November 29, 2020

Tre modelli, tre lunghezze differenti e tre diversi schemi abitativi che racchiudono modernità, raffinatezza e praticità: è questa l’essenza dei nuovi Globecar Elegance, protagonisti di questo match

In sintesi

Tipologia Roadscout R Elegance
Meccanica Citroen Jumper /Fiat Ducato 33 Light L2H2 con passo da 345 cm
Motorizzazione di base Citroen Jumper 2.200 cc – 88 kW/120 cv / Fiat Ducato 2.287 cc 88 kW/120 cv
Motorizzazioni opt. Citroen Jumper 2.200 cc – 102 kW/140 cv ; 2.200 cc – 121 kW/165 cv / Fiat Ducato 2.287 cc 102 kW/140 cv ; 2.287 cc 118 kW/160 cv ; 2.287 cc 131 kW/177 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ESC, Hill Holder, Airbag conducente
Posti omologati 4
Posti letto 2+1
Dimensioni 541x205x258 cm
Peso massimo ammesso 3.300 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.720 kg
Prezzo base Euro 44.299,00 (Citroen) / Euro 45.399,00 (Fiat) Con IVA FF
 
Tipologia Campscout Elegance
Meccanica Citroen Jumper /Fiat Ducato 35 Light L4H2 con passo da 403,5 cm
Motorizzazione di base Citroen Jumper 2.200 cc – 102 kW/120 cv / Fiat Ducato 2.287 cc 102 kW/140 cv
Motorizzazioni opt. Citroen Jumper 2.200 cc – 121 kW/165 cv / Fiat Ducato 2.287 cc 118 kW/160 cv ; 2.287 cc 131 kW/177 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ESC, Hill Holder, Airbag conducente
Posti omologati 4
Posti letto 2+1
Dimensioni 636x205x258 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.970 kg
Prezzo base Euro 49.999,00 (Citroen) / Euro 51.099 (Fiat) Con IVA FF
Tipologia Globescout Elegance
Meccanica Citroen Jumper /Fiat Ducato 33 Light L3H2 con passo da 403,5 cm
Motorizzazione di base Citroen Jumper 2.200 cc – 88 kW/120 cv / Fiat Ducato 2.287 cc 88 kW/120 cv
Motorizzazioni opt. Citroen Jumper 2.200 cc – 102 kW/140 cv ; 2.200 cc – 121 kW/165 cv / Fiat Ducato 2.287 cc 102 kW/140 cv ; 2.287 cc 118 kW/160 cv ; 2.287 cc 131 kW/177 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ESC, Hill Holder, Airbag conducente
Posti omologati 4
Posti letto 2+1
Dimensioni 599x205x258 cm
Peso massimo ammesso 3.300 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.820 kg
Prezzo base Euro 44.599,00 (Citroen) / Euro 45.699,00 (Fiat) Con IVA FF
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

E’ il marchio che si pone al vertice dell’offerta dell’universo Pössl per stile e raffinatezza, ricoprendo da sempre il ruolo di brand gemello: parliamo di Globecar. Apprezzati player che, fin dalla loro nascita, si sono specializzati nella sola produzione di veicoli furgonati, offrendo gamme variegate, complete e forti di numerose varianti, così da riuscire ad assecondare le sempre maggiori richieste da parte dell’utenza finale che, oggigiorno sempre più, si rivolge a questa tipologia di veicoli. Protagonisti di questo nuovo match sono tre modelli che si pongono l’obiettivo di accompagnare i propri equipaggi durante i loro viaggi aggiungendo quel pizzico di eleganza attraverso numerosi dettagli dell’equipaggiamento particolarmente curati e una qualità generale che rende l’utilizzo ancora più confortevole e piacevole. Ecco, dunque, i nuovi Globecar Elegance, moderni nello stile e dinamici nell’essenza, proposti nelle tre differenti lunghezze disponibili delle basi meccaniche del Citroen Jumper o, in alternativa, del Fiat Ducato: 541 cm per il Roadscout R Elegance, 599 cm per il Globescout Elegance, fino ad arrivare ai 636 cm del Campscout Elegance. Veicoli pensati in primis per l’equipaggio di coppia di qualunque età, che sia alla ricerca di un mezzo che fa della dinamicità e della maneggevolezza i suoi punti di forza principali – come il Roadscout R – oppure che ricerca la comodità di due letti gemelli posteriori – presenti nel Campscout – o ancora che non vuole rinunciare al grande classico intramontabile quanto a layout sviluppato, rappresentato dal Globescout.

