September 23, 2019

Look esterno accattivante, interni rinnovati in stile moderno, dotazione offerta di serie particolarmente ricca e soluzioni al passo con le ultime tendenze del mercato: questa è l’essenza del nuovo Dethleffs Trend I 7057 DBL, un motorhome generoso nelle dimensioni, che abbina il comodo matrimoniale nautico centrale su garage a un soggiorno in conformazione “face to face”

 

In sintesi

Tipologia Motorhome
Meccanica Fiat Ducato 35 Light con telaio Camping-Car Special e passo da 403,5 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 96kW/130 cv
Motorizzazioni opt 2.287 cc – 109kW/148 cv – 2.287 cc – 132kW/177cv
Dotazioni di sicurezza ABS con EBD, ASR, ESP, Tranction+, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducente e passeggero, Cruise control
Posti omologati 4
Posti letto 4
Dimensioni 739x233x294 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 3.065 Kg
Prezzo base Euro 69.490,00 con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarHstarG
Meccanica starYstarYstarYstarGstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarY
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarY width=
Abitabilità notte starYstarYstarYstarHstarG
Cucina starYstarYstarYstarYstarG
Bagno starYstarYstarYstarYstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarYstarH
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Dethleffs è un’azienda che vanta una lunga tradizione alle sue spalle, nonché una ricca collezione che si inserisce in quasi tutte le tipologie costruttive, offrendo soluzioni e varianti in grado di assecondare le più diverse esigenze del cliente finale, grazie alla sua rosa di proposte che spazia dai veicoli più agili e compatti a quelli dalle dimensioni decisamente più generose. Uno dei protagonisti della stagione in corso è sicuramente la gamma Trend, che costituisce il gradino d’ingresso all’universo dei motorizzati della casa di Isny, oggetto di un profondo restyling sia interno sia esterno, particolarmente evidente nelle versioni integrali. Otto sono le varianti di motorhome presenti a catalogo, che si propongono con una linea dal design moderno e con soluzioni che seguono le ultime tendenze del mercato. Ne rappresenta un chiaro esempio il nuovo Trend I 7057 DBL oggetto di questa prova che, vantando dimensioni generose, unisce il comodo letto nautico posteriore posizionato su garage al sempre più in voga living anteriore “face to face”, offrendo complessivamente quattro posti letto e altrettanti omologati per il viaggio.

Lungo 739 cm, largo 233 cm e alto 294 cm, il Trend I 7057 DBL è allestito sulla base meccanica del Fiat Ducato 35 Light con telaio ribassato Camping-Car Special, carreggiata posteriore allargata e passo da 403,5 cm. La motorizzazione di partenza è rappresentata dal collaudato propulsore da 2,3 litri capace di erogare 130 CV, lasciando però la possibilità di scegliere in opzione i più consoni e performanti motori da 2,3 litri e 148 CV o 177 CV. Piuttosto completa la dotazione meccanica offerta di serie da Dethleffs per il mercato italiano, che annovera molteplici dispositivi legati al comfort e alla sicurezza durante la marcia come: ABS con EBD, ASR, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, climatizzatore automatico in cabina, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control, alzacristallo elettrico su porta conducente, specchietti retrovisori stile bus con doppia lente regolabili elettricamente, predisposizione per l’autoradio, volante e pomello del cambio in pelle e ghiere cromate del quadro strumenti.

Esternamente, la linea del frontale dei motorhome Trend è stata completamente ridisegnata all’insegna del family-feeling delle altre gamme di casa Dethleffs. Realizzato in monoblocco di vetroresina, sopra al parabrezza panoramico accoglie un nuovo cupolino contraddistinto da una doppia scalfatura centrale a forma di “U”. Rivista anche la porzione inferiore, dove risalta la nuova calandra proposta in tinta nero lucido e contraddistinta da gruppi ottici circolari inseriti in modanature laterali a goccia. Anche il paraurti adotta ora forme decisamente più accattivanti e grintose mentre, per donare al veicolo un look più automobilistico, è possibile richiedere in opzione le luci diurne DRL a led, i cerchi in lega da 16” e la verniciatura delle fiancate laterali color argento (optional presenti sul veicolo provato). Piuttosto lineare, invece, lo specchio di coda, dove risalta particolarmente l’imponente paraurti inferiore che ingloba gruppi ottici dalla forma circolare.

