April 12, 2021

Un classico intramontabile sotto una veste che non passa inosservata e ridisegnato secondo le ultime tendenze del mercato, che offre un rapporto tra qualità, prezzo e dotazioni presenti di serie davvero competitivo: è il rinnovato CV 600 di casa Carado nella più ricca versione Clever+ Edition

In sintesi

Tipologia Furgonato
Meccanica Fiat Ducato 35 Light L3H2 con passo da 403,5 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 103 kW/140 cv
Motorizzazioni opt 2.287 cc – 118 kW/160 cv 
Dotazioni di sicurezza ABS, ESC, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control
Posti omologati 4
Posti letto 2+1 optional
Dimensioni 599x265x205 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.728 Kg
Prezzo base Euro 43.390,00 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarHstarG
Meccanica starYstarYstarYstarGstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarYstarH
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarG
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarH
Cucina starYstarYstarYstarG
Bagno starYstarYstarYstarHstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarG
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarYstarH
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Nelle ultime stagioni commerciali il mercato sta assistendo al grande ritorno di una particolare tipologia, quella dei furgonati. Molte sono le evoluzioni che hanno subito nel tempo e differente è stata la clientela che si è rivolta a loro. Nati come veicoli essenziali e rivolti principalmente a coloro che cercavano un mezzo votato alla vacanza più avventurosa “en plein air”, negli anni sono entrati nel mirino delle grande aziende, che hanno contribuito a modificarne la purezza. Pur rimanendo veicoli dinamici e maneggevoli, molti hanno iniziato ad indossare abiti più eleganti, al passo coi tempi, con un design che cattura anche l’occhio più esigente e, traendo ispirazione dal mondo automotive, altamente personalizzabile in relazione ai propri gusti. Una nuova tendenza, quindi, che non ha lasciato indifferente neanche la tedesca Carado, il brand entry-level del Gruppo Hymer, che, per la nuova stagione, ha riorganizzato la sua offerta di in tema van in quattro modelli disponibili in tre differenti livelli di allestimento. Il più completo è denominato Clever+ Edition, di cui il modello CV 600 ne rappresenta oggigiorno il classico intramontabile: lunghezza esterna pari a 599 cm e letto matrimoniale trasversale in coda ne costituiscono i tratti salienti.

Base meccanica di partenza è quella del Fiat Ducato con portata pari a 35 q.li e tetto H2, contraddistinto dunque dall’adozione del passo lungo da 403,5 cm. La versione Clever+ Edition adotta, come propulsore di partenza, il 2,3 litri Euro 6D-Temp da 140 CV in luogo della più piccola motorizzazione da 120 CV, dimostrandosi una scelta ottimale in rapporto alle dimensioni del mezzo. Completa è anche la dotazione della parte meccanica prevista di serie, includendo anche i pacchetti denominati “Chassis” e Chassis Comfort”, annoverando dunque dispositivi come: ABS, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, climatizzatore manuale in cabina, Cruise Control, Airbag conducente e passeggero, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, predisposizione autoradio con antenna DAB, luci diurne a LED, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle, cruscotto con applicazioni Techno-Rim, e strumentazioni con ghiere cromate. L’aspetto esterno, che segue ovviamente le linee del furgonato originale marchiato Fiat, è resto ancora più accattivante dalla moderna verniciatura Grigio Campovolo, dai cerchi in lega da 16”, dal paraurti anteriore verniciato in tinta, dalla calandra color nero lucido e dai fari anteriori con cornice nera.

Un insieme di equipaggiamenti forniti di serie che mascherano l’aspetto da classico furgone commerciale, a favore di un look più automobilistico. A ciò si aggiungono una serie di grafiche che impreziosiscono le fiancate e la presenza di ben sei finestre Polyplastic con apertura a compasso, a servizio di tutte le zone del veicolo e tutte dotate di blocco oscurante-zanzariera. Il ricircolo dell’aria viene, inoltre, assicurato da tre oblò: un panoramico Midi-Heki 50×70 cm nella zona giorno, un Mini-Heki da 40×40 cm a favore del letto posteriore e un piccolo oblò da 28×28 cm dedicato al bagno. A tutto questo si aggiunge poi il tendalino Thule Omnistor montato di serie.

