September 27, 2021

Si chiama Siena 322 il nuovo semintegrale compatto che completa l’offerta entry-level di casa GiottiLine, riproponendo in chiave moderna un layout classico per questa categoria: matrimoniale trasversale in coda su garage in una lunghezza di 599 cm

In sintesi

Tipologia Profilato
Meccanica Citroen Jumper 35 Light con telaio Camping-Car Special e passo da 345 cm
Motorizzazione di base 2.200 cc – 103 kW/140 cv
Motorizzazioni opt
Dotazioni di sicurezza* ABS, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, Airbag conducente 
Posti omologati 4
Posti letto 3
Dimensioni 599x232x299 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.834 Kg
Prezzo base Euro 44.250,00 Con IVA FF
Incluso “Pack Siena”
Costruzione starYstarYstarHstarHstarG
Meccanica starYstarYstarYstarYstarG
Dotazioni di sicurezza* starYstarYstarYstarHstarG
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarYstarG
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarH
Bagno starYstarYstarYstarYstarG
Impiantistica starYstarYstarHstarG
Stivaggio starYstarYstarHstarG
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarHstarG
Incluso “Pack Siena”
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Agilità, maneggevolezza e capacità di stivaggio riuniti sotto lo stesso tetto in un veicolo la cui lunghezza non supera i sei metri. Questa è l’essenza del nuovo Siena 322 di casa GiottiLine, un modello che completa l’offerta della casa toscana in tema di semintegrali compatti seguendo fedelmente le principali virtù oggigiorno sempre più ricercate dagli equipaggi di coppia dinamici. La gamma Siena ormai da qualche anno costituisce il gradino d’ingresso al mondo GiottiLine, proponendo una serie completa di modelli che si inseriscono nella fascia entry-level del mercato, contraddistinti da un prezzo di partenza piuttosto interessante, contenuto entro la soglia dei 50.000 Euro. E il piccolo Siena 322 non fa eccezione, portando in dote uno schema abitativo che possiamo ormai definire un classico per la categoria, ma sempre molto ricercato: quello con letto matrimoniale trasversale in coda posizionato al di sopra di un gavone garage.

Lungo 599 cm, largo 232 cm e alto 299 cm, come tutti i suoi fratelli anche il Siena 322 viene proposto con due differenti meccaniche, quella del Fiat Ducato oppure il pur sempre valido Citroen Jumper, che equipaggia anche l’esemplare in prova, permettendo in questo caso di risparmiare 1.500 Euro sul prezzo d’acquisto. La base francese, adottata nella versione 35 Light con telaio ribassato Camping-Car Special e passo corto da 345 cm, viene equipaggiata di partenza, per il nostro mercato, già con il consono propulsore da 2,2 litri BlueHDi capace di erogare 140 CV. Due sono poi i ricchi pacchetti opzionali che vanno a completare la basica dotazione della parte meccanica, entrambi presenti sul veicolo in prova e proposti a un prezzo particolarmente vantaggioso.

Il primo, denominato “Pack Plus Citroen” è specifico proprio per questa meccanica e annovera equipaggiamenti come lo Start&Stop, i sensori di pressione degli pneumatici, l’accensione automatica dei fari, i sensori pioggia, i fendinebbia, il volante e il pomello del cambio rivestiti in pelle e molto altro. Il secondo, invece, prende il nome di “Pack Siena” e porta in dote accessori destinati a più parti del veicolo; tra i più importanti citiamo i dispositivi di sicurezza ESP, Traction+, Hill Holder e Hill Descent Control, il climatizzatore manuale in cabina, gli pneumatici da 16”, la coibentazione del serbatoio di recupero, la zanzariera per la porta cellula, le reti a doghe per i letti fissi e il pannello di comando digitale Truma CP Plus.

A ciò si aggiunge la possibilità di completare ulteriormente l’allestimento del veicolo con il “Pack Privilege”, che include l’utile telecamera per la retromarcia con schermo dedicato, la porta cellula con finestra e chiusura centralizzata, lo sky-roof apribile inserito nel cupolino anteriore e la fanaleria posteriore a led abbinata a due calate verticali in termoformato, che rendono più moderno l’aspetto dello specchio di coda del mezzo. Il design esterno presenta invece linee semplici e pulite, che difficilmente però riescono a smorzare la notevole altezza del mezzo di quasi tre metri.

