August 4, 2020

Profilato classico oppure semintegrale con basculante? Ecco una concreta risposta da parte di Eura Mobil. Un confronto tra due modelli che possiamo considerare i più ricercati nelle loro categorie: si chiamano Profila T 695 EB e Profila RS 695 EB, sono lunghi poco meno di sette metri, offrono il layout dei comodi letti gemelli e  portano in dote caratteristiche tecnico-costruttive di alto livello

In sintesi

Tipologia Profilato (Profila T 695 EB)
Meccanica Fiat Ducato 35 Light con telaio ribassato Camping-Car Special e passo da 403,5 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 103 kW/140 cv
Motorizzazioni opt. 2.287 cc – 118 kW/160 cv ; 2.287 cc – 132 kW/177 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ASR, ESP, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control, sensori pressione pneumatici
Posti omologati 4
Posti letto 2+2 (opt)
Dimensioni 699x232x286 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.964 kg
Prezzo base Euro 68.900,00 Con IVA FF
 
Tipologia Profilato con basculante (Profila RS 695 EB)
Meccanica Fiat Ducato 35 Light con telaio ribassato Camping-Car Special e passo da 403,5 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 103 kW/140 cv
Motorizzazioni opt. 2.287 cc – 118 kW/160 cv ; 2.287 cc – 132 kW/177 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ASR, ESP, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control, sensori pressione pneumatici
Posti omologati 4
Posti letto 4
Dimensioni 699x232x299 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 3.081 kg
Prezzo base Euro 68.900,00 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarH
Meccanica starYstarYstarYstarHstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarH
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarH width=
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarYstarH
Bagno starYstarYstarYstarYstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarYstarG
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Un brand prestigioso, Eura Mobil, e un nome che identifica ormai da anni una gamma della sua ampia offerta: Profila. Nata più di 10 anni fa con il compito di rappresentare il grandino d’accesso al mondo del costruttore tedesco, ha subito nel tempo notevoli evoluzioni, affermandosi nelle ultime stagioni come uno dei cavalli di battaglia del marchio nel segmento dei semintegrali. Ed è stato proprio questo suo processo di crescita graduale e continua a segnarne in parte il successo, portando da sempre in dote tutte le peculiarità tecnico-costruttive di alta gamma e l’intero know-how aziendali, dapprima racchiusi in prodotti dall’impronta più semplice e funzionale, mentre oggigiorno custoditi in veicoli che nulla hanno da invidiare alle proposte dei loro principali competitor. Ecco dunque una collezione di profilati che conta ben 15 differenti proposte suddivise nelle due conosciute gamme, denominate Profila T e Profila RS. Due serie che possono essere definite una la copia esatta dell’altra per quanto concerne i layout offerti, ma che si differenziano per il diverso sviluppo della zona anteriore: semintegrali classici i primi e dotati di letto basculante i secondi.

Una differenza che si gioca non solo sul piano estetico, dell’altezza esterna e dell’organizzazione degli spazi interni della parte alta della zona giorno, ma anche dell’utenza a cui si rivolgono. Ecco quindi che i Profila T sono dedicati principalmente all’equipaggio di coppia in cerca di un soggiorno più luminoso e arioso, mentre i Profila RS, grazie alla presenza di quattro posti letto sempre pronti, sono pensati sia per la famiglia che si rivolge a questa categoria di veicoli, quanto per la coppia che riceve spesso ospiti a bordo. Non potevamo quindi non accendere i riflettori su due modelli che offrono uno dei layout oggi più ricercati sul nostro mercato, quello dei letti gemelli posteriori su garage, sviluppato in una lunghezza di poco inferiore ai sette metri: si chiamano Profila T 695 EB e Profila RS 695 EB.

