October 23, 2020

Poco meno di sette metri di lunghezza, dotazioni interessanti e un look giovane e accattivante sono le caratteristiche essenziali del nuovo CaraCore 650 MF di casa Weinsberg. Un motorhome che coniuga comfort di bordo e qualità tedesca, rinnovando la tradizione del brand entry level del gruppo Knaus-Tabbert

In sintesi

Tipologia Motorhome
Meccanica Fiat Ducato 35 Light con telaio Camping-Car Special e passo da 380 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 88 kW/120 cv
Motorizzazioni opt 2.287 cc – 103 kW/140 cv ; 2.287 cc – 118 kW/160 cv ; 2.287 cc – 130 kW/177 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ESP, Hill Holder, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control
Posti omologati 4+1 optional
Posti letto 4+1 optional
Dimensioni 699x232x279 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.835 Kg
Prezzo base Euro 62.660,00 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarG
Meccanica starYstarYstarYstarHstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarG
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarH
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarHstarG
Bagno starYstarYstarYstarHstarG
Impiantistica starYstarYstarY
Stivaggio starYstarYstarYstarG
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarYstarG
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Dopo aver raggiunto l’importante traguardo dei 50 anni di produzione di CUV, acronimo di Caravaning Utility Vehicle, così denominati nel 1969 quando il marchio cominciò ad allestire i propri furgonati, Weinsberg prosegue il suo cammino con l’obbiettivo di consolidare la sua presenza nella fascia entry-level del mercato. Il brand tedesco ha subito notevoli cambiamenti ed evoluzioni nel corso della sua lunga storia, portandolo oggi ad assumere l’importante ruolo di rappresentante del gradino di accesso al mondo dei prodotti Knaus-Tabbert, coniugandone la tradizionale attenta cura costruttiva, a prezzi e look giovani e convenienti. Capace di offrire un’interessante varietà di proposte, Weinsberg non poteva esimersi quindi dal contemplare nella propria offerta quella che era l’unica tipologia assente, quella dei motorhome. E la stagione corrente ha segnato infatti il gran ritorno della factory tedesca in questo segmento del mercato, aggiungendo così l’ultimo tassello mancante alla sua offerta con l’inedita gamma denominata CaraCore. Dei tre modelli attualmente disponibili, il CaraCore 650 MF è quello che esce dagli schemi più comuni della tipologia, sviluppando in poco meno di sette metri di lunghezza uno layout oggigiorno difficile da trovare in un motorhome: quello del letto matrimoniale longitudinale alla francese.

La base meccanica utilizzata è quella del Fiat Ducato in versione 35 Light con telaio ribassato Camping Car Special, passo da 380 cm e motorizzazione da 2.3 litri Euro 6D-Temp da 120 CV. In opzione, oltre al propulsore da 140 CV che equipaggia il veicolo in prova, sono disponibili anche le versioni da 160 e 177 CV, tutte e tre abbinabili al cambio automatico a nove rapporti anch’esso fornito con sovraprezzo. Piuttosto ricca per la sua categoria la dotazione offerta di serie per il mercato italiano che, oltre a classici ABS, ESP, Hill holder e Airbag conducente, annovera anche il completo “Pacchetto Fiat”, che include equipaggiamenti come: climatizzatore manuale in cabina, cruise control, volante munito di comandi per la radio, pneumatici da 16″, airbag passeggero, specchietti elettrici e riscaldabili. Ma non solo, i veicoli destinati alla nostra rete vendita possono contare sulla presenza, di serie, di un altro importante pacchetto dedicato alla cellula abitativa e all’impiantistica di bordo, denominato “Smart” e comprensivo di: zanzariera per la porta cellula, oblò Midi-Heki da 70×50 cm, predisposizione autoradio, serbatoio di recupero isolato e risaldato, comando digitale Truma CP Plus, sistema Truma iNet, presa di corrente nel garage, oblò trasparente sopra letto basculante, oscuranti plissettati in tessuto in cabina, sistema di filtraggio dell’acqua BWT). Infine, completano la dotazione riguardante la sicurezza attiva e passiva durante la guida, il Traction+, l’Hill Descent Control e il sistema di fissaggio dei seggiolini per bambini Isofix, forniti con sovrapprezzo e presenti sul veicolo oggetto di questa prova.

