caravan. Due i modelli presenti a catalogo, completamente rinnovati nel design: il BMTG per il rilevamento nell’aria di gas GPL e gas etere (quello con effetto narcotico) e il BMTCO destinato al monossido di carbonio. 

Un segnale acustico molto potente (ben 85 decibel) si attiva prima che il gas possa avere un effetto sulle persone presenti all’interno dell’abitacolo o prima che la sua concentrazione raggiunga un decimo del valore minimo necessario a innescare un’eventuale esplosione. I due livelli di taratura presenti sul circuito, consentono di adeguare la sensibilità del sensore in base all'uso e alla posizione di installazione scelta. Entrambi sono alimentabili a 12 V, occupano poco spazio grazie alle dimensioni ridotte di 60x60 mm e sono disponibili sia nella versione a incasso sia in quella applicabile a parete, con una duplice scelta di colorazione esterna (grigio scuro o marrone).
Inoltre, ogni rivelatore viene testato e calibrato con il gas di riferimento e ha una durata di vita media di circa 10 anni.

Condividi questo articolo!

    Comments are closed.