Per quanto riguarda la costruzione, i nuovi motorhome Trend adottano il sistema Lifetime Smart che, a fonte di pareti e tetto con struttura a sandwich tradizionale, prevede il pavimento con struttura totalmente priva di legno, isolamento in poliuretano e totale rivestimento inferiore in vetroresina. Materiale, quest’ultimo, che riveste esternamente anche il tetto e lo specchio di coda, mentre le pareti laterali sono realizzate in alluminio.

La cellula si completa con l’adozione di sei finestre a filo carrozzeria Polyvision Aero dotate di telaio in alluminio, cinque aperture a tetto (un oblò panoramico Midi-Heki da 50×70 cm a favore del living, due oblò Mini-Heki da 40×40 cm dedicati alla camera da letto posteriore e al matrimoniale basculante e due oblò da 28×28 cm con apertura a pantografo a servizio del locale bagno e del box doccia indipendente) e una porta cellula dalla larghezza maggiorata di 70 cm, dotata di finestra fissa, zanzariera scorrevole, luce veranda a led e chiusura centralizzata combinata con la porta conducente.

In coda spazio all’ampio gavone garage passante, servito da due sportelli simmetrici di generose dimensioni (116×95 cm). Con una profondità di 216 cm e una larghezza di 109 cm, il vano presenta un’altezza variabile in funzione alla necessità di carico tra i 78 cm e i 116 cm, grazie alla presenza del piano superiore del letto saliscendi, con meccanismo manuale azionabile grazie a un piccolo argano. E’ inoltre provvisto di illuminazione e riscaldamento dedicati oltre che delle utili barre con ganci riposizionabili per il fissaggio del carico e di una presa a 12 V.

Gli impianti

L’autonomia idrica è affidata a un serbatoio dell’acqua potabile da 116 litri collocato in un’apposita nicchia facilmente accessibile all’interno del gavone garage posteriore e servito da una pompa a immersione, che entra in funzione esclusivamente quando si apre uno dei rubinetti grazie alla presenza di microinterruttori.

Il serbatoio di recupero, dalla capacità inferiore pari a 90 litri, è invece collocato esternamente, sotto pianale, ed è dotato di valvola di scarico con comando asportabile sul lato sinistro. La coibentazione, però, è fornita solamente in opzione, una mancanza piuttosto strana considerate sia la qualità generale dell’allestimento sia l’accessoristica piuttosto completa fornita di serie.

Il riscaldamento e la produzione dell’acqua calda sanitaria si avvalgono della potente Truma Combi 6 a gas, collocata all’interno della cassapanca sinistra della dinette e accessibile tramite un portello superiore rimuovendo il cuscino della seduta. L’aria calda viene distribuita in maniera capillare nell’intero abitacolo tramite un sistema di canalizzazione che conta un totale di nove bocchette, due delle quali dedicate in particolare alla cabina di guida. Si segnala, però, il passaggio di un tubo della ventilazione esternamente nel sottoscocca, una soluzione che potrebbe generare dispersione di calore. Il comando è ancora di tipo classico, posizionato assieme alla sonda termostatica a lato della porta d’ingresso. Particolarmente interessante, inoltre, la possibilità di poter richiedere in opzione anche il prestigioso riscaldamento a convettori Alde.

