December 3, 2020

I nuovi van Livingstone con tetto sollevabile a soffietto sono il maggiore punto d’attrazione della nuova offerta di Roller Team, ma la gamma è vasta e ci sono anche nuovi interessanti semintegrali, come i modelli della serie speciale Zefiro Advance con cambio automatico

Roller Team conferma le gamme già note, ma in vista della stagione 2021 introduce anche importanti novità. Ancora un volta la casa toscana risponde con proposte pensate per soddisfare una larga fetta d’utenza che chiede camper funzionali ed eleganti, ma allo stesso tempo dal prezzo accessibile. Ci sono davvero tanti modelli, che spaziano in tutte le tipologie di motorizzati, dai semintegrali ai mansardati, dai motorhome ai furgonati. Sotto i riflettori è la serie Livingstone: si allarga l’offerta nel segmento van, con modelli dotati di tetto a soffietto ma anche con una più marcata diversificazione dei livelli di allestimento. Per quanto riguarda invece i semintegrali, viene inserita la serie speciale Zefiro Advance su base Ford con cambio automatico. Ma nascono anche le versioni P delle gamme Granduca, Zefiro e Kronos: sono senza letto basculante, destinate a chi non necessita del letto aggiuntivo.

Livingstone: anche con tetto sollevabile

Nella grande famiglia Livingstone c’è posto sia per versioni classiche sia per modelli di tendenza. Possiamo quindi trovare il van per la coppia e quello per la famiglia, il modello per lo sportivo e quello per il tradizionalista. E questo grazie a un catalogo prodotti composto da pochi schemi base e da molte varianti. Pensiamo ad esempio al tetto a soffietto sollevabile, che ora è disponibile in opzione su gran parte dei modelli Livingstone.

Vengono adottati tetti a soffietto prodotti dalla tedesca Reimo, che aumentano leggermente l’altezza totale del veicolo (di 18 centimetri) e aggiungono 120 kg alla massa a vuoto. La zona sotto al tetto dispone di un letto matrimoniale di buone dimensioni, al quale si accede (mediante scaletta in alluminio) da un oblò posto sopra la zona living. Il tetto a soffietto, a sollevamento manuale assistito da due pistoni a gas, è protetto lateralmente da pareti in tela, con due finestre apribili sui fianchi e una finestra fissa frontale in plastica trasparente.

Con il tetto sollevabile a soffietto il van d’origine si trasforma ed è pronto ad accogliere due persone in più. Sollevando il tetto infatti si crea una zona notte aggiuntiva. In alternativa, se l’equipaggio è di sole due persone, si può sfruttare la zona notte nel tetto a soffietto per dormire, evitando di occupare il letto fisso nell’abitacolo, così da utilizzare la zona posteriore come grande vano di carico, nel caso si debbano trasportare motociclette o biciclette per competizioni sportive.

Gli sportivi che utilizzano i camper furgonati come base d’appoggio non sono pochi e per per venire incontro a chi ha queste particolari esigenze Roller Team ha creato un nuovo modello di van, il Livingstone Duo XL. E’ un furgonato di taglia generosa, lungo 636 centimetri e dotato di un grande vano di carico ad altezza variabile. Nella zona posteriore del veicolo troviamo un letto matrimoniale sollevabile, a movimentazione elettrica, che permette di modulare a piacere il volume della zona di carico: si va dai 1500 ai 2400 litri, con un’altezza minima di 75 centimetri e un’altezza massima di 130 centimetri. Il letto matrimoniale è di tipo longitudinale, pertanto il vano di carico è ben sviluppato in lunghezza: si possono quindi trasportare alcune biciclette, ma ci possono stare anche alcuni tipi di motociclette. Il letto sollevato ha dimensioni normali, mentre il letto abbassato ha una larghezza davvero notevole perché si possono inserire due cuscini laterali, a completamento dello spazio tra letto e pareti.