Esternamente, il CaraCore 650 MF non passa certo inosservato; connotati moderni, linee decise, unite a un design accattivante, si esprimono al meglio nella parte frontale dove il “Pacchetto Style” – optional presente sul veicolo in esame e comprensivo di fanali anteriori con cornice nera, griglia dell’entrata aria di colore nero lucido, cerchi in lega da 16″, inserto nelle minigonne laterali di colore nero, serigrafie di design sulle parti laterali e posteriore – contribuisce a esaltare le forme di chiara ispirazione automotive. Piacevoli i contrasti tra il nero che circonda i gruppi ottici Full-LED e ricopre la calandra e il bianco della cornice parabrezza, unendosi in modo armonioso al tetto, mentre le grafiche e la bandellatura laterale fanno da filo conduttore tra la parte anteriore e la parete posteriore; quest’ultima adotta poi un paraurti recentemente ridisegnato, anch’esso provvisto di fanaleria Full-LED.

La scocca presenta una costruzione classica ma accuratamente assemblata, che abbina per tutte le sue componenti una coibentazione in polistirolo ad alta densità a un rivestimento interno realizzato in multistrato fenolico. Le pareti e il tetto (entrambe con spessore pari a 31 mm) sono rivestiti esternamente rispettivamente in alluminio e vetroresina antigrandine, mentre il pavimento presenta un sandwich da 41 cm di spessore. La cura costruttiva che contraddistingue questi prodotti consente all’azienda di garantire la scocca contro le infiltrazioni d’acqua per ben 10 anni, previa esecuzione dei tagliandi annuali obbligatori. L’allestimento si completa poi la porta cellula Premium – optional presente sul veicolo in oggetto in luogo a una classica porta cieca – dotata di finestra fissa con oscurante, zanzariera scorrevole, chiusura di tipo automobilistico, cerniere a scomparsa, appendiabiti, sistema di ritegno con pistoncino a gas e sacca multiuso, cinque finestre Seitz S7, anch’esse disponibili con sovrapprezzo al posto delle classiche Polyplastic, e quattro oblò a tetto (due da 40×40 cm a beneficio del letto anteriore e di quello posteriore, un panoramico Midi-Heki in dinette e uno da 28×28 cm a servizio del locale toilette).

L’adozione del letto matrimoniale alla francese non consente di poter disporre di un vero e proprio gavone garage ma, in ogni caso, l’apertura presente nella parte posteriore della fiancata destra del CaraCore 650 MF da accesso a un gavone di buone dimensioni in grado di poter accogliere, anche, delle biciclette pieghevoli. Ugualmente accessibile dall’interno sollevando una porzione della reta a doghe del letto sovrastante, l’ambiente si sviluppa in 210 cm di larghezza che prosegue anche al di sotto del vano bagno, 83 cm in profondità e un’altezza che varia da 85 a 15 cm e si completa con pratici ganci ferma carico riposizionabili, illuminazione e bocchetta per il riscaldamento dedicati.

Gli impianti

Anche il CaraCore 650 MF, come buona parte della produzione Weinsberg, adotta il comodo vano tecnico Service-Box raggiungibile esternamente tramite un apposito sportello posizionato sul lato sinistro, che assicura un pratico accesso al bocchettone di carico e al tappo d’ispezione del serbatoio dell’acqua potabile. Questo, dalla capacità di 100 litri, è collocato nella parte sottostante il lato sinistro della panca fronte marcia, sporge parzialmente sotto la scocca del veicolo, all’interno però di un guscio coibentato e riscaldato. Provvisto della medesima coibentazione e posizionato in centro al mezzo, la cisterna per le acque reflue ha una capienza di 95 litri. Oltre alle valvole di scarico di entrambi i serbatoi (acque chiare e grigie), alla valvola antigelo Frost-Control collegata alla Truma Combi e alla presa d’allaccio alla corrente elettrica 220 V, all’interno del Service-Box è posizionato anche il filtro BWT – Best Water Tecnology – che garantisce la pulizia e la potabilità dell’acqua filtrando calcare, metalli pensati e cloro che sovente vengono introdotti nei serbatoi durante le operazioni di carico.

