October 15, 2019

La prestigiosa factory transalpina presenterà un modello completamente inedito, dalla pianta pensata per privilegiare la massima abitabilità diurna, che esordirà nelle fiere autunnali, mentre conferma l’attuale produzione introducendo modifiche di dettaglio finalizzate a migliorare ulteriormente prestigio e fruibilità

Le Voyageur propone da sempre una gamma di motorhome dai contenuti tecnico-costruttivi elevati, che uniti a finiture di prestigio e cura nei dettagli contraddistingue il brand fiore all’occhiello del gruppo Pilote. Per il 2020 l’offerta di veicoli integrali verrà ulteriormente ampliata con l’introduzione del nuovo motorhome Classic 7.8 LU, veicolo che farà il suo debutto ufficiale nei saloni autunnali dove si potrà toccar con mano l’inedito (per il brand francese) layout con dinette posteriore a “G”. Un vero e proprio salotto inserito in un contesto lussuoso, con ampi spazi in grado di accogliere in tutta comodità sette persone che potranno beneficiare di una piacevole illuminazione naturale grazie all’oblò panoramico collocato a soffitto. Con il chiaro intento di sfruttare al meglio gli spazi disponibili, questa nuova variante disporrà di spazi per stivaggio al di sotto delle sedute dei divani, due armadi e un contenitore per le bottiglie.In attesa del nuovo integrale, Le Voyageur conferma tutte le gamme presenti sul mercato italiano.

Collocata alla base dell’offerta del costruttore francese, la linea Classic è articolata in 14 modelli, tutti allestiti sul prestigioso telaio AL-KO, e include le tre proposte conducibili con patente B, nello specifico si tratta dei modelli LV 7.2 CF e GJF che si differenziano per l’adozione rispettivamente del letto centrale nautico o gemelli posteriori, e del particolare LV 6.8 LF, quest’ultimo, lungo 680 cm, è votato alla massima abitabilità interna grazie al layout nel quale tutta la parte posteriore è dedicata alla zona servizi.

Infatti, posizionata sul lato destro, la cucina a “L” offre allo chef di turno un ampio spazio di lavoro attrezzato con piano cottura a due fuochi e lavello inox, oltre a molteplici spazi di stivaggio, tra cui numerosi pensili a soffitto, una dispensa con chiusura a serranda e un pratico sportello di comunicazione con il sottostante gavone garage.

 

Sempre nella zona posteriore, ma sul lato opposto alla cucina, il locale toilette si sviluppa in un unico ambiente all’interno del quale si trova un box doccia di dimensioni domestiche dotato di porta semicircolare, il wc con cassetta estraibile e un armadio con ante a specchio posizionato sopra il lavabo.

Spazioso e ben illuminato, il living anteriore accoglie il suo equipaggio in un ambiente confortevole che sfrutta a pieno i vantaggi dei divani longitudinali tipici della dinette face to face i quali, coadiuvati dalle poltrone girevoli della cabina di guida, possono ospitare un buon numero di persone attorno a un tavolo centrale (ampliabile a libro) ben dimensionato.

Un ulteriore contributo alla piacevole sensazione di ariosità dell’interno è dato dalla nuova finitura del mobilio denominata “Dune”, un’essenza che dona luminosità a tutti gli ambienti conferendo un carattere particolare agli arredi, questo grazie alle venature scure messe in risalto dalla tonalità chiara del legno, il tutto in abbinamento a dettagli in laccato bianco e ai profili cromati delle ante. Essa affiancherà per la prossima stagione l’essenza “Cognac” già presente negli allestimenti della factory francese.

A completare l’allestimento vi è il letto basculante anteriore che, per la stagione 2020, sarà disponibile in opzione per tutte le gamme nella versione maggiorata. Infatti, con l’intento di dare sempre il massimo comfort, Le Voyageur introduce il nuovo basculante elettrico il quale in poche mosse può essere ampliato fino a raggiungere la dimensione di 200×190 cm, così da garantire un ampio spazio di riposo per la notte nonché la possibilità di scegliere se coricarsi in senso longitudinale o trasversale a seconda delle proprie esigenze o abitudini.

