La storica casa italiana continua in un processo evolutivo costante finalizzato al progressivo e importante miglioramento delle caratteristiche distintive della gamma Europa, per renderla più accattivante e prestigiosa, sempre più in linea con l’eccellenza del marchio e con la sua collocazione di mercato

Un processo che continua, con un progressivo e importante miglioramento delle caratteristiche distintive della gamma Europa per renderla ancora più accattivante, prestigiosa, e sempre più in linea con l’eccellenza storica del marchio e con la sua collocazione di mercato: è questo il “leit motiv” della stagione 2019 di Arca

In questo filone si inseriscono i molteplici e significativi aggiornamenti che lo storico costruttore italiano ha inserito nella sua nuova produzione 2019, confermata in toto sia nelle tipologie sia nei modelli a catalogo: tre gamme suddivise tra motorhome, profilati e mansardati, per un totale di tredici modelli con lunghezze che vanno dai 615 ai 743 centimetri e piante che prevedono letto trasversale posteriore, letti gemelli, letto centrale nautico e, in special modo per i mansardati, anche letti a castello posteriori trasversali.

Tra le modifiche più significate introdotte per la nuova stagione, una di quelle più importanti riguarda i gavone garage, onnipresenti su tutta la produzione e spesso associati alla variazione in altezza del letto posteriore: questo vano, oltre a offrire un nuovo piano in linoleum da 1,4 mm, robusto e facilmente lavabile, è stato modificato a partire dalla stessa struttura, resa ancora più robusta grazie all’inserimento, a livello di pavimento, di rinforzi con intelaiatura in poliuretano: un intervento che ha consentito ai progettisti di ottenere una portata, dinamicamente testata, di ben 300 kg.

Ancora in fatto di stivaggio, poi, è stato migliorato a livello estetico e funzionale il vano passante dei motorhome, con un nuovo progetto che elimina gli spigoli vivi a favore di un rivestimento in alluminio con bordi arrotondati.

Esternamente, la modifica generale senza dubbio più rilevante è l’adozione di una nuova porta cellula vetrata Seitz. Dedicata, invece, nello specifico ai modelli 699 GLG con letti gemelli (profilati, mansardati e motorhome) è una profonda rivisitazione della zona giorno anteriore allo scopo di renderla maggiormente abitabile. Sono stati adeguati gli spessori di schienali e sedute e, soprattutto, adottato un nuovo tavolo con piano estensibile a libro che, oltre ad avere una stabile gamba di supporto spostata in avanti, da chiuso favorisce in modo significativo i movimenti da e per la zona guida. Questo comodo e versatile tavolo, che garantisce, da aperto, una larghezza di ben 105 centimetri, è stato adottato per tutti i modelli della produzione 2019.

Arca ha proposto interventi mirati anche per quanto riguarda i letti basculanti: nei motorhome, sono stati eliminati i fianchetti portaoggetti del rivestimento inferiore e adottata una nuova copertura laterale, mentre a beneficio di chi usufruisce del letti basculanti elettrici nei profilati sono state arricchite le parti laterali, ora dotate anche di vani chiusi con ante.

Sempre per quanto riguarda le zone notte, da rimarcare l’adozione di un pannello di rivestimento a tetto che contorna l’oblò, con coreografici e utili punti luce a a led.

Le cucine sono state arricchite di un elegante e personalizzato pannello in metacrilato sulla finestra, mentre per agevolare l’utilizzo della tv a bordo è stato adottato un nuovo porta tv lcd, estensibile e girevole, utilizzabile sia dalla zona giorno sia dalla zona notte e in grado, grazie alla rotazione di 90 gradi del supporto sul proprio asse, di poter ospitare anche schermi di grandi dimensioni.

Molti gli altri aggiornamenti minori, ma comunque significativi: tra questi, le guide a pavimento per le porte scorrevoli e le serrature magnetiche ad appannaggio delle porte dei bagni.

La produzione Arca Europa 2019 si conferma nella sua rappresentanza dei layout più richiesti, identificati univocamente con le abituali sigle utilizzate dal costruttore lungo la sua storia: GLM, per quanto riguarda la la presenza del classico matrimoniale posteriore traversale, GLC se la camera da letto è caratterizzata dai letti gemelli, GLC per i veicoli dotati di camera padronale posteriore con letto centrale, e GLT, che identifica il mansardato con letti a castello posteriori trasversali.

Proprio quest’ultima tipologia, quella del mansardato, oltre ad adottare le migliorie e gli aggiornamenti inseriti in tutta la produzione, è stata rivista in modo significativo, in particolar modo per quanto riguarda la mansarda. Pur mantenendo la sua classica configurazione che prevede la presenza di ben tre finestre, una frontale e due laterali, in unione con un oblò centrale che garantisce la massima aerazione possibile, questa parte della scocca ha conosciuto una generale riprogettazione che ha consentito di aumentare lo spazio interno disponibile di 0,3 metri cubi. Tale adeguamento ha comportato anche una modifica strutturale, con l’adozione di un guscio frontale monoblocco in vetroresina, fianchi e tetto sandwich con isolamento in Styrofoam e piano interno di supporto strutturale che ingloba le canalizzazione perimetrali del riscaldamento.

Per quanto riguarda, infine, la meccanica di base, il Fiat Ducato si conferma come lo chassis univoco adottato per tutta la produzione, nelle sue varianti con telaio ribassato CCS e doppio pavimento tecnico per profilati e mansardati, e con telaio extraserie AL-KO e doppio pavimento passante per i motorhome. Su entrambe le configurazioni, Arca offre, per tutti i suoi modelli 2019, la possibilità di omologazione con peso massimo da 3850 kg e conseguente aumento significativo della portata utile.

Fotogallery

Condividi questo articolo!

    Comments are closed.