L’impianto elettrico fa capo a una batteria dei servizi AGM da 75 Ah fornita di serie dal costruttore: inserita all’interno della cassapanca frontemarcia della dinette, è gestita da un trasformatore e caricabatterie Schaudt EBL 252 collocato, insieme all’interruttore magnetotermico completo di salvavita, nello stesso vano. La gestione dell’impianto, invece, è affidata al pannello di comando Schaudt LT 315 di semplice e intuitivo utilizzo; installato sopra la porta d’ingresso, utilizza semplici led per offrire informazioni riguardanti l’autonomia idrica ed energetica di bordo, permettendo poi il comando generale dell’impiantistica di bordo. A disposizione dell’equipaggio, sono presenti ben cinque prese a 220 V distribuite tra dinette, cucina e letto posteriore e due utili prese USB a favore del living e del letto posteriore; completamente assenti, invece, le prese a 12 V. Il discorso illuminotecnica, realizzato interamente sfruttando la tecnologia LED, abbina scenografici elementi indiretti, collocati sopra ai pensili a soffitto e sotto il piano della cucina, ai più classici spot incassati a soffitto e luci di lettura.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, sono affidati alla potente ed efficace Truma Combi da 6 kW controllata dal pannello di comando digitale Truma CP Plus abbinato, inoltre, all’unità iNet, che ne consente la gestione da remoto tramite un’apposita App. Alimentata a gas, l’unità termica distribuisce il calore prodotto tramite una capillare canalizzazione interna che sfrutta nove diverse bocchette (dedicate anche a gavone posteriore e cabina di guida) e che, per il letto posteriore, offre un riscaldamento perimetrale in modo da creare un piacevole velo di tepore lungo la parete.

Sempre per ciò che concerne gli impianti, il CaraCore 650 MF può contare sul classico vano esterno dedicato a contenere due bombole di gas da 10 kg: inserito alla base del letto posteriore e facilmente raggiungibile da un apposito portello esterno, è completo di ganci fermabombola e di un riduttore di pressione standard mentre, i tre sezionatori dell’impianto, sono posizionati sotto al piano della cucina e di facile accesso.

All’interno

Un’atmosfera classica e piacevole, curata e sufficientemente calorosa è quella che contraddistingue gli interni del Weinsberg CaraCore 650 MF. Un ulteriore contributo a rendere l’ambiente accogliente è dato dagli accostamenti del mobilio che associa il legno laminato a frontali chiari che, nel caso dei pensili collocati sopra la dinette e cucina, vengono arricchiti dal “Signature Element”, eleganti profili stondati in tinta rame che fanno da cornice ai pensili. Particolarmente curata la costruzione e l’assemblaggio degli arredi: ne sono la dimostrazione l’adozione di chiusure soft-close, cerniere in acciaio inox, paretine anticondensa su entrambi i divani e nel letto posteriore, o ancora l’aerazione alla sul retro dei pensili e alla base delle cassapanche e dei mobili, nonchè la presenza dei bordi anticaduta su tutte le mensole presenti all’interno dei pensili.

Il cuore dell’allestimento è rappresentato dal living anteriore; composto da una semidinette coadiuvata da un divano laterale e integrata alla cabina di guida grazie alle poltrone girevoli, è pensato per ospitare comodamente fino a cinque persone. I commensali possono fruire di un tavolo ancorato a parete e completo di gamba scomponibile per la sua trasformazione a supporto del letto, nonché provvisto di prolunga pivotante che assicura una superficie congrua utilizzabile da tutti gli occupanti. Per aumentare il comfort e la versatilità della zona giorno è presente un particolare rialzo del pavimento amovibile: qualora si volesse usufruire al meglio del divano laterale, questo piano permette di livellare la porzione di corridoio alla base del divano stesso con il piano di calpestio rialzato della restante parte del pavimento del living; in caso contrario, consente di sfruttare tutta l’altezza interna del veicolo semplicemente rimuovendolo. La costruzione integrale del mezzo, poi, consente di beneficare al meglio della luce data dalla vetratura della cabina di guida mentre, le finestre laterali e l’oblò panoramico Midi-Heki, garantiscono un adeguata ariosità a tutto l’ambiente. L’oscuramento notturno e la giusta privacy, sono garantiti dalla presenza degli oscuranti plissettati realizzati in tessuto. Per ciò che concerne lo stivaggio, il living del CaraCore 650 MF beneficia della presenza di due pensili a soffitto e dello spazio concesso della cassapanca alla base del divano destro, accessibile sollevando la seduta. L’ambiente si completa con la possibilità di richiedere la piastra porta TV a scomparsa inserita nello schienale del divano fronte marcia, tendine coordinate e un’apprezzabile illuminazione diffusa. Infine, un dettaglio decisamente interessante è la possibilità di richiedere in opzione il quinto posto omologato per il viaggio, come sul veicolo preso in esame in questa occasione.

