April 22, 2021

 

Un motorhome francese di alta gamma, che grazie alle generose dimensioni offre ampi spazi interni: si fa notare sotto diversi punti di vista, dal doppio pavimento passante alla scocca rivestita in Alufiber, dall’impiantistica eccellente all’arioso living con dinette face-to-face

In sintesi

Tipologia Motorhome
Meccanica Fiat Ducato 35 con telaio Al-Ko e passo da 420 cm
Motorizzazione di base 2.287 cc – 103 kW/140 cv
Motorizzazioni opt 2.287 cc – 118 kW/160 cv; 2.287 – 130kW/177cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ESP, Traction+, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control
Posti omologati 3
Posti letto 4
Dimensioni 759x231x292 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 3.220 Kg
Riscaldamento Alde Compact 3020
Serbatoio acqua potabile 150 litri
Serbatoio di recupero 110 litri
Prezzo base Euro 85.990,00 con IVA

L’analisi

Grazie agli sforzi compiuti fin dagli anni ’80 nel perfezionare i propri modelli di motorhome, Autostar si è fatta conoscere su tutti i mercati europei e ora si presenta al pubblico con una gamma ampia e ben articolata. Per chi cerca il massimo c’è la serie Prestige, con cui la casa francese dimostra di avere grande conoscenza della materia. I modelli Prestige sono posti al vertice della produzione Autostar e di recente l’ambientazione interna classica è stata soppiantata dalla variante Design Edition, con allestimento dai toni moderni. A catalogo ci sono tre modelli, tra cui il Prestige 730 LJ Design Edition. E’ un motorhome dalle dimensioni abbondanti e con uno schema abitativo decisamente attuale, quello con dinette face-to-face e letti gemelli posteriori.

La lunghezza è di 759 cm, che da una parte garantisce ampi spazi interni e dall’altra impone una certa cautela alla guida sulle strade secondarie. Ma a supportare con sicurezza un allestimento di questa taglia ci pensa il telaio extra serie Al-Ko, una degna base per un motorhome di alta gamma. Il telaio Al-Ko è abbinato al Fiat Ducato con motore 2300 da 140 cv. In alternativa si possono avere i motori più potenti della gamma, da 160 e 177 cv.

La dotazione della base meccanica comprende ESP con Traction+, due airbag anteriori, fari fendinebbia, climatizzatore cabina e cruise control, ma anche il pregevole apparato multimediale con radio DAB, sistema Android Auto e Apple CarPlay, schermo touchscreen da 8” e telecamera di retromarcia. Tra gli optional consigliati citiamo il pacchetto di accessori “Comfort Premium Prestige”, che comprende il pannello solare, il navigatore dedicato ai camper, i cerchi in alluminio da 16” e i sedili cabina extra serie. Nel pacchetto è compreso anche un accessorio esclusivo come il sistema “Full Vision 360”, che grazie a quattro telecamere accresce la sicurezza in viaggio e permette di controllare ciò succede intorno al veicolo quando si è in sosta.

Analizzando la costruzione della cellula abitativa scopriamo che gli ingredienti per formare un veicolo di qualità elevata ci sono tutti: il telaio Al-Ko permette la creazione di un doppio pavimento passante da 24 centimetri, mentre i pannelli delle pareti sono rivestiti esternamente in Alufiber, un composito che riunisce i pregi dell’alluminio e della vetroresina. Le bandelle sottoscocca sono in alluminio.

Senza dubbio, l’Autostar Prestige 730 LJ Design Edition si fa notare per l’accuratezza della parte impiantistica, a cominciare dal sistema di riscaldamento Alde, che come sappiamo non è ad aria calda ma a circolazione di liquido nei convettori perimetrali, assicurando maggior benessere, più silenziosità e uniformità del calore. Il calore della stufa viene convogliato anche nella zona fredda anteriore, sul parabrezza, con convettori nel cruscotto. Non deve sfuggire il fatto che i modelli Prestige di Autostar sono stati sottoposti ai più severi test in camera climatica superando addirittura i valori richiesti la normativa EN 1946: l’abitacolo è stato portato da -23° a +25° in meno di 3 ore. I serbatoi dell’acqua sono protetti nel doppio pavimento riscaldato, accessibili sia dal vano garage, sia da una botola a pavimento nell’abitacolo.

Le operazioni di carico e scarico vengono effettuate in un unico punto, nel cosiddetto “Waterbox” posto sulla fiancata destra, dove c’è anche l’attacco rapido per il doccino esterno (acqua calda e fredda). Del resto, l’utile raggruppamento dei vari componenti lo ritroviamo anche nell’impianto elettrico: nel doppio pavimento, accessibile da due botole, abbiamo il “Powerbox” che riunisce caricabatterie, trasformatore, gruppo fusibili e l’alloggiamento per due batterie ausiliarie, tutto facilmente accessibile per il controllo e la manutenzione. Da notare, inoltre, che per agevolare la sostituzione delle bombole del gas, il vano bombole è ribassato, di facile accesso. In merito alla parte impiantistica è utile rilevare che sulla fiancata sinistra è previsto uno sportello con alloggiamento della cassetta di riserva del wc.

