October 25, 2020

Al Salone del Camper di Parma è stata presentata al pubblico la nuova gamma Hygge, con cui Rimor conferma il suo impegno nella fascia d’ingresso del mercato, con proposte convincenti ad un prezzo d’attacco. E con la serie Hygge, Rimor si fa notare anche per l’adozione dello chassis Renault Master, arrivando così ad avere nel suo catalogo ben tre diverse basi meccaniche, Fiat, Ford e Renault. In aggiunta, arrivano nuovi modelli Seal e viene introdotto un inedito van nella serie Horus

Le novità di Rimor per la stagione 2021 sono concentrate in basso: rimangono infatti invariati gli Evo e i Superbrig, mentre viene arricchita la serie Seal ed è introdotta una nuova gamma d’ingresso denominata Hygge. Rimor dunque non tradisce le aspettative e lavora ancora intensamente nella fascia d’ingresso del mercato, quel segmento entry level che rimane sotto i 50.000 euro. E non tradisce nemmeno la sua fama di grande costruttore di mansardati: in questa tipologia Rimor ha un’offerta notevole, che pochi in ambito europeo possono vantare, e questo senza comunque tralasciare i semintegrali e i van.

Hygge

Prezzo basso e meccanica Renault: sono questi i caratteri distintivi della nuova gamma Hygge. Lo chassis Renault Master torna in casa Rimor dopo alcuni anni di assenza, utilizzato come base per la realizzazione dei modelli Hygge, che ora rappresentano il gradino d’ingresso al variegato catalogo del costruttore toscano. La serie Hygge è composta da cinque semintegrali e da un mansardato. Gli schemi abitativi sono tradizionali, collaudati e senza sorprese.

E’ il caso del l’Hygge 12 Plus, un semintegrale che riporta alla ribalta la pianta con letto alla francese e dinette tradizionale con due divanetti contrapposti. Una soluzione che si è vista poco negli ultimi anni, penalizzata dalla mancanza di un grande gavone garage, ma che offre grandi vantaggi come un abitacolo aperto, arioso, un letto facilmente accessibile e una zona pranzo sempre disponibile, senza movimentare i sedili della cabina. E’ un tipo di abitacolo che un tempo era concepito per un equipaggio di due persone, ma che oggi grazie al letto basculante, presente sull’Hygge 12 Plus, diventa appetibile anche ad una famiglia di tre o quattro persone. Volendo esagerare, c’è posto anche per sei: trasformando la dinette infatti si ottiene un terzo letto matrimoniale e per il viaggio i posti omologati sono proprio sei. Tutto questo, è giusto notare, con una lunghezza ben al di sotto di quei 7 metri che oggi sono considerati una dimensione media: l’Hygge 12 Plus è lungo infatti 660 centimetri. L’Hygge 12 Plus è a listino a partire da 41.653 euro, a conferma che la nuova gamma entry level di Rimor si propone al pubblico con un prezzo d’attacco. Aggiungendo poche migliaia di euro si arricchisce il mezzo con motore da 145 cv, climatizzatore cabina, cerchi in lega, autoradio e porta zanzariera.

All’esterno il veicolo, come gli altri semintegrali Hygge, si caratterizza per un cupolino leggermente aggettante sopra la cabina, che non ha una forma aerodinamica e nemmeno un oblò frontale, ma offre al suo interno diversi vani che permettono di stivare parecchi oggetti.

 

L’abitacolo è semplice, senza soluzioni ricercate (impensabili a queste cifre), ma i progettisti hanno fatto un buon lavoro vivacizzando l’arredo con azzeccati contrasti cromatici: le ante trasmettono il calore del legno ed emergono in maniera armonica rispetto ai toni delicati bianco-grigio dei tessuti, delle spalle dei mobili e dei piani orizzontali. Di fronte alla porta d’ingresso è collocata la dinette, con quattro posti a sedere, mentre a ridosso della cabina è posizionato l’armadio, di altezza ridotta in modo da rimanere sotto al letto basculante una volta che questo viene abbassato. A destra della porta invece è allestita la cucina, con fornello a tre fiamme e un piano d’appoggio che non è molto ampio. Per il frigorifero ci si deve accontentare di un modello ad incasso, sotto al piano di lavoro. La zona notte adotta un letto matrimoniale alla francese, che grazie ad una prolunga sollevabile può diventare a pianta rettangolare evitando così lo smusso in corrispondenza del corridoio. Il bagno è proprio di fianco al letto e include una vano doccia separato, posto sul fondo.