Come detto, la base meccanica di partenza è rappresentata dall’ormai collaudato Citroen Jumper adottato nelle tre diverse varianti di lunghezza esterna, tutte però accomunate però da una larghezza pari a 205 cm e un’altezza esterna complessiva di 258 cm. I propulsori adottati di partenza sono il 2.2 litri BlueHDi da 120 CV per i due modelli più corti Roadscout R e Globescout, mentre il Campscout offre come base il 2.2 litri BlueHDi da 140 CV. In alternativa, con un sovrapprezzo di Euro 1.100, è possibile richiedere anche la sempre apprezzata base torinese del Fiat Ducato, con i rispettivi propulsori da 2,3 litri MultiJet da 120 e 140 CV. Per entrambe le motorizzazioni sono ovviamente disponibili in opzione le intere rose di propulsori previsti. Differenti anche le portate complessive di partenza, pari a 33 q.li per i più piccoli (estendibili in opzione anche a 3.500 kg) e a 35 q.li per il modello più lungo. Basica è la dotazione offerta di serie da Globecar, prevedendo però un pacchetto denominato “All-In” offerto a un prezzo particolarmente vantaggioso che praticamente equipaggia la totalità dei veicoli destinati al nostro mercato, includendo dotazioni quali: ESP, ASR, Hill Holder, climatizzatore manuale in cabina, Airbag passeggero, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, sedile passeggero regolabile in altezza, ruota di scorta, serbatoio del gasolio da 90 litri, oscuranti plissettati in cabina e molto altro. Non manca poi un ulteriore pacchetto opzionale sempre destinato al telaio che annovera utili dispositivi come Cruise Control, Traction+, Hill Descent Control, luci diurne a LED e volante e pomello del cambio rivestiti in pelle.

La linea esterna dei nuovi Globecar Elegance segue ovviamente i tratti del furgonato originale, impreziositi però da grafiche dedicate che richiamano il logo del brand ingrandito con sfondo in effetto carbonio; in opzione sono inoltre previste numerose verniciature esterne così da poter donare un tocco di personalità in più al mezzo. Sempre a favore di un look più automobilistico, la scocca si avvale di finestre Seitz S4 dotate di telaio, mentre le canoniche aperture consentono l’accesso agli spazi interni.

Su tutti e tre i modelli il portellone laterale è dotato di serie di gradino esterno estraibile elettricamente, di zanzariera scorrevole e del pratico sistema di chiusura assistita automatica, mentre le due porte posteriori a battente (sprovviste di serie su tutti e tre i modelli di finestre apribili) si aprono sul classico vano di carico ricavato al di sotto dei letti di coda, consentendo anche di raggiungere il vano porta bombole – pensato per ospitare due unità da 10 kg – e ulteriori armadietti deputati allo stivaggio.

Sempre nella zona posteriore, al di sotto dei letti, è stato installato il serbatoio dell’acqua potabile da 100 litri, a fronte di uno di recupero da 92 litri collocato esternamente, sotto pianale e coibentabile in opzione.

Inoltre, sul più piccolo Roadscout R, qui trova sistemazione anche l’unità dedicata al riscaldamento e alla produzione dell’acqua calda sanitaria Truma Combi 4 alimentata a gas. Differentemente, nei due fratelli maggiori il medesimo dispositivo è situato all’interno della cassapanca del divano frontemarcia della dinette. Il comando è quello di tipo classico con rotella ma, in opzione, è possibile richiedere il moderno pannello digitale Truma CP Plus.