Come anticipato sopra vengono confermate anche le altre due piante conducibili con patente B, entrambe condividono il medesimo living anteriore composto dalla dinette face to face integrata alla cabina di guida grazie alle poltrone girevoli, ma che si differenziano per l’adozione di letti gemelli posteriori nel modello LV 7.2 GJF e letto centrale nautico per la versione 7.2 CF. Quest’ultimo è qui proposto con il mobilio nella già conosciuta essenza cognac, un piacevole contrasto tra la tonalità scura del noce per mobilio abbinato al bianco delle ante e dei piani.

Degno rappresentante del brand d’oltralpe, il Signature si pone al vertice dell’offerta per il mercato italiano di Le Voyageur con una gamma composta da quattro modelli suddivisi in due lunghezze differenti. I più corti, 8.0 CF e 8.0 GJF condividono la lunghezza di 809 cm, il living anteriore composto dalla dinette face to face e il locale bagno di tipo passante suddiviso in due ambienti indipendenti, mentre per quanto concerne la camera padronale il Signature 8.0 CF adotta il letto centrale nautico, mentre l’8.0 GJF i letti gemelli. Dimensioni maggiori, 860 cm, ma disposizione pressoché identica per i più grandi 8.5 CF -con letto centrale nautico- e 8.5GJF -con letti gemelli- si differenziano dai modelli più corti per l’ampiezza della zona toilette. 

 

Il bagno, di dimensioni maggiori, è suddiviso in due ambienti separati ma, grazie alle due porte (una scorrevole e l’altra a battente), può diventare un’ampia locale all’interno della quale trovano posto sul lato destro il wc e un capiente armadio, mentre sul lato opposto il box doccia di dimensioni domestiche e il lavabo; un ambiente che all’occorrenza può fungere da anticamera o spogliatoio.

Il Signature porta con sé anche una grande innovazione introdotta nella scorsa stagione, lo Smart-Vision System. Si tratta di un sistema volto a rendere più sicura la guida e facilitare il conducente durante le manovre. Esso non prevede l’uso degli specchietti laterali esterni, rimpiazzati da quattro telecamere ad alta definizione (due per lato) che si abbinano a due schermi posizionati internamente ai lati dei montanti del veicolo. 

Così facendo lo Smart-Vision consente di avere un maggior campo visivo, eliminando di fatto gli angoli ciechi, rendendo la guida più sicura e confortevole oltreché migliorare la visione anche nelle condizioni più critiche come la pioggia, il bagliore del sole o dei fari piuttosto che durante la notte. Questa tecnologia, grazie all’assenza degli specchi esterni, porta ulteriori vantaggi anche in termini di aereodinamica ed esclude la possibilità di rompere i retrovisori a causa di collisioni accidentali. Infine, il sistema include la funzione di video sorveglianza durante la sosta.

Anche l’impiantistica è curata nei minimi dettagli, infatti è presente il sistema di by-pass (presente su tutti i veicoli) di alcune funzioni del veicolo, questo a garanzia di un corretto utilizzo degli impianti principali anche in caso di guasti o mal funzionamento. Oltre a ciò sono disponibili, tra le altre cose, il caricabatteria a induzione per gli smartphone, l’adozione del riscaldamento a convettori Alde e, a richiesta, l’opzionale batteria al litio che garantisce una maggior autonomia.

Infine, di sicuro interesse è la possibilità di richiedere alcuni motorhome senza il basculante anteriore, al posto del quale vengono istallati dei pensili a giro su tutta la parte anteriore, aumentando ulteriormente la capacità di stivaggio.

Da ricordare la disponibilità come optional per la versione Classic del prestigioso riscaldamento a convettori Alde.

Foto gallery

Danilo Colombo

Comments are closed.