Lunghi entrambi 699 cm, larghi 232 cm, si differenziano per l’altezza esterna, esattamente di 286 cm per il Profila T 695 EB e di 299 cm per il fratello Profila RS 695 EB. Per quest’ultimo, infatti, Eura Mobil ha scelto di optare per un rialzo del cupolino anteriore così da poter comodamente ospitare il letto basculante senza andare a incidere sull’altezza utile interna dell’abitacolo, andando letteralmente a scomparsa nel soffitto. Una decisione che non va però a incidere troppo sull’aerodinamicità e sull’impatto estetico, mantenendo comunque linee morbide che disegnano l’elaborato e possente cupolino realizzato in vetroresina, dove spicca il maxi sky-roof fisso integrato che segue perfettamente la sua dolce curvatura. Soluzione, quest’ultima, presente anche nel più filante cupolino anteriore del Profila T 695 EB, sempre costruito in vetroresina, contraddistinto da un design ancor più dinamico.

D’impronta chiaramente teutonica, la scocca segue un andamento piuttosto lineare per culminare in uno specchio di coda dalle forme regolari, impreziosito però da chiari elementi d’ispirazione automotive. Spazio quindi a un paraurti dove spiccano i moderni gruppi ottici a LED dalla forma lineare e a uno spoiler superiore bicolore più pronunciato, dove sono inseriti la luce del terzo stop e, poco sotto, l’occhio della telecamera della telecamera per la retromarcia, fornita di serie.

Un insieme reso ancor più accattivante dall’adozione, sempre di serie, dei cerchi in lega da 16”, delle luci diurne a LED integrate nei fari anteriori e della calandra color nero lucido, che vanno a impreziosire l’aspetto della base meccanica del Fiat Ducato. Questa è adottata, per entrambi i modelli, nella versione 35 Light con telaio ribassato Camping-Car Special, provvisto di carreggiata posteriore allargata e passo da 403,5 cm. Piuttosto interessante l’equipaggiamento offerto di serie dal produttore tedesco per il nostro mercato, che annovera, oltre al propulsore da 2,3 litri Euro 6D-Temp da 140 CV (fornendo in opzione le motorizzazioni capaci di erogare 160 e 177 CV), anche numerosi dispositivi legati al comfort e alla sicurezza durante la marcia come: ABS, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, Cruise Control, climatizzatore manuale in cabina, Airbag conducente e passeggero, fari fendinebbia anteriori, sensori pressione pneumatici, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, alzacristalli elettrici e autoradio 2DIN con sistema DAB+.

Per ciò che concerne la costruzione, pareti e tetto beneficiano della collaudata scocca autoportante “Eura Mobil Sealed Structure”: offrono, infatti, un sandwich con doppio rivestimento interno ed esterno in vetroresina, coibentazione in polistirene mineralizzato e rifinitura del soffitto interno con una elegante microfibra imbottita. Un assemblaggio curato e moderno che evita l’utilizzo di listelli e viti, optando per appositi profili perimetrali in alluminio e per speciali collanti di origine aeronautica al fine di garantire resistenza, stabilità e assenza di ponti termici. Il pavimento è costituito da un sandwich anch’esso con doppio rivestimento interno ed esterno in vetroresina, coibentazione in RTM, rinforzi perimetrali in poliuretano e trasverse in alluminio, e utilizzato come base per la creazione di un vero e proprio doppio pavimento tecnico presente su tutta la superficie della cellula abitativa, con un’altezza omogenea pari a 11 cm. Una struttura talmente pregevole da spingere la casa tedesca a offrire ben 10 anni di garanzia sull’impermeabilità, oppure 150.000 Km, previa esecuzione dei tagliandi scocca annuali previsti.

La scocca si completa poi con l’adozione di componenti di qualità, come le finestre a filo carrozzeria Dometic Seitz S7, dotate di telaio in alluminio, o la porta d’ingresso alla cellula Hartal dotata di finestra fissa, zanzariera scorrevole, chiusura centralizzata e pattumiera integrata. Nonostante la presenza del doppio pavimento, lodevole è l’assenza di gradini esterni estraibili, lasciando spazio a due comodi scalini integrati.