L’accesso al veicolo avviene tramite il portellone laterale scorrevole originale, completo di gradino estraibile elettricamente e zanzariera, mentre posteriormente sono agibili i due portelloni con apertura laterale (a 90 e 180 gradi), utili per l’accesso ai vani tecnici e alla zona di carico. Quest’ultima è profonda 139 cm, larga 92 cm e alta 69 cm ma, all’occorrenza e rinunciando al temporaneo utilizzo del letto, è possibile rimuovere le reti a doghe centrali e i relativi cuscini così da ricavare un vano di carico utile di altezza nettamente superiore.

Gli impianti

Nonostante gli spazi ristretti, al giorno d’oggi anche i van garantiscono un attento studio dell’impiantistica di bordo senza dover ricorrere a sensibili limitazioni in fatto di dotazioni e autonomia. Il Carado CV 600 Clever+ Edition non fa eccezione, a partire dall’impianto idrico, che può contare su un serbatoio dalla capacità di 100 litri posizionato nella parte posteriore, all’interno di un apposito vano ricavato sotto al letto di coda e servito da una pompa a immersione. Il recupero dell’acqua grigia è affidato ad un serbatoio da 90 litri posizionato esternamente al centro del veicolo. Non è coibentato e riscaldato di serie ma, come sul veicolo in prova, è possibile richiederlo attingendo alla lista degli optional.

Sempre nella parte posteriore è collocato anche l’alloggio delle due bombole da 10 kg, previsto all’interno di un vano ricavato sul lato sinistro e accessibile aprendo il portellone posteriore. E’ dotato, di serie, di ganci fermabombole e riduttore di pressione standard. I due rubinetti sezionatori sono invece ubicati all’interno di una nicchia di servizio ricavata nella cassapanca del divano frontemarcia, accessibile tramite uno sportello laterale dedicato.

Qui sono alloggiati anche il quadro con salvavita dell’impianto elettrico e la valvola antigelo Frost Control collegata all’unità dedicata al riscaldamento e alla produzione dell’acqua calda sanitaria Truma Combi da 4 kW alimenta a gas, a sua volta installata anch’essa in questa zona. Il suo funzionamento è regolato dal classico comando con rotella posizionato, assieme alla sonda termostatica, nel padiglione al di sopra della cabina di guida, mentre il calore viene capillarmente distribuito all’interno dell’abitacolo grazie a un impianto di canalizzazione che può contare su ben sette bocchette.

L’impianto elettrico fa capo a una centralina/caricabatterie Schaudt EBL 31 collocata al di sotto del sedile del guidatore. Sul lato opposto, quindi al di sotto dei quello del passeggero, è alloggiata la batteria dei servizi AGM da 95 Ah, mentre il semplice e intuitivo pannello comandi, sempre marchiato Shaudt, è posizionato nel padiglione al di sopra della cabina di guida. All’interno, è poi possibile fare affidamento su tre prese a 220 V e due ormai immancabili prese USB, collocate in una piccola mensola alle spalle del living.  L’illuminazione, completamente a led, conta su piccole plafoniere a soffitto e faretti scorrevoli montati su apposite guide che ne consentono lo scorrimento.

All’interno

Semplice, lineare ed essenziale, l’arredamento del Carado CV 600 Clever+ Edition è votato a massimizzare l’ariosità dell’abitacolo, decidendo di abbandonare la classica colonna divisoria collocata tra la cucina e il letto di coda, a favore di un mobile basso con un ampia superficie, così da creare una profondità visiva che parte dalla cabina e arriva fino alle porte di coda. Il mobilio gioca invece sulla continua alternanza dell’essenza legno a frontali, porte e piani chiari di colore bianco. Sobria e in linea con il design degli interni anche la tappezzeria in tessuto, fornita nella sola variante denominata “Grafit” che gioca sui toni del grigio.

