Un furgonato dall'anima moderna, caratterizzato da soluzioni tecnico-costruttive innovative e un'inedita organizzazione degli spazi interni, per un layout evergreen: si chiama Adria Twin Supreme 640 SLB e offre, su 636 cm di lunghezza, i comodi letti gemelli posteriori.

 

In sintesi

Tipologia Furgonato
Meccanica Fiat Ducato 35 Heavy - furgonato originale L4H2 e passo da 403.5 cm 
Motorizzazione di base 2.287 cc – 96kW/130 cv
Motorizzazioni opt 2.287 cc - 109kW/148 cv 2.287 cc - 132kW/177cv
Dotazioni di sicurezza ABS, Airbag conducente
Posti omologati 4
Posti letto 2 + 1 (opt.)
Dimensioni 636x205x258 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.901 Kg
Prezzo base Euro 52.900,00 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarG
Meccanica starYstarYstarYstarYstarY
Dotazioni di sicurezza* starYstarYstarYstarYstarY
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarH width=
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarH
Cucina starYstarYstarYstarYstarH
Bagno starYstarYstarYstarHstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarYstarH
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY
 *Con Pack Twin Supreme
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L'analisi

Una tradizione iniziata vent’anni fa quella del furgonato in casa Adria diventando, stagione dopo stagione, un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti di questa categoria. Per il 2019 viene presentata la nuova generazione dei suoi apprezzati Twin con la creazione di tre differenti allestimenti, di cui la gamma Supreme ne rappresenta la punta di diamante. Una vera e propria rivoluzione all’insegna dell’innovazione tecnica e del design, come risultato dell’esperienza maturata in decenni di produzione di veicoli ricreazionali. I tre modelli Supreme non passano di certo inosservati, grazie alla presenza di serie di un tetto panoramico anteriore che, ispirandosi ai veicoli profilati, regala maggiore luminosità e ariosità all’interno, creando un vero e proprio open space. Elementi che ritroviamo nel Twin Supreme 640 SLB oggetto di questa prova, dove il classico layout formato dai letti gemelli in coda su una lunghezza esterna di 636 cm, viene proposto sotto una chiave moderna e proiettata verso il futuro.

Il Twin Supreme 640 SLB è allestito partendo dalla base meccanica del Fiat Ducato in versione L4H2, con passo da 403,5 cm. Proposto di serie con il robusto telaio 35 Heavy abbinato alla motorizzazione 2.3 Multijet II Euro 6 da 130 CV, è disponibile, su richiesta, anche con i più performanti propulsori da 2,3 litri e 148 CV (come l’esemplare oggetto di questa prova) o 177 CV. Basica la dotazione meccanica offerta di serie da Adria, che include solamente l’ABS, l’Airbag conducente, la chiusura centralizzata con telecomando e gli alzacristalli elettrici. Le restanti dotazioni, ritenute ormai indispensabili, sono però incluse nel ricco “Pack Twin Supreme” (presente sul veicolo provato) offerto a un prezzo particolarmente vantaggioso rispetto al suo reale valore, che comprende: climatizzatore automatico cabina, Airbag passeggero, Cruise Control, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, specchietti laterali elettrici e riscaldabili, fodere sedili cabina in coordinato con la tappezzeria, predisposizione autoradio, fari fendinebbia, luci diurne a LED, cerchi in lega da 16”, griglia anteriore color nero lucido, portellone laterale a movimentazione elettrica, paraurti anteriore verniciato in tinta e sensori di parcheggio posteriori. Inoltre, include altre utili dotazioni a completamento della cellula abitativa e dell’impiantistica, come: sistema Isofix su panca dinette, resistenza elettrica per il serbatoio di recupero, letto supplementare su dinette, porta TV LCD, luci d’ambiente a LED, zanzariera scorrevole su portellone, cuscini decorativi, frigorifero a colonna da 152 litri.

La linea esterna è chiaramente quella originale Fiat con carrozzeria di serie bianca ma disponibile, in opzione, con vernice metallizzata (optional presente sul veicolo provato), dove spiccano le ben sette finestre Polyplastic apribili a compasso e caratterizzate da una lastra scura. A tetto, sono invece collocati un oblò Mini-Heki da 40x40 cm a servizio della camera da letto e un oblò panoramico marchiato Remis sopra al soggiorno, che anticipa il già citato maxi cupolino panoramico fisso anteriore realizzato dalla Polyplastic. L’accesso al veicolo sfrutta l’ampia porta scorrevole laterale del Fiat Ducato, qui in versione elettrica (optional incluso nel “Pack Twin Supreme”); è completa di gradino estraibile elettricamente, della pratica zanzariera scorrevole plissettata (optional incluso nel “Pack Twin Supreme”), di una luce veranda e di un’utile canalina di scarico dell’acqua.

