September 24, 2021

Inserito all’interno della nuova gamma di accesso al mondo Dethleffs, il T 7052 EB Just 90 è un profilato generoso sia nelle dimensioni sia nella dotazione, che si propone a nuovi utenti desiderosi di avvicinarsi al mondo della vacanza itinerante e non solo

In sintesi

Tipologia Semintegrale
Meccanica Fiat Ducato 35 Light  Camping Car Special passo da 403 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 88 kW/120 cv 
Motorizzazioni opt 2.287 cc – 103 kW/140 cv ; 2.287 cc – 118 kW/160 cv; 2.287 – 130kW/177cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ASR, ESP, Hill Holder, Airbag conducente e passeggero, Traction+, Hill Descent Control, Cruise Control
Posti omologati 4
Posti letto 2+3 opt.
Dimensioni 741x233x294 cm
Peso massimo ammesso 3.499 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.894 Kg
Prezzo base Euro 50.990,00 Con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarHstarG
Meccanica starYstarYstarYstarHstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarY
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarG width=
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarHstarG
Bagno starYstarYstarYstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarY
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Un sito produttivo tra i più grandi e moderni d’Europa e una gamma completa di autocaravan capaci di rispondere a ogni tipologia di esigenza e di budget coniugando carattere e qualità: questa è la realtà Dethleffs. La storica azienda di Isny è una delle più antiche realtà del mondo dei veicoli ricreazionali e quest’anno festeggia i novant’anni dalla sua nascita proponendo edizioni commemorative di alcuni dei suoi modelli più conosciuti; in particolare, però, inserisce all’interno della sua offerta una nuova gamma di profilati dedicata a coloro che sono desiderosi di approdare nel mondo della vacanza itinerante. Si chiama Just 90 e si compone di sei diversi modelli di semintegrali, tutti disponibili con o senza letto basculante anteriore, che portano in dote un equipaggiamento particolarmente completo e vengono proposti a un prezzo interessante. All’interno della nuova proposta Dethelffs, il T 7052 EB Just 90, è uno dei modelli che abbina i  ricercati letti gemelli posteriori posizionati sopra un ampio gavone garage, alla classica e sempre apprezzata semidinette anteriore con divano a “L”.

Di serie, il nuovo profilato bavarese viene proposto con base meccanica del Fiat Ducato con telaio Camping Car Special, passo da 403,5 cm e massa a pieno carico pari a 3499 kg mentre, per quanto concerne la motorizzazione, Dethleffs offre il propulsore da 2,3 litri e 120 CV come configurazione di base, lasciando disponibili in opzione quelli più performanti da 140 CV (presente sul veicolo oggetto di questa prova) 160 e 177 CV. Piuttosto interessante e completa, se relazionata al prezzo di listino, la dotazione meccanica offerta di serie dalla factory di Isny, che annovera molteplici dispositivi legati al comfort e alla sicurezza durante la marcia come: ABS con EBD, ASR, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, climatizzatore manuale in cabina, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control, specchietti regolabili elettricamente e riscaldati, predisposizione per l’autoradio con comandi sul volante, bordatura degli strumenti del cruscotto cromata, luci diurne a LED, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle. Infine, al momento del test il veicolo era provvisto di cerchi in lega forniti dal concessionario.

Lungo 741 cm, largo 233 cm e alto 294 cm, il T 7052 EB Just 90 si presenta con un aspetto semplice ed equilibrato, frutto dell’essenzialità alla base di questi modelli, pur mantenendo inalterati i dettami tipici del brand tedesco. Infatti, la costruzione della scocca adotta il sistema Life Time Smart che, a fronte di una struttura a sandwich con isolante in schiuma di polistirene estruso (XPS) ad alta densità, prevede un rivestimento esterno in vetroresina per tetto, pareti e fondo del pavimento. Al fine di garantire una lunga durata nel tempo, la struttura è priva di qualsiasi parte in legno e prevede un’ossatura in poliuretano espanso. La cellula si completa con l’adozione di una porta d’ingresso all’abitacolo a larghezza maggiorata  (70 cm), provvista di finestra fissa con oscurante plissettato, zanzariera e luce esterna, finestre Polyvision Aero dotate di telaio in alluminio, quattro aperture a tetto (un oblò panoramico Midi-Heki da 50×70 cm a favore della camera da letto, due oblò Mini-Heki da 40×40 cm dedicati alla cucina e al matrimoniale basculante e lo sky-roof inserito nel cupolino anteriore).