Per quanto concerne invece la costruzione, la coibentazione interna avviene in più fasi: il pavimento, infatti, è costituito da un sandwich da 25 mm realizzato con l’utilizzo di un doppio strato di multistrato fenolico coibentato con RTM ad alta densità e rivestito, nel lato superiore, dal classico linoleum. Le pareti, invece, optano per un sistema di pannelli isolanti flessibili, realizzati in schiuma di Polietilene e abbinati a controstampi interni in materiale plastico, mentre il tetto abbina pannelli in Styrodut da 20 mm a elementi flessibili in schiuma di Polietilene, rifinendo il tutto con il classico pannello in multistrato nobilitato.
Decisamente moderna e accogliente l’atmosfera che si respira a bordo dei nuovi Globecar Elegance, con un mobilio in essenza “Tajet Oxford” che gioca elegantemente tra componenti color grigio e parti in tonalità legno, creando un piacevole mix grazie anche a un piacevole connubio tra linee decise e forme arrotondate.

Un ambiente impreziosito da numerosi elementi, come le luci d’ambiente a diffusione che seguono il perimetro superiore dei pensili, o la cornice retroilluminata dedicata alla finestra del living, o ancora le parti laterali della panca della dinette rivestite in tessuto. Seguendo le ultime tendenze del mercato, questi tre modelli rinunciano poi alla cappelliera posta sopra la cabina di guida, a favore di un’ampio e unico open-space anteriore, che dona maggiori vivibilità, ariosità e luminosità a questa parte dell’abitacolo. Inoltre, a tetto, un pannello che ben si sposa con il design dell’arredo incornicia l’oblò panoramico Midi-Heki da 50×70 cm, mentre la forma dei pensili collocati sopra al living è stata studiata appositamente per lasciar libero lo spazio necessario per installare, a parete, una televisione.

Altro minimo comun denominatore dei tre Globecar Elegance è anche lo sviluppo del soggiorno, composto da una semidinette integrata con la cabina di guida grazie ai sedili girevoli e servita da un classico tavolo ancorato a parete, dotato di prolunga ruotabile.

Scendiamo ora nel dettaglio partendo proprio dal più compatto, il Roadscout R, lungo per l’appunto 541 cm. Lo schema abitativo proposto prevede, in coda, un letto matrimoniale trasversale dalla larghezza irregolare, a causa della toilette che la riduce gradualmente verso la fiancata sinistra.

Quest’ultima rappresenta però una delle peculiarità di questo modello, prevedendo uno sviluppo centrale: schermata da una porta scorrevole a serranda, quando non utilizzata rimane una presenza discreta lungo la parete sinistra ma, quando necessario, va a sfruttare anche lo spazio dell’adiacente corridoio per creare un locale bagno/doccia di buone dimensioni considerata la grandezza del mezzo. Arredata in legno, vede la presenza di un wc Thetford dotato di tazza orientabile e cassetta esterna estraibile e di un lavabo con vasca a ribalta. E’ provvisto di miscelatore con erogatore estraibile così da servire all’occorrenza anche la doccia centrale, il cui piatto in termoformato vede la presenza di due utili pilette di scarico ed è coperto da una pedana di protezione in legno.

Collocato a sbalzo sul portellone laterale, il mobile cucina è organizzato per offrire, nel suo piccolo, tutto il necessario al cuoco di turno. Sulla superficie trova posto un monoblocco in acciaio inox che ingloba un piano cottura a due fochi e il lavello provvisto di miscelatore con canna abbattibile; una soluzione che consente di lasciare al contempo libero un buon piano di lavoro utile. Il frigorifero a compressore Dometic da 100 litri è qui collocato in testa al mobile ed è dotato di anta con doppia cerniera così da consentirne l’apertura da ambo i lati.

