August 4, 2020

New entry per la stagione 2020, l’Arto 82 E offre elevati contenuti tecnici coniugati a prestigio, eleganza e alta possibilità di personalizzazione: un motorhome che si rivolge all’equipaggio esperto, poco incline a scendere a compromessi, in cerca di un compagno di viaggio solido e affidabile che garantisca il massimo comfort di bordo sia durante la sosta sia in marcia

 

In sintesi

Tipologia Motorhome
Meccanica Fiat Ducato 50 Heavy con telaio ribassato AL-KO AMC e passo da 400 + 80 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 103kW/140 cv 
Motorizzazioni opt. 2.287 cc – 118kW/160 cv ; 2.287 cc – 132kW/180 cv 
Dotazioni di sicurezza ABS con EBD, ASR, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducete e passeggero
Posti omologati 4
Posti letto 4
Dimensioni 834x232x295 cm
Peso massimo ammesso 5.000 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 4.150 Kg
Prezzo base Euro 114.200,00 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarY
Meccanica starYstarYstarYstarHstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarH
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarH
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarY
Cucina starYstarYstarYstarYstarH
Bagno starYstarYstarYstarYstarY
Impiantistica starYstarYstarYstarYstarY
Stivaggio starYstarYstarYstarYstarG
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

In un mercato combattuto e ricco di variabili come quello dei veicoli ricreazionali di lusso, emergere e distinguersi con il proprio carattere richiede un grande sforzo e un impegno costate spingendosi, talvolta, anche oltre i propri limiti. Con questi obiettivi ambiziosi, alla fine degli anni novanta, Niesmann+Bischoff dà il via al nuovo progetto Arto che, nel corso degli anni, ha saputo crescere nel numero di modelli e varianti, affinare stile e tecnica costruttiva e diventare, generazione dopo generazione, prima un fiero esponente di uno tra i marchi più prestigiosi, quindi una famiglia di prodotti di alto livello dedicati a un’utenza esperta ed esigente e, infine, un vero e proprio punto di riferimento dei motorhome di lusso allestiti su base Fiat Ducato. Una gamma di veicoli che rappresentano un concentrato di stile, eleganza, tecnologia e raffinatezza, dal look pulito immediatamente riconoscibile per il suo design eccezionalmente automobilistico che non passa certo inosservato, in grado di soddisfare sia la coppia, sia la famiglia in materia di soluzioni abitative e ampie possibilità di personalizzazioni. Una proposta che oggi conta su ben 14 modelli e che vede nel nuovo Arto 82 E una nuova variante che riprende il layout del bestseller Arto 77 E, caratterizzato dalla presenza dei letti gemelli in coda, sviluppandolo, però, su una lunghezza esterna di 834 cm; centimetri utili per ampliare ulteriormente la vivibilità di bordo e inserire un capiente armadio appendiabiti aggiuntivo, oltre ai due già presenti sotto i letti.

La meccanica di base è quella del Fiat Ducato 50 Heavy in abbinamento al telaio ribassato AL-KO AMC 45 H con passo da 400+80 cm e doppio asse posteriore, portata massima complessiva pari a 5.000 kg, a fronte di una massa in ordine di marcia di 4.150 kg. Per ciò che concerne le motorizzazioni, Niesmann+Bischoff offre come base di partenza il propulsore da 2,3 litri in grado di erogare 140 CV, lasciando al committente la possibilità di richiedere le motorizzazioni più potenti da 160 CV o 177 CV, disponibili come optional. Considerando però le masse e le volumetrie del veicolo, appare evidente che la scelta più adeguata risulti, senza ombra di dubbio, quella del propulsore più potente. In materia di sicurezza durante la guida, il nuovo Arto 82 E annovera, nella dotazione offerta di serie, i principali dispositivi tra cui l’ABS con il controllo elettronico di frenata EBD, l’ASR, l’ESP, il Traction+, l’Hill Holder, l’Hill Descent Control, gli Airbag conducete e passeggero e le luci diurne a LED. Opzionali, invece, Cruise Control e climatizzatore automatico in cabina, raggruppati nel Pacchetto Chassis insieme agli ammortizzatori comfort per l’asse anteriore.

