April 17, 2021

Un profilato dal cuore tedesco in grado di assecondare le esigenze dell’equipaggio di coppia matura alla ricerca del giusto comfort di bordo in un mezzo agile e dalle dimensioni abbastanza contenute: Hobby propone l’Optima On Tour Edition V 65 GE, completo di una dotazione offerta di serie davvero ricca

In sintesi

Tipologia Profilato
Meccanica Citroen Jumper 35 Light con telaio Camping-Car Special e passo da 380 cm
Motorizzazione di base 2.200 cc – 88 kW/120 cv
Motorizzazioni opt 2.200 cc – 103 kW/140 cv ; 2.200 cc – 121 kW/165 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ESP, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control
Posti omologati 4
Posti letto 2+2 optional
Dimensioni 677x289x216 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.925 Kg
Prezzo base Euro 54.300,00 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarG
Meccanica starYstarYstarYstarHstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarH
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarG
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarG
Bagno starYstarYstarYstarHstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarG
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarYstarH
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Siamo negli anni ottanta, un periodo in cui i riflettori del mercato dei veicoli ricreazionali hanno iniziato ad accendersi in modo importante anche sui motorizzati, come valida alternativa per un turismo itinerante alle tradizionali caravan. E proprio in questo periodo c’è un particolare player tedesco del settore che ha deciso di dare il suo calcio d’inizio in questo segmento con un prodotto destinato a lasciare il segno, un semintegrale unico nel suo genere dai tratti piuttosto futuristici quanto singolari: parliamo del famoso Hobby 600. Una tradizione che, anno dopo anno, Hobby ha cercato di mantenere ed evolvere all’interno delle sue produzioni, creando veicoli dalla spiccata personalità e dalle forme ancora oggi inconfondibili, quasi come a voler lasciare un segno indelebile nel panorama dei veicoli ricreazionali. Attualmente la sua offerta in tema di veicoli motorizzati spazia dai sempre più ricercati van, ai mansardati destinati agli equipaggi più numerosi, fino ai profilati, con modelli dedicati sia alla famiglia, sia all’equipaggio di coppia. Ed è proprio a questi ultimi che rivolgiamo l’attenzione e, in particolare, alla gamma denominata Optima On Tour Edition. Le sue caratteristiche salienti sono una larghezza esterna ridotta, contenuta in appena 216 cm, e un equipaggiamento di serie davvero completo, offerto a un prezzo particolarmente competitivo. Dei tre modelli che compongono questa serie, l’Optima On Tour Edition V 65 GE è forse quello che rispecchia di più le caratteristiche maggiormente ricercate oggigiorno dal nostro mercato: comodi letti gemelli posteriori e un capiente gavone garage passante, qui offerti in una lunghezza complessiva pari a soli 677 cm.

La base meccanica di partenza è qui rappresentata del Citroen Jumper 35 Light con telaio ribassato Camping-Car Special e passo pari a 380 cm. Il propulsore offerto di partenza è il 2,2 litri BlueHDi da 120 CV, senza escludere però la possibilità di richiedere, in opzione, le più consone e performanti motorizzazioni in grado di sviluppare 140 o 165 CV. Piuttosto completa è anche la dotazione proposta di serie per la base meccanica, annoverando dispositivi come: ABS, ESP, Hill Holder, Traction+, Hill Descent Control, climatizzatore manuale in cabina, Cruise Control, Airbag conducente e passeggero, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, autoradio 2DIN DAB+ con sistema di navigazione e telecamera per la retromarcia e cerchi in lega da 16”.

Il Design esterno, dai tratti più semplici e lineari, riprende in pieno il family-feeling di casa Hobby, sia nelle tipiche colorazioni delle serigrafie laterali che donano dinamismo alle fiancate, sia in elementi come l’affusolato cupolino anteriore che ingloba un ampio sky-roof apribile o, meglio ancora, lo specchio di coda. Quest’ultimo è infatti dominato, nella parte inferiore, da un grande e avvolgente paraurti in puro stile Hobby, dove spiccano i moderni gruppi ottici d’impronta automotive a sviluppo orizzontale.