La zona giorno si compone di una classica semidinette completata dalla rotazione dei sedili della cabina, con un tavolo ancorato alla parete e dotato di prolunga estraibile per raggiungere l’eventuale commensale seduto al posto del passeggero. La luce e l’areazione sono qui garantite grazie alle due finestre simmetriche e all’oblò panoramico Midi-Heki mentre, per la notte, o per avere un po’ di privacy, sono installati di serie i comodi oscuranti plissettati dedicati ai vetri della cabina di guida. Lo stivaggio può avvalersi di un pensile di buone dimensioni, del vano posto al di sopra della cabina e di due nicchie ricavate a pavimento, nella porzione rialzata a ridosso della cabina. In opzione, come sul veicolo in prova, l’allestimento della zona giorno può essere completato con il supporto scorrevole dedicato alla televisione, ancorato alla parete del confinante locale bagno.

Quest’ultimo, accessibile tramite una porta a battente, prevede un insolito sviluppo al suo interno. La porzione di destra è infatti occupata da un particolare mobile lavabo che accenna una forma di “L”: nell’angolo è inserito il lavabo provvisto di miscelatore con flessibile estraibile – così da poter servire l’eventuale doccia isolabile tramite una classica tenda di protezione – mentre al di sotto della restante superficie che funge da piano d’appoggio è stato ricavato l’armadio guardaroba. Il suo accesso avviene, ovviamente, direttamente dal corridoio centrale. L’allestimento si completa con un wc Thetford C 223S dotato di tazza orientabile e cassetta esterna estraibile, un pensile superiore e mensole dedicate allo stivaggio e un utile barra appendiabiti retrattile a soffitto, mentre l’aerazione si affida a una piccola finestra apribile a compasso e a un oblò da 28×28 cm.

Il mobile cucina, dalle dimensioni particolarmente generose, è collocato sul lato opposto e parzialmente a sbalzo sull’ingresso. Nella superficie è inserito un monoblocco a incasso realizzato in acciaio inox e chiuso da una copertura in cristallo sdoppiata, che include il fornello a due fuochi – dotati di accensione piezoelettrica – e il lavello servito da un miscelatore con canna abbattibile. Particolarmente ampio per la categoria il piano di lavoro lasciato libero per il cuoco di turno, complice il notevole sviluppo del mobile stesso, che non obbliga a ricorrere alla classica ribaltina laterale.

Nella sua parte frontale è stato infatti collocato il frigorifero a compressore Thetford T2090 da 84 litri, mentre lo stivaggio è suddiviso tra un pensile superiore, un cassetto e due vani ricavati nella parte bassa del blocco cucina.

In coda spazio all’immancabile letto matrimoniale trasversale qui dalle dimensioni piuttosto generose (193×155 cm), dotato di piano con rete a doghe e servito da ben tre finestre: due inserite, come di consueto, nei portelloni di coda e una ricavata lungo la fiancata sinistra. A queste, si aggiunge poi un oblò a tetto da 40×40 cm che garantisce un’ottimale circolazione dell’aria a favore degli occupanti.

L’allestimento, dai tratti piuttosto essenziali, prevede inoltre alcuni possibilità di stivaggio: quattro pensili – due per lato – e un ulteriore vano ricavato nella parte inferiore sinistra del letto, accessibile però solamente rimuovendo la porzione di materasso interessata.
Infine è possibile richiedere in opzione un kit dedicato alla trasformazione della dientte in un terzo posto letto da utilizzare in caso di necessità.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

ABS, ESC, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducente, Pacchetto “Chassis” (climatizzatore manuale in cabina, Airbag passeggero, Cruise Control, specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, predisposizione autoradio DAB, sedili cabina Captain Chair, sedile passeggero regolabile in altezza), Pacchetto “Chassis Comfort” (volante e pomello del cambio rivestiti in pelle, strumentazione con ghiere cromate, cruscotto con applicazioni Techno-Rim, luci diurne a LED, fari con cornice nera, calandra anteriore color nero lucido), Pacchetto “Base” (oblò panoramico Midi-Heki da 50×70 cm, kit doccia in bagno, finestra in bagno, barra appendiabiti retrattile nel bagno, gradino esterno elettrico, zanzariera su portellone, prolunga tavolo dinette), aumento portata a 35 q.li, verniciatura esterna Grigio Campovolo, cerchi in lega da 16″, tendalino, paraurti anteriore verniciato in tinta, oscuranti plissettati in cabina, predisposizione per retrocamera.