Nel complesso, la costruzione dei furgonati Twin segue gli standard Thermo-Build, che ottimizzano le proprietà dei materiali isolati utilizzati e garantiscono una riduzione al minimo dei punti termici.
Posteriormente sono agibili i due portelloni originali con apertura laterale, utili per l’accesso ai vani tecnici e alla zona di carico. Quest’ultima, profonda 141 cm, larga 105 cm e alta 79 cm, è coadiuvata da due mobiletti chiusi posizionati sul lato sinistro e tre piccoli vani a giorno sul lato opposto; presenta una luce di cortesia, una bocchetta del riscaldamento dedicata e quattro anelli fissi a pavimento, utili per il fissaggio delle attrezzature.

Gli impianti

L’autonomia idrica può contare su un serbatoio dell’acqua potabile da 100 litri, posizionato sotto al letto posteriore destro; l’accesso al tappo di ispezione e pulizia, al rubinetto di scarico o per le operazioni di manutenzione è però assicurato solo da un piccolo sportello laterale. La circolazione dell’acqua è affidata a una pompa a immersione che entra in funzione esclusivamente quando si apre uno dei rubinetti, grazie alla presenza di microinterruttori mentre, i lavandini, sono tutti dotati di sifoni anti-odore.

L’acqua utilizzata viene indirizzata verso il serbatoio di recupero di capienza nettamente inferiore (70 litri), posizionato esternamente, sotto pianale, il cui riscaldamento e coibentazione sono optional inclusi nel “Pack Twin Supreme”.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sono affidati a una Truma Combi da 4 kW alimentata a gas, installata dentro la cassapanca del divano della dinette. E’ gestita dal moderno comando digitale Truma CP Plus posizionato, assieme alla sonda della temperatura, sopra al portellone d’accesso. L’aria calda viene distribuita in tutto l’abitacolo mediante un capillare sistema di canalizzazione che conta ben sei bocchette, volte a coprire le diverse zone dell’abitacolo.

L’impianto elettrico è in gran parte raggruppato nella parte inferiore dei sedili della cabina di guida: sotto al sedile conducente trova posto la centralina/caricabatterie Schaudt EBL 211 mentre, sotto quello del passeggero, è presente la predisposizione per il montaggio della batteria dedicata ai servizi (non fornita di serie). L’impianto è poi gestito da un semplice e intuitivo pannello di comando inserito sopra il portellone d’ingresso. L’illuminazione interna, sfrutta completamente la tecnologia led, affidandosi a strisce posizionate nei sottopensili e luci d’ambiente (optional incluso nel “Pack Twin Supreme”) mentre, a disposizione dell’equipaggio, sono disponibili due prese a 220 V, una a 12 V (destinata alla televisione) e ben quattro utili prese USB, suddivise tra soggiorno e camera da letto.

Infine, per quanto riguarda l’impianto del gas, il Twin Supreme 640 SLB offre il classico vano destinato a ospitare due bombole da 10 kg. Accessibile tramite le porte posteriori a battente del Ducato, il vano è completo di ganci di fissaggio e dell’utile Mono Control CS, un dispositivo dotato di crash sensor, che consente di poter viaggiare in piena sicurezza con la bombola aperta e utilizzando gli impianti.

All'interno

Ispirandosi allo stile dei loft, i nuovi Twin Supreme creano un vero e proprio open space, formato dal già citato nuovo cupolino panoramico fisso, che anticipa il classico maxi oblò posizionato sopra la dinette, e da una perfetta continuità stilistica e spaziale tra la zona living e la cabina di guida, favorita dai nuovi pensili che si congiungono direttamente con la parte anteriore. Inedito anche lo stile degli interni, nella nuova essenza “Onyx”, dalle forme e dai colori moderni e d’ispirazione prettamente automobilistica, che accostano la tonalità del grigio antracite a pensili e cassetti di colore bianco. Le sellerie, invece, adottano la tappezzeria “Baxter”, unica disponibile per questo allestimento, in armonia con l’arredo interno del quale ne riprende i colori.

Vero e proprio cuore dell’allestimento è quindi il living anteriore, pensato per ospitare in sosta, così come in marcia, l’equipaggio al completo di quattro persone. Composto da una classica semidinette integrata con la cabina di guida grazie alla poltrone girevoli, è servito dal nuovo tavolo di ampie dimensioni ancorato alla parete, ampliabile grazie a una prolunga ruotabile e dotato di un’utile tasca portabicchieri o portabottiglie integrata. Per aumentare il comfort durante la marcia, la panca è inoltre dotata di poggiatesta regolabili in altezza.

