Doppio pavimento, scocca autoportante di alto livello, riscaldamento a convettori Alde, dotazione di serie "all inclusive", personale interpretazione del classico layout del matrimoniale trasversale posteriore su garage, uniti insieme in un motorhome lungo 699 cm: si chiama Eura Mobil Integra Line 695 HB, una delle new entry dell'azienda tedesca.

 

In sintesi

Tipologia Motorhome
Meccanica Fiat Ducato 35 Light con telaio ribassato Camping-Car Special e passo da 403.5 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 96kW/130 cv
Motorizzazioni opt 2.287 cc - 109kW/148 cv 2.287 cc - 132kW/177cv
Dotazioni di sicurezza ABS, EBD, ASR, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducente e passeggero, Cruise control
Posti omologati 4
Posti letto 4
Dimensioni 699x232x288 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 3.017 Kg
Prezzo base Euro 77.967 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarH
Meccanica starYstarYstarYstarGstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarY
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarG width=
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarYstarG
Bagno starYstarYstarYstarHstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarYstarH
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L'analisi

Considerato uno tra i più prestigiosi brand tedeschi, Eura Mobil è un’azienda che ha da sempre perseguito un obiettivo fondamentale nella produzione di veicoli ricreazionali: qualità costruttiva di alto livello e cura dei dettagli, uniti sotto al concetto di sostanza. Una mission che talvolta è andata a discapito del design, se si guardano alcuni esempi della sua produzione, ma ampiamente bilanciato da contenuti tecnico costruttivi davvero interessanti; parliamo infatti della presenza sull’intera produzione del doppio pavimento e di una particolare scocca autoportante assemblata senza l’utilizzo di viti. Caratteristiche che si ritrovano anche nella gamma di motorhome a patente B Integra Line, introdotta nel 2012, e protagonista nel corso delle ultime stagioni di piccoli interventi estetici a vantaggio di un risultato globale sempre più piacevole e competitivo. Una serie completa, che propone layout dedicati alla coppia o alla famiglia, con lunghezze che spaziano dai 699 cm ai più generosi 741 cm. Tra questi, una delle new entry è rappresentata dall’Integra Line 695 HB, evoluzione del fortunato predecessore 690 HB; un veicolo entro i sette metri di lunghezza che regala una personale interpretazione del letto posteriore trasversale su garage, unito all’ormai ricercatissima cucina a “L” e a un confortevole living anteriore. Un veicolo pensato e progettato per affrontare i climi più rigidi – grazie anche alla presenza di serie del prestigioso riscaldamento Homea convettori Alde – proposto per il nostro mercato in versione “all inclusive” a un prezzo di listino davvero interessante: poco meno di 78.000 euro.

Lungo 699 cm, largo 232 cm e alto 288 cm, anche il nuovo Integra Line 695 HB adotta la base meccanica del Fiat Ducato 35 Light con telaio ribassato Camping Car Special, nella versione con passo da 403,5 cm che, vista la sua lunghezza, lascia scoperto uno sbalzo posteriore non eccessivo pari a 187,5 cm. La motorizzazione di partenza è quella del 2,3 litri da 130 cv Multijet II Euro 6, mentre, su richiesta, è possibile avere anche i più performanti 2,3 litri da 148 cv e da 177 cv. Ricca la dotazione meccanica offerta di serie da Eura Mobil che comprende: ABS con EBD, ESP, ASR, Traction+, Hill Holder e Hill Descent Control, airbag conducente e passeggero, climatizzatore manuale, cruise control, specchietti retrovisori stile bus elettrici e riscaldabili, alzacristallo elettrico su porta cabina, chiusura centralizzata con telecomando, ghiere della strumentazione cromate e autoradio multimediale touch-screen con telecamera per la retromarcia. Il look esterno è stato inoltre reso più aggressivo dall’adozione, sempre di serie, dei cerchi in lega da 16”, delle luci diurne a LED e dei fari fendinebbia direzionali oltre che dalla mascherina del radiatore cromata. All’equipaggiamento pressochè completo riservato al mercato italiano, va sicuramente conteggiato il pacchetto opzionale denominato “Excellence” (Euro 1.790) che include dotazioni come: serbatoio di recupero isolato e riscaldabile, supporto TV, cappa aspirante in cucina, tavolo con gamba cromata e copriletto.