Lunga la lista degli optional da cui attingere per configurare a piacimento la parte meccanica optando per esempio, come sull’esemplare provato, per il cambio automatico a nove rapporti, il volante e il pomello del cambio in pelle, i cerchi in lega da 16”, i fanali frontali e fendinebbia a LED con fari statici di curva, il decoro del cruscotto in design alluminio o ancora il Pacchetto Multimedia che include, tra le altre cose, anche il navigatore con monitor touch screen da 7” compreso radio DAB+, lettore DVD, Bluetooth e retrocamera sotto l’emblema del giglio. L’altezza esterna del veicolo è contenuta in appena 295 cm; questo, grazie allo chassis ribassato AL-KO che abbassa significativamente il baricentro del veicolo, con vantaggi per la stabilità durante la guida, e permette la creazione di un doppio pavimento passante alto 29 cm all’interno del quale, oltre ai vani di stivaggio, è ospitata gran parte dell’impiantistica al riparo dal freddo e dagli agenti atmosferici. Non mancano poi, inseriti nell’intercapedine al fine di riscaldarla, diversi convettori collegati al sistema di riscaldamento centrale mentre, l’accesso dall’interno, è agevolato da numerose botole presenti a pavimento.

A livello costruttivo, la scocca segue gli schemi classici utilizzati per le produzioni Niesmann+Bischoff: si tratta, infatti, di un sandwich autoportante da 30 mm di spessore con doppio rivestimento esterno e interno in alluminio e coibentazione in styrofoam RTM ad alta densità mentre, il tetto, presenta un rivestimento esterno in vetroresina antigrandine. Il collegamento superiore delle varie parti non avviene tramite classici cantonali di congiunzione, sostituiti da profili in alluminio che conducono l’acqua piovana verso il frontale e la parate posteriore, al fine di ridurre al minimo la formazione delle righe nere laterali. La mancanza di tangenza tra i rivestimenti interni ed esterni, separati dall’isolante ad alta densità e da appositi profili in poliuretano, fa sì che la scocca offra inoltre garanzia di tenuta ai fulmini secondo il principio della gabbia di Faraday. A tutto ciò, naturalmente, va aggiunto il frontale, stampato in vetroresina e completato dal parabrezza panoramico, per un insieme estremamente robusto. Sempre in vetroresina monoblocco è realizzata anche la parete posteriore, elegante e personale nelle forme: lo stampo in fibra di vetro è applicato sopra alla normale scocca sandwich al fine di massimizzare robustezza e coibentazione consentendo, al contempo, di optare per un aspetto dinamico e automobilistico capace di contenere gli eleganti gruppi ottici a led e il logo centrale che ingloba la retrocamera. Cinque sono poi le diverse tipologie di verniciatura totale tra cui poter scegliere, che variano dai toni del silver, dell’antracite e del rosso, tutte derivanti da prestigiose case automobilistiche, come BMW e Lamborghini, e che consentono così di dare un tocco di personalità maggiore alla scocca esterna. La base di partenza è il bianco pastello, che contraddistingue il veicolo oggetto di questa prova, qui ulteriormente arricchita dalla presenza dell’allestimento opzionale ClouLine Design, comprensivo di griglia cofano motore laccata con applicazioni cromate, finestre cabina di guida allineate alla parete, applicazioni cromate per i gruppi ottici frontali e la parete posteriore. Sempre nell’ottica di lasciar spazio ai gusti personali, Niesmann+Bischoff consente di personalizzare gli skid-plate anteriori e posteriori – color Champagne opaco per il veicolo in prova -, le bandelle laterali e le calotte degli specchi retrovisori discendenti, con appositi e accattivanti motivi colorati a completamento di una grafica, elegante e personale, dove spiccano i richiami al logo Niesmann+Bischoff, presente con l’emblema del giglio su tutti lati del veicolo e il naming esteso inserito in bella mostra nella parte centrale della parete posteriore. Infine, la scocca si completa con una bandellatura laterale realizzata in alluminio dove, sul lato sinistro, è inserito uno sportello dedicato al vano che ospita le valvole per lo svuotamento dei serbatoi che, su richiesta, è possibile integrare, come sul veicolo testato, con un gavone esterno estraibile, dotato di sportello d’apertura ultrapiatto con cerniere a scomparsa.

L’esterno vede poi la presenza delle classiche aperture a servizio del maxi gavone garage posteriore, accessibile tramite due sportelli simmetrici di diverse dimensioni: quello destro con apertura assistita verso l’alto (114×92 cm) e quello sinistro, a richiesta con sovrapprezzo, con classica apertura a libro (80×74 cm). Il vano si sviluppa in un ambiente da 202x120x125 cm allestito con cura: è presente un elegante rivestimento in moquette e un fondo antiscivolo, è dotato di riscaldamento, tramite appositi convettori dell’impianto Alde inseriti all’interno del doppio pavimento, di illuminazione, presa 220 V e di due barre con ganci di fissaggio del carico riposizionabili a piacere. Infine, su richiesta è possibile avere una scaffalatura e relativi contenitori, come sul veicolo oggetto di questa prova.