La loro parte posteriore è dedicata a ospitare l’ormai quasi immancabile gavone garage, su entrambi servito da due sportelli simmetrici di differenti dimensioni (destro 116×86 cm e sinistro 96×86 cm). Il vano interno presenta uno sviluppo piuttosto regolare, con una profondità di 216 cm, una larghezza massima di 100 cm e un’altezza di ben 124 cm; presenta un rivestimento del fondo antiscivolo, due barre con ganci riposizionabili per il fissaggio del carico, altrettante bocchette dedicate al riscaldamento e una presa di corrente a 220 V.

Gli impianti

L’autonomia idrica si affida a un serbatoio da 140 litri collocato all’interno della cassapanca frontemarcia del living anteriore. Accessibile per le necessarie operazioni di ispezione e pulizia rimuovendo la seduta del divano, è servito da una pompa a pressostato collocata in coda al veicolo, all’interno del doppio pavimento, raggiungibile da una nicchia ricavata nel garage.

Tutti gli scarichi, dotati di sifoni contro i cattivi odori, confluiscono in un serbatoio di recupero dalla capacità più contenuta di 100 litri. Posizionato parzialmente all’interno del doppio pavimento tecnico e parzialmente sotto pianale, è avvolto da un apposito guscio poliuretanico riscaldato per la totale protezione dal gelo ed è dotato di serie di una valvola di scarico ad azionamento elettrico tramite un pulsate dedicato collocato nel vano garage.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono affidati alla Truma Combi da 4 kW; alimentata a gas l’unità termica è in grado di distribuire nell’abitacolo il flusso di aria calda distribuendolo attraverso una canalizzazione che conta su nove bocchette, tutte con tratte interne al doppio pavimento e, di conseguenza, esenti da dispersioni di calore. Collocata all’interno del divanetto laterale della dinette, è comandata dal moderno pannello digitale Truma CP Plus che trova posto, assieme alla sonda termostatica, sopra la porta d’ingresso. Nonostante la potenza sia più che sufficiente in rapporto alle dimensioni dei due mezzi, considerata la loro vocazione a essere veicoli pensati e realizzati per un tranquillo utilizzo anche in presenza di climi più rigidi sarebbe risultato ancora più interessante installare di serie l’unita da 6 kW, disponibile comunque nella lista degli optional.

L’impianto elettrico fa capo a una batteria dei servizi da 80 Ah al Gel collocata, assieme alla centralina/caricabattria marchiata Nordelettronica, nella parte inferiore del sedile passeggero della cabina di guida, mentre le utenze dei bordo sono gestite da un pratico pannello comandi touch-screen inserito sopra la porta cellula. L’illuminazione interna sfrutta completamente la tecnologia a led e si affida a faretti a incasso, plafoniere a soffitto e piccole abatjour dedicate ai letti di coda, nonché a luci d’ambiente collocate sopra ai pensili, con luminosità a diffusione anche all’interno del mobiletto stesso, in modo tale da illuminarne il contenuto. L’equipaggio può inoltre contare su cinque prese 220 V, una presa a 12 V e quattro prese USB posizionate in camera da letto e nella zona d’ingresso, utili per la ricarica dei dispositivi mobili.

Infine, per quanto concerne l’impianto del gas, entrambi i veicoli si affidano al classico vano esterno servito da sportello collocato lungo la fiancata sinistra, in posizione ribassata. Dedicato a ospitare due bombole da 10 kg, è completo di ganci fermabombole e riduttore di pressione standard. I tre rubinetti sezionatori, invece, sono alloggiati nella parte inferiore del blocco cucina.

