May 15, 2021

Letti gemelli posteriori e garage per questo semintegrale di taglia media dal prezzo non elevato, che riprende lo stile tipico della casa toscana offrendo un abitacolo piacevole da vedere e da abitare

In sintesi

Tipologia Profilato
Meccanica Fiat Ducato 35 Light con telaio Camping-Car Special e passo da 380 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 103 kW/140 cv
Motorizzazioni opt 2.287 cc – 118 kW/160 cv ; 2.287 cc – 130 kW/177 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ESP, Airbag conducente
Posti omologati 4
Posti letto 2+2 optional
Dimensioni 695x233x290 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.878 Kg
Prezzo base Euro 60.790,00 con IVA FC
 
Costruzione starYstarYstarYstarGstarG
Meccanica starYstarYstarYstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarYstarGstarG
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarG
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarG
Bagno starYstarYstarYstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarG
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarYstarG
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

La gamma Kosmo di Laika si amplia: accanto ai modelli standard vengono introdotti i Kosmo Emblema, con una dotazione più ricca e migliorie estetiche. In generale questi veicoli mostrano un più spiccato family feeling con i modelli di gamma superiore della casa toscana. Il Kosmo 209 Emblema ha le carte in regola per essere apprezzato da una vasta platea di potenziali acquirenti: lunghezza inferiore ai 7 metri, letti singoli gemellati posteriori e matrimoniale basculante in opzione sopra la zona living. Siamo quindi di fronte al classico semintegrale “2+2” di medie dimensioni, non troppo lungo, perfetto per due persone, ma capace di accogliere anche due ospiti aggiuntivi.

Introdotta alla fine del 2018 e ampliata l’anno successivo, la serie Kosmo ha esteso verso il basso la gamma Laika dando la possibilità a un pubblico più ampio di godere dei pregi di un marchio di prestigio. Ora però alcuni modelli Kosmo salgono un gradino più in alto, lasciando al cliente finale la possibilità di scelta tra la versione di normale produzione e la serie speciale Emblema. Tra i Kosmo Emblema troviamo quattro semintegrali e tre motorhome, veicoli che riescono a realizzare un buon mix tra prezzo non elevato, marchio di prestigio e ambiente interno accogliente, degno della tradizione Laika. Il più compatto e anche il meno costoso della gamma è il Kosmo 209 Emblema, un semintegrale lungo 695 centimetri che ha un prezzo di poco superiore ai 60.000 euro. Il veicolo è allestito sulla classica base meccanica Fiat Ducato 35 Light con carreggiata posteriore allargata ed è proposto di serie già con il motore 2300 da 140 cv. In opzione si possono avere i motori più potenti, da 160 e 177 cv. Di serie vengono offerti i cerchi in lega e gli oscuranti plissettati in cabina, ma anche un accessorio pregevole come l’impianto multimediale con autoradio DAB, retrocamera e altoparlanti nella cellula.

Il Kosmo 209 Emblema adotta una grafica esterna sobria ed elegante, ravvivata dagli immancabili loghi della cagnetta alata che denotano immediatamente l’appartenenza all’universo Laika. La parete posteriore è incorniciata da elementi di abbellimento che incorporano il paraurti e la fanaleria. Nella parte alta, sopra il terzo stop centrale, c’è l’alloggiamento della telecamera di retromarcia. Il veicolo offre di serie il paraurti anteriore in tinta e i cerchi in lega da 16”. Nel cupolino in vetroresina sopra la cabina è inserito un grande oblò apribile.

La cellula abitativa è realizzata con pannelli sandwich rivestiti esternamente in alluminio e isolati in polistirene espanso EPS. Per il tetto e la parte esterna del pannello pavimento è previsto un rivestimento in vetroresina, così da resistere bene, rispettivamente, a grandine e piestrisco. Lo spessore delle pareti è di 34 mm, quello di tetto e pavimento è rispettivamente di 33 e 49 mm. Da notare la pregevole carteratura sottoscocca in alluminio. Non deve sfuggire il fatto che la garanzia di impermeabilità sulla cellula abitativa sia di 10 anni, un buon risultato. Le finestre piatte Polyvision hanno il telaio in alluminio integrato. La porta è di larghezza maggiorata ed è dotata di finestra fissa con oscurante, cesto porta rifiuti e tasca portaoggetti.