La luminosità di quest’area è massima, grazie all’esclusivo oblò panoramico Sky-Lounge studiato da Adria, alla presenza di due finestre apribili a compasso e all’ampia vetratura della cabina di guida oscurabile, quando necessario, tramite i comodi oscuranti plissettati. Per lo stivaggio, il soggiorno beneficia di tre pensili laterali a soffitto e di un vano interno alla porzione di doppio pavimento prevista nella zona sotto al tavolo.

Opposto al soggiorno, il rinnovato blocco cucina si sviluppa linearmente parzialmente a sbalzo sul portellone laterale. E’ caratterizzato dalla presenza di un fornello in acciaio inox – completo di due fochi dotati di accensione piezoelettrica – e di un lavello rettangolare servito da un rubinetto monocomando con canna abbattibile; entrambi sono protetti da una copertura in cristallo incernierata. Per creare poi un utile piano di lavoro, è presente una ribaltina laterale. Lo stivaggio è affidato a tre capienti cassetti nella parte inferiore e a un pensile superiore, coadiuvato da un ulteriore mobiletto ricavato sopra al frigorifero compressore a colonna Thetford T1152 da 152 litri, che separa la cucina dalla camera da letto.

Sulla parete opposta, si sviluppa il locale toilette, accessibile mediante una porta scorrevole a serrandina e arredato in termoformato. Il bagno adotta la nuova conformazione Duplex, una soluzione che prevede una parete mobile con lavabo e specchio incorporati, che consente, grazie alla sua rotazione, di creare una vera e propria doccia separata, dotata di un erogatore dedicato. Nella porzione sinistra trova invece posto il wc Thetford C223 dotato di tazza orientabile e cassetta esterna estraibile. L’aerazione del vano è affidata a una piccola finestra apribile a compasso e a un funghetto a tetto mentre, per quanto conerne lo stivaggio, è presente solamente un piccolo pensile.

La camera da letto posteriore vede la presenza di due letti gemelli. Di lunghezza leggermente differente (190x82 cm quello destro e 180x84 cm quello sinistro), ma unibili quasi completamente utilizzando un cuscino da inserire nel mezzo e dotati di piano ribaltabile con rete a doghe, sono facilmente accessibili grazie alla presenza di un gradino fisso centrale. L’ambiente, reso accogliente dalla presenza delle luci a diffusione, si completa con strisce a led dedicate alla lettura, un oblò a tetto Mini-Heki da 40x40 cm e la presenza di ben quattro finestre apribili a compasso – due posteriori e due simmetriche laterali – così da donare alla camera luminosità e aerazione più che adeguate.

Ben sfruttato anche lo spazio riservato allo stivaggio, suddiviso tra otto pensili superiori – che incorniciano i letti su tre lati – e due armadi guardaroba ricavati al di sotto dei letti gemelli, grazie alla loro posizione particolarmente rialzata da terra. In particolare, quello di sinistra è inoltre dotato di un’utile asta appendiabiti scorrevole estraibile.

Infine, è possibile ricavare un terzo posto letto dalla trasformazione della dinette (optional incluso nel “Pack Twin Supreme”).

Piantine e misure




Dotazioni di serie

ABS, airbag conducente, alzacristalli elettrici in cabina, chiusura centralizzata con telecomando, telaio 35 Heavy, Monocontrol CS nel vano bombole, luce esterna, scalino estraibile elettricamente, oscuranti plissettati in cabina, comando digitale Truma CP Plus.
Il veicolo provato è inoltre dotato di:

  • Motorizzazione Fiat Ducato 2.3 MJ 148 cv - Euro 1.800,00
  • Verniciatura esterna metallizzata - Euro 600,00
  • Pack Twin Supreme (climatizzatore automatico cabina, Airbag passeggero, Cruise Control, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, specchietti laterali elettrici e riscaldabili, fodere sedili cabina in coordinato con la tappezzeria, predisposizione autoradio, fari fendinebbia, luci diurne a LED, cerchi in lega da 16”, griglia anteriore color nero lucido, portellone laterale a movimentazione elettrica, paraurti anteriore verniciato in tinta e sensori di parcheggio posteriori. Inoltre, include altre utili dotazioni a completamento della cellula abitativa e dell’impiantistica, come: sistema Isofix su panca dinette, resistenza elettrica per il serbatoio di recupero, letto supplementare su dinette, porta TV LCD, luci d’ambiente a LED, zanzariera scorrevole su portellone, cuscini decorativi, frigorifero a colonna da 152 litri) - Euro 2.000,00