All’interno

Dai tratti piuttosto teutonici, gli arredi interni riescono a esprimere nella loro linearità la giusta eleganza dovuta a vicoli di tale livello, presentando, come da tradizione del brand, una costruzione accurata che guarda con attenzione alla massimizzazione dei flussi di aria calda generati dall’impianto di riscaldamento; questo sia grazie alla presenza di ampie paretine anticondensa a favore del living e dei letti di coda, sia con soluzioni destinate al resto del mobilio. Due le essenze offerte, qui degnamente rappresentate dai due veicoli provati, entrambe comunque disponibili a scelta per tutta la gamma. Una più scura denominata “Navarra” – presente sul modello Profila T 695 EB – che si affida alla bicromia tra legno scuro e parti bianche con inserti e maniglie cromate, offrendo un insieme che dona un tocco di maggiore raffinatezza all’ambiente.

La seconda, più chiara e moderna e qui presente sul Profila RS 695 EB, prende il nome di “Chalet”, richiamando per l’appunto gli arredi tipici di queste abitazioni, proponendo un mobilio con piacevoli venature a vista.

Vero e proprio cuore dell’allestimento, il living beneficia appieno della perfetta complanarità del pavimento rispetto alla cabina di guida, utilizzando anche le poltrone girevoli per ospitare fino a cinque commensali in un ambiente accogliente e confortevole. Grazie, infatti, a un divano a L sviluppato lungo la fiancata sinistra e a un divanetto laterale destro, il soggiorno permette di fruire bene dell’ampia superficie utile del tavolo centrale, sorretto da una monogamba e dotato di piano traslabile.

Ed è proprio in questi ultimi dettagli che si ritrova una delle prime differenze dell’allestimento interno dei due modelli. Se sul Profila RS 695 EB dotato di basculante la gamba del tavolo è fissa, sul fratello Profila T 695 EB è possibile optare per una gamba telescopica, così da poter permettere, all’occorrenza, la creazione di un ulteriore letto matrimoniale a disposizione di ospiti occasionali, mediante anche l’ausilio di cuscini e prolunghe aggiuntivi (kit completo fornito in opzione a richiesta). Ma è voltando lo sguardo verso il soffitto che si nota subito la vera diversità tra i due protagonisti. Da un lato il Profila T 695 EB è un degno rappresentante in chiave moderna del semintegrale classico, proponendo una zona giorno votata all’ariosità ma, soprattutto, alla luminosità naturale. Spazio quindi a un maxi-oblò panoramico apribile Dometic Heki 3 che, assieme al già citato sky-view fisso inserito nel cupolino e alla finestra laterale apribile a compasso, donano all’ambiente la giusta dose di luce diurna. Ecco poi tre capienti pensili di cui, quelli collocati lungo la fiancata sinistra, creano un perfetta continuità stilistica con la cucina, oltre a presentare un elegante rivestimento alla base dove sono incassati i faretti.

Diversamente, la parte alta della zona giorno del Profila RS 695 EB è organizzata al meglio per ospitare il letto basculante perfettamente e completamente integrato nel soffitto, così da garantire anche nel soggiorno un’altezza utile di 198 cm, come il fratello d’impronta classica. Ancorati al sottobasculante sono stati ricavati comunque tre pensili seppur dalle dimensioni nettamente inferiori, mentre l’oblò panoramico lascia il posto a una più piccola apertura da 40×40 cm al solo servizio del letto.

A movimentazione manuale, la messa in opera di quest’ultimo richiede l’abbattimento degli schienali delle sedute laterali e la rimozione dei due poggiatesta posteriori e, quando in uso, va a coprire totalmente la porta d’ingresso alla cellula. Nella norma le dimensioni, 187×140 cm, mentre l’allestimento del letto si completa con la presenza di un piano con rete a doghe, tende perimetrali, faretti da lettura, reti anticaduta e mensole a giorno confinanti con il pensile della cucina che possono fungere da comodino per gli occupanti del letto. A garantire invece la necessaria privacy diurna e oscuramento notturno, Eura Mobil prevede di serie su entrambe le gamme i pratici oscuranti plissettati dedicati ai vetri della cabina di guida. 

