October 15, 2019

Un motorhome che offre nuovi elementi di design esterno ed interno, uniti alla moderna dinette face to face con alcune peculiarità tecniche tra cui la possibilità di allestire il veicolo su telaio AL-KO AMC in abbinamento al doppio pavimento passante

IN SINTESI

Tipologia Motorhome
Meccanica Fiat Ducato 35  Camping Car Special, passo 4.035 mm, opt. AL-KO AMC
Motorizzazione di base 2.300 cc – 130 CV
Motorizzazioni opt 2.300 cc – 148-177 CV
Dotazioni di sicurezza ABS, Airbag conducente e passeggero, ESP, Hill Holder, Hill Descent Control, Traction+, cruise control
Posti omologati 4
Posti letto 4
Dimensioni 744x235x289 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 3.158 kg con telaio CCS 
Prezzo base Euro 79.990 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarG
Meccanica starYstarYstarYstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarY
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarH
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarYstarG
Bagno starYstarYstarYstarGstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarG
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarH
 
 

L’ANALISI

Da anni presente sul mercato il K-Yacht si dimostra sempre al passo con i tempi grazie ad un rinnovamento crescente, sia in ambito estetico che funzionale, il tutto in un’ottica qualitativa che punta a mantenere il marchio all’altezza delle aspettative. All’insegna di tutto ciò Mobilvetta inserisce nella propria gamma intermedia TeknoLine il nuovo MH 86, motorhome che propone elementi di design esterno rinnovati, mentre internamente adotta la dinette face to face abbinata ai letti gemelli su garage e la nuova essenza del mobilio “Cappuccino”  in alternativa alla versione “classic”.

 

 

Nel corso degli anni al progetto K-Yatch sono state apportate migliorie estetiche che lo hanno mantenuto sempre moderno ed elegante, così è stato anche con la gamma TeknoLine dove i tecnici di Mobilvetta hanno ridisegnato la calandra frontale rendendola molto più simile quella della gamma superiore TeknoDesign. Il frontale ridisegnato ospita la fanaleria di forma rotonda e DLR Led, donando un tocco di sportività senza però alterale le linee piacevoli e armoniose che partono dall’ampio parabrezza anteriore raccordandosi con le fiancate sino a giungere alla parte posteriore accompagnate da grafiche piacevoli e dalla bandellatura in alluminio di colore grigio. Grigio che caratterizza anche l’ampia cornice perimetrale di coda, realizzata in abs ingloba la fanaleria a sviluppo verticale, terzo stop e luci d’ingombro.

Un ulteriore valore aggiunto a disposizione del committente è quello di poter abbinare alla motorizzazione di base Fiat Ducato da 2,3 lt con 130 cv, opzionali il 146 o 177 cv, al prestigioso telaio AL-KO AMC, con conseguente doppio pavimento passante, anziché al telaio Camping Car Special fornito di serie con il quale è previsto il doppio pavimento tecnico.

Anche questo modello si avvale della tecnologia costruttiva “iTech 4.0” per la quale non è previsto l’utilizzo di parti in legno e intelaiature nella costruzione di tetto, pareti e pavimento, quest’ultimo dallo spessore di 54 mm è costituito da un telaio perimetrale in resina composita e un sandwich con doppio rivestimento interno ed esterno in vetroresina e coibentazione in Styrofoam; medesima struttura anche per pareti e tetto ma lo spessore è di 30 mm e, nel caso delle pareti, sono previsti dei rinforzi interni in resina bicomposita destinati all’ancoraggio del mobilio. Nell’ottica dell’affinamento tecnico la casa toscana ha lavorato con particolare attenzione alla coibentazione e agli impianti di riscaldamento infatti, questo veicolo (come tutta la gamma) è certificato con la normativa EN 1646-1 sezione 9 per ciò che concerne la classificazione dell’isolamento termico e del riscaldamento dopo aver superato i test di grado 3. Ulteriori elementi innovativi sono rappresentati dall’introduzione della porta cellula Hartal, completa di chiusura centralizzata, serratura a doppio punto di aggancio, finestra fissa con oscurante plissettato e pistone a gas di mantenimento.

