- COL Magazine - https://magazine.camperonline.it -

Dethleffs Globeline T 6613 EB

Un profilato che, in meno di sette metri, offre all’equipaggio di coppia un layout con letti gemelli posteriori e una buona suddivisione degli spazi interni, a tutto beneficio della vivibilità: si chiama Globeline T 6613 EB e segna il ritorno del binomio Dethleffs e Mercedes-Benz

In sintesi

Tipologia Profilato
Meccanica Mercedes-Benz Sprinter 414 CDI con passo da 366,5 cm
Motorizzazione di base 414 CDI 2.143 cc – 105kW/143 cv
Motorizzazioni opt 416 CDI 2.143 cc – 120kW/163 cv, 419 CDI 2.987 140kw/190 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ESP, Hill Holder, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control, Side-Wind Assistant, illuminazione fari automatica, riconoscimento corsia
Posti omologati 4
Posti letto 2+1 (opt)
Dimensioni 696x233x300 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 3.042 Kg
Prezzo base Euro 75.990,00 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarHstarG
Meccanica starYstarYstarYstarYstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarY
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarHstarG
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarHstarG
Bagno starYstarYstarYstarGstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarYstarH
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarH
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Dethleffs è una tra le più longeve realtà produttive del mondo dei veicoli ricreazionali. Una factory in grado di presidiare la quasi totalità delle tipologie costruttive e di soddisfare le più diverse esigenze dell’utente finale, con un catalogo ricco di proposte che spaziano dai veicoli più compatti e agili, fino a quelli dalle dimensioni più importanti. Un marchio che poggia su basi solide, con voglia di crescere e rinnovare senza rinunciare però al proprio carattere. Una delle gamme che può rappresentare questi valori è la Globeline, un nome già conosciuto all’interno dell’offerta Dethleffs degli anni passati, che viene ora riproposta con un look giovane e dinamico e, come da tradizione vuole, con l’adozione della moderna e prestigiosa meccanica Mercedes-Benz Sprinter. Al momento, il Globeline T 6613 EB è l’unico rappresentante di questa gamma e offre al suo interno due comodi posti letto grazie all’adozione dei letti gemelli posteriori su gavone garage, ai quali è possibile aggiungere, in opzione, il letto singolo basculante discendente sopra al living anteriore.

Lungo 696 cm, largo 233 cm e alto 300 cm, il Globeline T 6613 EB sfrutta, come già accennato, la base meccanica del Mercedes-Benz Sprinter a trazione posteriore con passo da 367 cm. Di base viene proposto con motorizzazione da 2,2 litri capace di erogare 143 cv mentre, in opzione, sono disponibili i propulsori da 163 cv, di cui è dotato il veicolo oggetto di questa prova, e il potente 3 litri da 190 cv. La rinnovata meccanica Mercedes-Benz Sprinter porta con sé una dotazione offerta di serie piuttosto ricca, che annovera alcune delle ultime tecnologie automobilistiche oggi disponibili. Oltre ai classici ABS, ASR, Adaptive ESP e Hill Holder, sono infatti presenti i sistemi di frenata assistita, di chiamata d’emergenza e di attivazione automatica delle luci, il riconoscimento automatico della corsia di marcia e l’utile Crosswind Assist, che corregge automaticamente la traiettoria del veicolo in presenza di vento laterale. A questi, vanno ad aggiungersi ulteriori dispositivi inclusi nel pacchetto opzionale “Assistenza Mercedes” (presente sul veicolo in test) quali: Active Distance Assistant – regolatore della distanza – Distronic+, cambio automatico 7G-Tronic Plus, assistente alla stanchezza, sistema di mantenimento della corsia, sensore pioggia, WetWiper-System (funzione tergicristalli) e sistema di assistenza abbaglianti.

