October 27, 2020

Nella nuova gamma Roller Team troviamo diversi camper piccoli e maneggevoli. Ci sono vari furgonati della serie Livingstone, dal K2 Sport Limited lungo 541 cm al più grande Duo XL da 636 cm, ma ci sono anche semintegrali e mansardati compatti, come il nuovo Kronos 291 M da 599 cm di lunghezza. Chi cerca invece dei modelli più spaziosi e ben dotati, può dare un’occhiata ai semintegrali Zefiro Advance 265 TL e 295 TL con cambio automatico

E’ una gamma ampia e variegata quella che Roller Team mette in campo per la stagione 2021, riuscendo a presidiare tutte le tipologie di camper. Si parte dai mansardati, pochi ma azzeccati, e si arriva ai furgonati, tanti e sempre più differenziati, senza ovviamente tralasciare semintegrali e motorhome. Al Salone del Camper si sono potute osservare alcune novità che ancora non si erano viste prima dell’estate. Gli interventi maggiori riguardano la gamma di van Livingstone: i furgoni camperizzati di Roller Team crescono in numero e in varietà, e non di poco. Tanto per iniziare, ora ci sono tre livelli di allestimento anziché due come in precedenza, ovvero Livingstone, Livingstone Sport e Livingstone Advance. E poi nascono le versioni con tetto a soffietto: il tetto sollevabile è un optional disponibile su molti dei modelli a catalogo.

Livingstone Duo XL Advance

Tutto nuovo è il Livingstone Duo XL, che abbiamo visto nell’allestimento Advance, il più elegante per quanto riguarda l’arredamento interno. E’ un un van di taglia generosa, allestito sulla versione più lunga del Fiat Ducato, quella da 636 cm di lunghezza, ma viene conservata l’altezza standard (265 cm). La motorizzazione base è il 2300 Multijet da 120 cv, ma si possono avere anche i motori più potenti da 140, 160 e 178 cv. La particolarità di questo veicolo è la zona posteriore modulabile, che diventa interessante per chi deve caricare attrezzature sportive di vario tipo, ma anche per chi desidera avere un vano di carico più o meno ampio a seconda delle esigenze del momento. Il letto matrimoniale non è trasversale al senso di marcia come di consueto, bensì di tipo longitudinale: in questo modo si ottiene un letto più largo e accessibile con più facilità, ma soprattutto si ha disposizione un vano di carico più profondo (180-190 cm anziché 130-140 cm). Questo permette di trasportare facilmente diverse biciclette o addirittura una motocicletta leggera (purché non troppo alta).

Il letto si alza e si abbassa elettricamente e l’altezza del vano di carico varia da un minimo di 75 cm ad un massimo di 130 cm (il volume è variabile da 1500 ai 2400 litri). In posizione bassa il letto ha maggiori dimensioni perché si possono inserire due cuscini di prolunga laterali, per riempire lo spazio tra le pareti e il letto stesso.

Più tradizionale la “zona giorno” del veicolo, con la classica semi-dinette integrata dai sedili della cabina, che però presenta la moderna soluzione open space con l’eliminazione della cappelliera, in modo da avere maggiore altezza nella parte anteriore, con un ambiente più aperto e una facilità di passaggio dai sedili anteriori al corridoio centrale. Da notare anche le particolarità relative all’arredo dell’allestimento Advance: il tavolo è pieghevole a libro, in modo da essere meno ingombrante quando non si deve utilizzare per il pranzo, il piano cucina è in pietra acrilica, elegante e di facile pulizia, così, come è in pietra acrilica il lavabo del bagno.

Un bagno che non ha più nulla a che vedere con quello del modello dello scorso anno: è stato progettato per agevolare i movimenti all’interno del piccolo vano e permettere di fare una doccia senza problemi. Il lavabo e il wc sono spostati sulla sinistra, contro la parete, in modo da lasciare libero il restante spazio, senza contare che la nicchia per l’appoggio di saponette e altri oggetti evita la presenza di mensole sporgenti. Per evitare che l’acqua defluisca nella zona wc, il piatto doccia è ribassato e dotato di pedana. Il vano doccia, sulla versione Advance, è separabile mediante paretine rigide.

Il Livingstone Duo XL è disponibile anche nell’allestimento Sport Limited, che offre qualche accessorio in più nonostante il prezzo sia inferiore, però si perdono alcuni particolari raffinati dell’arredamento.