A completamento della componentistica della scocca, il veicolo in esame, presenta cinque finestre Dometic Seitz S7, dotate di telaio in alluminio, e sei oblò a tetto tra cui due panoramici Dometic Heki 3 a beneficio di living anteriore – incluso nel Pacchetto Comfort 1 – e camera da letto, un oblò con ventola a servizio della cucina e tre da 40×40 cm a vantaggio del letto anteriore, locale bagno e box doccia. Per ciò che concerne l’accesso alla cellula, invece, l’Arto 82 E opta per una porta Tegos, dotata di serratura di sicurezza elettrificata a doppio aggancio, di finestra fissa completa di oscurante plissettato e zanzariera scorrevole, coadiuvata da un doppio gradino esterno ad azionamento elettrico.

Gli impianti

Per quanto concerne l’impiantistica di bordo, vale la pena, sicuramente, approfondire innanzitutto il discorso della parte elettrica vista la presenza, sul veicolo oggetto di questa prova, del Pacchetto Lithium Energie fornito su richiesta. Una novità introdotta dalla factory di Polch per questa stagione improntata ad aumentare in modo significativo l’autonomia dalle fonti energetiche esterne. Il nuovo sistema energetico Niesmann+Bischoff si compone di un nucleo centrale costituito da 3 batterie al litio solfato di ferro, per un totale di 300 Ah (per la serie Arto), il caricabatteria da 100 Ah con inverter da 3000Watt di corrente e 2 pannelli solari da 125 Watt ciascuno con celle solari ad alta potenza, con possibilità di ampliare l’impianto fino a 4 moduli solari per un totale di 500 Watt. Gli apparati sono collocati in appositi vani ricavati all’interno nel gavone garage posteriore, facilmente accessibili e opportunamente protetti da griglie. Infine, il tutto è ovviamente monitorabile e controllabile, oltre che dagli apparecchi di bordo inseriti all’interno della Media Tower a lato dell’ingresso, anche da smartphone. Sempre per ciò che concerne l’impianto elettrico, l’Arto 82 E può contare su una presa a 12 V a lato della Tv, quattro a 220 V equamente distribuite tra cucina, bagno, letto posteriore e garage e tre USB per la ricarica di dispositivi mobile, una in cucina e due nella camera da letto.

L’illuminazione, piuttosto scenografica e ben distribuita, è realizzata completamente a led: in particolare, ritroviamo il tratto distintivo di Niesmann+Bischoff nell’inserimento di scenografici elementi retroilluminati Brown Grass, con fili d’erba naturale, proposti a decoro della porta toilette e della testiera del letto posteriore. Per quanto riguarda i vari ambienti in generale, invece, l’Arto 82 E si affida, oltre ai classici spot inseriti nel soffitto, nel sotto basculante e nei sotto pensili, ai faretti orientabili e alle luci d’ambiente a diffusione. Non mancano, poi, l’illuminazione automatica negli armadi guardaroba e la plafoniera dedicata al garage posteriore, mentre la classica luce esterna è stata sostituita, nei modelli provvisti in origine di veranda, da una scenografica illuminazione dimmerabile a LED lungo tutta la parete e inglobata proprio all’interno del profilo del tendalino. L’Arto 82 E, in particolare, è disponibile, come l’esemplare sotto esame, con veranda da 6 metri per il funzionamento della quale occorre disporre di un inverter oppure di allacciamento alla corrente da 220V.

L’autonomia idrica può contare su un serbatoio dell’acqua potabile da 200 litri e uno per il recupero delle acque reflue da 150 litri: entrambi sono posizionati nel doppio pavimento, in corrispondenza degli assi posteriori per una corretta ripartizione dei carichi, e accessibili per le ordinarie procedure di manutenzione e pulizia attraverso botole dedicate presenti a pavimento. La distribuzione dell’acqua alle varie utenze è garantita dalla presenza di una pompa a pressostato, posizionata nel vano laterale sinistro insieme alle valvole di scarico dei serbatoi. Una volta utilizzata, l’acqua è raccolta tramite pilette di scarico dotate di sifoni antiodore e convogliata verso il serbatoio di recupero.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono affidati, di serie, all’impianto ad aria canalizzata Truma Combi 6 CP Plus da 6 kW, mentre in opzione possono essere richieste sia la Combi 6 CP Plus E, dotata di resistenze elettriche integrate, sia il pregiato e complesso riscaldamento a convettori Alde Compact 3020, presente sull’esemplare oggetto di questo test. Alimentata a gas, la caldaia eroga una potenza di 5.5 kW, a cui si affiancano altri 3.2 kW disponibili grazie alle resistenze elettriche integrate utilizzabili quando connessi alla rete e distribuisce il calore prodotto attraverso una rete di convettori disposti lungo tutto il perimetro del veicolo, all’interno del doppio pavimento e in cabina di guida. Dotata di comando touch-screen digitale a colori collocato a lato dell’ingresso, nella Media-Tower, l’unità termica è posizionata all’interno della cassapanca frontemarcia del living, accessibile tramite uno sportello superiore. L’impianto si completa poi con il vaso di espansione Alde: facilmente accessibile per i controlli del livello del Glycol dei convettori, è collocato a lato del letto posteriore destro.