Il Globeline T 6613 EB si presenta con un aspetto esterno equilibrato, gradevole e reso ancora più sportivo e dinamico dai cerchi in lega da 16 “- forniti di serie – dal frontale della base meccanica di Stoccarda e, nello specifico del veicolo in test, dalla presenza del pacchetto opzionale “Style Mercedes”, che include: la colorazione della cabina esterna in nero metallizzato anziché bianca, paraurti e griglia in tinta con la carrozzeria, calandra cromata e fiancate in colore silver contribuisce a dare un tocco di personalità al veicolo. Una linea che non passa certo inosservata, grazie al cupolino anteriore dalla forma aerodinamica che ben si unisce alla linearità delle fiancate impreziosite da una grafica decisamente marcata dal colore rosso, per concludersi con uno specchio di coda caratterizzato da un paraurti che ingloba i gruppi ottici Full-LED e, nella parte superiore, dalla presenza della retrocamera.

Per quanto riguarda la costruzione, il nuovo Globeline T 6613 EB adotta il sistema Lifetime Smart che, oltre a pareti e tetto con struttura a sandwich tradizionale, prevede il pavimento con struttura totalmente priva di legno, isolamento in poliuretano e totale rivestimento inferiore in vetroresina. Materiale, quest’ultimo, che riveste esternamente anche il tetto e lo specchio di coda, mentre le pareti laterali sono realizzate in alluminio.
Oltre alle classiche aperture di servizio ricavate sui lati del veicolo, due sportelli simmetrici di ampie dimensioni (115×90 cm) consentono l’accesso al gavone garage posteriore il quale, con una profondità di 220 cm, una larghezza di 95 cm e un’altezza di 120 cm, garantisce un adeguato volume di carico seppur con un limite di peso posto a 150 kg. L’ambiente è, inoltre, provvisto di illuminazione e riscaldamento dedicato, delle utili barre con ganci riposizionabili per il fissaggio del carico e di una presa a 12 V. 

A completamento della cellula sono presenti cinque finestre Polyvision provviste di telaio in alluminio, quattro oblò a tetto – due da 40×40 a beneficio di cucina e camera da letto, uno da 28×28 con apertura a pantografo dedicato al bagno e uno apribile inserito nel cupolino a favore della dinette – e la porta di accesso alla cellula dalla larghezza maggiorata di 70 cm, provvista di finestra fissa con oscurante, zanzariera scorrevole, portaoggetti, luce esterna a led e chiusura centralizzata combinata con le porte della cabina di guida.

Gli impianti

A garanzia dell’autonomia idrica è presente un serbatoio dell’acqua potabile da 130 litri. Collocato nella parte posteriore del veicolo è accessibile, per le operazioni di svuotamento e manutenzione, attraverso un’apertura presente all’interno del gavone garage posteriore mentre, la distribuzione alle singole utenze, è affidata a una pompa ad immersione che entra in funzione esclusivamente all’apertura dei rubinetti, grazie alla presenza di micro interruttori. Le acque reflue, invece, convergono in un serbatoio dalla capacità inferiore pari a 100 litri, dotato anch’esso di botola per l’ispezione (in corrispondenza del primo gradino dei letti posteriori) e di valvola di scarico elettrica il cui comando è collocato all’interno del gavone garage posteriore. I serbatoi, posizionati uno a fianco dell’altro, sporgono al di sotto del pianale del veicolo e sono protetti da un guscio poliuretanico riscaldato che ne garantisce un’opportuna coibentazione.

Il compito di riscaldare l’abitacolo e di produrre acqua calda, è affidato alla potente Truma Combi da 6 KW alimentata a gas e posizionata all’interno della cassapanca della dinette. L’aria calda viene distribuita in maniera capillare tramite un sistema di canalizzazione che conta su un totale di sei bocchette mentre, il sistema di areazione AirPlus, garantisce un’ottimale retro ventilazione dei pensili che impedisce la formazione di condensa. Il comando, ancora di tipo classico, è collocato all’interno del secondo armadio a lato della colonna frigo, mentre la sonda termostatica è posizionata sopra la porta d’ingresso. Di sicuro interesse, la possibilità di richiedere in opzione il prestigioso riscaldamento a convettori Alde.