La capacità di stivaggio di questo motorhome è notevole e sfrutta vani differenziati. Nel doppio pavimento abbiamo due gavoni passanti, accessibili da fiancate contrapposte, utili per riporre oggetti bassi e lunghi, come gli sci. Ovviamente abbiamo anche un vero e proprio vano garage nella zona posteriore, in cui si possono caricare varie biciclette oppure uno scooter. Il garage ha il fondo rivestito in Bedliner, un materiale molto resistente. Notiamo le particolari guide incassate per gli occhielli di fissaggio del carico. Ciò che si carica a bordo deve comunque essere rapportato ai valori limite del veicolo: la massa in ordine di marcia è elevata, a causa delle dimensioni, del doppio pavimento e della ricca dotazione.

Entrando a bordo si viene colpiti sia dall’ampiezza dello spazio, sia dal buon gusto dell’arredo. Un arredo senza dubbio moderno, di buon design, che punta sulle forme e sui colori, più che sui decori e i particolari di abbellimento. Nella zona anteriore dell’abitacolo troviamo uno degli elementi che più caratterizzano questo motorhome, la dinette face-to-face, una soluzione in cui Autostar ha sempre creduto.

Il living è dunque accogliente e permette di rilassarsi con tranquillità o di conversare in compagnia (fino a sei posti a sedere), con il grande tavolo di forma ellittica che può essere ridotto della metà se non serve un ampio piano d’appoggio. Se l’equipaggio supera le due persone, per il viaggio si estraggono le poltrone frontemarcia con schienale regolabile e attacchi Isofix, nascoste sotto ai divanetti. L’operazione non è particolarmente lunga e complessa, ma occorre spostare provvisoriamente gli schienali e parte delle sedute.

Il blocco cucina è un altro elemento chiave di questo veicolo. La sua sagoma prosegue sulla linea del divanetto, in maniera armonica, e chi ama il design moderno apprezzerà sicuramente le forme pulite del piano che si curva senza interruzione fino a diventare la spalla di sostegno laterale. In apparenza, questa cucina sembra piccola se rapportata alle dimensioni del veicolo. In realtà è solo corta, perché si sviluppa molto in profondità. Il piano d’appoggio quindi non manca, così come non mancano i vani di stivaggio nella base e nel pensile. Il piano cottura ha solo due fuochi, e anche questo è apparentemente in contrasto con la classe del veicolo. Ma il costruttore ha stabilito che pochissimi camperisti utilizzano più di due fuochi contemporaneamente, quindi meglio avere due soli fuochi, ma ben distanziati e con un robusto sostegno per le pentole. La cappa aspirante è di serie. Pratico e scenografico il lavello, dotato di un pregevole rubinetto con doccino estraibile. Sulla parete troviamo un vano portaspezie retroilluminato, mentre sulla parete opposta c’è il grande frigorifero da 175 litri con freezer separato e sistema di selezione automatica della fonte energetica.

A fare da filtro tra zona giorno e zona notte c’è il bagno passante, con il vano wc-lavabo da una parte e l’ampia cabina doccia dall’altra (con pedana di scolo). I due vani, aerati da oblò a tetto, si possono riunire creando un grande bagno-spogliatoio, che separa in modo netto la camera da letto dal living, attraverso una porta scorrevole e una porta ad anta. Quest’ultima è dotata di un fermo magnetico, per evitare vibrazioni e aperture accidentali, un particolare di pregio, di derivazione nautica.

La zona notte posteriore offre due letti singoli gemellati, adatti anche a persone di alta statura, raggiungibili dai due comodi gradini in legno e riscaldati su un lato. Ottimi i materassi memory foam, alti 14 centimetri. Sotto ai letti troviamo i due armadi, accessibili sia lateralmente dallo sportello frontale, sia dall’alto sollevando la parte terminale dei letti. L’Autostar Prestige 730 LJ dispone di altri due posti letto nella parte anteriore dell’abitacolo, grazie al letto matrimoniale basculante. E’ a movimentazione manuale e ha un oblò ad uso diretto per l’aerazione.

 

Piantine e misure

 

Cosa ci è piaciuto di più

  • Attenzione notevole alla parte impiantistica, con elementi raggruppati in determinate zone e ben accessibili.
  • Sistema di riscaldamento Alde, ottimo per la vacanza invernale.
  • Costruzione della cellula abitativa: elementi di spicco sono il rivestimento esterno in Alufiber e il doppio pavimento di elevato spessore.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Massa in ordine di marcia elevata, a causa di dimensioni notevoli ed equipaggiamento ricco: se l’equipaggio supera le due persone la capacità di carico residua è scarsa.
  • Le dimensioni abbondanti impongono una certa cautela alla guida a chi non ha esperienza.

Riferimenti e contatti del costruttore

Autostar

Z.I. du Launay Saint-Brandan, 22800, Quintin (Francia), tel +33 (0)296796200, www.autostar.fr

Tutto su Autostar

Fotogallery

Renato Antonini

Comments are closed.