Guardandolo esternamente, l’Integra Line 695 HB colpisce particolarmente per la sua linea affusolata, dinamica e abbastanza compatta, con un frontale riuscito in cui trova adeguata collocazione un parabrezza panoramico ben contornato da montanti laterali e abbinato a cristalli laterali realizzati in vetrocamera per un look più automotive. A completare l’insieme, un cofano motore ridotto, una generosa calandra con doppia feritoia di aerazione a servizio del propulsore e una fanaleria circolare.

La linea pulita continua lungo le fiancate optando per un completo look total-white di pareti, bandelle in alluminio e raccordi preformati in abs, interrotto solo dalle semplici grafiche bicolore oro/grigio che donano dinamismo. Semplicità e linearità, forse un po’ troppo marcate, che caratterizzano soprattutto la coda del veicolo, interrotte da un paraurti in abs suddiviso in tre porzioni, contenente i classici gruppi ottici di ispirazione automobilistica, e da un profilo superiore di raccordo tra tetto e parete, al di sotto del quale è alloggiata la luce del terzo stop.

A impreziosire l’esterno troviamo le quattro finestre Dometic Seitz S7 con telaio in alluminio e la porta d’ingresso alla cellula Hartal, con annessa luce veranda a led, completa di: finestra fissa con oscurante plissettato, chiusura centralizzata, pattumiera integrata e zanzariera scorrevole. L’accesso al veicolo è garantito da due comodi gradini integrati. La scocca si completa poi con quattro oblò a tetto: un grande panoramico Heki 3 a servizio del living, due Mini-Heki 40x40 cm per la camera posteriore e il letto basculante e un piccolo 28x28 cm dedicato al locale toilette.

Lo stivaggio esterno è assicurato dalla presenza del classico gavone garage in coda al veicolo: accessibile tramite due portelli laterali di differenti dimensioni (destro 119x89 cm, sinistro 84x69 cm), si sviluppa sotto al letto trasversale e offre una profondità massima di 217 cm, una larghezza che da 100 cm si riduce a 74 cm e un'altezza utile interna di ben 125 cm. Completo di riscaldamento tramite tubazioni perimetrali dell'impianto Alde che servono anche la soprastante camera da letto, di doppio binario con ganci riposizionabili per il fissaggio del carico, di una capiente tasca portaoggetti marchiata Thule fissata alla parete posteriore e di una presa di corrente a 220 V, il garage presenta un fondo in vetroresina e offre una soglia di carico a 55 cm da terra ed è completo. La sistemazione del carico all’interno del gavone, può inoltre contare su un’ulteriore nicchia ricavata sulla paretina confinante con l’abitacolo, facilmente accessibile dallo sportello sinistro.

Il suo sviluppo, ribassato rispetto al pavimento inferiore del veicolo, permette la comunicazione con il doppio pavimento tecnico, dedicato essenzialmente alla collocazione di alcune componenti dell'impiantistica: tra queste la pompa a pressostato dell'acqua potabile, collocata in una nicchia del garage.

Per ciò che concerne la costruzione, pareti e tetto beneficiano della scocca autoportante “Eura Mobil Sealed Structure”: offrono, infatti, un sandwich con doppio rivestimento interno ed esterno in vetroresina, coibentazione in polistirene mineralizzato e rifinitura del soffitto interno con una elegante microfibra imbottita. Un assemblaggio curato e moderno che evita l’utilizzo di viti, optando per appositi profili perimetrali in alluminio e per speciali collanti di origine aeronautica al fine di garantire resistenza, stabilità e assenza di ponti termici. Il pavimento è costituito da un sandwich anch’esso con doppio rivestimento interno ed esterno in vetroresina, coibentazione in RTM, rinforzi perimetrali in poliuretano e trasverse in alluminio, e utilizzato come base per la creazione di un vero e proprio doppio pavimento tecnico presente su tutta la superficie della cellula abitativa, con altezza omogenea pari a 11 cm. Una struttura talmente pregevole da spingere la casa tedesca a offrire ben dieci anni di garanzia sull’impermeabilità, oppure 150.000 Km, previa esecuzione dei tagliandi scocca annuali previsti.