Osservando i furgonati di Roller Team si notano alcune migliorie, a cominciare dal bagno, che è stato modificato in maniera decisa, quantomeno su numerose versioni. Il nuovo bagno del Livingstgone è stato progettato per agevolare i movimenti degli utenti, soprattutto per rendere realmente fruibile il vano doccia. Tradizionalmente, fare la doccia a bordo di un van non è cosa semplice, visti gli spazi ridotti. Per superare il problema degli spazi angusti il wc e il nuovo lavabo sono stati collocati contro una parete. In più gli elementi sporgenti sono ridotti al minimo, ad esempio una nicchia nella parete permette di appoggiare piccoli oggetti, saponette e bottigliette di shampoo. Il piatto doccia è ribassato e dotato di pedana, per evitare che l’acqua defluisca nella zona wc. Il nuovo bagno è dotato di finestra e come optional si può avere una seduta ribaltabile per la doccia.

Anche nel blocco cucina troviamo dei cambiamenti, ad esempio su vari modelli Livingstone è stato introdotto un nuovo frigorifero a compressore, il modello 10,4/70 di Dometic: è collocato nell’angolo della cucina accanto al portellone d’ingresso ed essendo dotato di doppia cerniera della porta, può essere aperto sia rimanendo seduti in dinette, sia dall’esterno quando si è seduti in veranda. Ha la funzione boost per un raffreddamento rapido e la modalità notte più silenziosa e con ridotti consumi. E’ inoltre dotato di cella freezer asportabile e di illuminazione interna ampia grazie alla barra a led verticale.

Tre livelli di allestimento per i van

Per la stagione 2021 le gamme di furgonati Livingstone saranno tre anziché due come in precedenza. I modelli Livingstone in versione standard sono pensati per chi è alla prima esperienza, per chi bada al sodo e non vuole spendere più del necessario. Il prezzo di listino scende anche sotto i 40.000 euro. Per i camperisti più esperti, o semplicemente per chi vuole un van di tono superiore, sono disponibili le due gamme Livingstone Sport e Livigstone Advance. Cresce la dotazione di serie rispetto ai Livingstone base e migliorano le finiture dell’arredo. La serie Sport è completata dal vantaggioso pacchetto Limited, che ne aumenta ulteriormente la dotazione (autoradio, telecamera di retromarcia, cerchi in lega da 16”, pannello solare e Traction+).

Concepito come camper di primo approccio, il Livingstone base è disponibile solo in tre versioni, con schemi abitativi classici e lunghezze di 599 e 636 centimetri. C’è l’ultra collaudata e sempre richiesta versione con letto matrimoniale trasversale posteriore e la variante con letto matrimoniale a castello, ma c’è anche la soluzione con letti gemelli.

Per il Livingstone Sport e per il Livingstone Advance sono invece proposti sette schemi abitativi, tra cui il nuovo layout con vano di carico modulabile (Duo XL). Inoltre il tetto sollevabile a soffietto è disponibile soltanto in abbinamento alle due serie maggiori. Le versioni base dei Livingstone mantengono la cappelliera sopra la cabina, invece i modelli Livingstone Sport e Livingstone Advance hanno la moderna soluzione open space, con l’integrazione tra cabina e abitacolo.

Ci sono comunque anche altre differenze tra le tre serie. I modelli Livingstone Sport e Livingstone Advance hanno un isolamento termico costituito da un materassino di fibra di poliestere con pellicola di alluminio, mentre l’isolamento dei Livingtsone base è più semplice, con uno strato di poliuretano applicato a spruzzo. Nella zona notte posteriore la versione base ha rivestimenti laterali in plastica rigida e le finestre sono fisse, invece le versioni Sport e Advance hanno rivestimenti soft touch e finestre apribili.

Differenze ci sono anche nell’arredamento, ad esempio Livingstone base e Livingstone Sport hanno piani di lavoro in nobilitato o laminato e il tavolo fisso, mentre si sale di tono con Livingstone Advance: il tavolo è a libro e viene usata la pietra acrilica per il piano della cucina e il lavandino del bagno.

Zefiro Advance

Passando ai semintegrali, la nuova serie speciale Zefiro Advance è di sicuro interesse per chi cerca un mezzo dotato di comodi spazi abitativi, con una eccellente dotazione di serie e un prezzo non elevato. Roller Team riesce a ottenere tutto ciò partendo dai modelli Zefiro su base Ford Transit, che non costano molto ma hanno una dotazione di tutto rispetto. Tanto per fare un esempio, offrono di serie radio, pannello solare e retrocamera. A questa buona base di partenza gli Zefiro Advance aggiungono il potente motore da 170 cv e persino il cambio automatico.