Infine, l’impianto del gas può contare sullo scambiatore di calore e sull’interruttore inerziale DuoControl CS (proposto in opzione) installato all’interno del vano portabombole inserito sulla fiancata destra, in corrispondenza del sedile passeggero, e pensato per ospitare due bombole da 10 kg. I tre rubinetti sezionatori sono invece collocati nella parte inferiore del mobile cucina, facilmente raggiungibili.

All’interno

Gli interni del nuovo Arto 82 E presentano una costruzione estremamente precisa, come da tradizione Niesmann+Bischoff, che associa parti convesse e piane in un efficace mix che, arredando, riesce però a dilatare gli spazi. Merito, senza dubbio, anche delle scelte cromatiche ben abbinate tra mobilio, rivestimento di mobili, soffitto e tappezzeria, che creano un ambiente al tempo stesso moderno e rilassante. Abbinamenti che il committente finale può personalizzare grazie alle innumerevoli possibilità offerte dalla factoy tedesca per rendere ancora più unica la propria casa viaggiante. Una scelta che parte dallo stile degli arredi, con rivestimento del pavimento abbinato, dalle tinte più classiche (Classic Line) o dall’essenza più chiara e moderna (Modern Line, presente sull’esemplare provato) per proseguire con quattro varianti disponibili per le antine, da quelle color bianco lucido o satinato – come sul veicolo in esame –, a quelle in legno coordinato con l’essenza dei mobili. Scendendo ancor più nel dettaglio, sono offerti due differenti decori stile pietra destinati alla sala da bagno e, su richiesta, anche alla Mediatower posta all’ingresso (qui nella variante Black Star). Le tappezzerie, qui nella combinazione in tessuto Shadow per le sedute e Grand Cru N1 per i cuscini, sono disponibili in sei differenti varianti fra tessuti e pelle alle quali abbinare, a proprio gusto, ben dodici differenti cuscini che fungono da schienale.

Il mobilio vanta poi aerazioni anticondensa superiori e l’utilizzo cerniere inox di qualità domestica, coadiuvate da pistoncini a gas. Non mancano, inoltre, le paretine anticondensa, pensate per assecondare le esigenze di aerazione dell’impianto di riscaldamento Alde. Oltre alle innumerevoli possibilità di scelta offerte dalla lunga lista degli accessori forniti con sovraprezzo, Niesmann+Bischoff propone principalmente due pacchetti opzionali a completamento delle dotazioni della scocca, entrambi presenti sul veicolo in oggetto. Il primo si chiama “Pacchetto Comfort 1” e include: oblò panoramico Heki 3 sopra la zona giorno, oscuranti plissettati per le finestre laterali della cabina, frigorifero a colonna Tec-Tower da 177 litri con forno a gas da 25 litri, reti dedicate ai letti fissi e al basculante anteriore con sistema Froli e materasso schiumato a freddo. Il secondo, invece, è il “Pacchetto Liner”, che porta con sé: specchietti retrovisori esterni grandangolari, elettrici, riscaldabili e in tinta con la carrozzeria del mezzo, tapparella avvolgibile elettrica per il parabrezza, finestre laterali cabina con doppio vetro, sedili cabina SKA inclinabili e regolabili in altezza, rivestimento del soffitto in microfibra e finestre con comando unico centrale.

Ritornando alle personalizzazioni, o scelte, in funzione di propri gusti e desideri, l’Arto 82 E è uno dei modelli a catalogo Niesmann+Bischoff il cui layout può essere configurato, in fase di ordinazione e senza sovrapprezzo, scegliendo tra le due tipologie di living anteriore disponibili: l’affermata dinette face to face oppure, come in questa occasione, una disposizione più “classica” con semidinette. Spazio quindi al salotto composto da un divano a “L” coadiuvato dalle poltrone della cabina SKA, provviste di piastre girevoli, supportata da un divanetto laterale e servito da un tavolo centrale con piano ampliabile e traslabile, in grado di offrire spazi ben fruibili e di accogliere comodamente cinque commensali.