Gli impianti

L’autonomia idrica si affida a un serbatoio da 140 litri collocato all’interno della cassapanca frontemarcia del living anteriore. Accessibile per le necessarie operazioni di ispezione e pulizia rimuovendo la seduta del divano, è dotato di doppio tappo a vite superiore ed è servito da una pompa a pressostato Flojet collocata in coda al veicolo.

Tutti gli scarichi, dotati di sifoni contro i cattivi odori, confluiscono in un serbatoio di recupero dalla capacità più contenuta di 100 litri collocato però esternamente, sotto pianale. Servito da una valvola a ghigliottina con comando lungo la fiancata sinistra e completo di un’apposita prolunga da inserire in caso di necessità durante le operazioni di scarico, è coibentabile e riscaldabile solo su richiesta (optional incluso nel pacchetto “Excellence”); una scelta non del tutto condivisibile vista la vocazione e la costruzione del mezzo.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sono affidati alla modernissima Alde Compact 3020, collocata all’interno della cassapanca del divanetto laterale del living e accessibile mediante la rimozione della seduta oppure da un piccolo sportello laterale.

La caldaia, alimentata a gas e dotata anche di resistenze elettriche, integra un boiler ad accumulo da 8,4 litri e un serbatoio da 3,5 litri dedicato al glycol, liquido che viene fatto circolare nella fitta rete di convettori e serpentine distribuite uniformemente su tutto il veicolo, incluso il doppio pavimento. Questo tipo di riscaldamento permette una diffusione più uniforme del calore all’interno dell’abitacolo, andando a coprire anche quelle zone più soggette alle dispersioni termiche, senza l’utilizzo di ventole o sistemi di canalizzazione che tendono a seccare maggiormente l’aria. L’impianto viene utilizzato mediante un apposito pannello di comando digitale touch-screen collocato al di sopra della porta cellula, mentre il serbatoio di espansione del glycol è collocato all’interno di un armadietto nella camera da letto.

L’impianto elettrico può contare su una batteria dei servizi al gel Exide ES 900 da 80 Ah, inserita all’interno del gradino laterale destro della cabina di guida del Ducato e accessibile tramite la rimozione di una paratia in legno; è gestito da una centralina/caricabatterie Nordelettronica NE287 collocata, assieme al quadro portafusibili, all'interno del mobiletto laterale destro, a fianco alla poltrona del passeggero.

Il pannello comandi touch-screen, sempre della Nordelettronica, invece, trova posto al di sopra della porta d’ingresso alla cellula.

L’illuminazione interna sfrutta completamente la tecnologia a led e conta su faretti a incasso sotto i pensili per il living e il bagno, luci dedicate per la cucina, plafoniere centrali e classici faretti da lettura per la camera posteriore. A questo si aggiungono eleganti strisce a led dedicate al blocco cucina e al sotto basculante e le luci d’ambiente sopra a tutti i pensili anteriori e posteriori con luminosità a diffusione all’interno del mobiletto stesso, in modo tale da illuminarne il contenuto.


All’interno è possibile contare su cinque prese 220 V, distribuite tra zona dinette, cucina, camera, bagno e garage, su due prese a 12 V, di cui una dedicata alla televisione, e su altrettante prese USB in camera da letto, utili per la ricarica dei dispositivi mobili.