Classica la costruzione, che prevede pareti e tetto realizzati con pannelli sandwich rivestiti esternamente in vetroresina, intelaiatura in legno e isolamento realizzato in polistirolo ad alta densità. Differisce il pavimento che, oltre al rivestimento esterno in vetroresina, adotta una struttura in Fibroplast un materiale che vanta ottimali coefficienti in fatto di peso, isolamento e conducibilità termica. Un cupolino anteriore realizzato sempre in vetroresina raccorda poi la cabina di guida originale Citroen alla cellula abitativa.

La scocca si completa, nel caso del veicolo in prova, con l’adozione di quattro finestre Polyplastic e della citata porta cellula opzionale, provvista di finestra fissa e zanzariera scorrevole. Nessun gradino esterno estraibile presente, a favore di due pratici scalini integrati direttamente nella scocca stessa.

Il garage posteriore presenta una buona volumetria, considerata la tipologia di veicolo, e una portata di ben 300 kg; un valore di sicuro superiore alla media, anche se lo spazio interno è adeguato al solo trasporto di biciclette. L’accesso al vano avviene tramite due sportelli simmetrici di differenti dimensioni, presenta illuminazione e riscaldamento dedicati e quattro ganci metallici ancorati al pavimento utili per il fissaggio del carico.

Gli impianti

L’autonomia idrica può contare su un serbatoio dell’acqua potabile da 100 litri inserito all’interno della cassapanca frontemarcia del living anteriore: accessibile dall’alto, è completo di tappo superiore per ispezione e pulizia e ospita, nell’angolo, la pompa a pressostato marchiata Fiamma. Un piccolo sportello ricavato alla base della dinette cela poi il suo rubinetto di scarico.

Una volta utilizzata, l’acqua viene convogliata nel serbatoio di recupero sempre dalla capacità di 100 litri, collocato esternamente, sotto pianale. La sua coibentazione è un optional incluso nel citato “Pack Siena”.

Il riscaldamento e la produzione dell’acqua calda sanitaria sono affidati alla collaudata unità termica Truma Combi da 4 kW alimentata a gas, installata in apposito vano all’interno del gavone garage. Nei pacchetti opzionali è incluso il moderno comando digitale CP Plus, mentre la distribuzione del calore si affida a un sistema di canalizzazione che conta cinque bocchette, distribuite piuttosto uniformemente all’interno dell’abitacolo.

Anche l’impianto elettrico è collocato all’interno di una nicchia del garage posteriore, dove trovano posto il contenitore dedicato alla batteria servizi (non fornita di serie), il relativo stacca batterie, il quadro portafusibili e la centralina Nordelettronica. Semplice ma intuitivo nell’utilizzo il pannello comandi delle principali utenze e delle autonomie di bordo, collocato al di sopra della porta d’ingresso alla cellula.

L’illuminazione interna, completamente a led, conta non solo sui classici spot ad incasso, ma anche su calde luci d’ambiente a diffusione e su faretti orientabili con utili prese USB integrate.

Infine, per quanto concerne l’impianto del gas, è presente un vano accessibile direttamente tramite uno sportello ricavato lungo la fiancata sinistra, pensato per ospitare due bombole da 10 kg e dotato di regolatore di pressione standard. Quattro sono poi i rubinetti sezionatori, che trovano posto nell’armadio collocato sotto al letto posteriore.

All’interno

All’interno il Siena 322 adotta un mobilio dell’essenza del legno piuttosto chiara; una scelta pensata per aumentare ancor di più la sensazione di spazio e luminosità anche in ambienti dalle dimensioni piuttosto contenute come questo. Le ante e i frontali color bianco laccato, interrotti da elementi cromati, donano quel pizzico di eleganza in più, mentre i piani dalla tonalità più scura creano un piacevole contrasto. L’arredo presenta forme dai tratti piuttosto decisi e lineari, semplici ma gradevoli nel loro complesso. L’inserimento di questa gamma nella fascia entry-level del mercato non giustifica però totalmente la mancanza di alcuni piccoli accorgimenti come, ad esempio, le paretine anticondensa a favore di living e letto matrimoniale di coda, sostituite nel primo caso da un semplice pannello in tessuto.

Anteriormente il living presenta una conformazione classica, optando per una semidinette integrata con la cabina di guida grazie alle poltrone girevoli, servita da un tavolo ancorato a parete dotato di prolunga laterale estraibile, così da poter ospitare al meglio fino a quattro commensali.