L’impianto elettrico conta su una batteria AGM da 95 Ah collocata nella parte inferiore del sedile passeggero della cabina mentre, sotto a quello del guidatore, trova posto la centralina/caricabatterie Schaudt EBL 119. Il controllo delle utenze di bordo e delle autonomie di serbatoi e batterie è affidato a un pannello di comando piuttosto intuitivo nell’utilizzo, collocato a lato dell’ingresso.
L’illuminazione, completamente a led, è affidata a spot circolari inseriti nei sottopensili e nel sottobasculante e alle più scenografiche luci d’ambiente a diffusione mentre, a disposizione degli occupanti, si trovano tre prese di corrente a 12 V e altrettante prese a 220 V.

L’impianto del gas si avvale del classico vano esterno capace di contenere due bombole da 10 kg. Dotato di serie di ganci fermabombole e regolatore di pressione standard, è possibile richiedere in opzione come sul veicolo provato l’utile Truma Duo Control CS con Crash Sensor che, oltre alla funzione di scambiatore automatico delle bombole, permette l’utilizzo degli impianti in piena sicurezza anche durante la marcia. I rubinetti sezionatori sono tre, collocati nella parte inferiore del blocco cucina, facilmente raggiungibili.

Da segnalare, infine, la presenza di serie per il nostro mercato delle predisposizioni per il montaggio della telecamera per la retromarcia, dell’antenna satellitare, della TV e del pannello solare.

All’interno

Proposti ora nell’essenza “Rovere Virginia”, gli interni della gamma Trend presentano antine color grigio/marrone lucido con listelli cromati, abbinate a superfici satinate chiare a contrasto, con l’obiettivo di donare massima profondità ai volumi interni. Un design moderno e piacevole impreziosito da un duplice stile riservato al rivestimento interno del pavimento: più contemporaneo, sulle tinte del grigio, per la zona giorno e più caldo e accogliente per la camera da letto posteriore. I rinnovati Trend adottano sempre il collaudato sistema AirPlus dedicato ai mobili interni, studiato per consentire un’ottimale circolazione dell’aria lungo le pareti ed evitare così la formazione di condensa interna; non mancano poi anche le utili paretine anticondensa dedicate al living anteriore. Due, infine, le tappezzerie previste, entrambe bicolore, denominate “Chaleur” (presente sul veicolo provato) e “Torcello”.

Cuore ed elemento distintivo dell’allestimento interno è senza dubbio il soggiorno con divani contrapposti, denomianto “face-to-face”, che dona particolare ariosità e spazio all’ambiente. I due divani sono serviti da un tavolo centrale ampliabile a libro e, grazie alla rotazione delle poltre in cabina di guida, arrivano a fornire fino a sei posti a pranzo. Questa configurazione prevede poi la possibilità di trasformarsi in due posti frontemarcia dotati di cinture di sicurezza mediante l’ausilio di schienali aggiuntivi da montare e fissare alle rispettive basi. Se da un lato questa soluzione costringe, in caso di equipaggio al completo, a continue trasformazioni del soggiorno quando si passa dalla configurazione guida a quella sosta, dall’altro regala un’abitabilità e un’ariosità interna davvero notevoli in caso di utilizzo di coppia.

La luminosità naturale e la necessaria aerazione sono ampiamente garantite, oltre che dall’ampia vetratura della cabina di guida, anche dalla presenza di due finestre simmetriche – di cui quella alle spalle del divano destro ad apertura scorrevole – e di un oblò panoramico Midi-Heki da 50×70 cm. Per garantire invece la necessaria privacy diurna e l’oscuramento notturno, sono invece presenti di serie i comodi oscuranti plissettati dedicati alla cabina. Lo stivaggio in quest’area dell’abitacolo è infine affidato a tre pensili e a una cassapanca utilizzabile.