Infine, per quanto riguarda l’impianto del gas, il veicolo si affida al classico vano esterno servito da sportello posizionato circa a metà della fiancata sinistra; è dedicato a ospitare due bombole da 10 kg ed è completo di ganci fermabombole, aerazione a pavimento e riduttore di pressione standard. I tre rubinetti sezionatori, invece, sono alloggiati nella parte inferiore del blocco cucina in posizione facilmente accessibile.

All'interno

Eleganti e allo stesso tempo caratterizzati da andamenti lineari, gli arredi sono realizzati mediante una costruzione accurata che guarda con attenzione alla massimizzazione dei flussi d’aria calda generati dall’impianto di riscaldamento. Oltre, infatti, alla presenza di generose paretine anticondensa dedicate al living e al letto fisso posteriore, gli accorgimenti a favore della distribuzione del calore e della circolazione dell’aria riguardano anche i pensili e le restanti parti del mobilio interno. Due le essenze disponibili: una più chiara e moderna denominata “Chalet”, che richiama per l’appunto gli arredi di queste abitazioni, e una più classica denominata “Navarra” (presente sul veicolo provato), introdotta la scorsa stagione, che si affida alla bicromia tra legno scuro e parti bianche con inserti e maniglie cromate; un insieme che dona un tocco di raffinatezza all’ambiente. Molteplici le scelte di tappezzerie, con tonalità sia chiare sia scure, in tessuto o in ecopelle, per abbinarsi al meglio con entrambe le varianti di mobilio previste: il veicolo oggetto di questa prova presenta il rivestimento opzionale “Dara”, che abbina l’ecopelle color panna a degli inserti in tessuto sui toni del grigio.

L’ampio living anteriore si integra perfettamente con la cabina di guida, grazie all’assenza di dislivelli a pavimento e alle poltrone girevoli. Si compone di un divano a “L”, affiancato dal classico divanetto singolo, ed è servito da un tavolo centrale monogamba con piano girevole e traslabile nelle quattro direzioni. Ben illuminato e areato durante il giorno grazie all’ampia vetratura della cabina, a una finestra apribile a compasso e al maxi oblò panoramico Heki 3, in poco tempo è possibile creare la necessaria privacy tramite un sistema di tende plissettate in tessuto.

Per ciò che concerne lo stivaggio, il soggiorno offre due pensili, grande sul lato sinistro e uno stretto e alto sul lato opposto, mentre altri piccoli vani utili a riporre oggetti di dimensioni contenute sono disponibili in cabina, con il classico mobiletto a fianco della poltrona passeggero e con le tasche a giorno triangolari collocate nel sottobasculante. Le cassapanche sono tutte occupate dagli impianti ma è stata ricavata un’utile botola in corrispondenza della porta cellula che permette l’accesso al doppio pavimento.

Alle spalle del divanetto laterale trova invece posto la staffa porta tv ancorata alla parete (optional incluso nel pacchetto “Excellence”), con prese dedicate collocate all’interno della cassapanca inferiore. Inoltre, questa zona il veicolo beneficia di convettori dell'impianto centralizzato Alde disposti lungo la parete sinistra e, in cabina di guida, alla base dei cristalli laterali e all'interno della base dei sedili Aguti.

Sviluppato alle spalle della dinette, il blocco cucina presenta la richiesta forma a “L” con lineamenti curvilinei. Ben sfruttata la superficie, dove trovano posto un fornello a tre fuochi in linea con accensione piezoelettrica e copertura in cristallo incernierata e un lavello circolare in acciaio inox servito da un miscelatore monocomando a canna alta, lasciando al cuoco designato un buon piano di lavoro libero (47x25 cm). Da segnalare la presenza di una protezione realizzata in vetro temperato destinata al mobile armadio e di un pannello retroilluminato che incornicia la finestra apribile; quest’ultima, assieme alla cappa aspirante (optional incluso nel pacchetto “Excellence”), garantiscono la necessaria areazione.

Lo stivaggio, ben organizzato, conta su un solo pensile superiore mentre, nella parte inferiore, sono disponibili due cassetti – di cui uno dedicato alle posate – e un vano affiancati da due capienti cestelli estraibili.

