July 19, 2019

Un van che già a prima vista denuncia tutta la sua esclusività. Accessoriato, dinamico, per equipaggi sportivi che cercano un veicolo completo, razionale, ben progettato e dalla forte personalità

In sintesi

Tipologia Furgonato
Meccanica Fiat Ducato 35 – Furgonato originale L2H2 e passo da 345 cm
Motorizzazione 2.287 cc – 96kW/130 cv
Motorizzazioni opt 2.300 cc – 148-177 CV
Dotazioni di sicurezza ABS, ASR, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control
Posti omologati 4
Posti letto 2+1
Dimensioni 541x205x265 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.950 Kg
Prezzo base Euro 46.660,00 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarG
Meccanica starYstarYstarYstarHstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarG
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarG width=
Abitabilità notte starYstarYstarYstarGstarG
Cucina starYstarYstarYstarHstarG
Bagno starYstarYstarYstarGstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarHstarY
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Il van ha sempre più spazio nelle preferenze del mercato. Di conseguenza, con il proliferare delle proposte, è sempre più difficile trovare veicoli che esprimano una personalità efficace e unica. Quello che Sunlight ha fatto con la sua nuova Special Edition è, in definitiva. accentuare il carattere sportivo e dinamico insito nella tipologia, prendendo spunto e risorse dalla sua gamma di furgonati Cliff – già interessanti per razionalità ed equilibrio delle soluzioni – e “vestirla” in modo decisamente unico e personale. Caratteristica, questa che si esprime soprattutto nella colorazione esterna: il rosso Tiziano originale del Fiat Ducato: una scelta coraggiosa ma che esprime bene, in fondo, lo spirito stesso di un veicolo che ha nella sportività e nel suo essere vicino all’automobile per spirito e mentalità, la sua stessa essenza.
Se poi, anche le dimensioni si avvicinano a quelle di un’auto o, meglio, a quelle di una grossa monovolume, ecco che l’associazione di idee diventa ancora più proponibile. È quanto dimostra il Cliff Edition 540 che, grazie alla sua lunghezza limitata (541 cm) associata a un passo da 345 cm che lo rende manovrabile e agile in tutte le situazioni, si propone, con questa nuova veste sportiva e dinamica, come reale alternativa all’auto di tutti i giorni.

Allestito sul furgonato Fiat con motorizzazione di serie da 130 CV, il Cliff Edition 540 adotta la classica disposizione con letto matrimoniale trasversale in coda e si caratterizza esteticamente non solo per la sua colorazione rossa, ma anche per il connubio di questa con il paraurti verniciato dello stesso colore, la mascherina nero lucido e la presenza delle belle finestre Dometic S7 scurite a filo carrozzeria (cinque in totale): il tutto fornisce a questo van, complice anche la sua compattezza, un aspetto grintoso, dinamico e molto automotive.

Ma l’essere “speciale” dello Special Edition non si ferma qui: come gli altri modelli della gamma (600 con letto matrimoniale trasversale, 601 con due letti matrimoniali sovrapposti e 604 con letti gemelli) beneficia, infatti, di una dotazione di serie piuttosto consistente che comprende, tra l’altro il climatizzatore in cabina, i cerchi in lega da 16”, i sedili Captain Chair in cabina regolabili in altezza e con braccioli, il serbatoio da 120 litri, il doppio Airbag e il Cruise Control, oltre a caratterizzazioni estetiche come volente e pomello del cambio in pelle e finiture cromate sul cruscotto. Mancano, però, almeno di serie, le moderne dotazioni di sicurezza attiva a di ausilio alla guida, come ESP, Hill Holder, Traction+, Hill Descent Control.
Molto interessanti, comunque, anche le dotazioni proposte nella parte abitativa, dove si distinguono la finestra in dotazione per il bagno, gli scuri plissettati per la cabina guida, la porta scorrevole laterale dotata di gradino elettrico estraibile e zanzariera scorrevole e, in particolare, la veranda estraibile esterna. A completare il tutto, tre oblò: un MIniHeki per la zona posteriore, un MidiHeki da 70 cm per il soggiorno e un elemento a pantografo per il bagno.

