September 23, 2020

La casa toscana dimostra un inaspettato dinamismo lavorando su due fronti: da una parte introduce una gamma economica, la serie 200 che comprende mansardati e semintegrali, dall’altra amplia notevolmente l’offerta di furgonati, con van di tutti i tipi dotati anche di tetto a soffietto e garage a volume variabile

Negli ultimi vent’anni poche aziende in Italia hanno saputo rivoluzionare il settore camper come ha fatto McLouis, proponendo prodotti dal prezzo accessibile ma non poveri né tanto meno banali. Per la stagione 2021 la casa toscana ribadisce la sua presenza con una serie di novità, che vanno a irrobustire un catalogo già ben strutturato. Rimangono invariati i semintegrali Mc4 e i motorhome Nevis delle serie 300 e 800 (diversa dotazione e arredo interno), ma nasce anche la nuova gamma 200. Una gamma d’attacco, si scende sotto i 50.000 euro. Ci sono 5 mansardati e 5 semintegrali: pochi modelli, ma tanta varietà. Il dinamismo del nuovo corso McLouis si nota molto bene anche osservando l’offerta di furgonati. Ora a catalogo ci sono addirittura 3 serie di van. Accanto a versioni ultra classiche dal prezzo aggressivo troviamo modelli di tendenza con tetto sollevabile o vano di carico modulabile.

I nuovi van Menfys

Appare chiaro che McLouis vuole dire la sua in maniera decisa sul tema dei camper furgonati. In questo specifico segmento di mercato è arrivata tardi, solo alla fine del 2018, ma in due anni ha recuperato ampiamente il tempo perduto. Basti pensare che nella stagione 2020 McLouis proponeva una sola serie di furgonati, ora ci sono addirittura tre serie, che si differenziano soprattutto per il prezzo e la dotazione.

I Menfys S-Line rimangono l’asse portante della gamma van di McLouis, ma sono affiancati dai più economici Menfys in versione base e dai più ricchi Menfys Prestige. Rispetto ai Menfys base, i Menfys S-Line salgono di livello per diversi motivi, ad esempio adottano un isolamento termico più performante, inoltre hanno le finestre del portellone posteriore apribili e non presentano la cappelliera sopra la cabina, quindi hanno una spazio abitativo più fluido.

Tra i Menfys S-Line e i Menfys Prestige abbiamo un altro salto di livello: arredamento più ricco (pietra acrilica per lavabo del bagno e piano cucina), paraurti in tinta, migliore dotazione di serie (zanzariera sul portellone, cruise control, specchi retrovisori elettrici, fodere sedili cabina, finestra laterale posteriore, gradino elettrico, oblò Midi Heki e altro ancora).

Sui van McLouis edizione 2021 vengono anche introdotte importanti modifiche. Su alcuni modelli troviamo un vano toilette totalmente riprogettato, con lavabo e wc concentrati sulla sinistra per lasciare spazio al vano doccia, che risulta ben vivibile anche per l’assenza di vani di stivaggio sporgenti (degna di nota è la nicchia nella parete).

Ci sono poi nuovi frigoriferi a compressore, pensati per sfruttare al meglio lo spazio della cucina e garantire un ottimo raffreddamento anche quando la temperatura esterna è elevata come in estate. Su alcuni modelli compaiono i nuovi frigoriferi a compressore Dometic RC 10,4/70, con doppia cerniera della porta: si può aprire da entrambi i lati, quindi sia dall’abitacolo, sia dall’esterno con il portellone aperto.

La novità più rilevante della gamma di furgonati McLouis è l’ampliamento delle soluzioni abitative. Le serie Menfys S-line e Menfys Prestige propongono in opzione il tetto sollevabile a soffietto, che regala una zona notte aggiuntiva sopra al veicolo. Il blocco del tetto sollevabile è opera di uno specialista della materia, il costruttore tedesco Reimo. L’incremento in altezza (con il tetto a soffietto abbassato) è di 18 centimetri e l’aumento di peso è pari a 120 kg. Alla zona notte superiore si accede per mezzo di una botola collocata nella zona living.