Livingstone K2 Sport Limited

Chi cerca invece un van molto più compatto del Duo XL, trova nel Livingstone K2 una proposta interessante: ha una lunghezza fuori tutto di soli 541 centimetri. Ovviamente stiamo parlando della base Fiat Ducato (nella versione da 3300 kg di massa complessiva), con il motore 2300 Multijet da 120 cv o in opzione i propulsori più potenti. Il veicolo è stato rinnovato rispetto allo scorso anno ed è disponibile anche nella versione intermedia Sport Limited, che non offre soluzioni d’arredo di tono superiore come i modelli Advance, però regala una dotazione di serie di tutto rispetto. Ad un prezzo di 44.740 euro il Livingstone K2 Sport Limited mette a disposizione ruote in lega da 16”, tendalino estraibile, telecamera di retromarcia e pannello solare, oltre ad autoradio, Traction+, oscurante plissettato in cabina, zanzariera sul portellone e climatizzatore cabina.

L’abitacolo è studiato per ottimizzare il poco spazio disponibile. Tanto per iniziare, l’eliminazione della cappelliera sopra la cabina crea un effetto open space vantaggioso su un van di piccola taglia, anche se ovviamente si perde un po’ di volume di stivaggio. Il living però è più aperto, si può passare agevolmente dai sedili della cabina alla zona centrale del veicolo.

Nella cucina, con un blocco unico che raggruppa lavello e fornello a due fiamme, si nota il nuovo frigorifero Dometic collocato nella parte anteriore: è un modello a compressore da 70 litri e ha lo sportello a doppia cerniera, in modo che si possa aprire sia dall’interno sia dall’esterno a portellone aperto.

Per sfruttare al meglio lo spazio, nel bagno viene adottata la soluzione del lavabo a scomparsa, nascosto a parete e ribaltabile quando occorre utilizzarlo. Un bagno piccolo, certo, ma completo e dotato di finestra, con piatto doccia a doppio foro di scarico e alcuni vani di stivaggio.

Anche nella zona posteriore l’arredo è stato studiato per migliorare lo sfruttamento degli spazi: una fila di pensili è più alta, così da fungere da armadio. Per il resto la zona notte è tradizionale, con il letto matrimoniale trasversale sollevabile all’occorrenza per creare un vano di carico a tutta altezza. Le pareti laterali del letto sono in materiale soft touch e l’aerazione della zona notte è assicurata dall’oblò a tetto e dalle due finestre apribili nel portellone posteriore a due battenti.

Anche per il Livingstone K2 Sport Limited è disponibile, in opzione, il tetto sollevabile a soffietto, che eleva a quattro il numero di componenti dell’equipaggio.

Zefiro Advance 265 TL e 295 TL

La nuova serie speciale Zefiro Advance è composta da sei semintegrali allestiti su base Ford Transit. Si distinguono per la ricca dotazione di serie, che include il potente motore 2.0 TDI da 170 Cv in abbinamento al cambio automatico (non comune in questa fascia di prezzo). A questo si sommano la cabina colorata, gli oscuranti cabina plissettati e la porta con chiusura a due punti centralizzata. Non poco, soprattutto perché già in conformazione standard lo Zefiro è dotato di pannello solare, telecamera di retromarcia, autoradio e molto altro.

Per chi cerca spazi interni ampi c’è lo Zefiro Advance 265 TL, lungo 745 cm e dotato di garage posteriore a volume variabile. La zona notte offre il letto a penisola, libero su tre lati, con la parte terminale inserita nella struttura dell’armadio. L’altezza del letto dal pavimento è in funzione dell’altezza del garage sottostante.

Il bagno è ampio e ha la cabina doccia separata dal vano con lavano e wc. Aprendo la porta del bagno si mettono in comunicazione spazio doccia e vano lavabo, ottenendo più libertà di movimento per quest’ultimo. Una volta aperta, la porta del bagno chiude l’intera zona notte, separandola all’occorrenza dalla zona giorno. Quest’ultima è dotata di un living con dinette a L e poltrona laterale. Il letto basculante (190×107/128 cm) è a movimento elettrico e una volta abbassato occupa in parte il vano porta. Non c’è un oblò ad uso diretto del basculante, ma si può sfruttare il grande cupolino panoramico apribile anteriore. Sicuramente d’effetto la tappezzeria in simil pelle bianca con effetto trapuntato, che ricopre le sedute ma anche la parte sottostante il letto basculante. Così come sono d’effetto i vari elementi retroilluminati. La cucina a L ha un piano d’appoggio adeguato e alle sue spalle è collocato il grande frigorifero da 140 litri.