L’allestimento si caratterizza per la presenza di un gavone garage che vanta un’altezza di 123 cm a fronte di una larghezza di 216 cm e una profondità di 100 cm, che si completa con la presenza della luce interna, alcuni vani aperti, una bocchetta del riscaldamento dedicata, una presa da 220 V e i pratici ganci ferma carico riposizionabili a piacere. Buone, peraltro, anche l’accessibilità garantita da due portelli di ampie dimensioni – quello destro pari a 96×117 cm e quello sinistro da 96×96 cm – e la possibilità di aver facile accesso al serbatoio delle acque chiare semplicemente sollevando un coperchio.

Gli impianti

L’impiantistica del T 75052 EB Just 90 segue i dettami tipici di tutta la produzione della casa tedesca, a partire dall’impianto idrico supportato da un serbatoio da 116 litri. Collocato nella parte posteriore del veicolo, come già accennato, è accessibile per le ordinarie operazioni di svuotamento e manutenzione attraverso un’apertura presente all’interno del gavone garage posteriore mentre, la distribuzione alle singole utenze, è affidata a una pompa ad immersione che entra in funzione esclusivamente all’apertura dei rubinetti, grazie alla presenza di micro interruttori. Le acque reflue invece, convergono nel serbatoio di recupero collocato sotto il pianale dalla capienza di 90 litri e di serie non è coibentato. Quest’ultima, è una mancanza giustificabile dall’allestimento essenziale del veicolo ma, qualora si pensasse ad un utilizzo in luoghi e stagioni fredde, può essere comunque richiesta in opzione. Di contro, il riscaldamento e la produzione di acqua calda si avvalgono della potente Truma Combi da 6 kW collocata all’interno della panca fronte marcia in dinette. Il calore prodotto, viene poi convogliato verso i vari ambienti attraverso una canalizzazione che conta su sei bocchette, alle quali si aggiunge il riscaldamento perimetrale dedicato ai letti gemelli posteriori, che sfrutta la presenza delle utili paretine anticondensa.

L’impianto elettrico conta su un accumulatore da 95 Ah (fornito dal costruttore) posizionato in cabina di guida sotto al sedile passeggero, è gestito da una centralina/caricabatteria Schaudt EBL 119 collocato sotto al sedile del conducente ed è posto sotto controllo (insieme a tutte le utenze) da un pannello di comando circolare realizzato in stile nautico. La presenza del letto basculante, però, rende più difficoltoso il raggiungimento dei suoi pulsati.

L’illuminazione completamente a led è affidata a spot distribuiti tra soggiorno, ingresso, cucina e camera posteriore. Mancano le luci di lettura orientabili per i letti posteriori e il basculante mentre, a completamento dell’impianto, è presente il connettore per l’antenna e relativa presa 12 V per la TV, numerose prese a 220 V e due prese USB doppie (in dinette e zona notte) per la ricarica dei dispositivi mobili.

Per quanto concerne l’impianto del gas, il Dethleffs T 7052 EB Just 90 fa affidamento su due bombole da 10 kg che trovano posto al di sotto del letto posteriore sinistro, nell’apposito vano provvisto di sportello per l’accesso dall’esterno, attrezzato con ganci ferma bombole e il regolatore di pressione standard. Infine, tre sono i sezionatori posti all’interno del mobile inferiore della cucina, facilmente raggiungibili.

All’interno

Salendo a bordo del nuovo T 7052 EB Just 90 non si nota una particolare appariscenza o ricerca estetica ma, nella loro semplicità, tutti gli ambienti sono accoglienti e funzionali. Una moderna e piacevole tinta grigia si alterna allo stile “Rosario Cherry” del mobilio dedicato alle finiture di ante e altri elementi di arredo che nel complesso contribuiscono a conferire agli ambienti un gradevole tocco di contemporaneità. Il living anteriore adotta una delle configurazioni più classiche: pensato per ospitare comodamente quattro o cinque persone grazie anche alla partecipazione delle poltrone anteriori della cabina di guida, complete di piastre girevoli, si compone di una semidinette a “L” supportata da una poltroncina laterale e serviti da un tavolo centrale con piano traslabile. L’ambiente, accogliente e rilassante, beneficia della luminosità fornita, oltre che dalla vetratura della cabina di guida, da una finestra apribile a compasso collocata lungo la fiancata sinistra, dalla finestra inglobata sulla porta di ingresso e, infine, dell’oblò panoramico apribile e integrato al cupolino anteriore. Per ciò che concerne la privacy o l’oscuramento nelle ore notturne, la cabina di guida è provvista di oscuranti plissettati dedicati.

