July 19, 2019

Dimensioni importanti e grande abitabilità anche per equipaggi numerosi in un profilato che si avvale di tutte le caratteristiche tipiche della gamma Tessoro in fatto di costruzione, abitabilità e completezza nelle dotazioni

In sintesi

Tipologia Profilato con basculante
Meccanica Ford Transit 350, passo 3.950 mm
Motorizzazione
Euro 6 2.000 cc – 130/170 CV
Dotazioni di sicurezza ABS, ASR, Airbag conducente e passeggero, ESP, Cruise Control, fari fendinebbia
Posti omologati 5
Posti letto 5
Dimensioni 743x230x289 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.968 Kg
Prezzo base Euro 52.895 Iva compresa, franco fabbrica
 
Costruzione starYstarYstarYstarHstarG
Meccanica starYstarYstarYstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarGstarG
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarG
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarH
Bagno starYstarYstarYstarGstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarH
Stivaggio starYstarYstarYstarY
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY

 

Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Quanto, all’interno del catalogo Benimar, la gamma Tessoro sia importante è certificato anche dal numero dei modelli e dalle variabili in fatto di layout, lunghezza e configurazione sulle quali può contare. E se alla sua base questa fortunata serie vanta veicoli che coniugano compattezza a grande abitabilità, “sfoderando” a volte idee e soluzioni originali, ai vertici annovera modelli di dimensioni importanti capaci di fornire un elevato livello di abitabilità. A questa categoria appartiene senza dubbio il Tessoro 496, un profilato lungo 743 cm che si propone con uno dei layout più richiesto dalla clientela europea – quello con la camera posteriore e letto centrale nautico – ponendolo però in unione con un ampio letto basculante, così da offrire quattro posti per la notte praticamente sempre pronti e, quindi, abitabilità non solo alla coppia ma anche a equipaggi più numerosi: sono cinque, infatti, i posti omologati, e altrettanto quelli letto.

Il Tessoro 496 è allestito – come tutta la gamma – sulla meccanica del Ford Transit a trazione anteriore in versione specifica per gli allestimenti di veicoli ricreazionali (dotata, tra l’altro, dell’asse posteriore con carreggiata allargata), offerta di serie con motorizzazione Euro 6 da 2 litri e 130 CV, con possibilità di optare per la più potente unità da 170 CV, sempre da 2 litri, entrambe con cambio manuale a sei rapporti e abbinabili anche con il nuovo cambio automatico.

Questa opzione, peraltro, è inseribile in un pacchetto denominato Northautokapp, particolarmente completo: proposto a un prezzo molto vantaggioso, comprende, oltre ai già citati cambio automatico e motorizzazione da 170 CV, il Pack Winter (con isolamento del serbatoio esterno), il Pack Delivery (retrocamera, pannello solare 140 W, luce esterna a led, oscuranti cabina), fari ad accensione automatica, il parabrezza con sistema di sbrinamento elettrico, la regolazione dell’illuminazione del cruscotto, l’indicatore del liquido tergicristalli e l’impianto stereo DAB.

Anche nella configurazione strettamente di serie, però, il Tessoro 483, nella sua parte automobilistica, ha una dotazione particolarmente ricca e in linea con quanto di meglio offre il mercato: oltre ai vetri e specchi elettrici e chiusura centralizzata con telecomando, comprende anche il climatizzatore manuale, la radio USB con comandi al volante e Bluetooth, le luci diurne, i fari con illuminazione angolare, i fari fendinebbia, i cerchi ruota in lega leggera da 16” e, soprattutto, una completa presenza dei moderni dispositivi di sicurezza attiva a e passiva, come ABS, ASR, regolatore di velocità, doppio airbag e sistema di controllo elettronico della stabilità ESP. A tutto questo, vanno ad aggiungersi il volante e il pomello del cambio in pelle e i sedili girevoli in cabina con braccioli e dotati anche di regolazione lombare.

La base meccanica è utilizzata con il passo più lungo disponibile, quello da da 3950 mm che comunque, vista la lunghezza di quasi sette metri e mezzo, lascia “scoperto” uno sbalzo piuttosto sensibile.

Questa caratteristica impone di utilizzare con qualche attenzione in capace garage posteriore, peraltro di dimensioni interessanti e che, grazie alla regolazione in altezza del piano del letto, può arrivare a un’altezza utile (103 cm, con un minimo di 76 cm) suffìciente anche per stivare delle biciclette. Molto comodi anche i portelloni di accesso, ognuno da 107×87 cm, dotati di nuove serrature.

Anche se un po’ “segnato” dalla coda prominente, l’aspetto esterno resta ancora piuttosto equilibrato, e gradevole nella linea, con l’indubbia personalità estetica fornita dal caratteristico “muso” del Ford Transit.