Identica su entrambi i modelli, tranne che per piccoli dettagli, lo sviluppo della zona centrale e posteriore dell’abitacolo. Spazio quindi a un blocco cucina dalle forme particolarmente sinuose che ben sfrutta e si adatta allo spazio retrostante all’adiacente soggiorno. Il piano vede la presenza di un lavello circolare in acciaio inox, ben servito da un rubinetto monocomando di derivazione domestica, accanto al quale trova collocazione un fornello a tre fuochi in linea, dotati di accensione piezoelettrica e coperchio in cristallo temperato, lasciando liberi al contempo ampi spazi di lavoro. Ben distribuito anche lo stivaggio, suddiviso in tre cassetti, un capiente cestello estraibile e un piccolo vano ricavati nella parte bassa del mobile e un pensile a soffitto, di dimensioni leggermente più contenute il lunghezza nel Profila RS 695 EB, dovuto alla vicinanza del letto basculante.

Differenze si trovano anche nell’aerazione: su entrambi è presente una finestra apribile a compasso provvista di cornice retroilluminata a protezione mentre, per quanto concerne le aperture a tetto, il modello Profila RS 695 EB è provvisto di un oblò da 40×40 cm dotato di ventola con doppia funzione (aspirazione/ventilazione) mentre il Profila T 695 EB può sfruttare, all’occorrenza, il vicino oblò panoramico. Su entrambi, inoltre, è possibile richiedere in opzione, come sui modelli provati, l’utile cappa aspirante. A lato della cucina trova poi posto frigorifero a colonna trivalente Dometic RML 9335 da 140 litri in conformazione slim, completo di grande cella freezer integrata e selettore automatico della fonte di energia. Questo è incorniciato a sua volta da due ulteriori vani.

Lungo la fiancata opposta si sviluppa, in un ambiente unico, il locale toilette. Accessibile tramite una porta a battente, opta per un rivestimento del pavimento in termoformato garantendo e un arredo realizzato in legno. Nella porzione sinistra è posizionato il wc Thetford C223 dotato di cassetta esterna estraibile e tazza orientabile, sormontato da vani e dal mobiletto destinati allo stivaggio. La parte di destra, invece, ospita il lavabo, servito da un miscelatore monocomando. Questo, all’occorrenza, ruota al di sopra del wc per permettere la creazione del box doccia, richiudibile grazie a un sistema di ante in metacrilato semicircolari scorrevoli; completo di piatto con doppia piletta di scarico e pedana di rivestimento in legno, è servito da un miscelatore autonomo con erogatore posto su un’asta ad altezza variabile. L’areazione del locale è assegnata però solo a un piccolo oblò a tetto da 28×28 cm.

L’intera parte posteriore del mezzo ospita la camera padronale, formata dai comodi letti gemelli dall’accesso facilitato, grazie alla presenza di due gradini centrali fissi. Di dimensioni leggermente differenti (186×80 cm quello destro e 182×80 cm quello sinistro), sono dotati di rete a doghe e possono anche essere uniti in un unico maxi-matrimoniale tramite un piano scorrevole estraibile e un cuscino aggiuntivo. L’allestimento si completa con la presenza di due finestre simmetriche apribili a compasso, un oblò a tetto da 40×40 cm (dotato di ventola sul modello Profila T 695 EB), utili prese USB e due particolari abat jour che contribuiscono a creare un’atmosfera casalinga.

Numerose sono poi le possibilità di stivaggio ricavate in questa zona: innanzitutto ogni letto presenta un pensile laterale, in aggiunta ai classici due pensili posizionati sulla parete di coda. Il piano di entrambi i letti può inoltre essere sollevato sfruttando appositi pistoni a gas consentendo di raggiungere sia il sottostante gavone garage, sia accedere anche dall’alto agli armadi guardaroba ricavati nella parte terminale dei letti, provvisti comunque di classica anta frontale. Non mancano, inoltre, ulteriori possibilità di stivaggio date dalla presenza di due botole a pavimento che consentono un accesso diretto a due ulteriori vani ricavati nel doppio fondo, una ricavata nella zona dell’ingresso e l’altra tra la cucina e la camera da letto.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

ABS, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, Cruise Control, climatizzatore manuale in cabina, Airbag conducente e passeggero, fari fendinebbia anteriori, luci diurne a LED, sensori pressione pneumatici, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, alzacristalli elettrici, autoradio 2DIN con sistema DAB+, telecamera retromarcia, cerchi in lega da 16″, fari con cornice nera, calandra anteriore color nero lucido, oscuranti plissettati in cabina, ventilatore su oblò cucina, valvola di scarico del serbatoio di recupero elettrica, porta cellula con finestra, zanzariera scorrevole e chiusura centralizzata.