La scocca presenta una costruzione di tipo tradizionale e abbina rivestimento in alluminio liscio, intelaiatura interna in legno a una coibentazione in polistirolo ad alta densità. Stessa costruzione è impiegata anche per il tetto, contraddistinto, però, da un rivestimento esterno in vetroresina antigrandine. Differisce, invece, la composizione del pavimento, che prevede un sottoscocca in vetroresina a fronte di una coibentazione in XPS.
La scocca si completa poi con una porta d’ingresso a larghezza maggiorata dotata di zanzariera scorrevole, pattumiera integrata, gradino esterno elettrico, fermaporta magnetico e luce veranda a led e la presenza di quattro oblò a tetto: uno sky-view Polyplastic inserito nel cupolino anteriore, un panoramico Midi-Heki 50×70 cm al di sopra del soggiorno e due Mini-Heki 40×40 cm a servizio della camera posteriore e del bagno. Il veicolo in prova è inoltre dotato delle finestre Polyvision Aero con telaio in alluminio, ordinabili con sovrapprezzo. A tutto questo si aggiunge il tendalino Thule Omnistor montato di serie.

In coda ecco l’immancabile gavone garage passante. Accessibile tramite due portelloni laterali simmetrici di uguali dimensioni (103×77 cm), vanta una soglia di carico a 76 cm dal suolo e si sviluppa in uno spazio da largo 199 cm, profondo 91 cm e alto 112 cm. Il vano è completo di barre con ganci riposizionabili per il fissaggio del carico, illuminazione e bocchetta del riscaldamento dedicati.

Gli impianti

L’autonomia idrica è affidata a un serbatoio da 100 litri posizionato all’interno della cassapanca frontemarcia del living, servito da una pompa a immersione. Rimuovendo il cuscino di seduta è possibile raggiungere il doppio tappo a vite per l’ispezione e la pulizia interna e il rubinetto di scarico. Una volta utilizzata, l’acqua è condotta al serbatoio di recupero dalla capacità di 96 litri, collocato esternamente, sotto pianale, ma inserito all’interno di un guscio coibentato e riscaldato. Non mancano poi gli utili sifoni anti odore a favore dei lavelli di cucina e bagno.

L’impianto elettrico è raggruppato nella cabina di guida, al di sotto del sedile passeggero, dove trovano posto la batteria dedicata ai servizi AGM da 95 Ah e la centralina/caricabatterie realizzata da Hobby e sviluppata impiegando la tecnologia Ci-Bus. L’intero impianto è gestito da un pannello comandi posto sopra la porta d’ingresso alla cellula.
A disposizione dei viaggiatori troviamo tre prese a 220 V e ben quattro utili prese USB (fornite con sovrapprezzo), mentre l’illuminazione interna, sfruttando completamente la tecnologia a led, si avvale di spot incassati, piccole plafoniere e faretti orientabili.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono affidati alla collaudata e potente Truma Combi da 6 kW alimentata a gas, che distribuisce il calore prodotto tramite una canalizzazione di otto bocchette posizionate in tutto l’abitacolo, con una particolare attenzione rivolta anche alla cabina di guida. Installata al di sotto del letto posteriore sinistro e raggiungibile tramite uno sportello direttamente dal garage, viene comandata tramite il moderno pannello digitale Truma CP Plus collocato, assieme alla sonda della temperatura, al di sopra della porta d’ingresso alla cellula.

Molto particolare la soluzione destinata alle bombole del gas: il veicolo è attrezzato con un vano per due bombole da 10 kg, servito da sportello esterno, completo di slitta di contenimento estraibile che ne permette un carico o una sostituzione decisamente più agevole, operando all’esterno del veicolo. Il veicolo in prova è inoltre dotato dell’utile dispositivo Truma Duo Control CS (disponibile in opzione) che funge da scambiatore automatico delle bombole e consente di utilizzare il gas durante la marcia grazie alla presenza del Crash Sensor. I tre rubinetti sezionatori che gestiscono l’impianto sono collocati nel blocco cucina, in posizione facilmente raggiungibile.
Infine, si segnala la presenza di serie di un segnalatore di fumo collocato, a tetto, in camera da letto.

All’interno

L’Optima On Tour Edition V 65 GE è un puro Hobby sia fuori che dentro. Infatti, non è solamente la linea esterna a riprendere in pieno i dettami caratteristici del produttore tedesco, ma l’atmosfera tipica di casa Hobby la si respira subito non appena si varca la soglia d’accesso. Ecco dunque un arredamento che unisce un design e uno sviluppo più classico a tonalità prettamente moderne, giocando su una particolare essenza legno che si avvicina ai toni del grigio, abbinata ad ante e frontali di colore bianco, impreziositi da maniglie cromate. Si segnala, inoltre, la presenza delle paretine anticondensa a favore del living e dei letti fissi posteriori.