La presenza del letto basculante nella zona giorno limita la capienza dell’unico pensile presente, ma l’interno del cupolino è stato razionalmente organizzato con due tasche a giorno e un insolito vano frontale chiuso da uno sportello. La presenza dello sky-roof apribile opzionale, assieme alla finestra laterale garantiscono la necessaria circolazione dell’aria, mentre per garantire la necessaria privacy sono forniti in dotazione i classici oscuranti termici a ventosa dedicati ai vetri della cabina.

A lato dell’ingresso si sviluppa linearmente il blocco cucina con una profondità superiore alla media; una soluzione che consente di poter disporre gli elementi nella sua superficie lasciando al contempo libero un discreto piano d’appoggio, in aggiunta alla pratica ribalta laterale. Nello specifico ritroviamo un fornello a due fuochi, provvisti di accensione piezoelettrica e copertura in cristallo, e un lavello circolare realizzato in acciaio inox, servito da un miscelatore a canna alta.

Manca la cappa aspirante, ma al suo servizio sono presenti un oblò a tetto da 40×40 cm e una finestra dedicati, mentre lo stivaggio è distribuito tra un pensile e tre capienti cassettoni ricavati nella parte bassa del mobile. Le dotazioni della cucina si completano con un frigorifero Thetford a colonna in conformazione slim da 141 litri, dotato di selettore automatico della fonte di energia e pratico cassetto portabottiglie inferiore. Nella sua parte superiore è stato inoltre ricavato un ulteriore vano a giorno.

Sul lato opposto, alle spalle del soggiorno, ecco il locale bagno, accessibile tramite una porta a battente e arredato in legno. Nonostante le dimensioni contenute del Siena 322, l’organizzazione interna della toilette consente una facile fruizione di tutte le sue componenti. A ridosso della parete sono stati collocati il mobile lavabo con vasca incorporata nella sua superficie, la specchiera e i due mobiletti dedicati allo stivaggio.

Nella porzione di destra è presente il wc Thetford con tazza orientabile e cassetta esterna estraibile mentre, nella parte sinistra, è possibile creare un box doccia separato mediante l’ausilio di due porte in metacrilato. E’ provvisto di colonna attrezzata dedicata e piatto inferiore in termoformato dotato di doppia piletta di scarico, opportunamente protetto, quando non utilizzato, da una pedana in legno amovibile. L’aerazione del vano è infine affidata a una piccola finestra apribile con lastra opaca.

L’intera parte posteriore dell’abitacolo è occupata dal letto principale presente a bordo, un matrimoniale trasversale accessibile tramite due comodi scalini fissi frontali. E’ dotato di piano con rete a doghe (optional incluso nel “Pack Siena”), presenta un buon cielo utile a favore degli occupanti (101 cm per l’esattezza) e dimensioni nella media: parliamo di una lunghezza di ben 218 cm e una larghezza che varia da 134 a 124 cm. L’ambiente nel complesso è piuttosto semplice, prevedendo una piccola testiera imbottita, luci a diffusione, una finestra laterale e un oblò a tetto da 40×40 cm dedicati.

Ma è proprio in questa zona che sono concentrate le maggiori possibilità di stivaggio interno: tre pensili ancorati alla parete di coda, due vani a pozzetto ricavati nei citati gradini fissi di salita e l’armadio guardaroba principale, posizionato al di sotto del letto stesso. L’accesso a quest’ultimo può avvenire tramite un’anta frontale oppure dall’alto, alzando una porzione del piano, sprovvista però di utili pistoncini di tenuta. L’armadio, piuttosto capiente, presenta uno sviluppo irregolare ed è sprovvisto dell’asta appendiabiti, ma vi si può accedere sia dall’interno dell’abitacolo, sia dal garage, mettendo quindi di fatto in comunicazione i due ambienti.

Infine un terzo posto letto sempre pronto per la notte è garantito dalla presenza di un basculante singolo anteriore che discende elettricamente al di sopra della zona giorno, interferendo, come di consueto, con la porta d’accesso alla cellula. Presenta dimensioni abbondanti – con una lunghezza pari a 194 cm e una larghezza che varia da 92 a 80 cm – piano con rete a doghe (optional) e rete anticaduta, mentre alla sua aerazione concorrono i vicini sky-roof e oblò della cucina.