Optional presenti sul Profila T 695 EB:

  • Pacchetto “Assistenza alla Guida” (Assistenza alla frenata di emergenza, assistenza al mantenimento i corsia, sensori pioggia e luce, assistenza abbaglianti adattivi, sistema di riconoscimento della segnaletica stradale) – Euro 990,00
  • Pacchetto “Prestige” (Climatizzatore cabina automatico, volante e pomello del cambio in pelle, comandi radio al volante, autoradio 2DIN con sistema di navigazione, telecamera retromarcia con doppio occhio) –  Euro 1.300,00
  • Cappa aspirante cucina – Euro 420,00
  • Trasformazione dinette in letto matrimoniale – Euro 590,00

Prezzo totale del veicolo provato: Euro 72.200,00

Optional presenti sul Profila RS 695 EB:

  • Motorizzazione Fiat Ducato 2.3 MJ 160 CV – Euro 2.500,00
  • Tavolo dinette con gamba e bordo cromato –  Euro 290,00
  • Cappa aspirante cucina – Euro 420,00

Prezzo totale del veicolo provato: Euro 72.110,00

Conclusioni

La categoria dei semintegrali è stata associata, fin dalla sua nascita, all’equipaggio di coppia. Veicoli nati, studiati e realizzati per cercare di coccolare al meglio i loro occupanti cercando di contenere gli ingombri esterni soprattutto in altezza, a favore di una linea più filante e aerodinamica. Una tipologia di veicoli che, in particolare negli ultimi vent’anni, si è fatta strada a tal punto da scalare il podio aggiudicandosi nel tempo il primo posto tra le richieste dell’utenza finale. Cambiamenti e domande che hanno portato dunque a una naturale evoluzione all’essenza stessa del profilato, facendolo trasformare da veicolo ricreazionale destinato alla coppia o agli equipaggi più numerosi che, a fronte di dimensioni più contenute, accettavano qualche scomodità in più nel dover attuare continue trasformazioni a bordo, a mezzo pensato a far fronte anche alle esigenze della famiglia che non vuole più rivolgersi ai più “goffi” mansardati o non è attratta dalla linea particolare dei più costosi motorhome. Ecco quindi la comparsa, su scala sempre più larga, dei comodi letti basculanti anteriori che, discendendo trasversalmente sopra la zona giorno, sono in grado di offre uno o due comodi posti aggiuntivi per la notte sempre pronti. Una soluzione, questa, che ha portato però un netto cambio di tendenza sul mercato italiano dei veicoli nuovi, riducendo di molto la richiesta dei semintegrali classici. Ci sono però molti produttori, soprattutto esteri, che continuano a proporre un’offerta particolarmente ampia e variegata in grado di attraversare trasversalmente tutte le categorie per venire in contro alle esigenze più specifiche. Una di queste è la tedesca Eura Mobil e i due protagonisti di questa prova ne sono un esempio eclatante. La disposizione interna proposta è un classico intramontabile delle ultime stagioni commerciali, ma sono i dettagli che fanno la reale differenza. Se infatti l’accurata attenzione nella costruzione, l’adozione di soluzioni tecnico-costruttive di alto livello, la scelta di proporre veicoli con un equipaggiamento di serie piuttosto completo e la razionale distribuzione degli spazi interni che cerca di donare la massima fruibilità di ogni ambiente rappresentano i minimi comun denominatori, gli equipaggi a cui si rivolgono sono completamente differenti. Il Profila T 695 EB si attesta come compagno di viaggio perfetto per la coppia: un profilato di dimensioni medie, in grado di donare il giusto comfort di bordo, caratterizzato da un’ampia zona giorno, più ariosa, più luminosa e con maggiori possibilità di stivaggio. Il Profila RS 695 EB si rivolge invece alla famiglia di tre o quattro persone o all’equipaggio di coppia matura che spesso ha l’occasione di ospitare a bordo i nipoti. Ciò è ovviamente reso più semplice dalla presenza del letto basculante, una soluzione che da un lato offre un ulteriore letto matrimoniale sempre pronto, ma dall’altro porta ad avere meno luminosità nel soggiorno, meno capienza dei rispettivi pensili, maggiore altezza esterna e, fattore sempre più importante, meno carico utile. Il Profila RS 695 EB presenta infatti una massa in ordine di marcia superiore di oltre 100 kg al fratello sprovvisto di letto basculante. Due veicoli quindi completamente identici nel layout proposto, che si differenziano solamente nello sviluppo della parte alta della zona giorno; due veicoli che, a parità di prezzo di partenza, se guardati con molta attenzione lasciano trasparire ognuno la propria vera vocazione; due veicoli in apparenza molto simili, ma in sostanza molto differenti.  