Il Tessoro 496, però, vista la categoria di appartenenza, si segnala soprattutto per costruzione della scocca, realizzata con l’ormai conosciuto sistema ISB (Isolation System Benimar). Si tratta di una struttura che elimina totalmente l’utilizzo del legno, adottando pareti (30 mm) e tetto (da ben 56 mm) con rivestimento interno ed esterno in vetroresina (con funzione aggiuntiva antigrandine per il tetto), e pavimento da 62 mm con rivestimento esterno in vetroresina. L’isolamento generale, di alto spessore soprattutto per quanto riguarda tetto e pavimento, è realizzato in Polistirene estruso XPS, mentre la struttura interna, perimetrale di giunzione e di rinforzo, è in estruso plastico.

A questa scocca così realizzata, alla quale si aggiungono le bandelle inferiori e cantonali, raccordi e paraurti posteriore in abs, si collega il cupolino anteriore in vetroresina rinforzata. Di livello superiore anche la componentistica che annovera – rigorosamente di serie – la porta cellula vetrata con doppia serratura e zanzariera scorrevole, le finestre Dometic D-Lux, gli oblò Mini Heki e il grande oblò panoramico da 105×71 cm nel cupolino.

Gli impianti

L’autonomia idrica può contare su un serbatoio da 120 litri posizionato all’interno della cassapanca frontemarcia del living e fa capo a un impianto che si avvale di pompa a presostato Shurflo Trail King 7 (direttamente montata sopra lo stesso serbatoio), tubazioni in Rilsan,
raccorderie miste di tipo rapido John Guest e a fascetta e rubinetti con miscelatori monocomando in acciaio cromato di buona fattura a beneficio di cucina, bagno e doccia. La raccolta delle acque reflue è affidata un serbatoio esterno da 105 litri, collocato nel sottoscocca, a sbalzo sull’assale posteriore dotabile, in opzione (pacchetto Winter) sia di isolamento si di riscaldamento.

L’impianto elettrico fa capo a una centralina/caricabatteria CBE 516: questa, con l’interruttore salvavita e il quadro portafusibili, è collocata sotto il divano laterale e facilmente accessibile.

Sempre in relazione all’impianto elettrico, a sovrintendere al tutto, e a monitorare i sistemi di bordo, provvede un pannello di controllo della stessa azienda trentina, mentre la batteria servizi è collocata in cabina guida, sotto il sedile passeggero. L’illuminazione è realizzata interamente a LED, con una distribuzione abbastanza efficace affidata a punti lineari per cucina, soggiorno e letto basculante, plafoniera centrale e spot per sottobasculante e bagno, oltre alle luci di lettura orientabili a beneficio del letto posteriore.

Il riscaldamento è affidato a un’unità Webasto a gasolio, ben distribuita all’interno anche se di potenza non abbondante (4 kW) vista la cubatura del veicolo, mentre all’acqua calda provvede un boiler Truma da 10 litri, collocato sotto il divano laterale in dinette, mentre per il gas è previsto un vano ad accesso esterno capace di contenere una bombola standard.

All’interno

L’interno accoglie con un mobilio contraddistinto da struttura in colore scuro in gradevole contrasto con le pannellerie bianche di ante e pensili e da una linea sobria ed essenziale, elegante nella sua semplicità. A migliorare ulteriormente il tutto, i modelli 2019 aggiungono nuove tappezzerie, serrature cromate in cucina e la parete di fondo dei pensili bianca.

Il soggiorno, ampio e arioso, beneficia, per la nuova stagione, di un divano laterale più ampio, così da aggiungere ancora più spazio disponibile a una zona che si completa con una semidinette a “L”, un tavolo entrale traslabile e ampliabile a libro e che grazie a questa configurazione è capace di accogliere anche sei persone a pranzo. Ovviamente, si dimostra agevole ben calibrata per un equipaggio di quattro/cinque persone.

Anche in viaggio è previsto un quinto posto, realizzabile – in posizione contromarcia – dalIa parzializzazione del divano laterale. Il tutto, poi, con l’abbassamento rapido del tavolo (montato su gamba telescopica), si trasforma, se necessario, in un letto singolo.

Gli spazi di stivaggio, infine, non essendo disponibili le due cassapanche, si affidano a due pensili nel sottobasculante e al vano sopra il cupolino.

Alle spalle del soggiorno si colloca la cucina, sviluppata a “L” e dotata di un novo gruppo cottura lineare a tre fuochi con ad accensione piezoelettrica e copertura in cristallo in due parti, così da poter preservare spazio utile di lavoro. Completano l’allestimento un lavello rettangolare (anch’esso con copertura in cristallo) e un miscelatore. Allo stivaggio provvedono un pensile e due vani dispensa, coadiuvati da un cassetto portaposate. Opposto al blocco cucina, ecco il frigorifero, un elemento Thetford da 140 litri a larghezza ridotta con utile cassetto portabottiglie.