La zona anteriore è dedicata a ospitare il living, formato da una semidinette integrata con la cabina di guida grazie ai sedili girevoli. Pensato per ospitare un massimo di quattro commensali, è servita da un tavolo ancorato a parete provvisto di prolunga ruotabile. L’assenza della classica poltroncina laterale, se da un lato riduce la possibilità di aumentare i posti a sedere in sosta, dall’altra regala all’ambiente maggiore ariosità e spazio di movimento, facilitando notevolmente i passaggi dalla cabina di guida all’abitacolo, considerata anche la larghezza ridotta di questo modello.

La luminosità naturale è ampiamente garantita, oltre dalla vetratura della meccanica di base, da una finestra apribile a compasso, dallo sky-roof apribile inserito nel cupolino, dotato di oscurante e zanzariera, e dall’oblò panoramico Midi-Heki. Lo stivaggio può invece contare su due pensili laterali e sui vani a giorno ricavati nel girocupolino. A completamento del comfort di bordo,  la gamma Optima On Tour Edition offre di serie l’impianto tv completo, formato da uno schermo da 22” e da un’antenna satellitare a puntamento automatico marchiata Teleco. Per garantire la necessaria privacy sia diurna, sia notturna, sono poi presenti gli oscuranti plissettati dedicati ai vetri della cabina di guida.

A lato dell’ingresso, spazio al blocco cucina dalla forma lineare dalla tipica conformazione delle produzioni Hobby. Sulla sua superficie è inserito un monoblocco realizzato in acciaio inox che incorpora un fornello a tre fuochi, dotati di accensione piezoelettrica, e un lavello servito da un miscelatore esterno. Entrambi sono protetti da un’apposita copertura in cristallo temperato. Buono lo spazio di lavoro a disposizione considerate le dimensioni del piano, contando anche sull’ausilio di una ribaltina laterale. Lo stivaggio, conta su due pensili superiori, separati da un vano chiuso da una serrandina, su un grande cassetto e due ulteriori vani ricavati nella parte inferiore del mobile.

Al suo fianco, ecco il frigorifero a colonna Dometic RML 10.4 in conformazione slim, dotato di selettore automatico della fonte di energia e di porta con possibilità di apertura da ambo i lati. Il frigo è inoltre incorniciato superiormente e inferiormente da due ulteriori piccoli armadietti. L’aerazione è infine assicurata da una finestra apribile a compasso dedicata e dalla vicinanza dell’oblò panoramico.

Alle spalle del living si sviluppa invece il locale bagno dall’inusuale conformazione, arredato completamente in termoformato a eccezione del piccolo mobile lavabo e dell’armadietto con ante a specchio inserito lungo la parete laterale. La porzione di sinistra è completamente dedicata alla creazione del box doccia, mediante l’ausilio di una paretina in metacrilato e una serranda scorrevole, così da isolarlo dal resto dell’ambiente. Non manca una colonna attrezzata dove trova posto anche il miscelatore dedicato, con erogatore posto su un’asta ad altezza variabile. L’allestimento si completa con un wc Thetford C223 S dotato di tazza orientabile e cassetta esterna estraibile, mentre un oblò a tetto da 40×40 cm garantisce la necessaria aerazione al vano.

La camera da letto posteriore si affida alla sempre più richiesta soluzione dei letti gemelli su garage, offrendo due singoli da 192×77 cm (lato sinistro) e 184×77 cm (lato destro). Questi, beneficiano di un cielo utile di 87 cm e di un piano con rete a doghe, mentre l’accesso è facilitato dalla presenza di due comodi gradini fissi centrali, che celano a loro volta due piccoli vani di stivaggio. Non manca una prolunga estraibile per poter unire, all’occorrenza, i due letti in un unico maxi matrimoniale. Contrariamente agli standard di questa tipologia di camera, l’ambiente beneficia di una sola finestra collocata lungo la parete destra, coadiuvata a tetto da un oblò da 40×40 cm, mentre una tendina scorrevole con guida a soffitto garantisce la privacy necessaria.

Ma è proprio in questa zona che si concentrano le maggiori possibilità di stivaggio interne, grazie alla presenza dei due armadi guardaroba ricavati nella parte terminale dei letti e di ben otto pensili che disegnano il perimetro superiore della camera.
Infine, come sul veicolo in prova, in opzione è possibile richiedere il kit di trasformazione della dinette anteriore in un ulteriore letto matrimoniale, così da portare fino a quattro i posti per la notte.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

ABS, ESP, Tracion+, Hill Holder, Hill Descent Control, climatizzatore manuale in cabina, Cruise Control, Airbag conducente e passeggero, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, cerchi in lega da 16″, autoradio 2DIN DAB+ con sistema di navigazione, telecamera retromarcia, tendalino, antenna satellitare automatica Teleco, televisione da 22″, oscuranti plissettati in cabina, slitta estraibile nel vano portabombole, zanzariera porta cellula, segnalatore di fumo a tetto, comando digitale Truma CP Plus, serbatoio di recupero coibentato.