L’impianto elettrico, ospitato anch’esso all’interno della cassapanca in dinette, si avvale di una batteria servizi da 95 ah e di una centralina/caricabatterie Schadaut EBL 119. Le utenze di bordo sono comandate da un pannello di comando piuttosto semplice e intuitivo nel suo utilizzo, che trova posto al di sopra della porta di accesso all’abitacolo. L’impianto elettrico si segnala, poi, per la presenza di sei prese 220 V distribuite nei vari ambienti, tre da 12 V mentre, si fa notare, l’assenza delle pratiche porte USB utili per la ricarica di dispositivi mobili. Sono inoltre previste di serie per il nostro mercato, le predisposizioni per la TV, l’antenna satellitare e il pannello solare.

L’illuminazione interna, interamente a led, è abbastanza efficace e capillare; oltre agli spot a soffitto e nei sotto pensili, può contare su vari punti d’illuminazione molto scenografici ottenuti tramite luci d’ambiente presenti nel perimetro dei ripiani a giorno anteriori, del piano cucina e nel corpo dei mobili.

Per quanto concerne l’impianto del gas, il Dethleffs Globeline T 6613 EB fa affidamento su due bombole da 10 kg che trovano posto al di sotto del letto posteriore sinistro, nell’apposito vano provvisto di sportello per l’accesso dall’esterno, attrezzato con ganci ferma bombole, filtro per i residui oleosi delle bombole e il regolatore di pressione Truma Mono Control CS con Crash Sensor. Infine, tre sono i sezionatori posti all’interno del mobile inferiore della cucina, facilmente raggiungibili.

All’interno

Al suo interno, il Globeline T 6613 EB, accoglie in un ambiente moderno, giovane e informale caratterizzato da un mobilio dalle linee prevalentemente tese con accenni di curvature nei pensili superiori. Un insieme ancor più sottolineato dagli accostamenti cromatici dell’essenza “Virginia Eiche” con tinte chiaro/scure, dalle finiture laccate dei frontali e dagli inserti cromati che contraddistinguono i pensili superiori. Un design moderno che ben si sposa anche con le sellerie, qui nella versione “Torcello”, che abbina il bianco degli schienali al grigio delle sedute; in alternativa, sono poi disponibili ulteriori tappezzerie. Come già accennato il T 6613 EB, adotta il collaudato sistema AirPlus dedicato ai mobili interni, studiato per consentire un’ottimale circolazione dell’aria lungo le pareti ed evitare così la formazione di condensa interna. Non mancano poi anche le utili paretine anticondensa dedicate al living anteriore e alla camera da letto posteriore.

Il living anteriore, anche se dallo sviluppo contenuto, si presta a ospitare comodamente quattro commensali. E’ configurato con tavolo centrale, provvisto di piano traslabile in tutte le direzioni e di supporto telescopico, e divano a “L” coadiuvato dalle poltrone girevoli della cabina di guida. La luminosità è ben garantita da una finestra sul lato sinistro e ottimale nella zona anteriore grazie all’ampia vetratura della cabina di guida supportata dallo Sky-View inserito nel cupolino. Per lo stivaggio, sono presenti due pensili nel sotto basculante e altrettanti vani a giorno sopra la zona guida. Infine, a garanzia della giusta privacy nelle ore diurne e l’oscuramento in quelle notturne, sono presenti di serie gli oscuranti plissettati dedicati alla cabina.

Il blocco cucina, dallo sviluppo lineare, presenta sulla superficie un lavandino realizzato in acciaio inox con copertura amovibile, servito da relativo miscelatore monocomando, e un piano cottura a tre fuochi Dometic con accensione piezo elettrica e provvisto di coperchio incernierato. Il piano di lavoro non risulta particolarmente ampio ma, in supporto al cuoco di turno, vi è una prolunga a ribalta che garantisce un minimo di superficie d’appoggio.