Alle spalle del salotto prende forma il blocco cucina che vanta uno sviluppo lineare. Si caratterizza per la presenza di un fornello angolare a tre fuochi con accensione piezoelettrica, munito di copertura in cristallo incernierata, affiancato da un lavello circolare in acciaio inox servito da rubinetto monocomando. L’aerazione beneficia di una finestra apribile a compasso e della vicinanza del già citato oblò Midi-Heki, mentre la cappa aspirante risulta inserita nella lista degli optional. Lo stivaggio può contare sulla presenza di due pensili a soffitto, due ampi cassettoni – il primo con portaposate – e un capiente vano nella parte bassa. In aggiunta, sul lato opposto, alla base della colonna che ospita il frigorifero Thetford N4142 E da 142 litri dotato di sistema di selezione automatica della fonte di energia, è presente un ulteriore vano chiuso.

La parte posteriore del CaraCore 650 MF ospita la camera da letto e il locale toilette. Sulla parte sinistra, confinante con il blocco cucina, trova posto l’armadio guardaroba sviluppato in altezza, dotato di relativa asta appendiabiti e organizzato con tre ripiani interni, utili per riporre i capi di vestiario meno ingombranti. Sempre su questo lato, si sviluppa longitudinalmente il bagno, il cui interno è suddiviso in due ambienti. In fondo troviamo il box doccia: completamente separato, rivestito in termoformato, richiudibile grazie a una porta rigida in metacrilato e dotato di piatto con piletta di scarico singola, colonna attrezzata con tasche e miscelatore con erogatore posto su un’asta ad altezza variabile. Nella parte anteriore, invece, trovano posto il wc Dometic CT 4110 dotato di tazza girevole e cassetta esterna estraibile e un lavabo ad angolo servito da un rubinetto monocomando, nella cui parte inferiore è stato ricavato un piccolo vano e in quella superiore posizionato un mobile ad angolo con anta a specchio. Infine, l’oblò da 28×28 cm e la finestra con lastra satinata apribile a compasso, concorrono a garantire un adeguata areazione del locale.

Sulla parete opposta trova posto il letto matrimoniale alla francese: separabile dal resto dell’abitacolo grazie a una tenda, è allestito con materasso in EvoPore HRC – schiumato di nuova generazione, leggero e traspirante, ideato per dare il massimo comfort e garantire il giusto riposo – e caratterizzato da un piano con rete a doghe di lunghezza pari a 196 cm e una larghezza rastremata piuttosto limitata, che varia dai 132 cm ai 92 cm della parte finale. Questa conformazione permette di avere un accesso comodo al letto e garantisce uno spazio di movimento agli occupanti davvero notevole. Nella parte superiore, sono stati ricavati quattro capienti pensili che circondano il letto contraddistinti anche da ripiani a vista. L’areazione è qui affidata a una finestra laterale, purtroppo leggermente sottodimensionata rispetto al reale spazio disponibile, e a un oblò 40×40 cm, mentre l’ambiente è reso accogliente dalle luci d’ambiente a diffusione al di sopra dei pensili e dai faretti di lettura orientabili.

A completamento, sono disponibili ulteriori due posti per la notte grazie al letto basculante discendente sopra la cabina di guida. Anche per quest’ultimo, la dotazione prevede il materasso in EvoPore HRC, rete a doghe, luci di cortesia e oblò a tetto da 40×40 cm dedicato ma, una volata messo in opera, l’assenza di una scaletta obbliga gli utilizzatori a servirsi dell’attiguo divano per potervi accedere.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

ABS, ESP, Hill Holder, fari Full-LED, “Pacchetto Fiat” (climatizzatore manuale in cabina, Cruise Control, volante munito di comandi per la radio, pneumatici da 16″, Airbag passeggero, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili), “Pacchetto Smart” (zanzariera porta cellula, oblò panormaico Midi-Heki da 70×50 cm, predisposizione autoradio, serbatoio di recupero isolato e risaldato, comando digitale Truma CP Plus, sistema Truma iNet, presa di corrente nel garage, oblò trasparente sopra letto basculante, oscuranti plissettati in cabina realizzati in tessuto, sistema di filtraggio dell’acqua BWT).