Piantine e misure

Optional presenti sul veicolo in prova

  • Pack “Siena” (ESP, Traction+, Hill Holder, Hill Descent Control, climatizzatore manuale in cabina, pneumatici da 16″ M+S , sospensioni rinforzate, predisposizione radio, fodere sedili cabina, serbatoio acque grigie coibentato, zanzariera porta cellula, doghe su tutti i letti, luce esterna a led, comando stufa Truma CP Plus)  – Euro 590,00
  • Pack “Plus Citroen” (Fendinebbia, sensori pressione pneumatici, Start&Stop, accensione automatica dei fari, sensori pioggia, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle, cruscotto in design Techno, quadro con finiture cromate, maniglie porte cabina verniciate in tinta con la carrozzeria) – Euro 390,00
  • Pack “Privilege” (Sky-roof nel cupolino anteriore, telecamera retromarcia con monitor da 7″, porta cellula con finestra e chiusura centralizzata, calate laterali specchio di coda con fanaleria a led) – Euro 1.500,00

Prezzo del veicolo compresi gli optional – Euro 46.730,00

Conclusioni

Un classico sempre attuale. Poche parole che però descrivono al meglio il cuore del Siena 322 di casa GiottiLine. Un modello certamente nuovo per questa gamma, ma che al suo interno rievoca con tratti e soluzioni moderne uno schema abitativo che ha segnato il successo dei semintegrali compatti negli ultimi 15 anni. E quale tempismo migliore per decidere di riproporre tale layout all’interno della propria variegata offerta se non un momento nel quale i riflettori dell’utenza finale sono maggiormente puntati verso i veicoli compatti, agili e maneggevoli, verso quindi una tipologia di turismo itinerante dinamica e forse più essenziale. Il Siena 322 cerca quindi di far convivere al meglio in un unico veicolo due anime molto differenti: da un lato la praticità d’utilizzo in ogni situazione e, dall’altro, comfort di bordo e possibilità di stivaggio non propriamente ridotte ai minimi termini. Ed ecco quindi che, con i suoi 599 cm di lunghezza, abbinati al passo corto della base meccanica di partenza, proprio come un van, o anzi, quasi meglio di un van, il Siena 322 riesce ad affrontare senza difficoltà qualsiasi tipologia di percorso, oltre a trarsi d’impaccio anche da situazioni dove gli spazi di manovra risultano piuttosto ristretti. Invece la larghezza tipica dei comuni semintegrali conferisce all’abitacolo spazio sufficiente per cercare ridurre i compromessi in termini di possibilità di movimento, abitabilità e stivaggio, con tanto di garage posteriore. E se a tutto questo aggiungiamo un prezzo di partenza che, pur conteggiando alcuni pacchetti opzionali e quasi obbligatori, resta ampiamente al di sotto della soglia dei 50.000 Euro, ecco che il Siena 322 si mette in competizione diretta con il segmento van. Una valida alternativa quindi che, pur scontando qualche piccola pecca a livello di soluzioni costruttive adottate, dovuta all’inserimento nella fascia entry-level del mercato, si rivolge sia all’utente neofita sia, perché no, anche al camperista che predilige la scelta di un veicolo nuovo dal prezzo onesto.

Cosa ci è piaciuto di più

  • L’adozione del passo corto da 345 cm dona al mezzo ottime doti agilità e maneggevolezza.
  • Lodevole l’adozione di partenza del propulsore da 140 CV.
  • Il mobile cucina è razionalmente organizzato.
  • Nonostante le dimensioni ridotte è presente un capiente frigorifero a colonna.
  • Utile la presenza di serie di tre prese USB.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Davvero basica è la dotazione complessiva del mezzo offerta di serie.
  • Mancano le paretine anticondensa dedicate al living e al letto fisso di coda.
  • L’armadio guardaroba non presenta l’asta appendiabiti interna e il piano superiore non presenta alcun tipo di sostegno per l’accesso dall’alto.
  • L’altezza esterna del veicolo è piuttosto impattante, sfiora i tre metri.

Riferimenti e contatti del costruttore

GiottiLine
Località Pian dell’Olmino 41 – 53034 Colle Val d’Elsa – Siena
Tel. 0577 90 40 23 – Fax 0577 90 88 93 – E-mail: info@giottiline.com
www.giottiline.com

Tutto su GiottiLine

Fotogallery

 

Davide Bon

Comments are closed.