Buoni gli spazi di stivaggio che, oltre ad un pensile superiore, contano su tre cassetti ricavati nella parte inferiore – di cui il primo con porta posate – e un vano con anta organizzato all’interno con ripiano e pattumiera. Manca la cappa aspirante, ma una buona areazione è garantita dalla finestra e dall’oblò a soffitto. La dotazione si completa con il frigorifero Thethford N 3142 da 142 litri in conformazione Slim mentre, l’accessoristica, conta su un elegante pannello a protezione della parete frontale e su ganci riposizionabili inseriti in appositi binari.

Posizionata di fronte alla cucina, la toilette si sviluppa in un unico ambiente accessibile tramite una classica porta a battente. La parte sinistra è occupata dal box doccia realizzato in termoformato e completo di piatto inferiore con pedana in legno, rubinetto miscelatore monocomando con erogatore posto su un’asta ad altezza variabile e porte a soffietto in metacrilato per isolarlo dal resto del vano. Sul lato destro, invece, è presente il wc con cassetta estraibile Thetford C 263 S il quale, posizionato a ridosso del lavabo, intralcia parzialmente l’utilizzo di quest’ultimo. La corretta areazione è affidata a un piccolo oblò da 28×28 cm con apertura a pantografo, mentre l’arredo si completa con una specchiera che cela, alle sue spalle, un armadietto organizzato provvisto di ripiano al suo interno. Da notare, infine, la differenza di altezza tra il piano di calpestio del pavimento interno dell’abitacolo e quello del locale bagno, che può comportare alcune limitazioni al suo utilizzo alle persone di statura più elevata.

Situata in coda al veicolo, la camera padronale prevede la presenza dei comodi letti gemelli posizionati su gavone garage che, oltre ad essere dotati di reti a doghe e di due gradini che ne facilitano l’accesso, possono diventare anche un maxi letto matrimoniale. Un ambiente particolarmente arioso, completo di due finestre simmetriche e un oblò a tetto, che nel complesso risulta accogliente e curato, grazie anche alla presenza delle paretine anticondensa e delle luci d’ambiente a diffusione presenti sopra ai pensili e nella testiera imbottita che riveste la parete posteriore. Lo stivaggio, si affida qui a due pensili a soffitto, ripiani a giorno e due armadi guardaroba: il primo, ricavato alla base del letto destro, è accessibile anche dall’alto sollevando la rete del letto mentre il secondo, a sviluppo verticale, è posizionato a lato della colonna frigorifero. Si segnala, in aggiunta, la presenza di un capiente vano alla base del letto sinistro.

Un ulteriore posto letto per la notte è garantito dalla presenza del letto singolo basculante anteriore a movimentazione elettrica, disponibile in opzione e presente sul veicolo oggetto di questa prova. Sprovvisto di rete a doghe e oblò a tetto, il suo utilizzo preclude la fruibilità sia del living sia della porta d’ingresso alla cellula.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

ABS, ESP, ASR, EBV, sistema SOS, assistenza di frenata attiva, gestione guasti, assistente mantenimento corsia, assistente vento laterale, accensione automatica luci diurne e fari, climatizzatore semiautomatico Tempmatic, quadro strumenti con display a colori, pneumatici per le quattro stagioni (FourSeason M+S), airbag passeggero, freno a mano elettrico, radio digitale DAB, schermo multimediale touchscreen da 10,25 pollici, cerchi in lega 16“ Mercedes, serbatoio diesel da 93 l, portabicchieri nel cruscotto anteriore. Predisposizione per il televisore, oscurante per la cabina di guida, trasformazione dei letti singoli in letto matrimoniale, finestra nel cupolino, oblò panoramico 70 x 50 (sopra la dinette), griglie di protezione per il frigorifero, letto d‘emergenza, finestra (aggiuntiva) in bagno, porta cellula con finestra e chiusura centralizzata, finestra con cornice, luce veranda 12 V, illuminazione indiretta, blocco cucina in alternativa con frigorifero grande, zanzariera porta ingresso cellula, telecamera Mercedes-Benz per la retromarcia, illuminazione completa interna a LED, predisposizione per pannello solare, predisposizione per l‘antenna satellitare, volante e pomello del cambio in pelle, sensore di collisione per impianto a gas.