Prezzo totale veicolo in CamperOnFocus: Euro 57.300,00  

Conclusioni

Superare i limiti di spazio interno creati dalla larghezza contenuta tipica dei van e dalla presenza del classico montante superiore della cabina di guida è la missione che vuole compiere Adria con l’innovativa gamma di furgonati Twin Supreme. Quello dei van è un segmento che sta assistendo, stagione dopo stagione, a una crescita della richiesta davvero esponenziale, arrivando ormai al punto di dover subire una naturale evoluzione. Libertà di scelta lasciata ai costruttori su quale percorso seguire, anche se una nuova tendenza sembra essere ai blocchi di partenza: la creazione di un ampio open-space interno, grazie all’eliminazione del padiglione superiore, per lasciare spazio a un ampio cupolino panoramico in grado donare, allo stesso tempo, luminosità, ariosità e una piacevole continuazione stilistica dell’arredo nella zona anteriore dell’abitacolo. Una soluzione che Adria ha sviluppato e dedicato alla sua nuova gamma di prestigio Twin Supreme, di cui il modello 640 SLB vuole rappresentare l’evoluzione moderna di un classico. Se in apparenza il layout proposto non esce dagli schemi, sono i particolari che fanno la differenza, particolari che non passano di certo inosservati appena si sale a bordo e si inizia ad esplorarlo, a partire dall’inedito design d’ispirazione prettamente automobilistica. Un occhio di riguardo è stato dato all’abitabilità interna e all’utilizzo dei servizi, grazie a un ampio e confortevole soggiorno anteriore, a un ergonomico e completo blocco cucina e un locale bagno che, seppur presenti qualche limite per quanto concerne l’altezza interna, l’aerazione e lo stivaggio, consente di utilizzare comodmente tutte le sue funzioni, oltre alla possibilità di creare un box doccia completamente separato. Ben realizzata anche la zona di coda, dove trovano posto i due letti gemelli, posizionati a un’altezza da terra superiore alla media, senza però far venir meno la comodità d’accesso tipica di questa tipologia di letto. Una soluzione che ha permesso di sfruttare al meglio la loro parte inferiore, in particolare per lo stivaggio, trovando posto i due armadi guardaroba e un ampio vano di carico esterno. Purtroppo, non tutto è incluso nel prezzo, bisognerà sicuramente conteggiare il completo “Pack Twin Supreme” che comprende numerosissimi e ormai quasi indispensabili accessori legati sia alla parte meccanica sia alla cellula abitativa, offerto però a un prezzo davvero vantaggioso rispetto al reale valore di quanto incluso. Nonostante tutto, il prezzo complessivo del Twin Supreme 640 SLB, optando per la più che sufficiente motorizzazione base del Fiat Ducato da 2,3 litri e 130 CV nella robusta variante Heavy, si attesta attorno ai 55.000 Euro: una cifra più che onesta, richiesta per un veicolo che ha le carte in regola per farsi strada tra i top di gamma di questo segmento.

Cosa ci è piaciuto di più

  • La presenza del cupolino panoramico e l’assenza del montante superiore della cabina creano un ampio open space anteriore, rendendo il soggiorno più vivibile e spazioso, e donano un tocco di personalità alla linea esterna.
  • Il nuovo sistema del bagno Duplex consente di ricavare una vera e propria doccia separata.
  • Il posizionamento dei letti posteriori a un’altezza maggiore del solito ha permesso la creazione di due armadi guardaroba e di aumentare lo stivaggio esterno nella loro parte inferiore.
  • Lodevole la presenza di ben otto pensili nella zona di coda.
  • Utile la presenza di prese USB sia nella zona giorno sia in camera da letto.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Non è totalmente condivisibile la scelta di offrire in un pacchetto aggiuntivo accessori ormai indispensabili legati al comfort e alla sicurezza durante la marcia, o alcune importanti dotazioni che interessano la cellula abitativa, seppur offerto a un prezzo particolarmente competitivo.
  • Il locale bagno presenta un’altezza interna non particolarmente adatta a persone di alta statura, risente della mancanza di un piccolo oblò a tetto e presenta un solo piccolo pensile dedicato allo stivaggio.
  • Il serbatoio di recupero ha una capacità nettamente inferiore a quello dell’acqua potabile.
  • Difficoltoso l’accesso al serbatoio dell’acqua potabile per le operazioni pulizia e manutenzione.

Riferimenti e contatti del costruttore

Adria Italia s.r.l.
Via Santa Maria Goretti, 8 - 30174 Mestre (VE)
Tel. 041 5350731 – Fax 041 5349231 – E-mail info@adriaitalia.it www.adriaitalia.it

Condividi questo articolo!

    Comments are closed.