November 14, 2019

Una feSta tira l’altra…e un’altra!! Dopo lo straordinario successo delle passate edizioni, torna a Cremona la Festa del Salame da venerdì 25 a domenica 27 ottobre 2019. Dopo la missione dello scorso anno compiuta da “Gagarin”, il primo salame lanciato nello spazio, quale altra sorpresa attenderà i visitatori durante la prossima edizione della festa più golosa che ci sia?

Il centro storico di Cremona ospiterà stand di produttori specializzati provenienti da tutta Italia (e non solo), che consentiranno al pubblico di gustare e acquistare salami all’interno di un goloso percorso gastronomico.
La Casina Caremma di Besate e la Pecora nera di Morbegno. La Torre di Ripalta Cremasca e la Balocchetta di Brignano Gera d’Adda. Sono quattro degli otto agriturismi della Lombardia che venerdì 25 ottobre, alle 15.00, si sfideranno al PalaSalame di Cremona per conquistare il titolo di miglior salame artigianale dell’edizione 2019. Gli altri quattro concorrenti saranno la Cella di Montalto di Montalto Pavese, la Corte Valle San Martino, di Valle San Martino, la Quintalina di Anzano del Parco e Le Garzide di Crema.

La gara gastronomica di quest’anno si presenta completamente rinnovata nella forma. Ai giardini di Piazza Roma, gli agriturismi si sfideranno uno contro l’altro in una gara ad eliminazione diretta.
I salami artigianali prodotti dai vari contendenti sfileranno sul tavolo della giuria composta da giornalisti, esperti di food e ristoratori, per sfidarsi a due a due, fino a quando, i due migliori si confronteranno nella finale, che decreterà il miglior salame artigianale dell’edizione 2019. I criteri per giudicare i salami saranno ovviamente la vista, il profumo, la consistenza e il sapore.

A presentare e moderare l’incontro sarà Giorgio Cannì, storica penna de Il Corriere della Sera, giornalista esperto di food e tempo libero.

L’obiettivo della kermesse sarà, ancora una volta, quello di tutelare, valorizzare e far conoscere uno dei più classici alimenti delle tavole di origini contadine. Diventato non a caso, nell’immaginario collettivo, il prodotto conviviale per eccellenza. Protagonista, quest’anno, di una serie di “partite” uniche nel loro genere.

La manifestazione comprenderà anche un ricco cartellone di appuntamenti collaterali pensati per valorizzare la storia e la cultura legate all’insaccato più conosciuto e amato al mondo. Non mancheranno iniziative ‘appetitose’ tra cui degustazioni guidate, cooking show, competition tra agriturismi, animazione e laboratori dedicati ai bambini.

Per saperne di più sulla manifestazione: www.festadelsalamecremona.it

Il Camping Parco al Po, in Via del Sale 60, è un’area attrezzata per camper (e non solo), automatizzata, recintata e videosorvegliata, con 56 piazzole dotate di colonnine ed allaccio idrico ed elettrico, una zona di carico e scarico (camper service), docce e servizi igienici (anche per persone diversamente abili) e area comune con servizio di accoglienza e ristoro. Il centro, a circa 2 chilometri, è raggiungibile a piedi in 20 minuti o in bicicletta con comoda pista ciclabile. Costo di 1 euro all’ora, servizi inclusi.

 

Cinzia

Comments are closed.