In viaggio e in sosta, gli occupanti possono godere, oltre che della visuale offerta dall’ampia vetratura anteriore, di una finestra Dometic S7 apribile a compasso posizionata sulla fiancata sinistra, di una scorrevole sul lato destro e della finestra inserita nella porta di ingresso, mentre non manca, sempre per ciò che concerne l’aerazione, un maxi oblò panoramico Dometic Heki 3 a soffitto (incluso nel Pacchetto Comfort 1).

L’oscuramento notturno è garantito dalla presenza di una tapparella elettrica dedicata al parabrezza e dagli oscuranti plissettati per i vetri laterali della cabina (dotazioni incluse nei pacchetti Comfort 1 e Liner). Lo stivaggio superiore di questa zona, è organizzato con un pensile di ampie dimensioni collocato sul lato sinistro e due mensole a giorno e con bordo anticaduta, utilizzabili anche con il letto basculante abbassato. Nella parte inferiore del living, ulteriori vani di stivaggio sono ricavati all’interno delle cassepanche di entrambi i divani laterali, di quello frontemarcia e nel doppio pavimento passante, accessibili grazie a tre botole disposte lungo il corridoio centrale. Nella zona di ingresso, l’elegante Media-Tower ospita, nella parte superiore, i pannelli di comando dell’impianto elettrico e del riscaldamento, la TV Smart da 32″ (optional presente al momento della prova) con supporto orientabile, a lato il vano per il decoder e, nella parte inferiore, un pratico portascarpe a ribalta.

Caratterizzato da un piano in pietra minerale (disponibile in opzione al posto del classico multistrato) e conformato nell’ergonomica forma a “L”, il blocco cucina si concretizza alle spalle del living e ospita sulla superficie un piano cottura Thetford a tre fuochi provvisto di accensione piezoelettrica e coperchio in vetro temperato, un pratico pozzetto/gocciolatoio e il lavello circolare stampato direttamente nel piano con fondo in acciaio inox servito da un elegante miscelatore.

A garanzia di un’adeguata areazione, l’ambiente beneficia della presenza di un oblò a tetto con ventola – optional presente sul veicolo in prova – e di una finestra apribile a compasso mentre, per quanto concerne l’accessoristica, l’Arto 82 E oggetto di questa prova è provvisto di macchina per il caffè (optional), con porta cialde e alloggiamento a scomparsa nel pensile superiore, e un elegante pannello di protezione per la finestra e la parete laterale. Per quanto concerne lo stivaggio, la parte inferiore del blocco cucina vede la presenza del cassetto portaposate e di due ulteriori cassetti di cui quello inferiore dotato di una piccola pattumiera. Tutti i cassetti, come tradizione Niesmann+Bischoff, sono dotati di sistema di chiusura centralizzata e rientro assistito Soft-close. La restante parte, invece, è sfrutta con una dispensa estraibile organizzata al suo interno con ulteriori tre cassetti. Verso la zona posteriore, poi, il blocco cucina è affiancato da una pratica colonna a tutta altezza che ospita alcuni ripiani a giorno utili a collocarvi piccoli oggetti.

Opposta alla cucina, ecco la Tec-Tower (optional incluso nel Pacchetto Comfort 1): ospita il frigorifero da 142 litri Dometic Serie 10 RMD 10.5XT (al posto del piccolo 106 litri) – dotato di cella freezer separata da 35 litri, selezione automatica della fonte di energia e ante apribili da entrambi i lati – e il forno a gas da 25 litri. Infine, sotto al frigo, lo spazio restante è stato sfruttato ricavando un ulteriore cassetto mentre, a pavimento, una botola consente di accedere a un vano a sviluppo trasversale.

La zona posteriore dell’abitacolo è fisicamente separata da un gradino dotato di illuminazione inferiore a led, rappresentando la base ideale per la porta di separazione con la zona anteriore che, grazie alla doppia battuta, serve anche il locale toilette. A fungere da filtro tra le due zone troviamo il bagno in conformazione passante: un ambiente spazioso organizzato con un ampio corridoio centrale al fianco del quale sono collocati, sul lato destro, il locale wc e, su quello sinistro, un armadio guardaroba e un box doccia d’impronta domestica con sviluppo circolare. In particolare, il locale bagno è arredato con cura e presenta un lavabo stampato direttamente nell’elegante piano realizzato in materiale minerale (optional presente sul veicolo provato) e servito da un miscelatore in metallo, un wc con tazza girevole e cassetta estraibile Thetford e un’ampia specchiera che, nella porzione ad angolo, cela un armadietto. Il locale si completa, poi, con accessoristica dedicata, oblò a tetto da 40×40 cm dotato di scuro e zanzariera a garanzia di una corretta areazione e ulteriori vani a giorno utili a ospitare piccoli oggetti.  