Come ipotizzabile, la presenza del letto basculante (optional presente sul veicolo in prova) incide nelle capacità di stivaggio dei pensili superiori. Con particolare riferimento a quelli posizionati sul lato sinistro, va segnalato che la presenza del meccanismo di movimentazione elettrica del letto al loro interno, riduce sensibilmente la capienza degli stessi mentre l’ultima antina, quella più attigua alla cucina, serve esclusivamente a garantire una continuità stilistica. A completamento dello stivaggio, sono poi presenti due vani aperti al di sopra della cabina di guida, un pensile sul lato desto e uno spazio ricavato all’interno della poltroncina laterale accessibile da uno sportello laterale dedicato.

La cucina, semplice ma ergonomica, ha uno sviluppo a “L” e presenta un gruppo cottura a due fuochi, provvisto di copertura in cristallo, e un lavello circolare servito da un rubinetto monocomando. Buoni gli spazi di stivaggio che, oltre al pensile superiore, fanno affidamento su un vano dispensa con pattumiera integrata, un cassetto portaposate e due cassettoni scorrevoli. Manca la cappa aspirante, ma la necessaria aerazione è fornita dalla finestra e da un oblò Mini Heki da 40×40 cm. La dotazione si competa con la presenza del frigorifero Thetford da 142 litri con sistema di selezione automatica della fonte di alimentazione AES, illuminazione e cella freezer interna, al di sotto del quale è presente un ulteriore cassetto aggiuntivo per lo stivaggio.

Il locale bagno vero e proprio ha uno sviluppo irregolare che ne limita un po’ la fruizione, soprattutto da parte delle persone di corporatura particolarmente robusta: la porta, però, una volta aperta, va a collegarsi con la parete della doccia a separare completamente tutta la zona posteriore dal resto della cellula abitativa, realizzando un vero e proprio bagno passante a tutta larghezza, anche se privo di ulteriore separazione dalla zona notte posteriore. Oltre alla presenza del wc Thetford a tazza girevole C 223 S e al lavabo, l’arredo si completa con un armadietto sotto lavabo e un pensile superiore con vani a giorno e due stipetti laterali con anta scorrevole a specchio. Sulla parete opposta è posizionata la doccia provvista di colonna attrezzata, porte in metacrilato e pedana in legno. Infine, per quanto concerne l’areazione, il locale wc/lavabo può contare su una finestra con lastra satinata mentre a soffitto è presente un piccolo aeratore. Quest’ultimo, è presente anche nella doccia, ma appare insufficiente per un’adeguata areazione; in supporto, può essere utilizzato il vicino oblò della cucina.

Completa ed essenziale nella sua definizione, la camera da letto posteriore ospita i comodi letti gemelli posizionati su gavone garage i quali, oltre ad essere dotati di reti a doghe e di due gradini che ne facilitano l’accesso, possono diventare anche un maxi letto matrimoniale in poche e semplici mosse.  In questa zona, è presente una buona disponibilità di spazi di stivaggio interni che possono contare su due armadi appendiabiti laterali ricavati, come di consueto, alla base dei letti, due pensili ancorati sulla parete di fondo e vani a vista presenti lungo le pareti laterali. Mancano le luci orientabili di lettura, mentre abbondante luce e aerazione sono garantiti dalla contemporanea presenza di due finestre laterali simmetriche (dotate di barra anticaduta) e un oblò centrale Midi-Heki da 70x50cm.

Altri due posti letto per la notte sono disponibili nel classico letto basculante a movimentazione elettrica, fornito in opzione e presente sul veicolo in esame. Leggermente rastremato, ma di buone dimensioni (195×140/120 cm) può ospitare anche due persone adulte ed è provvisto di un oblò da 40×40 cm, illuminazione dedicata, reti anticaduta e tendina per la privacy. Manca invece la rete a doghe.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

ABS, ESC, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control, climatizzatore manuale in cabina, specchietti elettrici e riscaldabili, luci diurne a LED, porta cellula a larghezza maggiorata con finestra e zanzariera scorrevole e pattumiera integrata, oscuranti plissettati in cabina di guida.