Optional presenti sull’esemplare provato

Prezzo del veicolo provato: Euro 85.370,00

Conclusioni

Al nuovo Globeline T 6613 EB il compito di riportare in auge un binomio importante, quello tra Dethleffs e Mercedes-Benz. Una gamma che viene riproposta all’interno dell’offerta del brand tedesco in un momento in cui la meccanica di Stoccarda riscuote notevole interesse, sia da parte dei costruttori, sia da parte dell’utente finale, grazie ai contenuti tecnologici e al comfort di guida molto vicino a quello di un’automobile. Un comfort che si percepisce anche internamente dove, nonostante la lunghezza contenuta in meno di sette metri, ambienti ariosi e moderni accolgono l’equipaggio di coppia offrendo loro i giusti spazi per piacevoli vacanze e momenti di relax. L’unica nota stonata in un layout nel complesso equilibrato nelle sue dimensioni è data dal locale bagno, che potrebbe risultare scomodo per persone di corporatura robusta o di alta statura. Tralasciando qualche peccato di gioventù, migliorabile nell’arco del tempo, il Globeline T 6613 EB prosegue nella mission della factory di Isny, contraddistinta da proposte in grado di coniugare carattere e qualità a prezzi interessanti. Quest’ultima voce, prezzo o budget che dir si voglia, è un elemento che condiziona durante la scelta di un camper: il prezzo base del T 6613 EB, posto a 75.990 euro, potrebbe sembrare una cifra impegnativa ma, a conti fatti, non obbliga l’acquirente a ulteriori esborsi di denaro se non per impreziosirlo ulteriormente. Infatti, Dethleffs, riserva una dotazione di serie per il nostro mercato di tutto rispetto, alla quale si aggiungono tutte le peculiarità costruttive del marchio e, dulcis in fundo, la prestigiosa meccanica Mercedes-Benz. Ecco, quindi, che il Globeline T 6613 EB si può considerare un profilato “pronto a partire”.

 

Cosa ci è piaciuto di più

  • Completa la dotazione offerta di serie per quanto riguarda la parte meccanica in tema di dispositivi legati alla sicurezza e al comfort durante la guida.
  • Curata la costruzione interna del mobilio, pensata per ottimizzare la circolazione dell’aria lungo le pareti.
  • Comoda l’adozione di serie del comando elettrico per la valvola di scarico.
  • Ottima la disponibilità di stivaggio grazie sia all’ampio garage sia agli spazi disponibili nei vari ambienti.
  • Interessante e ricca la dotazione di serie.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Il bagno presenta qualche difficoltà nell’uso del lavabo vista la vicinanza del wc e il vano presenta un’altezza limitata.
  • Nonostante le evoluzioni, la meccanica del Mercedes-Benz Sprinter nella versione con trazione posteriore presenta ancora una certa tendenza al rollio in marcia.
  • Mancano le utili prese USB. 
  • Il comando della Truma Combi non è quello digitale e presenta una collocazione scomoda per l’utilizzo.

 

Riferimenti e contatti del costruttore
Dethleffs GmbH & Co. KG
Arist-Dethleffs-Straße 12 – 88316 Isny
www.dethleffs.it
Rappresentata in Italia da:
Erwin Hymer Group Italia S.p.A.
Via Leonardo da Vinci, 120 – 50028 Tavarnelle Val di Pesa (Fi)
www.erwinhymergroup.com

Tutto su Dethleffs

Fotogalley

Si ringrazia per la gentile collaborazione: Centro Caravan Barassi

Viale Lombardia 254 – 20900 Monza (MB)

Tel.: (+39) 039.743573

www.centrocaravansbarassi.com