La zona toilette (come spesso accade nelle configurazione con letto centrale) è articolata in locali indipendenti per zona lavabo/wc e box doccia. Quest’ultimo si avvale di buone dimensioni – anche se il piatto deve fare in conti con lo “scalino” determinato dal passaruota – e una separazione con due eleganti semiporte in metacrilato brunito, mentre l’aerazione è garantita da un oblò a pantografo.
Il bagno vero e proprio conta su un arredo in legno e sulla dotazione di un uovo piano lavabo in termoformato, oltre che sulla presenza del wc Thetford C223. L’arredo si competa con un grande specchio, accessori come dispenser e bicchiere, e due armadietti di stivaggio, uno pensile e uno sottolavabo. Manca una finestra, ma l’aerazione è garantita da un oblò Mini Heki.

La camera posteriore ospita un letto matrimoniale di buone dimensioni, ben agibile e non troppo rastremato, allestito su una rete a doghe che – oltre a essere dotata di un meccanismo che ne consente di variare l’altezza per ottimizzare le possibilità di carico nel gavone posteriore in funzione delle necessità – sollevandosi nella parte finale fa accedere a un grade spazio di stivaggio.

Due armadi appendiabiti sono poi classicamente collocati ai lati del letto, mentre centralmente tre pensili concorrono a definire gli spazi generali di sistemazione. L’allestimento generale è curato, e contempla la presenza di due finestre simmetriche e un oblò, oltre che di testiera imbottita e due luci di lettura orientabili.

Altri due posti letto sono forniti dal basculante anteriore, dotato di meccanismo di movimentazione elettrico e in grado di ospitare due persone adulte. L’allestimento prevede tende perimetrali e tenda privacy, oltre a una luce lineare a led dedicata, ma la sua caratteristica più interessante risiede senza dubbio nel fatto che, grazie alla dimensione della zona giorno e alla sua forma rastremata, una volta in opera lascia comunque la possibilità di poter utilizzare la porta cellula.

 

Piantine e misure

Dotazioni di serie

ABS, EBD, ASR, ESP, aria condizionata manuale in cabina, Airbag conducente e passeggero, regolatore di velocità, cerchi in lega leggera 16″, specchietti esterni regolabili e riscaldabili elettricamente, chiusura centralizzata con telecomando, paraurti anteriore verniciato, fari fendinebbia, radio stereo USB con Bluetooth e comandi al volante, regolazione lombare sedili conducente e passeggero, volante e pomello cambio in pelle, oblò panoramico apribile in cabina, porta ingresso con finestra, doppia serratura e zanzariera scorrevole, porta tv.

Pack Northautokapp

Cambio automatico, motorizzazione 170 CV, Pack Winter (con isolamento del serbatoio esterno), Pack Delivery (retrocamera, pannello solare 140 W, luce esterna a led, oscuranti cabina), fari e tergicristalli ad accensione automatica, parabrezza con sistema di sbrinamento elettrico, regolazione dell’illuminazione del cruscotto, indicatore del liquido tergicristalli, impianto stereo DAB.

Conclusioni

Per Benimar la gamma Tessoro ha rappresentato, e rappresenta, un indubbio successo. Merito dell’equilibrio generale, della varietà e del rapporto qualità/prezzo decisamente favorevole dei suoi profilati, oltre che della originalità di alcune soluzioni adottate. Forse, però, soprattutto sul nostro mercato, di questa fortunata serie di veicoli sono più conosciuti i modelli compatti o, comunque, quelli con dimensioni più limitate. Il Tessoro 496, con i suoi quesi sette metri e mezzo, sta a dimostrare, però, che tutte le caratteristiche positive di questa gamma si possono riscontrare anche se “spalmate” in dimensioni importanti e coniugate con un layout attualmente tra i più diffusi. La scocca di elevata qualità, le ricche dotazioni di serie e una buona attenzione a realizzare un camper che pur rientrando in una fascia di prezzo favorevole non abbia nulla che appaia troppo “economico”, sono le sue doti principali. In aggiunta a tutto questo, il Tessoro 496 è un veicolo che, nonostante sia catalogabile in una tipologia tipicamente destinata al turismo di coppia, riesce a fornire spazio adeguato anche per un utilizzo non occasionale con equipaggi più numerosi.

Cosa ci è piaciuto di più

  • Le dotazioni sono complete, in particolar modo per la meccanica di base, che propone di serie i dispositivi di sicurezza attiva e passiva normalmente adottati nel mondo automotive
  • La concezione costruttiva della scocca ISB è un notevole valore aggiunto per un mezzo di questa fascia di mercato
  • Notevole, sempre in rapporto alla fascia di mercato, la componentistica generale e la qualità dell’impiantistica

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Lo sbalzo posteriore è piuttosto sensibile e impone qualche cautela nell’utilizzo intensivo del garage
  • Stona, in un panorama generale dell’impiantistica altrimenti di ottimo livello per la categoria, il serbatoio di scarico non coibentato di serie

 

Riferimenti e contatti del costruttore

Benimar OCARSA, S.A.
CN 340 Km 1041
12598 Peñíscola
Castellón- Spagna
(+34) 964 47 15 58 Fax: (+34) 964 47 54 01
www.benimar.com.es/it

Agente per l’Italia

Agenzia Prisma – Benimar Italia
Tel. +39 370 3189656
E-mail info@prismaweb.eu

Beppe

Comments are closed.