Completamente diverso, ad eccezione della base Ford Transit con motore da 170 cv e cambio automatico, è lo Zefiro Advance 295 TL. E’ più corto, la lunghezza si attesta sui 699 cm e ha uno schema abitativo differente sia nella parte giorno sia nella zona notte. In questo caso non c’è una vera camera da letto separata, bensì un letto matrimoniale trasversale, peraltro ben accessibile (solo frontalmente) grazie ai due ampi gradini. Anche sullo Zefiro Advance 295 TL il letto è ad altezza variabile, in base al volume del garage posto sotto di esso.

 

La doccia è inserita in nicchia all’interno del vano toilette, dove l’aerazione naturale è assicurata dalla finestra. Al centro dell’abitacolo, oltre al bagno, troviamo l’armadio e il frigorifero da 140 litri, quest’ultimo posto in posizione comoda accanto al blocco cucina a L.

La zona a ridosso della cabina è invece occupata dal living, che oltre alla dinette a L offre un divanetto laterale. Il letto basculante elettrico non interferisce con la porta d’ingresso. Anche sullo Zefiro Advance 295 TL si nota un attento studio delle luci interne, con luci diffuse e particolari retroilluminati.

 

Kronos 291 M

Nella gamma 2021 di Roller Team vengono inseriti diversi modelli compatti, come il nuovo Kronos 291 M, raro esempio di mansardato di soli 599 cm di lunghezza. Grazie alla larghezza standard di 230 cm e alla presenza della mansarda, questo veicolo riesce ad offrire, pur con dimensioni ridotte, una discreta abitabilità interna e spazio sufficiente per quattro persone, senza far mancare un garage in coda. Al cliente è data la possibilità di scegliere tra la meccanica Fiat Ducato, con motore base 2300 Multijet da 120 cv, o Ford Transit con propulsore 2.0 TDI da 130 cv.

Stiamo parlando di un veicolo entry level, della serie d’ingresso di Roller Team (la versione su Ford parte da 49.500 euro), però la dotazione di serie comprende non solo il climatizzatore cabina, il doppio airbag, il cruise control, il paraurti in tinta e la porta con finestra e zanzariera, ma anche il pannello solare e la telecamera di retromarcia. La base Ford, inoltre, si porta in dote anche la radio bluetooth con comandi al volante.

La porta d’accesso alla cellula abitativa immette sulla zona giorno, con semi-dinette a L integrata dai sedili della cabina. Stiamo parlando di un veicolo di primo prezzo, ma l’arredo appare di buon gusto, con tanto di pensili curvi. Piuttosto spoglia è invece la mansarda, che però rappresenta il vero jolly di questo veicolo, perché offre due posti letto sempre pronti, senza movimentare sedute o abbassare letti basculanti.

L’altro letto matrimoniale sempre pronto è nella zona posteriore, collocato in alto sopra il garage e accessibile mediante una scaletta a pioli agganciabile alla parete. Nonostante le dimensioni ridotte del veicolo, la capacità di stivaggio di indumenti e biancheria è notevole grazie ai pensili sopra il letto posteriore e all’armadio sotto di esso. Quest’ultimo non ha solo un vano per i capi appesi, ma integra anche una cassettiera per gli indumenti piegati.

Ovviamente l’armadio sotto al letto riduce la volumetria del gavone: è una precisa scelta progettuale, fatta per dare più spazio all’abitacolo senza approntare un vero armadio a parete. Al fine di ottimizzare gli elementi d’arredo in funzione delle misure ridotte è stata anche scelta la soluzione del bagno con lavabo all’interno del vano doccia, soluzione del resto collaudata e che non pone problemi se si utilizza una pedana di scolo.

Per completezza d’informazione, segnaliamo che la stessa pianta del Kronos 291 M è proposta anche su altri nuovi veicoli Roller Team: tanto per iniziare lo Zefiro 291 M, identico ma più ricco nella dotazione e nelle finiture, e poi il Kronos 291 TL e lo Zefiro 291 TL (semintegrali con letto basculante anteriore), oltre al Kronos 291 P e allo Zefiro 291 P (semintegrali senza letto basculante).

Fotogallery

Renato Antonini

Comments are closed.