 

 

La dotazione di bordo è completissima, in materia di sicurezza attiva e passiva il veicolo è dotato di tutti i dispositivi quali ABS, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descend, cruise control doppio airbag, cerchi in lega da 16 pollici,  aria condizionata manuale in cabina, DLR a Led, volante e pomello del cambio in pelle. Di ottimo livello anche la componentistica a partire dalla porta di accesso alla guida, robusta e ben rifinita in stile automobilistico garantisce un facile accesso grazie ad un’ampiezza adeguata, la già citata porta cellula Hartal, sei finestre Seitz S4 de Luxe mentre  a tetto si contano quattro oblò, uno panoramico Heki III in centro al veicolo, tre Mini Heki (uno a favore del basculante anteriore gli altri due nei locali wc e doccia) e un Midi Heki a beneficio della camera posteriore. Sempre di serie sono previsti gli attacchi esterni per tutte le utenze, acqua, gas, corrente e tv.

 

Come accennato in precedenza è presente un gavone garage dalle dimensioni interessanti: largo 216 cm profondo 102 cm e alto 121 cm presenta il piano rivestito in alluminio mandorlato ed è dotato di bocchetta per il riscaldamento, torcia rimovibile con filo spiralato, binari per il fissaggio dei carichi e piccoli porta oggetti a parete. L’accesso è garantito da due portelloni simmetrici (93,5×117) ed una soglia di carico posta a 52 cm da terra e priva di gradini il che rende agevole il carico di oggetti voluminosi. Infine ulteriore spazio per lo stivaggio è dato dalla presenza di due gavoni esterni inseriti nel doppio pavimento tecnico e dotati di sportelli con relative serrature.

GLI IMPIANTI

Da segnalare che il veicolo oggetto di questa prova è allestito su telaio CCS e una parte dell’impiantistica è collocata esternamente, nel caso di allestimento su telaio AL-KO AMC tutti gli impianto sono posizionati internamente nel doppio pavimento passante.

L’impianto idrico fa affidamento su due serbatoi, quello per l’acqua postabile dalla capienza di 120 lt è posizionato, insieme alla pompa Shurflo Trail King 7, parzialmente sotto al blocco cucina e al divano laterale sinistro, è accessibile per l’ispezione tramite lo sportello dedicato sollevando il cuscino. Il secondo da 110 lt, destinato al recupero delle acque grigie, è collocato esternamente al veicolo in posizione centrale, provvisto di guscio coibentato, riscaldato e dotato di valvola con resistenza antigelo.

L’impianto elettrico è raggruppato all’interno della panca destra, anch’esso è accessibile grazie all’apposito sportello sollevando la seduta. Nel vano trovano posto la centralina caricabatterie Nordelettronica NE287, l’interruttore magnetotermico, i fusibili e l’alloggiamento per la batteria non fornita di serie dal costruttore. La gestione è affidata al moderno pannello comandi touchscreen sempre Nordelettronica posizionato sopra la porta di ingresso alla cellula.

 

Un contributo importante nel creare la giusta atmosfera è dato dall’illuminazione capillare e molto efficiente in tutta la cellula, interamente a led conta su elementi moderni quali plafoniere touch molto luminose, applique, spot nel sotto basculante e a soffitto oltre che ai profili dei mobili con strisce a led integrate. Vi sono anche delle luci di cortesia e segna passo per la notte di colore blu attivabili da un interruttore dedicato posto sopra la porta d’ingresso. Sempre per ciò che concerne l’impianto elettrico ottima anche la disponibilità di prese interne: 6 prese 220 v, 3 prese da 12v e altrettante prese usb.

Alla potente Truma combi CP Plus da 6 kw sono affidati il riscaldamento e la produzione di acqua calda, trova alloggiamento al di sotto del letto posteriore sinistro ed è facilmente accessibile grazie allo sportello dedicato all’interno del gavone garage. La canalizzazione del riscaldamento è ben distribuita in tutti gli ambienti e può contare su sette bocchette, di cui una in garage. Il comando digitale CP Plus consente di gestire al meglio l’impianto ed è posizionato insieme alla sonda sopra la porta d’ingresso. Opzionali sono disponibili la Truma Combi D a gasolio, oppure la Combi EH con resistenze elettriche mentre di serie è previsto il pavimento riscaldato.

Per quel che riguarda l’impianto del gas vi è un comodo gavone esterno sul lato sinistro dotato dei classici ganci ferma bombole, un regolatore di pressione standard e nel quale possono essere collocate due bombole da 10 kg. I quattro sezionatori sono posizionati al di sotto del lavandino in cucina e risultano di facile accesso.