La cucina, nel pieno rispetto delle “regole” imposta dalla configurazione “face to face”, è configurata a “L” rovesciata e concorre a fornire ancora più sensazione di spazio nell’area d’ingresso. La dotazione prevede un gruppo cottura lineare a tre fuochi, dotati di accensione piezoelettrica e protetti da una copertura in cristallo incernierata, e un lavabo circolare con coprilavello asportabile, servito da un miscelatore monocomando. Lo stivaggio è affidato a un pensile nella parte superiore e tre cassetti – di cui uno dedicato alle posate – e un vano – che contiene anche una piccola pattumiera fissata all’anta – riscavati nella parte inferiore del mobile cucina. L’aerazione è però affidata alla sola finestra apribile a compasso, in quanto non è fornita di serie la cappa aspirante e non è presente un oblò a tetto dedicato.

Sul lato opposto è invece collocata la colonna frigo in conformazione slim, un Thetford N3142 da 142 litri dotato di selettore automatico della fonte di energia, nella cui parte inferiore è stato ricavato un ulteriore utile cassetto.

Il ruolo di fungere da filtro tra la zona giorno e quella notte è destinato alla toilette in conformazione passante, sviluppata in due ambienti completamente indipendenti. L’accesso a entrambi è garantito direttamente dal corridoio centrale, così da renderli fruibili anche in caso di presenza di persone nella camera di coda. La doppia possibilità di battuta della porta del bagno e la presenza di un’ulteriore porta scorrevole che separa la zona letto, garantisce un totale isolamento del vano toilette.

Lungo la fiancata sinistra spazio al box doccia, completamente rivestito in termoformato e provvisto di porte in metacrilato, erogatore posto su un’asta ad altezza regolabile e un oblò a tetto da 28×28 cm utile per lo smaltimento dei vapori.

In posizione opposta si trova invece il locale bagno, arredato completamente in legno. Nella parte destra è collocato il wc Thetford C263, dotato di tazza orientabile e cassetta esterna estraibile, mentre la porzione sinistra è occupata dal mobile lavabo ad angolo provvista di un armadietto inferiore e uno superiore. L’aerazione è infine affidata, oltre al classico oblò a tetto da 28×28 cm, anche a una finestra apribile a compasso.

L’intera parte posteriore è dedicata a ospitare la camera padronale, formata da un matrimoniale nautico a penisola provvisto di piano con rete a doghe variabile manualmente in altezza. In linea con la categoria le misure del letto, con un larghezza di 148 cm e una lunghezza di 180 cm, estendibile all’occorrenza di altri 10 cm tramite un apposito cuscino da inserire in testa. Una soluzione, questa, che se da un lato consente un comodo passaggio laterale e accesso al letto anche nel caso di piano totalmente rialzato, dall’altro, non presenta alcuna prolunga o sostegno del piano stesso destinato alla porzione terminale del materasso, lasciandola di conseguenza sospesa in aria e destinata a flettere leggermente sotto la pressione esercitata dal peso degli occupanti di statura più elevata. In posizione completamente rialzata, l’accesso al letto è posto a 98 cm da terra, mentre gli occupanti possono godere di un cielo utile di ben 94 cm. L’aerazione necessaria della camera è ampiamente garantita dalle due finestre simmetriche apribili a compasso e dall’oblò a tetto da 40×40 cm, mentre lo stivaggio è affidato ai due classici armadi collocati ai lati del letto, coadiuvati da due pensili centrali.

Altri due posti per la notte sono disponibili nel classico letto basculante discendente manualmente in cabina. Dotato di rete a doghe, ha dimensioni particolarmente interessanti (200×150 cm) e un cielo utile pari a 79 cm, garantito dalla sua discesa fino a 122 cm da terra, previo abbattimento degli schienali dei sedili cabina. E’ provvisto di oblò a tetto dedicato da 40×40 cm, tenda perimetrale, tenda di separazione e spot di lettura.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

Il Dethleffs Trend I 7057 DBL è dotato di serie di: ABS, ASR, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, climatizzatore automatico in cabina, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control, alzacristallo elettrico su porta conducente, specchietti retrovisori stile bus con doppia lente regolabili elettricamente, predisposizione per l’autoradio, volante e pomello del cambio in pelle, ghiere cromate del quadro strumenti, porta cellula con finestra, zanzariera e chiusura centralizzata in combinata con la porta cabina, predisposizione per retrocamera, predisposizione per antenna satellitare e TV, predisposizione per pannello solare, luci d’ambiente.