Optional presenti sul veicolo in prova

  • Serbatoio di recupero isolato e riscaldato  – Euro 570,00
  • Kit trasformazione dinette in letto – Euro 320,00
  • Predisposizione TV con supporto – Euro 320,00

Prezzo del veicolo compresi gli optional – Euro 44.600,00

Conclusioni

Van, furgonati, camper puri, sono parole che oggigiorno è ormai impossibile non aver udito o letto almeno una volta quando si parla del grande universo dei veicoli ricreazionali motorizzati. Rappresentano un segmento di mercato che è divenuto a tutti gli effetti uno dei principali punti di riferimento per l’utenza finale e, di conseguenza, anche per i produttori stessi. Ma cosa fare dunque per distinguersi, appurato che le basi di partenza e, di conseguenza, i principali dettami estetici sono legati alla meccanica utilizzata. Ci sono player che puntano a offrire soluzioni particolari e fuori dal comune, altri che donano ampie possibilità di personalizzazione del mezzo e altri ancora che fanno leva su un rapporto tra qualità, prezzo e dotazioni offerte di serie particolarmente competitivo. E tra questi ultimi ritroviamo proprio Carado con la sua rivoluzionata offerta di veicoli furgonati. Il suo fil rouge è delineato da quattro modelli che propongono i quattro schemi abitativi oggigiorno più ricercati dal mercato, a loro volta disponibili in diversi livelli di allestimento, senza però dimenticarsi la propria mission. E se parliamo del più ricco, denominato Clever+ Edition, ecco come un normalissimo van da sei metri come il CV 600 acquista una forte personalità al passo con le ultime tendenze. Ma non solo, anche salendo a bordo ci si accorge che, pur riprendendo il classico layout con letto matrimoniale trasversale in coda, qualcosa è cambiato. E’ sparita la canonica colonna divisoria tra il mobile cucina e la camera posteriore, a favore di una lunga superficie che dona maggiore ariosità all’ambiente e, perché no, facilita anche i movimenti interni. Una soluzione che, per contro, può però limitare in parte le possibilità di stivaggio, rinunciando magari alla creazione di un secondo piccolo armadio guardaroba. Ma bisogna ricordarsi che si è pur sempre all’interno di un van, un mezzo dove tutto viene riprodotto in scala ridotta all’insegna della praticità e, talvolta, anche dell’essenzialità, in questo caso, però, arricchita da quel pizzico di comfort in più dato dalle dotazioni piuttosto complete che equipaggiano il Carado CV 600 Clever+ Edition.

Cosa ci è piaciuto di più

  • Interessante il rapporto tra prezzo e dotazioni piuttosto complete offerte nell’allestimento Clever+ Edition.
  • Il letto posteriore presenta buone dimensioni per la categoria.
  • Il letto posteriore beneficia di un’ottima aerazione, grazie a ben tre finestre apribili e un oblò a tetto dedicato.
  • L’assenza della colonna divisoria tra cucina e letto di coda aumenta sensibilmente la sensazione di spazio interno.
  • L’aerazione del locale bagno è affidata sia a una finestra, sia a un oblò a tetto.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Nonostante l’equipaggiamento completo, la coibentazione del serbatoio di recupero esterno rimane opzionale.
  • L’armadio destinato ai capi appesi presenta dimensioni piuttosto contenute.
  • Il vano di carico ricavato al di sotto della porzione sinistra del letto di coda risulta di difficile accesso.
  • La zona posteriore dell’abitacolo presenta un’illuminazione artificiale notturna piuttosto ridotta.

Riferimenti e contatti del costruttore

Carado GmbH Postfach 1140, D88330, Bad Waldsee
Tel. +49 (0)7524 999-0 – Fax +49 (0)7524 999-354 – E-mail info@carado.de www.carado.de

Tutto su Carado

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione: Bonometti Centrocaravan

Via Lago d’Iseo, 2 – 36077 Altavilla Vicentina (VI)
Tel. 0444 372372

www.bonometti.it

 

Davide Bon

Comments are closed.