Al di la delle esuberanti dotazioni di serie, e della particolare caratterizzazione estetica, il Clff 540 Edition riprende canoni usali per la categoria: la parte posteriore, infatti, permette di accedere, tramite i due portelloni di serie del Ducato, al vano bombole, a una vano con due ripiani a giorno con bordi anticaduta e, soprattutto, al vano di carico sotto il letto, dotato di ganci di fissaggio e con dimensioni di 63x114x72 cm; sollevando la parte ventrale della rete a doghe, si può, in caso di necessità, sfruttare lo spazio a tutta altezza, mentre rimuovendo una paratia è possibile utilizzare in lunghezza praticamente tutto l’abitacolo.

Gli impianti

L’impianto idrico può contare su un serbatoi da 100 litri collocato nella parte posteriore, sul lato destro, e servito da una pompa a immersione. Per il recupero, è previsto un serbatoio esterno (non coibentato) da 90 litri sistemato appena davanti all’assale posteriore.

Il riscaldamento è affidato alla Truma Combi da 4 kW, sistemata all’interno della cassapanca in dinette, più che sufficiente a garantire un’adeguata climatizzazione invernale a un veicolo così compatto: da segnalare che l’aria calda viene distribuita anche nella cabina guida (notoriamente un “punto debole” dal quale entrano freddo e spifferi) grazie alla diffusione sotto entrambi i sedili.

L’impianto elettrico fa capo a una centralina Shaudt sistemata sotto il sedile guida, mentre la batteria servizi, fornita di serie e da 95 Ah, è collocata sotto il sedile passeggero. Al tutto sovraintende un pannello di controllo, sempre Shaudt, di facile e intuitivo utilizzo; sono poi disponibili 4 prese a 220 V e una a 12V.

L’impianto gas, infine, conta sul già citato vano accessibile dalla parte posteriore del veicolo, dotato di un portello isolato e in grado di contenere due bombole standard: una buona riserva di autonomia, anche in considerazione del fatto che il frigorifero in dotazione è un modello a compressore.

All’interno

L’arredo del Cliff Edition 540 è caratterizzato dall’essenza “Tofino Beach” molto chiara, con montanti e spalle del mobilio bianche: un insieme ottimale per un veicolo così compatto perché di fatto allarga otticamente gli spazi.

Il design è molto razionale e privilegia linee pulite e nette, a tutto beneficio dell’ottimizzazione degli spazi di stivaggio che, infatti, si rivelano piuttosto abbondanti, in relazione al tipo di veicolo: oltre a due capaci pensili nella zona giorno, e al consueto vano ricavato sopra la cabina guida, il Cliff 540 vanta anche la presenza di un vero e proprio armadio guardaroba, non larghissimo, ma in grado di poter contenere i capi appesi, collocato a fianco della cucina che a sua volta può contare su tre cassetti scorrevli e un pensile.

Abbondanti anche i pensili nella zona notte, sui due lati, mentre alla base del letto, sul lato sinistro, è ricavato un ulteriore vano utile, accessibile, però, solo se la paratia di separazione con il vano di carico posteriore è assente. Completa la dotazione di vani utili anche una botola a pavimento nella zona dinette che sfrutta il dislivello tra cabina e abitacolo.

Il soggiorno è classicamente composto da una semidinette che si completa con la rotazione dei sedili in cabina. Il tavolo, ancorato a parete, è dotato della prolunga pivottante per raggiungere il sedile passeggero (non presente nel veicolo in test, ma fornita di serie nei veicoli commercializzati in Italia), mentre luce e ariosità sono fornite in abbondanza sia dalla antistante porta scorrevole (che in estate può essere tenuta tranquillamente aperta grazie alla presenza di serie della zanzariera), sia dalla finestra e dall’oblò MidiHeki.

La cucina, posta a sbalzo sull’ingresso, pur molto compatta, può contare su un buon equipaggiamento che culmina nell’adozione del frigorifero a compressore da 65 litri con apertura sul lato, così da poter essere facilmente utilizzata anche dall’esterno del veicolo.

Sul piano di lavoro è presente un monoblocco inox con gruppo cottura a due fuochi e lavello con miscelatore abbattibile, il tutto dotato di doppia copertura in cristallo: un accorgimento che permette di poter utilizzare la parte chiusa come piano di lavoro. Alla esiguità di spazio utile rimedia anche un piano laterale sollevabile.

