Il brand giovane dell'Erwin Hymer Group introduce una serie di miglioramenti ed evoluzioni in fatto di stile ed ergonomia su tutta la gamma e propone un nuovo modello di motorhome con letto centrale in meno di sette metri

Una gamma sempre più completa e pensata per venire incontro a tutte le esigenze, e una serie di miglioramenti ed evoluzioni in fatto di stile ed ergonomia finalizzati a rendere i propri veicoli sempre più gradevoli da vivere e abitare: è questa la “mission” che Etrusco, il più giovane marchio dell’Erwin Hymer Group, si è imposta per la nuova stagione.
I camper Etrusco hanno il cervello tedesco ma il cuore italiano: beneficiano, infatti, a livello tecnico, di rigore e tecnica tipicamente teutonica ma sono poi vestiti e realizzati in Italia: questa completa e ben definita “mediterraneità” di gusto e stile, nelle produzione 2019 è ulteriormente ribadita e riaffermata con una serie di migliorie tecniche e stilistiche che coinvolgono in particolare gli spazi abitativi.

Spicca, a questo proposito, il nuovo pannello posto a fianco dell’ingresso, solcato da un elemento bianco di design che si ricollega cromaticamente alla struttura del mobilio, e arricchito da un’efficace illuminazione indiretta a tutta altezza e dalla presenza di ganci appendiabiti. Ancora in tema di illuminotecnica applicata all’interiori design, va sottolineato anche l’inserimento di una barra luminosa a led nello schienale della dinette, mentre è stato lievemente modificata anche la colorazione interna delle pareti.

Oltre al design, ergonomia e funzionalità sono state le linee guida per le innovazioni introdotte per la prossima stagione: per migliorare l’abitabilità interna, ad esempio, sono stati modificati i fianchetti di collegamento con la cabina originale dei semintegrali, così da migliorare estetica, visibilità generale e continuità abitativa, mentre è da sottolineare l’adozione di eleganti binari in cucina e bagno, ai quali possono essere appesi oggetti e utensili di uso frequente.

Esternamente, infine, è da segnalare l’adozione per tutta la produzione delle raffinate finestre Polyvision a filo carrozzeria: un bel valore aggiunto che raramente si riscontra su veicoli di questa fascia di prezzo.

La gamma di semintegrali, interamente allestita sulla base meccanica del Fiat Ducato nella doppia configurazione con telaio standard e CCS ribassato, è completamente confermata e comprende sette varianti con lunghezze da 598 a 743 cm. Tra i modelli posti alla base dell’offerta, da segnalare il compatto T 5900 FB, uno dei pochi modelli nel panorama produttivo europeo che propone la pianta con letto longitudinale e toilette affiancata capace di fornire, in dimensioni esterne limitate, un letto matrimoniale sempre pronto a fronte di bagni generalmente generosi. La proposta Etrusco, poi fa ancora di più, perché propone questa soluzione su un veicolo inferiore ai sei metri di lunghezza.

Sempre in tema di veicoli compatti, è stato rinnovato in modo significativo il T 6900 QB, che offre la disposizione con letto centrale nautico e toilette in locali indipendenti in meno di sette metri: in questo caso, è stata adottato un nuovo disegno del vano wc, ora con una forma trapezoidale che, se da un lato non riduce la fruibilità del vano stesso, dall’altra aumenta in modo notevole l’agibilità del corridoio d’accesso al letto.

Ai vertici della gamma, poi, spicca uno dei “best-seller”, il T 7400 SB che, grazie alle generose dimensioni, riesce a offrire la camera posteriore con letti gemelli, la toilette passante con locali indipendenti per zona wc e box doccia e una grande cucina a “L” associando il tutto a un generoso soggiorno con semidinette a “L” e divano affiancato.

Questo modello, al pari di tutti i semintegrali Etrusco - eccezion fatta per i “piccoli” 5900 - può disporre in opzione di un letto basculante a facile movimentazione manuale assistita.

L’offerta di integrali che ha fatto il suo esordio nella scorsa stagione, conferma i modelli I 7400 QB e I 7400 SB, entrambi sviluppati su una lunghezza di 743 cm e caratterizzati, rispettivamente, da zona notte con letto nautico e letti gemelli. La novità è rappresentata dall’inedito I 6900 QB, che in una lunghezza inferiore ai sette metri offre il letto centrale posteriore in unione con la toilette in locali indipendenti dotata, anche in questo caso, come per l’omologo profilato, del nuovo design del vano wc capace di agevolare in modo significativo l’agibilità del corridoio di passaggio verso il letto. Completano l’allestimento, l’ampia cucina a “L” con frigorifero a colonna contrapposto e il soggiorno con semidinette, sedile laterale e tavolo a parete.

Fotogallery

Condividi questo articolo!

    Comments are closed.