Optional presenti sull’esemplare provato

  • Motorizzazione Fiat Ducato 2,3 MJ 148 CV
  • Verniciatura esterna Silver
  • Cerchi in lega da 16″
  • Impianto di commutazione bombole Truma Duo Control CS con Crash Sensor

Conclusioni

Fin dalla sua prima presentazione, la gamma Trend I ha ricoperto il ruolo di gradino d’ingresso all’universo dei motorhome marchiati Dethleffs, proponendo una ricca gamma di veicoli dalle linee e dal design però piuttosto semplici e in puro stile teutonico. Grazie al profondo restyling a cui ora è stata sottoposta, rispettando sempre i tratti tipici della factory di Isny, ha sicuramente acquisito un maggiore appeal che inizia pian paino ad avvicinarsi sempre più al raffinato gusto italiano. Un mercato, quello nostrano, a cui Dethleffs sta guardando con particolare attenzione grazie alla proposta di veicoli già completi di quegli accessori legati alla meccanica e alla cellula abitativa divenuti per la clientela italiana ormai indispensabili da trovare in un veicolo ricreazionale, offerti a un prezzo di partenza che resta al di sotto della soglia dei 70.000 Euro: e bene si, il listino del Trend I 7057 DBL oggetto di questa prova recita proprio 69.490 Euro. Un prezzo di partenza onesto, per un veicolo che riprende la qualità e le attenzioni costruttive che da sempre contraddistinguono le produzione dell’azienda tedesca, al quale però bisognerà contare di aggiungere qualche migliaia di euro, optando per una delle motorizzazioni più performanti e per importanti optional come la coibentazione del serbatoio di recupero, utile per chi pratica vacanze invernali. Il nuovo Trend I 7057 DBL si propone quindi, con qualche piccolo compromesso da accettare, come un veicolo moderno e al passo con i tempi, sia nell’estetica come nelle soluzioni abitative adottate, rivolgendosi sia alla coppia in cerca di un confortevole compagno di viaggio sia alla famiglia di tre o quattro persone.

Cosa ci è piaciuto di più

  • Completa la dotazione offerta di serie per quanto riguarda la parte meccanica in tema di dispositivi legati alla sicurezza e al comfort durante la guida.
  • Il letto basculante presenta dimensioni superiori alla media (200×150 cm).
  • L’aerazione del locale bagno è garantita dalla presenza sia del classico oblò a tetto sia di una finestra apribile.
  • Curata la costruzione interna del mobilio, pensata per ottimizzare la circolazione dell’aria lungo le pareti.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • La canalizzazione dell’impianto di riscaldamento prevede il passaggio esterno di una notevole porzione di tubo.
  • Il serbatoio di recupero è esterno e non prevede di serie alcuna coibentazione.
  • Il comando dell’impianto Combi è ancora di tipo classico e non digitale.
  • Nel matrimoniale posteriore, non è previsto alcun rinforzo o sostegno destinato alla porzione di materasso finale del letto in caso di utilizzo della prolunga, che resta di conseguenza sospesa in aria. 

Riferimenti e contatti del costruttore
Dethleffs GmbH & Co. KG
Arist-Dethleffs-Straße 12 – 88316 Isny
www.dethleffs.it
Rappresentata in Italia da:
Erwin Hymer Group Italia S.p.A.
Via Leonardo da Vinci, 120 – 50028 Tavarnelle Val di Pesa (Fi)
www.erwinhymergroup.com

Tutto su Dethleffs

Si ringrazia per la gentile collaborazione: Caravanlanghe

Strada Rizzi, 19 – 12050 Treiso (CN)
Tel. 0173 442215

www.caravanlanghe.it

 

Davide

Comments are closed.