Di fronte alla toilette, la doccia circolare è dotata di due porte scorrevoli semicircolari ed è completa di erogatore su piantana regolabile, colonna attrezzata, staffa appendiabiti, pedana nautica in legno (disponibile con sovrapprezzo) e di doppia piletta di scarico. Non manca l’illuminazione, con due spot led dedicati, mentre l’aerazione può fare affidamento su un oblò da 40×40 cm. A fianco del box doccia, è presente un capiente armadio guardaroba attrezzato con mensole riposizionabili a piacere e asta appendi abiti.

Situata in coda al veicolo, la camera padronale offre una delle soluzioni più richieste dal nostro mercato, rappresentata dai letti gemelli posizionati su gavone garage. Entrambi, facilmente accessibili grazie a due comodi gradini, si caratterizzano per la presenza di un piano con rete Froli e materasso schiumato a freddo (optional inclusi nel Pacchetto Comfort 1) e, all’occorrenza, possono essere uniti – grazie al cuscino aggiuntivo fornito in opzione – per diventare un maxi letto matrimoniale. A dominare l’ambiente particolarmente curato ed elegante, è la scenografica testiera dei letti dotata di inserti Green Grass retroilluminati e di imbottitura centrale con logo Niesmann+Bischoff ricamato. Oltre a beneficiare della presenza di convettori Alde posizionati ai lati dei letti, la zona notte gode dell’illuminazione naturale garantita dall’oblò panoramico Heki 3 a soffitto – optional presente sul veicolo in esame in luogo del classico da 40×40 cm – supportato da due finestre simmetriche posizionate sulle pareti laterali mentre, nelle ore più buie, fa affidamento su luce diffusa, spot a soffitto e due luci di lettura orientabili.

Lo stivaggio è ancora una volta particolarmente ben organizzato: infatti, altre a due vani ricavati all’interno dei gradini d’accesso ai letti, fa affidamento su un giro pensili superiore e su due armadi guardaroba. Questi ultimi, posizionati alla base dei letti singoli, sono accessibili sia dalla parte superiore, sollevando una porzione della rete, sia dalla classica apertura laterale servita da un’anta a scorrimento verticale e sono provvisti di barra appendiabiti. L’ambiente si completa poi con una presa da 220 V e due porte USB, mentre per ciò che concerne la separazione dell’ambiente, la camera sfrutta una comoda porta scorrevole. Da notare, infine, come i tecnici Niesmann+Bischoff abbiano scelto di collocare, anche in questo ambiente, un secondo termostato di gestione dell’impianto di riscaldamento, permettendo quindi agli occupanti di regolare la temperatura della camera comodamente anche dal letto.

Altri due posti per la notte sono disponibili nella parte anteriore dell’abitacolo grazie al tradizionale letto basculante: disponibile sia con movimentazione manuale sia elettrica, scende in pochi secondi al di sopra della cabina di guida (previo abbattimento degli schienali delle poltrone), è accessibile con l’ausilio di una scaletta e offre una superficie utile di 192×130 cm. Il letto è dotato di sponda di contenimento imbottita e rivestita in pelle con comando di arresto e sblocco centrale, rete Froli, materasso in schiuma fredda, tenda perimetrale di cortesia, rete anticaduta e aerazione a tetto tramite un oblò da 40×40 cm. 

Piantine e misure

Dotazioni di serie

ABS con EBD, ASR, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducete e passeggero, le luci diurne a LED, strumentazione cruscotto con anelli cromati, porta cellula con finestra, zanzariera scorrevole e chiusura elettrificata.