Optional presenti sul veicolo in prova

  • Letto basculante anteriore – Euro 1630,00
  • Meccanica Fiat Ducato 2.3 MJ 140 CV – Euro 820,00
  • Cerchi in lega da 15″ (forniti dal concessionario) – Euro 700,00

Prezzo del veicolo compresi gli optional – Euro 54.140,00

Conclusioni

Anche se il prezzo di partenza, 50.990 euro, colloca il Dethleffs T 7052 EB Just 90 nella fascia entry-level del mercato, questo camper si dimostra al disopra di ciò che ci si potrebbe aspettare da un veicolo economico. La collocazione a listino di questo profilato classico è, obiettivamente, sorprendente per completezza con particolare riferimento alla dotazione della meccanica. Molti di questi equipaggiamenti, infatti, sono spesso proposti in opzione su veicoli ben più cari e altolocati. Certo, all’apparenza non brillerà per un look esterno sportivo e accattivante, ma se l’obbiettivo è quello di puntare alla concretezza facendo della semplicità d’uso e della massima fruibilità interna di tutti gli ambienti un punto di forza, allora il T 7052 EB Just 90 ha tutte le carte in regola per giocarsi un ruolo da protagonista. Bisogna però far conto con qualche limite nello stivaggio della zona giorno, un’illuminazione che necessiterebbe di qualche punto luce in più e una toilette che non eccelle nelle dimensioni, anche se ben fruibile in conformazione passante; ma dalla sua parte questo profilato ha un impianto di riscaldamento da 6 Kw, con tanto di paretine anticondensa, una costruzione di qualità e un’abitabilità in grado di soddisfare a pieno la coppia, ma anche la famiglia. Quest’ultima, però, è innegabile che debba scendere a qualche compromesso nella gestione degli spazi ma, se consideriamo che tutti i letti, così come le finestre posteriori, sono provvisti di ausili atti a prevenire la caduta degli ospiti più piccoli, il nuovo profilato di casa Dethleffs potrebbe essere un’alternativa da considerare qualora non ci si volesse orientare verso più “ingombranti” mansardati. Un prezzo di partenza accattivante per un veicolo che riprende la qualità e le attenzioni costruttive che da sempre contraddistinguono le produzioni dell’azienda tedesca, al quale però bisognerà contare di aggiungere qualche migliaio di euro se si volesse optare per una delle motorizzazioni più performanti e per optional come la coibentazione del serbatoio di recupero, utile per chi volesse praticare vacanze invernali. Al netto di tutto ciò, il Dethelffs T 7052 EB Just 90 si propone a tutti coloro che si approcciano al mondo della vacanza itinerante e perché no, anche a chi vuole cambiare il vecchio con qualcosa di nuovo, offrendo tutto ciò che serve per iniziare questa nuova avventura senza dover per forza impegnare budget elevati.

Cosa ci è piaciuto di più

  • Completa la dotazione offerta di serie per quanto riguarda la parte meccanica in tema di dispositivi legati alla sicurezza e al comfort durante la guida.
  • Considerando la fascia di prezzo del veicolo è apprezzabile la cura costruttiva, l’adozione dell’unità di riscaldamento da 6 kw e alcuni dettagli come i numerosi oblò a tetto.
  • I letti posteriori , oltre ad essere di generose dimensioni, sono provvisti di materassi di qualità alti 20 cm.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Il locale wc ha dimensioni proprie, a porta chiusa, un po’ sacrificate, in particolare per le persone di corporatura robusta.
  • Il letto basculante incide sulla capienza dei pensili anteriori e interferisce con il facile utilizzo del pannello di controllo e comando delle utenze di bordo.
  • Manca un oblò che garantisca l’areazione ottimale del box doccia.

 

Riferimenti e contatti del costruttore
Dethleffs GmbH & Co. KG
Arist-Dethleffs-Straße 12 – 88316 Isny
www.dethleffs.it
Rappresentata in Italia da:
Erwin Hymer Group Italia S.p.A.
Via Leonardo da Vinci, 120 – 50028 Tavarnelle Val di Pesa (Fi)
www.erwinhymergroup.com

Tutto su Dethleffs

Fotogalley

Si ringrazia per la gentile collaborazione: Centro Caravan Barassi

Viale Lombardia 254 – 20900 Monza (MB)

Tel.: (+39) 039.743573

www.centrocaravansbarassi.com

Danilo Colombo

Comments are closed.