Optional presenti sul veicolo in prova:

  • Motorizzazione Fiat Ducato 2.3 MJ 140 cv – Euro 910,00
  • Gradino elettrico – Euro 510,00
  • Traction Plus – Euro 100,00
  • Finestre Dometic Seitz S7 – Euro 790,00 
  • Kit Isofix – Euro 210,00 
  • Posto viaggio omologato aggiuntivo – Euro 460,00
  • Porta ingresso Premium – Euro 610,00 
  • Pacchetto Styling (Fanali anteriori con cornice nera, griglia dell’entrata aria di colore nero lucido, cerchi in lega da 16″, inserto nelle minigonne laterali di colore nero, serigrafie di design sulle parti laterali e posteriore) – Euro 1.320,00

Prezzo totale del veicolo provato: Euro 67.570,00

Conclusioni

Il Weinsberg CaraCore 650 MF indubbiamente colpisce con il suo look giovane, ispirato al mondo automotive, fatto linee tese a volte spigolose che delineano forme accattivanti. Un veicolo che però non vuole solo stupire o sedurre con il suo aspetto esteriore, ma punta a convincere e a conquistare attraverso la validità delle soluzioni adottate, la qualità costruttiva e la capacità di dosare elementi a volte appannaggio di veicoli di fascia superiore, miscelandoli a un prezzo di partenza particolarmente interessante. Una qualità che trova riscontro in dettagli magari poco appariscenti, come il sistema di filtraggio dell’acqua, le paretine anticondensa, l’aerazione dell’arredo o le componenti in acciaio inox adottate, ma palpabile con mano attraverso una costruzione del mobilio precisa e attenta. Un veicolo che si propone sì alla coppia, ma anche alla famiglia alla ricerca di un veicolo alternativo ai profilati o al mansardato, offrendo un’abitabilità interna apprezzabile, frutto di un’attenta distribuzione degli spazi a beneficio dei singoli ambienti. Un motorhome giovane, che osa e va oltre gli schemi comuni offrendo un layout inusuale per la tipologia ma che, all’atto pratico, premia con un’agibilità diurna che privilegia le zone fisicamente abitabili a quelle unicamente dedicate allo stivaggio, soprattutto esterno, pur offrendo comunque spazi adatti per caricare tutto ciò che è ragionevolmente necessario per la propria vacanza. Inoltre fornisce dei servizi certo non d’impronta domestica, ma perfettamente in grado di porre in primo piano la praticità di utilizzo anche a costo di qualche piccolo – e spesso marginale – sacrificio. Il tutto, poi, con l’indiscutibile valore aggiunto dato dalla qualità conosciuta del Gruppo Knaus-Tabbert, di cui Weinsberg rappresenta il gradino di accesso, e una dotazione che, per i veicoli destinati al mercato italiano, si rivela completa e non rinuncia ai più importanti ed efficaci dispositivi di sicurezza attiva e passiva forniti dall’attuale tecnologia. Certo, anche il CaraCore 650 MF non è esente da difetti, marginali e sicuramente migliorabili, ma ciò non toglie che questo motorhome si dimostra valido, godibile e tecnologicamente attuale, proponendosi come compagno per piacevoli e confortevoli viaggi.

Cosa ci è piaciuto di più

  • Buono il livello di robustezza e consistenza degli arredi, come alcuni particolari dell’assemblaggio interno, tra cui l’areazione posteriore dei pensili e delle cassapanche, l’adozione delle utili paretine anticondensa e il riscaldamento perimetrale del letto posteriore.
  • Il livello dell’impiantistica assicura l’utilizzo del veicolo senza problemi in ogni periodo dell’anno, anche in inverno: Truma Combi 6 con CP Plus iNet System, capillare distribuzione della canalizzazione e serbatoio di recupero isolato e riscaldato.
  • Un’attenta suddivisione degli spazi consente di poter beneficiare di un apprezzabile comfort generale e di un living ampio e accogliente.
  • Interessante è la possibilità di poter richiedere, con sovrapprezzo, il quinto posto omologato per il viaggio.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • L’areazione della cucina è affidata esclusivamente alla finestra apribile a compasso che potrebbe faticare a smaltire gli odori e i vapori generati durante la preparazione dei cibi.
  • Il letto matrimoniale posteriore risente della larghezza piuttosto ridotta a causa della rastrematura.
  • La finestra del letto posteriore è sottodimensionata rispetto alla spazio disponibile.
  • Il basculante anteriore non ha in dotazione la scaletta per accedervi.

Riferimenti e contatti del costruttore

Weinsberg – KnausTabbert GmbH Helmut‐Knaus‐Straße 1 94118 Jandelsbrunn
Telefon: +49(0)8583 / 21–1 E-Mail: info@knaustabbert.de www.weinsberg.com

Tutto su Weinsberg

Si ringrazia per la gentile collaborazione: Lucchetta Camper

Via Chisini, 122 – 31057 Pieve di Soligo (TV)
Tel. 0438 82171

www.lucchettacamper.com

 

Danilo Colombo

Comments are closed.