Nella zona posteriore del veicolo, sotto ai letti, è stato creato un garage di forma regolare, accessibile da sportelli su fiancate contrapposte. Ha una portata di 150 kg. Al suo interno sono ricavate due nicchie, utili per sistemare piccoli oggetti. Il garage, illuminato e riscaldato, dispone di occhielli per l’aggancio del carico e di presa elettrica a 220 V.

Impianti

L’impianto idrico si compone di un serbatoio dell’acqua potabile da 110 litri ubicato all’interno dell’abitacolo (sotto al divanetto) e di un serbatoio di recupero da 90 litri esterno, fissato sotto al pianale, coibentato e riscaldato. La distribuzione dell’acqua avviene mediante una pompa a immersione. Gli scarichi sono dotati di sifone.

L’impianto elettrico comprende una batteria ausiliaria da 95 Ah, collocata sotto al sedile del passeggero in cabina, e un caricabatterie CBE posto sotto al sedile di guida, insieme al gruppo fusibili. Il pannello di controllo delle utenze CBE è posto vicino alla porta d’ingresso, a media altezza sulla spalla dell’armadio. L’abitacolo mostra una buona presenza di prese Usb, ben cinque in vari punti dell’abitacolo. Le utenze a gas sono alimentate dalle due bombole che trovano posto, in senso longitudinale (una dietro all’altra), nel vano con accesso in fiancata, accanto al garage posteriore. I rubinetti sezionatori che suddividono l’impianto sono collocati nel blocco cucina, nascosti da uno sportello sotto al lavello. Il riscaldamento dell’abitacolo avviene per mezzo della stufa Truma Combi, con boiler integrato e pannello di comando digitale CP Plus. La Combi è nella versione di maggiore potenza, 6000 W, quindi non ha certo problemi a riscaldare un semintegrale da 7 metri. Sia la sonda termostatica, sia il comando della Truma sono nella zona d’ingresso.

Interni

Lo stile Laika traspare sia dall’armonia dell’insieme, sia dai molti particolari firmati. Piacevole il contrasto tra le calde tonalità del legno, nella finitura “Noce Italiano”, e i colori chiari delle tappezzerie e dei piani. Sono chiari anche in pensili, in finitura lucida e con le belle maniglie incassate. Si nota una grande attenzione all’illuminazione, tema molto caro ai progettisti Laika negli ultimi anni: interamente a LED, presenta faretti per l’illuminazione diretta e strisce luminose per l’illuminazione indiretta, con vari elementi d’arredo retroilluminati in maniera scenografica.

L’altezza interna del veicolo è elevata, fino a 213 cm nella zona centrale, il che permette di avere spazio a sufficienza anche sotto al letto basculante. Pur mancando l’oblò centrale, la zona anteriore dell’abitacolo è sufficientemente luminosa grazie alla presenza di due finestre (dinette e porta) e un’ampia finestratura nel cupolino. Il living è composto dal divanetto a L e dai sedili girevoli della cabina. Per livellarsi al pavimento della cabina, il divano è collocato sopra una pedana, a cui interno è ricavato un vano a pozzetto. Come accade di norma, per far viaggiare il quarto passeggero occorre asportare parte dei cuscini del divanetto verso la parete. Il piano dell’armadio vicino alla porta è pensato anche come stazione di ricarica per smartphone o tablet ed è servito da varie prese di corrente, anche Usb.

Il blocco cucina a L offre un piano d’appoggio adeguato, considerando anche la mensola ricavabile dal coperchio del lavello. Quest’ultimo, realizzato in acciaio, ha dimensioni generose. Il piano di cottura a tre fuochi ha una robusta griglia per l’appoggio delle pentole. Il Kosmo 209 Emblema è dotato di un grande frigorifero trivalente Thetford da 142 litri con selezione automatica della fonte energetica. La capacità di stivaggio della cucina è più che sufficiente, considerando i cassetti e i vani contenuti nella base e nel pensile. L’aerazione è ottimale, perché di serie viene proposta la cappa aspirante, che si somma alla finestra e all’oblò.