 

Molto diverso è l’Hygge 69 Plus, che Rimor dedica a chi cerca un semintegrale dagli spazi ampi ma dal prezzo contenuto. La lunghezza di questo veicolo arriva a 747 centimetri: l’abbondanza dei volumi interni si nota soprattutto nella zona posteriore, dove troviamo una vera camera da letto separata. Il letto matrimoniale a penisola è accessibile su tre lati ed è affiancato dai due armadi. La zona notte, separabile, comprende anche il bagno: la cabina doccia indipendente è chiusa da due porticine in metacrilato, mentre il vano wc-lavabo (con finestra) è dotato di chiusura a serranda.

Nella zona giorno l’aera pranzo, sopra la quale si abbassa per la notte il matrimoniale basculante, è composta da una semi-dinette a L completata dai sedili della cabina e da una poltrona laterale. Il tutto gravita intorno al tavolo con sostegno centrale telescopico. L’Hygge 69 Plus offre tanto spazio in cucina, con il blocco principale conformato a L e il maxi-frigorifero a colonna sul lato opposto.

 

Ma un classico mansardato può essere un’alternativa più che valida ai semintegrali: nella nuova serie d’accesso di Rimor troviamo l’Hygge 5, lungo 731 cm e allestito anch’esso su Renault Master. Le dimensioni esterne generose promettono comodi spazi interni, un’abbondanza di spazi che da sempre è uno dei caratteri distintivi della produzione Rimor.

Lo schema abitativo dell’Hygge 5 è collaudato e presenta il letto trasversale posteriore sopra il garage, mentre nella zona anteriore c’è una la dinette classica, che non coinvolge i sedili della cabina. Particolare non secondario, il garage è accessibile dall’interno mediante una porticina. La mansarda è ampia ma un po’ spoglia, del resto in linea con un allestimento di primo prezzo. La cucina è decisamente sviluppata, il piano d’appoggio centrale è notevole, ed è completata dal frigorifero a colonna posto tra la cabina e porta d’ingresso. Il bagno, arieggiato da una finestra, è ben vivibile e include una doccia in nicchia.

 

Seal

Si orienta invece verso schemi abitativi più di tendenza la serie Seal, la gamma attualmente più richiesta di Rimor, tutta basata sulla meccanica Fiat Ducato. Nascono due nuovi semintegrali dotati di dinette face-to-face. Abbiamo apprezzato la soluzione del Seal 67 P Plus, un mezzo medio-compatto, sotto i 6 metri e mezzo, pensato essenzialmente per la coppia: facendo a meno del letto fisso posteriore, riesce ad offrire (pur con una lunghezza ridotta, 645 cm) tanto spazio per living, cucina e bagno.

Dispone di un letto matrimoniale basculante che scende per la notte sopra l’ampia zona giorno. Quest’ultima è dotata di divani face-to-face (trasformabili, se occorre, sia in letto, sia in sedute viaggio), con il tavolo centrale a sostegno telescopico con piano allargabile a libro. La cucina è molto profonda, il piano d’appoggio non manca e il frigorifero a colonna da 141 litri è sulla parete opposta. La zona posteriore del veicolo è occupata dal bagno a tutta larghezza, utilizzabile comodamente come spogliatoio: gli spazi di movimento sono generosi, la doccia è grande.

 

Nel bagno è collocato anche l’ottimo armadio, posto sopra il garage e dotato di mensole, cassetti e vano centrale per i capi appesi. Il prezzo parte da 47.473 e anche considerando alcuni optional vivamente consigliati (come climatizzatore cabina e porta con finestra e zanzariera), non sale sopra i 50.000 euro.

Horus

Viene ampliata anche la gamma di furgoni camperizzati, con l’inserimento dell’Horus 95, un van da 636 cm su base Fiat Ducato, caratterizzato dalla zona notte con letti gemelli posteriori. Il prezzo si attesta sui 43.815 euro, considerando due optional indispensabili come climatizzatore cabina e porta zanzariera.

L’interno è accogliente, l’abbinamento di colori azzeccato, ma oltre all’apparenza c’è anche della sostanza. Appare interessante soprattutto la parte posteriore dell’abitacolo, dove troviamo due letti singoli che si possono unire al centro per formare un grande matrimoniale. Comoda la salita ai letti, per mezzo di ampi gradini. Sotto ai letti sono ricavati due armadi, a cui si accede sollevando la parte terminale delle reti a doghe con materasso annesso. Nel caso serva trasportare attrezzature voluminose, come delle biciclette, la parte centrale del letto si elimina e le reti si sollevano lateralmente.

Classica la conformazione della dinette e ben attrezzata la parete di destra, con il blocco cucina e la colonna con il frigorifero posto in alto. Il vano toilette, dotato di finestrella, adotta la soluzione del lavabo rotante, che si sposta sopra la tazza del wc quando occorre fare la doccia. Anche nella sua gamma di van, quindi, Rimor dimostra la varietà di soluzioni che propone nelle serie di mansardati e semintegrali.

Fotogallery

Renato Antonini

Comments are closed.