Lo stivaggio della cucina è organizzato in tre cassetti inferiori e un pensile superiore, mentre lo stivaggio complessivo del camper risente della mancanza di un vero e proprio armadio guardaroba, affidandosi a pensili, alla cassapanca utilizzabile della dinette e a piccole nicchie ricavate nella porzione del rialzo del pavimento anteriore.

Collocato nel mezzo dell’offerta, il Globescout porta in dote una disposizione interna non solo tra le più ricercate, ma che ha anche segnato l’evolversi e la crescita di questa categoria di veicoli: parliamo del letto matrimoniale trasversale posto in coda all’abitacolo in una lunghezza complessiva di 599 cm.

Più grande e quindi leggermente più confortevole rispetto al fratello minore il soggiorno, sempre fronteggiato dal blocco cucina qui però dalla tipica forma trapezoidale di casa Globecar. Spazio qui a un fornello a due fuochi affiancato da un lavello rettangolare realizzato in acciaio inox e dotato di miscelatore a canna alta in stile domestico, mentre lo stivaggio può contare su un pensile a soffitto e tre capienti cassettoni inferiori, dotati di serie di chiusura centralizzata. Ad affiancarlo ecco la classica colonna dove sono inseriti il frigorifero trivalente da 80 litri sormontato da un armadio guardaroba di buone dimensioni, provvisto al suo interno di asta appendiabiti.

Alle spalle del living si sviluppa invece il locale bagno, separato da una particolare porta scorrevole rigida a doppia anta. All’interno è suddiviso in due porzioni: wc e mobile lavabo rettangolare ad angolo, provvisto di miscelatore con flessibile estraibile, nella parte sinistra e piatto doccia dotato di doppia piletta di scarico in quella destra.

Non mancano poi tre pensili posti sopra al letto di coda, corredati anche da utili mensole svuota tasche a giorno.

Il modello più lungo, il Campscout, nei suoi 636 cm condivide al suo interno i medesimi soggiorno e mobile cucina del Globescout, differenziandosi però per lo sviluppo delle restanti zone.

Caratteristica saliente è sicuramente la presenza in coda di due comodi letti gemelli dall’accesso particolarmente facilitato grazie alla presenza di due comodi gradini centrali, che celano a loro volta due piccoli vani di stivaggio. Un blocco, questo, che all’occorrenza è possibile rimuovere completamente per aumentare le capacità di carico del gavone sottostante.

Immancabile il giro pensili che disegna il perimetro superiore della camera da letto con ben cinque rispostigli mentre, nella parte terminale del letto sinistro, è stato ricavato un secondo armadio guardaroba, accessibile direttamente dall’alto alzando un pezzo della rete a doghe.

L’armadio principale rimane però inserito nella parte bassa della colonna che separa la cucina dalla parte posteriore, assieme al frigorifero a compressore da 84 litri.

Infine, il Campscout si avvale di un locale bagno a sviluppo centrale e isolabile mediante una porta a serranda scorrevole, con piatto doccia posto nel mezzo del corridoio, sempre protetto da una pedana in legno dedicata. Ne completano l’allestimento un mobile lavabo fisso, il classico wc dotato di tazza orientabile e una finestra apribile a compasso, oltre ad alcuni piccoli armadietti pensati per lo stivaggio.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

ABS, ESC, Hill Holder, zanzariera porta cellula, gradino esterno estraibile elettricamente, luci d’ambiente a LED, oblò panoramico Midi-Heki, finestre Seitz S4, chiusura assistita automatica portellone laterale.