ALL’INTERNO

Mobilvetta cura con molta attenzione lo stile e l’eleganza dei propri veicoli, anche in questo nuovo K-Yatch TeknoLine MH 86 lo si nota salendo a bordo. Al suo interno la nuova e moderna essenza del mobilio “cappuccino” regala una sensazione di spazio notevole, un tocco di modernità che si percepisce anche grazie agli accostamenti tra la tonalità chiara del mobilio, in cui risaltano le venature orizzontali del legno e le finiture laccate presenti in molte parti dell’allestimento. Ulteriori elementi atti a creare il giusto mix tra eleganza e stile sono le maniglie cromate, il rivestimento in abs del soffitto nonché quello imbottito del sotto basculate per proseguire con le sedute della dinette, in versione “Prestige Brown” (optional presente sul veicolo in prova) che risultano comode ed ergonomiche.

L’ambiente cuore del veicolo è sicuramente il living anteriore dove l’equipaggio, e gli eventuali ospiti, trovano posto attorno all’ampio tavolo mono gamba con piano ruotabile di 360°, traslabile e ampliabile a libro, grazie ai due divani longitudinali (trasformabili in sedili fronte marcia con cinture di sicurezza) con l’ausilio delle poltrone della cabina di guida, quest’ultima garantisce un ottima luminosità naturale grazie all’ampia vetratura (dotata di oscuranti plissettati) e supportata dalle finestre laterali, a compasso quella sinistra, scorrevole e di dimensioni più piccole quella destra. Purtroppo non sono presenti pensili destinati allo stivaggio, l’unica disponibilità è data da un vano a giorno nella cabina di guida lato passeggero, un piccolo stipetto con antina sopra la porta d’ingresso e due botole a pavimento in corrispondenza del divanetto destro e dei gradini di accesso. A completamento del comfort di bordo sono presenti due altoparlanti istallati nel sotto basculante e il supporto traslabile per la Tv posizionato sulla parete del mobile frigo.

 

 

In virtù della massima fruibilità degli spazi c’è da segnale che l’unione tra il divano della dinette face to face e il blocco cucina a “L”, rovesciata in direzione del living, risulta lineare senza sporgenze eccessive che vadano ad influire o ridurre lo spazio a disposizione in uno dei punti più critici del veicolo, ossia l’ingresso.

Ben incassato nel piano in pietra minerale acrilica della cucina vi è il lavandino di forma tonda, dotato di rubinetteria di design con miscelatore monocomando e di copertura divisa in due parti, una delle quali può essere collocata in un apposito alloggiamento così da creare un piccolo appoggio. Il piano cottura dispone di tre fuochi lineari con accensione piezo elettrico con relativo coperchio in vetro temperato, sono presenti anche un utile riparo in vetro trasparente a protezione della tappezzeria del divano in soggiorno, due pratici ganci per appendere utensili da cucina e la sempre utile cappa di aspirazione.

Lo stivaggio può contare su due ampi pensili a soffitto dotati di ante servo assistite mentre, la parte sotto stante è organizzata con due cassetti, il primo con porta posate, un vano chiuso con anta a ribalta e un vano con anta a tutt’altezza che ospita al suo interno un pratico cestello estraibile e un ripiano, infine la botola presente a pavimento è provvista di un divisorio porta bottiglie.

 

L’allestimento si completa con la colonna frigo nella quale oltre al frigorifero da 150 lt Thetford N 3150 trovano posto due ulteriori vani di stivaggio, uno a giorno, l’altro con relativa anta in tinta con il frigorifero e una colonna estraibile dotata di cestelli.

La parte centrale del veicolo è dedicata alla toilette di tipo passante, completamente separabile dal resto dell’abitacolo grazie alla porta a battente del locale wc e a due porte semicircolari scorrevoli della camera posteriore. La configurazione prevede sul lato sinistro il locale wc provvisto di vaso con cassetta estraibile Thetford djhg ben arredato dispone di mobile lavabo con miscelatore monocomando e alcuni complementi di arredo, due specchi, un pensile a soffitto e un vano di stivaggio con anta e ripiano interno ricavato sotto al lavello. Infine a garanzia della giusta areazione il locale è provvisto di oblò a tetto e finestra satinata.

Sul lato opposto, la doccia indipendente è separata da una porta a libro in metacrilato trasparente, dotata di un piatto realizzato in vetroresina con piletta centrale di scarico e pedana in legno nautico, è provvista di colonna attrezzata, portaoggetti e oblò per l’areazione. Purtroppo essendoci una soglia di accesso di 15 cm si riduce l’altezza massima del locale per cui risultano penalizzate nell’utilizzo persone di elevata statura.