Cosa ci è piaciuto di più

  • Completo l’equipaggiamento offerto di serie per la parte meccanica, annoverando tutti i principali dispositivi legati al comfort e alla sicurezza.
  • Lodevole la presenza di serie di dotazioni come la telecamera per la retromarcia e la valvola di scarico elettrica per il serbatoio di recupero.
  • La tecnologia costruttiva “Eura Mobil Sealed Structure” utilizza componenti di alta qualità per la realizzazione di una scocca autoportante ottimamente isolata, priva di legno e viti passanti.
  • La totalità dell’impiantistica di bordo è protetta dal gelo, consentendo un tranquillo utilizzo tutto l’anno.
  • Il doppio pavimento, seppur definito tecnico per la sua altezza limitata, è presente sull’intera superficie dell’abitacolo.
  • Sul modello Profila RS 695 EB il letto basculante va totalmente a scomparsa nel rialzo del cupolino, mantenendo la medesima altezza utile interna anche nel soggiorno.
  • Sul modello Profila T 695 EB la presenza di un ampio sky-roof integrato nel cupolino e di un maxi-oblò panoramico sopra la dinette donano alla zona giorno notevole luminosità.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • L’aerazione del locale bagno è affidata solamente a un oblò da 28×28 cm.
  • Il mobilio presenta forme a tratti molto semplici e lineari, ma soprattutto spigolose in alcuni punti.
  • Considerata la vocazione dei veicoli a un utilizzo invernale, sarebbe risultato più interessante avere di serie la più potente Truma Combi 6.
  • La lunghezza dei letti gemelli posteriori non è delle più generose.
  • Il serbatoio di recupero ha una capacità di molto inferiore a quello dell’acqua potabile
  • Sul modello Profila RS 695 EB il letto basculante, quando in uso, copre totalmente la porta d’ingresso alla cellula e la sua movimentazione richiede qualche passaggio in più del normale.
  • Sul modello Profila T 695 EB la trasformazione in letto della dinette è fornita solo in opzione.
Riferimenti e contatti del costruttore
Eura Mobil GmbH – Kreuznacher Str. 78- D-55576 Sprendlingen/Rhh Deutschland – Tel. + 49 (0) 67 01 20 32 10 – E-mail: info@euramobil.de – www.euramobil.de
Distributore per l’Italia GestCamp – via Irlanda 2, 21013, Gallarate, VA Tel. 033177219

Tutto su Eura Mobil

Si ringrazia per la gentile collaborazione: Lucchetta Camper

Via Chisini, 122 – 31057 Pieve di Soligo (TV)
Tel. 0438 82171

www.lucchettacamper.com

 

Davide

Comments are closed.