Optional presenti sul veicolo in prova (Roadscout R Elegance)

  • Motorizzazione Citroen Jumper BlueHDI 140 CV – Euro 1.100,00
  • Aumento portata a 35 q.li – Euro 329,00
  • Verniciatura esterna grigio alluminio – Euro 659,00
  • Pack “All-In” (ESP, ASR, Hill Holder, serbatoio del gasolio da 90 litri, ruota di scorta, climatizzatore manuale in cabina, Airbag passeggero, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, sedile del passeggero regolabile in altezza, sedili cabina rivestiti in coordinato con tappezzeria, oscuranti plissettati in cabina, cruscotto con anelli cromati, booster di ricarica da 25 A) – Euro 2.179,00
  • Pack “TTLL” (Traction+, Hill Descent Control, Cruise Control, luci diurne a LED, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle) – Euro 600,00
  • Predisposizione autoradio con antenna DAB e altoparlanti in cabina – Euro 299,00
  • Kit trasformazione dinette in letto – Euro 379,00
  • Pack “Elettrico” (presa USB, illuminazione dello spazio di stivaggio posteriore) – Euro 219,00

Prezzo del veicolo compresi gli optional – Euro 50.063,00

Optional presenti sul veicolo in prova (Globescout Elegance)

  • Motorizzazione Citroen Jumper BlueHDI 140 CV – Euro 1.100,00
  • Aumento portata a 35 q.li – Euro 329,00
  • Pack “All-In” (ESP, ASR, Hill Holder, serbatoio del gasolio da 90 litri, ruota di scorta, climatizzatore manuale in cabina, Airbag passeggero, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, sedile del passeggero regolabile in altezza, sedili cabina rivestiti in coordinato con tappezzeria, oscuranti plissettati in cabina, cruscotto con anelli cromati, booster di ricarica da 25 A) – Euro 2.179,00
  • Pack “TTLL” (Traction+, Hill Descent Control, Cruise Control, luci diurne a LED, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle) – Euro 600,00
  • Cerchi in lega da 16″ – Euro 759,00
  • Presa USB integrata nel cruscotto – Euro 49,00
  • Predisposizione autoradio con antenna DAB e altoparlanti in cabina – Euro 229,00
  • Specchietti retrovisori richiudibili elettricamente – Euro 219,00
  • Supplemento per climatizzatore automatico in cabina – Euro 439,00
  • Cruscotto in design alluminio – Euro 109,00
  • Kit trasformazione dinette in letto – Euro 379,00
  • Pack Elettrico (presa USB, illuminazione dello spazio di stivaggio posteriore) – Euro 219,00
  • Comando digitale Truma CP Plus – Euro 109,00
  • Kit Isofix su panca dinette – Euro 289,00

Prezzo del veicolo compresi gli optional – Euro 51.607,00

Optional presenti sul veicolo in prova (Campscout Elegance)

  • Motorizzazione Citroen Jumper BlueHDI 165 CV – Euro 1.100,00
  • Telaio 35 Heavy – Euro 769,00
  • Verniciatura esterna grigio alluminio – Euro 659,00
  • Pack “All-In” (ESP, ASR, Hill Holder, serbatoio del gasolio da 90 litri, ruota di scorta, climatizzatore manuale in cabina, Airbag passeggero, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, sedile del passeggero regolabile in altezza, sedili cabina rivestiti in coordinato con tappezzeria, oscuranti plissettati in cabina, cruscotto con anelli cromati, booster di ricarica da 25 A) – Euro 2.179,00
  • Pack “TTLL” (Traction+, Hill Descent Control, Cruise Control, luci diurne a LED, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle) – Euro 600,00
  • Predisposizione autoradio con antenna DAB e altoparlanti in cabina – Euro 299,00
  • Cerchi in lega da 16″ – Euro 759,00
  • Kit trasformazione dinette in letto – Euro 379,00
  • Pack “Elettrico” (presa USB, illuminazione dello spazio di stivaggio posteriore) – Euro 219,00
  • Kit Isofix su panca dinette – Euro 289,00
  • Porta smartphone su cruscotto – Euro 129,00
  • Comando digitale Truma CP Plus – Euro 109,00