La cucina può poi contare su un frigorifero trivalente Dometic RML 9335, posizionato sul lato opposto e completo di grande cella freezer integrata, illuminazione interna e scelta automatica della fonte di energia; con una capacità complessiva di 140 litri, è incorniciato superiormente e inferiormente da due utili vani.

A lato del frigorifero trova posto il locale toilette: accessibile tramite una porta a battente, opta per un rivestimento del pavimento in termoformato garantendo, in un unico ambiente, tutto ciò che serve. Sulla sinistra è posizionato il wc Thetford C223 dotato di cassetta esterna estraibile e tazza orientabile, sormontato dai vani e dal mobiletto destinati allo stivaggio. La parte di destra, invece, ospita il lavabo, servito da un miscelatore monocomando, e una grande specchiera. Questo, ruota al di sopra del wc per permettere la creazione del box doccia (dimensioni 65x77), richiudibile grazie a un sistema di ante in metacrilato semicircolari scorrevoli; completo di piatto con doppia piletta di scarico e pedana di rivestimento in legno, è servito da un miscelatore autonomo con erogatore posto su un’asta ad altezza variabile. L’areazione del locale è assegnata solo a un piccolo oblò a tetto da 28x28 cm.

Di fronte alla toilette trova posto l’armadio guardaroba (dimensioni 51x39x104). A sviluppo verticale e dotato di asta appendiabiti e illuminazione dedicata, è suddiviso al suo interno da un mensola in due porzioni. Alla base è stato inoltre riscavato un ulteriore vano alto 62 cm, anch’esso diviso in due porzioni.

Una delle peculiarità dell’Integra Line 695 HB è però la presenza di un secondo grande armadio, collocato al di sotto del letto posteriore, una soluzione divenuta ormai rara da trovare. Servito da una doppia anta, il vano offre un’altezza utile di ben 110 cm, garantita anche dallo sfruttamento del doppio pavimento; lo spazio interno, dotato anch’esso di asta appendiabiti e luce dedicata, è stato razionalmente sfruttato grazie alle due mensole posizionate sul lato destro dell’armadio. A supporto delle capacità di stivaggio di quest’area, è stata anche ricavata una doppia botola che permette l’accesso a un generoso vano libero nel doppio pavimento.

La parte posteriore del mezzo è invece interamente dedicata a ospitare la camera da letto. Non proprio un classico matrimoniale trasversale ma una sua piccola rivisitazione: un po’ a discapito della lunghezza della metà esterna del letto, i tecnici Eura Mobil hanno creato una salita facilitata grazie a dei comodi gradini posizionati sulla parte terminale del letto. Una soluzione che, ad ogni modo, permette a entrambi gli occupanti di scendere in maniera autonoma senza troppe difficoltà.

Con una larghezza di 146 cm e una lunghezza di 185 cm il materasso è dotato di un cuscino aggiuntivo che funge da prolunga terminale destinata alla porzione di letto più interna, che consente l’estensione della lunghezza di oltre metà letto fino a 211 cm. Dotato di piano con rete a doghe e spondina in legno ribaltabile al di sotto del materasso – utile per chi dorme verso l’esterno – il matrimoniale offre un cielo utile di 83 cm e una soglia d’accesso che, dal gradino più alto, è pari a soli 50 cm. L’aerazione è garantita dalle due finestre simmetriche e da un oblò a tetto Mini-Heki da 40x40 cm.

L’ambiente si completa poi con i classici faretti da lettura orientabili, un blocco destinato alle prese di corrente 220 V e USB e le tubazioni perimetrali dell'impianto di riscaldamento Alde. Lo stivaggio, invece, può contare su due pensili ancorati alla parete di coda, con illuminazione d’ambiente a diffusione interna, un armadietto ad angolo con specchiera esterna - posto in posizione rialzata in corrispondenza dei gradini e contenente anche il serbatoio di espansione del glycol - e una botola ricavata sul gradino più alto che consente l’accesso a un capiente vano.