Il bagno è molto “tedesco” nell’impostazione, perché sfrutta la soluzione della parete rotante per realizzare il vano doccia separato. Una soluzione decisamente collaudata, anche se poco diffusa sui veicoli italiani di questa categoria, che consente un’ottimizzazione dello spazio. Entrando nel bagno ci si trova di fronte il lavabo con lo specchio soprastante, mentre sulla destra è collocato il wc a tazza girevole. C’è anche un armadietto per riporre piccoli oggetti e flaconi di shampoo. Se serve fare la doccia si sposta sopra il wc tutta la parete del lavabo, che è opportunamente incernierata per consentire la rotazione. In questo modo si crea una cabina doccia impermeabile, evitando di bagnare il resto del bagno, ma si ottiene anche un vano regolare, così da non avere interferenze quando si muovono le braccia per fare la doccia. Il piatto doccia è utilmente dotato di due fori di scarico per evitare il ristagno dell’acqua. Un particolare curioso: con la conformazione doccia si ha a disposizione una finestra per l’aerazione naturale, ma questa viene nascosta dalla parete rotante quando si ritorna alla soluzione con lavabo e specchiera. In ogni caso, c’è anche un oblò a tetto, quindi possiamo ritenere soddisfacente l’aerazione del piccolo vano toilette. Notiamo, infine, la presenza dell’asta appendiabiti, sempre molto utile, che consente di appendere indumenti bagnati per farli asciugare.

E’ vero che in un veicolo da 7 metri si riesce a creare anche un vano doccia separato, ma i progettisti hanno deciso di sfruttare lo spazio risparmiato per incrementare altri elementi d’arredo. Ad esempio gli armadi: sul Kosmo 209 Emblema, infatti, troviamo tre armadi, che di solito non ci sono nemmeno su camper da 730-740 centimetri di lunghezza. L’armadio principale, per i capi appesi, è posto sotto uno dei due letti (quello vicino al bagno) mentre sotto l’altro letto c’è un armadio con mensole. Il terzo armadio è accanto alla porta d’ingresso.

La zona notte posteriore dispone di due letti singoli rialzati, accessibili comodamente dai gradini centrali. I letti hanno dimensioni nella norma e in opzione si può avere la prolunga per la trasformazione in matrimoniale a tutta larghezza. Si deve notare che lungo le pareti accanto ai letti viene utilmente condotta l’aria calda proveniente dalla stufa di bordo. Sul fondo, sopra la testiera, ci sono due pensili ed è sicuramente apprezzabile la presenza delle mensole aggiuntive poste sulle pareti, nella parte alta. L’aerazione e l’illuminazione naturale della zona notte è assicurata dalle due finestre e dall’oblò a tetto. Per l’illuminazione artificiale invece ci sono due faretti di lettura orientabili e varie strisce luminose a luce indiretta. Le prese Usb abbinate ai faretti permettono la ricarica dello smartphone.

Oltre ai letti gemelli posteriori, il Kosmo 209 Emblema può essere equipaggiato con un letto basculante anteriore. E’ un optional sempre presente sui veicoli in pronta consegna destinati al mercato italiano. Si tratta di un matrimoniale di buone dimensioni, che scende verso il basso con movimento elettrico ed è ben arieggiato dall’oblò a tetto ad uso diretto, a cui si aggiunge la finestra sul cupolino anteriore. Una volta sceso, il letto basculante ingombra il vano porta (se occorre salire e scendere dal veicolo occorre abbassarsi), ma non interferisce con i cuscini della dinette, che possono restare in posizione. I piani d’appoggio per chi riposa nel basculante sono quelli del cupolino, dove troviamo anche due prese Usb per lo smartphone.