Prezzo del veicolo compresi gli optional – Euro 57.489,00

Conclusioni

Quando si pensa a un veicolo furgonato, uno dei primi nomi che sicuramente riecheggia nell’ormai ampio panorama europeo è sicuramente quello di Pössl, assieme ai suoi numerosi marchi associati. Tra questi, Globecar, presente ormai da molto tempo sul mercato anche se forse meno diffuso e conosciuto nel nostro territorio, ne rappresenta il perfetto spin-off più raffinato, che vede la sua massima espressione nel nuovo allestimento Elegance. Una serie che cerca infatti di coniugare assieme lo spirito più avventuroso e dinamico legato principalmente a questa tipologia di veicoli, a quel tocco di eleganza in grado di catturare l’attenzione anche dei palati più fini. I tre modelli che la compongono ripropongono altrettante varianti di schemi abitativi non lasciate però al puro caso: l’azienda tedesca ha infatti deciso di dedicare ai propri “top di gamma” i tre layout oggigiorno più ricercati dall’utenza finale, nelle ormai tre canoniche differenti lunghezze esterne. Una scelta sicuramente vincente, che da un lato incrementa ulteriormente la già variegata offerta targata Globecar, ma allo stesso tempo semplifica anche le opzioni di scelta a coloro che decidono di rivolgere l’attenzione direttamente al suo vertice. Al contrario di ciò che si potrebbe immaginare, non ci troviamo però di fronte a mezzi completi negli equipaggiamenti offerti di serie. Bisognerà infatti attingere alla lista degli optional per completarli a proprio piacimento, approfittandone magari per donargli qualche piccolo tocco di personalizzazione in più. Nonostante tutto, il conosciuto e apprezzato rapporto tra qualità e prezzo d’acquisto che da sempre caratterizza le produzioni dell’universo Pössl viene mantenuto inalterato anche sui nuovi arrivati, al netto di qualche piccolo difetto di gioventù facilmente rimediabile. Tre veicoli che si prestano dunque perfettamente a quel turismo di movimento dinamico, pratico e, perché no, anche avventuroso, in grado di abbracciare, con le loro differenti caratteristiche, un bacino d’utenza davvero ampio: dalla coppia giovane e dinamica, alla coppia più matura che non vuole rinunciare a qualche comfort di bordo in più, cercando nel loro piccolo di soddisfarne al meglio le esigenze.

Cosa ci è piaciuto di più

  • Pratico e comodo il sistema di chiusura assistita automatica del portellone laterale.
  • L’eliminazione del padiglione anteriore sopra la cabina di guida regala all’ambiente luminosità e ariosità maggiori.
  • Generose le dimensioni dell’armadio guardaroba presente sul Globescout.
  • Lodevole la presenza di due armadi guardaroba sul Campscout.
  • Comoda la salita ai letti gemelli posteriori del Campscout.
  • L’adozione di un locale wc a sviluppo centrale sul Roadscout R consente la creazione di un ampio box doccia anche su un van dalle dimensioni molto contenute.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Basica la dotazione offerta di serie per quanto concerne la meccanica, prevedendo solo in opzione tutti i principali dispositivi legati al comfort e alla sicurezza durante la guida.
  • Migliorabile il sistema di chiusura centralizzata dei cassetti del mobile cucina.
  • Tutti e tre i modelli sono sprovvisti di serie delle finestre apribili sui portelloni posteriori.
  • Sul Roadscout R non è presente un armadio guardaroba.
  • Il Roadscout R risente della mancanza di un oblò a tetto dedicato al letto di coda.
  • Il vano bombole del Campscout risulta difficile da raggiungere in caso di gavone carico.
Riferimenti e contatti del costruttore
Importatore per l’Italia: Ro.Ad. Camping Car srl
Via Luigi Pierobon, 119 – 35010 Limena (PD)
Tel. 049 767750

Davide

Comments are closed.