Altri due posti letto sono disponibili, nella parte anteriore del veicolo, grazie al classico matrimoniale basculante. Il letto offre una superficie di 190x148 cm, vanta una soglia d’accesso a 120 cm da terra e un cielo utile di 75 cm. Inoltre, è completo di rete a doghe, tenda perimetrale, oblò a tetto dedicato Mini-Heki da 40x40cm e doppio spot di lettura. Inoltre, per creare l’atmosfera di una vera e propria camera da letto, è stato inserito un pannello in legno dove sono ancorate due vere e proprie abat jour. Quando abbassato, il letto lascia completamente liberi e fruibili il living anteriore e la porta d’ingresso.

Piantine e misure



Dotazioni di serie

Le dotazioni di serie per il mercato italiano dell'Eura Mobil Integra Line 695 HB sono: ABS con EBD, ESP, ASR, Traction+, Hill Holder e Hill Descent Control, airbag conducente e passeggero, climatizzatore manuale, cruise control, specchietti retrovisori stile bus elettrici e riscaldabili, alzacristallo elettrico su porta cabina, chiusura centralizzata con telecomando, ghiere della strumentazione cromate, autoradio multimediale touch-screen con telecamera per la retromarcia, cerchi in lega da 16", luci diurne a LED, fari fendinebbia direzionali, riscaldamento a convettori Alde, porta cellula con finestra, zanzariera, pattumiera e chiusura centralizzata, luce esterna, portellone garage sinistro.

Accessori presenti sul veicolo provato: 

  • Motorizzazione Ducato 2.3 MJ II 148cv - Euro 1.790,00
  • Pacchetto Excellence - Euro 1.790,00
  • Tappezzeria Dara - Euro 451,00

Totale veicolo in CamperOnFocus Euro 81.998,00

Conclusioni

Anche se non porta uno dei nomi più popolari sul mercato italiano, ormai è difficile non aver sentito parlare almeno una volta di Eura Mobil. Un marchio tedesco prestigioso, apprezzato e conosciuto in molti Paesi europei, soprattutto nordici, che pian piano sta cercando di affermarsi sempre di più anche in Italia, ricavandosi il proprio spazio all’interno dell’agguerrita fascia medio/alta e alta del mercato. Di certo non mancano valide proposte a livello di motorhome guidabili con la patente B, grazie alla sua variegata gamma Integra Line, composta da ben nove differenti modelli. Tra questi, l’Integra Line 695 HB spicca per la sua particolarità: se in apparenza può sembrare l’ormai classico veicolo con matrimoniale trasversale in coda su garage, guardandolo attentamente si scopre la piacevole interpretazione che l’azienda tedesca ha dato a questa tipologia di layout, grazie a una salita autonoma e facilitata al letto mediante comodi gradini laterali. Non è sicuramente una novità assoluta, sia in casa Eura Mobil sia per altri competitors, ma nell’attuale panorama di veicoli entro i sette metri di lunghezza non ci sono molti concorrenti con cui poterlo confrontare. Ma le peculiarità di questo motorhome non si fermano solo alla disposizione interna. Punto focale è rappresentato dalla scocca, di alto livello, con un interessante sistema di si assemblaggio tramite collanti di origine aeronautica e speciali profili in alluminio che permettono una costruzione con totale assenza di viti oltre che di elementi in legno, unita alla presenza di un doppio pavimento tecnico che ricopre l’intera superficie del mezzo. L’Integra Line 695 HB, inoltre, porta con se una dotazione di serie di tutto rispetto sia per quanto riguarda la meccanica di base – completa di tutti i più moderni dispositivi legati al comfort e alla sicurezza durante la guida – sia per la cellula abitativa, dove spicca particolarmente il riscaldamento a convettori Alde, difficile da trovare incluso nel prezzo in un veicolo di questa tipologia. Un insieme di fattori che porta questo motorhome a essere un compagno di viaggio ideale durante tutte le stagioni dell’anno e in grado di affrontare anche i climi più freddi. Unica nota di demerito, a questo proposito, è la mancanza tra le dotazioni di serie del serbatoio di recupero coibentato e riscaldato, un vero e proprio must negli allestimenti di questa fascia di mercato. Diventerà quindi quasi obbligatorio optare il pacchetto denominato “Excellence”, che contiene questa importante dotazioni insieme ad altri accessori a completamento. Veniamo ora al suo listino, che recita esattamente 77.967 euro: un prezzo veramente interessante se consideriamo la costruzione del veicolo e le dotazioni offerte di serie; anche optando per una meccanica più performante e per quei pochi optional a completamento mancanti, si resta entro una cifra più che accettabile e davvero competitiva. L’Integra Line 695 HB è quindi un motorhome curato nei minimi dettagli, dalla linea originale, pensato sia per la coppia sia per la famiglia di tre/quattro persone, che non ha nulla da invidiare a veicoli concorrenti più conosciuti e diffusi sul nostro mercato.