Due motivi di richiamo non da poco. Ma offrono anche la cabina colorata, gli oscuranti cabina plissettati e la porta con chiusura a due punti centralizzata. La serie speciale Zefiro Advance comprende 6 versioni, con lunghezze di 699 o 745 centimetri.

Il modello più grande e con la pianta più di tendenza di questa gamma è lo Zefiro Advance 267 TL. La lunghezza si avvicina ai 7 metri e mezzo, garantendo spazi interni generosi. La zona notte posteriore offre il letto centrale a penisola e integra un ampio bagno con doccia indipendente, mentre la zona anteriore con letto basculante è caratterizzata dalla dinette face-to-face.

Nuovi semintegrali

Per la stagione 2021 i semintegrali Roller Team puntano al raddoppio: accanto ai modelli con letto basculante vengono introdotte le versioni P senza letto basculante anteriore. Difficile dire quale apprezzamento avranno in Italia, ma nel resto d’Europa si assiste ad un certo ritorno al semintegrale senza basculante.

Per il resto, Roller Team conferma la gamma già nota, introducendo alcune nuove versioni. Il modello entry level continua ad essere il Kronos, in versione mansardato e semintegrale: il prezzo è basso ma la dotazione di serie non è certo povera. Salendo troviamo gli Zefiro, proposti non solo in versione mansardato e semintegrale, ma anche motorhome. In questo caso il rapporto prezzo-dotazione è ottimo. Kronos e Zefiro si possono avere sia su meccanica Fiat, sia su base Ford (ad eccezione dello Zefiro motorhome, solo su Fiat). Al vertice della gamma Roller Team è posto il semintegrale Granduca, rinnovato profondamente lo scorso anno e dotato di un pregevole doppio pavimento passante.

Nelle gamme Kronos e Zefiro troviamo nuove versioni, come il Kronos 234 TL, proposto anche come Zefiro 234 TL. Si tratta di un semintegrale lungo 699 centimetri, che sposa uno dei layout più di tendenza, quello con letto basculante sopra la grande dinette face-to-face e ampio bagno posteriore a tutta larghezza. In teoria, quindi, una classica pianta per due persone.

Ma Roller Team introduce una variante: nel vano di carico posteriore, posto sotto all’armadio, è stato inserito un letto aggiuntivo, ribaltabile o addirittura asportabile. Un letto che magari non sarà il massimo per ariosità, ma che potrebbe rivelarsi utile in molte situazioni, aumentando i potenziali componenti dell’equipaggio.

Il Kronos 291 TL (nonché lo Zefiro 291 TL) è invece un semintegrale lungo appena 599 centimetri. Offre un matrimoniale trasversale posteriore e un singolo basculante anteriore (più un quarto posto letto dalla trasformazione della dinette). Scegliendo di ridurre lo spazio del garage, i progettisti hanno deciso di collocare l’armadio sotto al letto posteriore, ottenendo una generosa volumetria per gli abiti appesi e piegati (c’è anche una cassettiera). Per contenere lo spazio, il bagno adotta la soluzione del lavabo all’interno del vano doccia. L’equivalente del 291 TL in versione mansardato è il 291 M, che ovviamente offre più spazio nel letto anteriore avendo il matrimoniale in mansarda anziché il singolo basculante.

Nuovo è anche il 266 TL (Kronos e Zefiro), un semintegrale lungo 745 centimetri, dotato di tre zone abitative distinte e ben separabili: nella zona anteriore abbiamo la dinette face-to-face e il letto basculante, al centro un grande bagno con doccia indipendente e nella zona posteriore troviamo la camera con letto a penisola.

Possiamo quindi affermare che anche per la stagione 2021 la produzione Roller Team viaggia su due binari paralleli: camper tradizionali da una parte, camper furgonati dall’altra. Però c’è più varietà che in passato e questo è positivo, potrebbe anche creare degli scambi tra i due binari, del resto i camperisti più esperti non esitano a fare dei cambiamenti quando serve, anche passando da una tipologia all’altra.

Fotogallery

Renato Antonini

Comments are closed.