Il veicolo oggetto di questo CamperOnFocus, inoltre, è completo di:

  • Pacchetto Comfort 1 (Oblò panoramico Heki 3 sopra la zona giorno, oscuranti plissettati per le finestre laterali della cabina, frigorifero a colonna Tec-Tower da 177 litri con forno a gas, reti dedicate ai letti fissi e al basculante anteriore con sistema Froli e materasso schiumato a freddo) – Euro 2.040,00
  • Pacchetto Liner (Specchietti retrovisori esterni grandangolari, elettrici, riscaldabili e in tinta con la carrozzeria del mezzo, tapparella avvolgibile elettrica per il parabrezza, finestre laterali cabina con doppio vetro, sedili cabina SKA inclinabili e regolabili in altezza, rivestimento del soffitto in microfibra e finestre con comando unico centrale) – Euro 3.065,00
  • Pacchetto Chassis (Clima cabina automatico, Cruise Control, ammortizzatori rinforzati asse anteriore) – Euro 2.245,00
  • Pacchetto Multimedia (Predisposizione radio Sound System compresi 4 altoparlanti High End a due uscite, Subwoofer, antenna sul tetto, navigatore con monitor touch screen da 7″ compreso di radio DAB+ , vano DVD, bluetooth e retrocamera sotto l’emblema del giglio, TV LED da 22″ nel Mediatower, ricevitore integrato DVB-S2/DVB-T2, vano DVD e altoparlanti di risonanza, impianto satellitare Oyster Cytrac Vision senza decoder) – Euro 5.833,00
  • ClouLine Design (griglia cofano motore laccata con applicazioni cromate, finestre cabina guida a filo pareti, applicazioni cromate per i gruppi ottici frontali e la parete posteriore) – Euro 1.825,00
  • Pacchetto Lithium Energy (Batterie al litio, 3 x 100 Ah  (al poso delle Agm) con booster per la ricarica, monitoraggio delle batterie e indicatore per la gestione delle batterie, caricabatterie combinato con 100Ah e inverte da 12V a 220V potenza 3.000 Watt, impianto pannelli solari 250 Watt con regolatore MPPT) – Euro 9.217,00
  • Motorizzazione Fiat Ducato 2.3 euro 6D 180 CV – Euro 4.501,00
  • Cambio automatico con convertitore di coppia ZF AT9 – Euro 3.434,00
  • Fanali frontali e fendinebbia a LED, inclusi fari statici di curva – Euro 1.927,00
  • Decoro cruscotto con applicazione alluminio – Euro 168,00
  • Cerchi in lega da 16″ – Euro 2.245,00
  • Design accentuo esterno “Champagne Opaco” (pellicola decorativa per il frontale, pareti laterali, bandelle e specchietti retrovisori) – Euro 819.00
  • Volante e pomello del cambio in pelle – Euro 251,00
  • Gavone laterale estraibile lato conducente – Euro 614,00
  • Oblò con ventola sopra cucina – Euro 354,00
  • Oblò panoramico Heki 3 sopra letto posteriore – Euro 1.220,00
  • Tendalino 6 m, versione elettrica 230 V, con illuminazione LED dimmerabile – Euro 2.789,00
  • Superfici in materiale minerale per bagno e cucina al posto del multistrato – Euro 1.415,00
  • Portellone garage lato conducente – Euro 498,00
  • Inserti Ardesia “Black Star” su Media-Tower – Euro 502,00
  • Riscaldamento a convettori Alde Compact 3020 – Euro 2.840,00
  • Truma DuoControl CS – Euro 292,00
  • Scambiatore di calore – Euro 1.015,00
  • TV LED 22″ con ricevitore integrato inserita nel Mediatower posteriore – Euro 912,00
  • Macchina del caffè a scomparsa nel pensile superiore con porta cialde – Euro 906,00
  • Illuminazione “Brown Grass” per porta divisoria, dimmerabile – Euro 538,00
  • Illuminazione “Brown Grass” per letto posteriore – Euro 431,00
  • Presa 220V in garage – Euro 236,00
  • Pedana antiscivolo in doccia – Euro 218,00
  • Illuminazione indiretta Mediatower (cambio colore e regolazione dell’intensità della luce)  – Euro 231,00
  • Tv Smart 32″ con triple tune, Bluetooth 4.2 e Blue-Ray player nella Mediatower – Euro 1.835,00
  • Sistema di stivaggio nel gavone garage posteriore -Euro N.d