Optional presenti sul veicolo in prova

  • Motorizzazione Citroen Jumper 2.2 BlueHDi 140 cv  – Euro 754,00
  • Finestre con cornice – Euro 769,00
  • Kit trasformazione dinette in letto – Euro 305,00
  • Regolatore di pressione Truma Duo Control CS – Euro 294,00
  • Prese USB – Euro 110,00
  • Predisposizione pannello soalre – Euro 103,00

Prezzo del veicolo compresi gli optional – Euro 56.635,00

Conclusioni

Negli ultimi anni il tipo di utenza finale che si rivolge alla categoria dei veicoli semintegrali è cambiata molto, è diventata molto più ampia e variegata, grazie anche all’introduzione di numerosissimi modelli dotati di letto basculante. Ma ci sono molte aziende, soprattutto tedesche, che non dimenticano la vera essenza dei veicoli profilati, fin dalla loro nascita legati principalmente a un utilizzo da parte di un equipaggio di coppia. Un equipaggio che necessita di due soli posti letto sempre pronti, potendo così beneficiare o di spazi maggiori in termini di vivibilità oppure di dimensioni esterne più contenute. L’obiettivo dell’Hobby Optima On Tour Edition V 65 GE è proprio quello di unire queste due ultime esigenze sotto un unico tetto. Ecco quindi due letti gemelli dall’accesso facilitato, una soluzione che rappresenta oggigiorno un must questi imprescindibile sul nostro mercato per la coppia matura, un immancabile capiente gavone garage e ingombri complessivi e scelte costruttive che donano a questo veicolo doti di agilità e maneggevolezza alla guida anche in situazioni più difficili: dall’adozione del passo intermedio, alla larghezza particolarmente ridotta, oltre a una lunghezza contenuta ben al di sotto della soglia dei sette metri. Ma tutto questo ancora non è sufficiente. Il produttore tedesco ha deciso di volersi distinguere ancor di più dai suoi competitor offrendo, a un prezzo di partenza particolarmente competitivo, non solamente la conosciuta cura costruttiva che da sempre caratterizza le sue produzioni, ma anche un equipaggiamento offerto di serie che possiamo definire quasi “All Inclusive”. Non si tratta infatti delle comuni dotazioni, ormai considerate indispensabili ma, a queste, Hobby aggiunge una lista di accessori utili e dal valore non propriamente esiguo come, giusto per citarne alcuni, l’antenna satellitare con televisione, il tendalino o il sistema multimediale completo di navigatore e retrocamera. L’Optima On Tour Edition V 65 GE si rivela essere però un veicolo teutonico nel cuore: quindi pochi fronzoli estetici a favore della sostanza e della funzionalità, design molto particolari, oltre a soluzioni interne adottate, come lo sviluppo del locale bagno, di stampo tedesco. Fattori, però, chiaramente legati principalmente a un punto di vista molto personale. Questo modello può dunque diventare un compagno di viaggio ideale per coloro che cercano un veicolo abbastanza contenuto negli ingombri ma, allo stesso tempo, vorrebbero ritrovare quel pizzico di comfort e comodità che ritengono indispensabile durante le proprie vacanze.

Cosa ci è piaciuto di più

  • Ricco e completo l’equipaggiamento offerto di serie sia per la parte meccanica, sia per la cellula abitativa.
  • Il vano portabombole è dotato di serie di una slitta di contenimento estraibile che ne permette un carico o una sostituzione decisamente più agevole.
  • Il serbatoio di recupero, montato esternamente sotto pianale, è coibentato e riscaldato di serie.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Nella camera di coda, il letto sinistro non beneficia della presenza di una finestra dedicata.
  • Oggigiorno le prese USB nell’abitacolo dovrebbero essere fornite di serie.
  • Esteticamente, il paraurti posteriore adottato risulta piuttosto impattante su un veicolo dagli ingombri contenuti come questo.

Riferimenti e contatti del costruttore

Hobby-Wohnwagenwerk, Ing. Harald Striewski GmbH Harald-Striewski-Straße 15, 24787 Fockbek/Rendsburg (DE)
Tel. +49 4331 606-0 www.hobby-caravan.de

Tutto su Hobby

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione: Bonometti Centrocaravan

Via Lago d’Iseo, 2 – 36077 Altavilla Vicentina (VI)
Tel. 0444 372372

www.bonometti.it

 

Davide Bon

Comments are closed.