Per finire, nelle gamme Menfys S-line e Menfys Prestige troviamo tre nuovi schemi abitativi. Il più singolare è senza dubbio quello del Menfys 4 Maxi, che sul Fiat Ducato da 636 centimetri di lunghezza propone un vano di carico modulabile.

Il letto basculante elettrico di grandi dimensioni (186×192 cm) si può alzare o abbassare a piacimento, per avere a scelta più spazio per dormire o maggiore volume di carico (da 1.500 a 2.400 litri, da 75 a 130 cm di altezza). La soluzione giusta per trasportare in maniera protetta e sicura biciclette e altre attrezzature ingombranti e costose.

Nuove sono anche due versioni da 599 cm di lunghezza: il Menfys 4 CS ha i letti singoli gemellati posteriori e il bagno con piatto doccia ricavabile all’occorrenza nel corridoio centrale, mentre il Menfys 5 si caratterizza per il maxi letto posteriore (grande vano di carico sottostate) e la cucina ben sviluppata dotata di frigorifero da 140 litri.

La serie 200

Non ci sono però soltanto furgonati: tra le novità, troviamo anche camper con scocca a pannelli. McLouis non dimentica le sue origini e torna a dire la sua nella fascia più bassa del mercato. Lo fa con la nuova serie 200, una gamma d’attacco che comprende modelli sotto i 50.000 euro. Ed è proprio nella serie 200 che confluiscono i mansardati Glamys, che prima erano inseriti nella serie 300.

Sono 5 mansardati tagliati su misura per la famiglia, un’ottima opportunità per quelle coppie con figli che vogliono iniziare l’esperienza del camper con poca spesa. Ci sono piante classiche, come quella del Glamys 226 con ampio garage posteriore sotto al letto matrimoniale trasversale.

Ma ci sono anche soluzioni meno convenzionali: è il caso del Glamys 220 che riesce ad offrire 8 posti letto grazie ad un letto a castello matrimoniale in coda. Quattro dei cinque modelli Glamys sono lunghi 699 cm, mentre il Glamys 223 arriva a 741 cm e punta ad offrire il massimo comfort alla famiglia di 4-5 persone: la zona notte posteriore ha i letti a castello, una dinette (che si aggiunge a quella principale anteriore), due armadi e un grande bagno con doccia indipendente dal vano wc-lavabo.

La serie 200 di McLouis comprende anche 5 semintegrali Mc4. Sono modelli che nascono senza basculante, per accontentare i mercati esteri, ma possono avere il letto basculante in opzione, una soluzione che sarà senza dubbio la preferita sul mercato italiano. Nonostante raggruppi solo 5 modelli, la gamma di semintegrali Mc4 serie 200 propone una notevole varietà di layout, con dimensioni dei veicoli che partono da 599 cm e arrivano a 745 cm. Le soluzioni per la zona notte posteriore sono diverse, si va dai letti gemelli (Mc4 239 e 273) al matrimoniale a penisola (Mc4 281), passando per il classico matrimoniale trasversale (Mc4 231). Ma c’è anche una versione senza camera da letto posteriore: è l’Mc4 237 da 636 centimetri di lunghezza. Questo semintegrale offre una zona centrale con il letto basculante posto sopra la maxi dinette face to face e nella zona posteriore mette a disposizione un grande bagno a tutta larghezza, con armadio incorporato collocato sopra il vano garage.

 

I modelli della serie 200 hanno un arredamento semplificato ma più che decoroso, con rivestimenti in similpelle e tende a pacchetto. La dotazione è certamente ridotta rispetto alle gamme superiori: nel blocco cucina ad esempio manca la cappa aspirante. Però sono di serie elementi importanti come il climatizzatore cabina, il cruise control e il sistema di stabilità ESC. Sui Glamys il letto della mansarda è sollevabile. E se è vero che la porta d’ingresso è piuttosto semplice, con un solo punto di chiusura, è altrettanto vero che si tratta di una porta a larghezza maggiorata, con 60 centimetri di passaggio utile e gradini più ampi.

Le novità quindi non sono poche e siamo convinti che in un mercato molto competitivo McLouis saprà farsi notare e riuscirà ad imporsi in ambiti diversi.

Fotogallery

Renato Antonini

Comments are closed.