Totale veicolo provato Euro 168.586,00

Conclusioni

Arto è una gamma di motorhome che, nel corso degli anni, è cresciuta e migliorata fino a diventare un punto di riferimento per i motorhome di lusso allestiti su base Fiat ducato. Un’evoluzione che non ha mai perso però di vista i concetti che Niesmann+Bischoff pone alla base delle sue produzioni: massima attenzione nella realizzazione, sfruttamento delle migliori tecnologie costruttive disponibili e una ricercatezza e cura nei dettagli che possano rendere unico ogni Arto. La conferma di tutto ciò la si può trovare nel nuovo Arto 82 E, che esprime al meglio i concetti appena descritti. Difficilmente, infatti, dalle linee di montaggio del brand tedesco possono uscire due esemplari perfettamente identici: ma la scelta di Niesmann+Bischoff di offrire al committente finale un così alto livello di personalizzazione implica, però, la consapevolezza che il divario tra il prezzo di partenza e quello finale sarà sicuramente ampio. Ovviamente, se consideriamo l’utente tipo di questi veicoli, esperto, attento, esigente e in cerca di un prodotto che soddisfi i propri gusti, le proprie esigenze, ma soprattutto che sia “esclusivo”, allora si può pensare che sia ben disposto a staccare assegni di un certo valore. L’Arto 82 E da noi provato ne rappresenta infatti un perfetto esempio: a fronte di un prezzo di listino pari a 114.200 Euro bisogna aggiungere ben oltre 50.000 Euro per aggiudicarsi questo esemplare ma, come già accennato, il livello di personalizzazione è elevato, la presenza del Pacchetto Lithium Energy è quanto di meglio si possa desiderare attualmente in materia di autonomia energetica e, a conti fatti, questo esemplare ha tutto ciò che serve. Una lista di optional, quindi, inevitabilmente lunga ma, se analizzata con attenzione, ci si rende conto come vi siano degli aspetti che vanno in contrapposizione con il livello del veicolo: infatti, ci si potrebbe aspettare che accessori come il climatizzatore automatico in cabina di guida, il Cruise Control, gli ammortizzatori rinforzati dell’asse anteriore piuttosto che gli oblò panoramici, gli oscuranti plissettati per la cabina di guida o il riscaldamento a convettori Alde, siano presenti di serie in quanto oggigiorno oramai quasi indispensabili e appare difficile pensare che possa esserci un “Arto” senza. Inoltre, poco adeguata, vista la mole del veicolo, risulta anche la motorizzazione di partenza, rappresentata dal propulsore Fiat in grado di erogare 140 CV. Nonostante questi appunti, però, il nuovo Arto 82 E è un motorhome in grado di coccolare il proprio equipaggio, offrendo loro i giusti spazi con uno dei layout più in auge del momento che, viste le dimensioni del veicolo, non porta a compromessi a livello di abitabilità interna. Numerosi sono poi i dettagli che in un veicolo del genere fanno la differenza, certo hanno il loro prezzo, ma anche il loro fascino e utilità e sono fatti per rendere piacevole, confortevole e sicura l’esperienza di viaggio. Nulla è più opinabile della bellezza, ma quando è frutto delle proprie scelte in materia di stile, eleganza e dettagli unici, come se fosse un abito sartoriale su misura, poco importa.

Cosa ci è piaciuto di più

  • L’Arto è un motorhome moderno, ricco di stile automobilistico, accattivante, elegante e ben riuscito, con un design esterno che non passa certo inosservato.
  • La costruzione della scocca è ai massimi livelli, con una perfetta unione tra tecnologia, materiali di alta qualità e cura di assemblaggi e rifiniture.
  • La componentistica utilizzata è di alto livello ed è sintomatica di un veicolo nato per offrire grande comfort in ogni periodo dell’anno. 
  • Convincente lo sfruttamento degli spazi, con ambienti ariosi e vivibili e spazio di stivaggio più che sufficiente anche con equipaggio al completo.
  • L’arredamento interno è piacevole, luminoso e ricco di carattere: interamente personalizzabile, è un esempio di raffinatezza moderna.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • La dotazione della meccanica di base non è tra le più ricche: un motorhome di alto livello come questo dovrebbe essere proposto, di serie, con motorizzazione da 180 CV, come alcune dotazioni essenziali dovrebbero essere fornite di serie.
  • Diverse dotazioni proposte in opzione dovrebbero fare parte delle peculiarità di serie: tra queste il riscaldamento Alde, le poltrone SKA, la serranda elettrica anteriore, gli oscuranti plissettati della cabina di guida o, sempre in questo ambiente, i doppi vetri per i cristalli laterali. Difficile, infatti, immaginare un Arto sprovvisto di tutto ciò.
  • Il prezzo di un esemplare finito e completo è sensibilmente diverso rispetto a quello di un esemplare base: la dotazione di serie piuttosto scarna, se da un lato permette al committente la massima possibilità di personalizzazione, dall’altra ha inevitabili ripercussioni sulla cifra finale. 
Riferimenti e contatti del costruttore
Niesmann+Bischoff GmbH Clou Straße 1 – 56751 Polch – Deutschland Tel. +49 26 54 93 30 – Fax +49 26 54 93 31 00 – E-mail: info@niesmann-bischoff.com www.niesmann-bischoff.com
 

Fotogallery

Danilo Colombo

Comments are closed.