Cosa ci è piaciuto di più

  • La meccanica di base è completa, di serie, di tutto ciò che serve per il comfort (climatizzatore, alzacristalli elettrici, impianto radio con telecamera retromarcia, chiusura centralizzata), la sicurezza (ABS, ASR, ESP Traction+, Hill-Holder, Hill-Descent-Control, doppio airbag, cruise control, fendinebbia direzionali, luci DRL a led).
  • La tecnologia costruttiva “Eura Mobil Sealed Structure” utilizza componenti di alta qualità per la realizzazione di una scocca autoportante ottimamente isolata, priva di legno e viti passanti, che garantisce resistenza, stabilità, silenziosità della carrozzeria e assenza di ponti termici; una scocca che beneficia di una garanzia sull’impermeabilità di 10 anni oppure 150.000km (con tagliando annuale obbligatorio).
  • L’impiantistica è curata e utilizza componenti di qualità con impianti sono interni, ben protetti e al riparo da gelo e altri agenti atmosferici, e offre di serie il prestigioso riscaldamento a convettori Alde.
  • Il mobilio è pensato per massimizzare gli effetti del riscaldamento, agevolando la circolazione dell'aria calda nell'abitacolo.
  • Questo tipo di reinterpretazione del letto posteriore trasversale su garage dona alla camera maggiore ariosità oltre a permettere un facile accesso o discesa a entrambi gli occupanti.
  • Notevoli le possibilità di stivaggio interno, grazie alla presenza di ben due armadi guardaroba di ampie dimensioni oltre a botole che consentono lo sfruttamento di porzioni del doppio pavimento.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Su un veicolo di questo livello, il serbatoio di recupero coibentato e riscaldato dovrebbe essere parte integrante della dotazione di serie e non figurare solo tra gli optional.
  • Non sono presenti tende o porte scorrevoli di separazione per garantire la necessaria privacy sia del matrimoniale posteriore sia del letto basculante.
  • Le dimensioni del cofano motore, e la conseguente possibilità di accesso agli organi meccanici, sono decisamente ridotte.
  • Nonostante il recente aggiornamento degli arredi interni, il mobilio presenta ancora forme molto lineari ma soprattutto spigolose in alcuni punti.
  • L’areazione del vano toilette è affidata esclusivamente a un piccolo oblò da 28x28 cm e non è possibile richiedere, neanche in opzione, la finestra o un oblò di dimensioni leggermente superiori.
  • Nello specchio di coda risultano particolarmente marcate la semplicità e la linearità del design esterno.

Riferimenti e contatti del costruttore
Eura Mobil GmbH - Kreuznacher Str. 78- D-55576 Sprendlingen/Rhh Deutschland – Tel. + 49 (0) 67 01 20 32 10 – E-mail: info@euramobil.de – www.euramobil.de
Distributore per l’Italia GestCamp - via Irlanda 2, 21013, Gallarate, VA Tel. 033177219

www.lucchettacamper.com

 

Condividi questo articolo!

    Comments are closed.