Piantine e misure

Dotazioni di serie

ABS, ESP, ASR, airbag conducente, cerchi i lega 16″, paraurti verniciato, zanzariera porta d’ingresso, oblò nel cupolino, oscuranti cabina plissettati, impianto multimediale con autoradio DAB, retrocamera e altoparlanti nella cellula abitativa.

Optional presenti sul veicolo in prova:

  • Letto basculante elettrico – Euro 1.599,00

  • Tappezzeria “Alba” – Euro 466,00

  • Pacchetto Chassis (Climatizzatore cabina, Traction+ e Hill Descent Control, cruise control, airbag passeggero, specchi retrovisori riscaldati e regolabili elettricamente, antenna radio e altoparlanti in cabina, poltrona passeggero cabina regolabile in altezza, comandi radio al volante) – Euro 2.459,00 

Prezzo totale del veicolo provato: Euro 65.314,00

Conclusioni

Se si escludono i veicoli compatti (Kosmo Compact e furgonati), il Kosmo 209 è il modello meno costoso di una gamma prestigiosa come quella Laika. Per chi cerca qualcosa di più, è disponibile la versione Kosmo 209 Emblema, meglio rifinita e più equipaggiata. Offre di serie il motore da 140 cv, ma anche un valido impianto multimediale con autoradio DAB e altoparlanti nella cellula. L’impianto integra la telecamera di retromarcia, sempre molto utile. Ma di serie offre anche le ruote in lega da 16”, così come la coibentazione e il riscaldamento del serbatoio delle acque grigie. L’interno delle versioni Emblema presenta inoltre legni e tessuti dedicati. Purtroppo alcuni accessori si pagano a parte e sono accessori imprescindibili, riuniti nel Pacchetto Chassis: climatizzatore cabina, cruise control e airbag passeggero, ad esempio. Come sugli altri semintegrali Laika, anche il letto basculante elettrico è un optional, perché non tutti i clienti lo desiderano. Nonostante questo, il prezzo si mantiene intorno ai 65.000 euro, posizionando il veicolo all’ingresso della fascia medio-superiore del mercato. Da notare che il prezzo, a differenza di quello di molti concorrenti, include la batteria ma soprattutto è “Franco concessionaria” (anziché “Franco fabbrica”). Il fatto che gli optional sottraggano chilogrammi al carico utile (letto basculante e Pacchetto Chassis insieme pesano quasi 70 kg) non costituisce un problema, visto che la massa in ordine di marcia è ridotta. All’interno l’atmosfera è indubbiamente in stile Laika: cromatismi azzeccati, accostamenti adeguati, buon design generale… In sostanza nulla è fuori posto o sopra le righe, gli interni Laika rimangono una certezza. Abbiamo apprezzato anche l’impiantistica, pronta alla vacanza invernale con la potete stufa da 6000 W e il serbatoio delle acque grigie isolato e riscaldato. Lo schema abitativo è tradizionale, con dinette a L anteriore e letti gemelli posteriori, ma si discosta dalla norma per la presenza di un bagno compatto con pareti rotanti per realizzare il vano doccia. Un sistema valido e collaudato, che permette di guadagnare spazio nel resto dell’abitacolo, ad esempio per creare tre armadi che rappresentano davvero un buon risultato per un mezzo sotto i 7 metri.

Cosa ci è piaciuto di più

  • Atmosfera interna in stile Laika, di buon gusto.
  • Ottima capacità di stivaggio interna: tre armadi non sono poca cosa su un mezzo sotto ai 7 metri.
  • Veicolo predisposto per la vacanza invernale, con stufa da 6.000 W e serbatoio di recupero coibentato e riscaldato.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Alcuni accessori indispensabili sono considerati optional a pagamento.
  • Il letto basculante, una volta abbassato, interferisce con la porta d’ingresso.
  • La finestra del bagno è fruibile solo in conformazione doccia

Riferimenti e contatti del costruttore

Laika Caravans S.p.A.

Via Certaldese 41/A – San Casciano Val di Pesa – 50026 Firenze (FI) Tel. +39 055 80 581 – Fax +39 055 80 58 500 – www.laika.it

Tutto su Laika

Fotogallery

 

Renato Antonini

Comments are closed.