La toilette ha dimensioni piuttosto contenute e può creare qualche impaccio a persone di corporatura molto robusta, ma è ben organizzata e razionale, a partire dalla chiusura con serrandina scorrevole che non va a a impegnare il corridoio. L’arredo conta su un pensile a specchio abbastanza capiente, una parete laterale a specchio (utile anche a fornire una sensazione “virtuale” di spazio), un lavello di dimensioni forzatamente limitate e il wc Thetford C260 a tazza girevole. Per la doccia, provvede una semplice tendina plastica che nel suo sviluppo va a proteggere dagli schizzi pareti e mobilio. L’aerazione, infine, è garantita dalla contemporanea presenza di un oblò a pantografo e una finestra dotata di vetro opacizzato.

Il letto posteriore è moto ben accessibile e di dimensioni nella norma per queste tipologia di veicoli. L’ambientazione conta, come già detto, di due file di pensili, ma anche di luci di lettura orientabili e riposizionabili e presa di corrente, mentre è da segnalare la presenza di una bocchetta di riscaldamento dedicata inserita in uno dei due montanti.

Le due finestre posteriori collocate sui portelloni sono entrambe apribili e, in combinazione con l’oblò MiniHeki in dotazione, permettono un’adeguata aerazione estiva. Per la situazione invernale, vale segnalare come la parte degli stessi portelloni che inevitabilmente viene in contatto con i materassi sia adeguatamente rivestita, così da limitare ed evitare i fenomeni di condensa.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

Verniciatura Rosso Tiziano metallizzato, paraurti verniciato, mascherina nero lucido, ludi DLR a led, cerchi in lega 16”, serbatoio gasolio 120 litri, climatizzatore cabina, Cruise Control, Airbag guidatore e passeggero, volante e pomello cambio in pelle, applicazioni cromate sul cruscotto, vetri elettrici, specchietti esterni regolabili e riscaldabili elettricamente, sedili cabina “Captain Chair” regolabili anche in altezza e con braccioli, scuri plissettati vetri cabina, gradino elettrico di accesso, zanzariera scorrevole portellone laterale, predisposizione retrocamera, veranda esterna.

Conclusioni

Il SunLight Cliff Edition 540 è un van con personalità da vendere, grazie soprattutto alla sua colorazione rossa che lo fa immediatamente distinguere. Ma sarebbe un errore fermarsi alla livrea esterna, perché questo camper è progettato e realizzato in modo razionale e intelligente, con uno sfruttamento degli spazi capace di ottimizzare l’abitabilità interna. Chiaramente, è destinato a una coppia sportiva, giovanile, che sappia adattarsi a spazi ristretti e che abbia voglia di utilizzare il camper come supporto per una vacanza da vivere all’aria aperta: ma questa è una caratteristica comune a tutti camper puri che non sono certo adatti a chi vuole passare molto tempo all’interno del veicolo.
In ogni caso, grazie ad accorgimenti intelligenti e, soprattutto, a una dotazione di serie fuori dal comune, questo piccolo veicolo si presta ottimamente a essere vissuto appieno, anche se ovviamente da il meglio di se nelle vacanza all’insegna della dinamicità e del movimento, dove sa esprimersi al massimo. Infine un’ultima considerazione: le dimensioni, paragonabili a quelle di un monovolume, il suo passo ridotto, la meccanica brillante, le dotazioni di serie e, non da ultimo, il suo “look” aggressivo e dinamico, sono tutti ingredienti che avvicinano il Sunlight Cliff Edition 540 al mondo dell’auto e che lo rendono, per chi riesce ad avere la gusta mentalità, un valido sostituto alla berlina o alla station wagon di famiglia.

Cosa ci è piaciuto di più

  • Le dotazioni di serie sono molto complete
  • Ottima la distribuzione del riscaldamento anche in cabina
  • Buona la disponibilità di spazi di stivaggio, nonostante le dimensioni contenute

Cosa ci è piaciuto di meno

  • L’ESP non è di serie
  • La toilette è un po’ angusta per persone di corporatura molto robusta

Riferimenti e contatti del costruttore
Sunlight GmbH Bahnhof 11, D-88299, Leutkirch
Tel. +49 (0)7561 9097-200 – E-mail info@sunlight.de www.sunlight.de

Tutto su Sunlight

 

Beppe

Comments are closed.