Nella parte posteriore spazio alla camera padronale, in essa vi trovano posto due letti gemelli con reti a doghe con relativa testata imbottita, facilmente unibili così da diventare un maxi letto matrimoniale. L’ambiente, dotato di riscaldamento perimetrale, è arredato con semplicità e beneficia di un ottima luce naturale grazie alla presenza di due ampie finestre laterali e dall’oblò a tetto Midi Heki, mentre per l’illuminazione conta su led sotto pensili, plafoniera touch, applique e luci di cortesia per la notte posizionate sotto ai pensili al di sopra della testata.

Fruibili per lo stivaggio sono presenti nella parte superiore sei pensili con anta e due vani a giorno mentre, in una porzione sotto il letto destro, è stato ricavato un ampio e organizzato armadio con asta appendi abiti e ripiani, il cui accesso è possibile sia con l’anta dedicata che sollevando il letto dotato di pistone di mantenimento, completano la disponibilità di spazio due cassetti al di sotto del letto sinistro e due piccoli stipetti ricavati nei gradini di accesso ai letti. Ulteriori due posti letto sono infine disponibili grazie al letto basculante anteriore posizionato in corrispondenza della cabina di guida e dotato di luci e oblò a tetto.

Piantine e misure

 

Conclusioni

Il Mobilvetta K-Yatch TeknoLine MH 86 è un chiaro segno dell’impegno del costruttore toscano rivolto alla ricerca di implementazioni tecniche e di design ma senza tralasciare le forti richieste del mercato attuale, infatti questo nuovo mothorhome adotta la richiestissima dinette face to face. Oltre a questo lodevole è il crescente impegno nel perseguire l’obbiettivo qualità, ciò è dimostrato dagli elementi inseriti atti a fornire al committente un veicolo sempre aggiornato ed evoluto, come ad esempio la certificazione EN 1646-1 sezione 9 in materia di isolamento, sicuramente un valido biglietto da visita per chi cerca un veicolo con il quale poter affrontare anche le condizioni più estreme, oppure la possibilità di optare per l’allestimento sul prestigioso telaio AL-KO AMC. Salendo a bordo del K-Yatch TeknoLine MH86 si nota una chiara impronta lasciata dallo stile e design “made in Italy”, mobilio dalle forme arrotondate e filanti e un corretto sfruttamento degli spazi al fine di rendere il living confortevole al proprio equipaggio. Un valido contributo allo scopo è dato anche dall’essenza “Cappuccino”, colori tenui e venature 3D donano un tocco di modernità per chi cerca un alternativa alla “classica” tinta ciliegio, regalando una piacevole sensazione di ariosità. Nel complesso il veicolo si dimostra interessante e ben assemblato anche se vi sono degli elementi migliorabili,  come la doppia porta della camera posteriore che denota talvolta qualche “inceppamento” nelle fasi di apertura e di chiusura, o le antine dei pensili a soffitto della cucina che richiedono un attenta regolazione onde evitare di toccare la cornice dell’oblò o il soffitto. Nulla di ciò, in ogni caso, compromette la positività del veicolo che si dimostra all’altezza delle aspettative e delle richieste di mercato.

Prezzo base del veicolo: € 79.990

Dotazioni di serie

Abs, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descend, cruise control, aria condizionata manuale in cabina, doppio air-bag, cerchi in lega da 16″, DRL Led, volante e pomello cambio in pelle, cruscotto lounge con finiture in bronzo, sedile automotive foderato, oscuranti plissettati in cabina, chiusura centralizzata cabina/cellula, serbatoio coibentato e riscaldato, pavimento riscaldato, oblò Heki III e Midi Heki.

Optional presenti sull’esemplare provato

  • Tappezzeria Prestige Brown

 

Cosa ci è piaciuto di più

  • Completa la dotazione per quanto concerne la parte meccanica, tutti i principali dispositivi legati al comfort e alla sicurezza durante la guida sono presenti.
  • La nuova essenza “Cappuccino” contribuisce a dare ampiezza al living regalando una piacevole sensazione di spazio.
  • Lodevole l’impegno che ha portato alla certificazione dell’isolamento.
  • Completa la dotazione di serie della cellula.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Il locale doccia risulta agibile con difficoltà a persone alte di statura.
  • La mancanza di pensili nella zona giorno.

Foto gallery

Danilo Colombo

Comments are closed.