September 17, 2021

Scendiamo seguendo fedelmente la costa ovest immersi in scenari davvero mozzafiato fino a giungere al colorato centro di Bosa. Da qui proseguiamo verso la località di S’Archittu, famosa per la sua scogliera a forma d’arco, e la spiaggia di Sa Mesa Longa, immersa completamente nella natura

Lasciamo la città di Alghero per riprendere la nostra discesa verso sud percorrendo uno dei tratti di strada più scenografici della Sardegna: esattamente parliamo della strada provinciale 105 che collega Alghero a Bosa (a metà tra le due città, diventa strada provinciale 49). Una striscia d’asfalto lunga 45 km sospesa tra il mare e la montagna, che regala, curva dopo curva, scorci e panorami davvero  spettacolari.

Giungiamo quindi a Bosa, un piccolo e autentico paese della provincia di Oristano sviluppatosi lungo le rive del Fiume Temo. Difficile non riconoscere il suo profilo quando la vallata inizia ad aprirsi davanti agli occhi: l’insieme di case variopinte del quartiere storico di Sa Costa colora infatti la collina rocciosa che protegge il cuore del suo centro, dominata in cima dal suo castello. Macchina fotografica in mano dunque, per iniziare a perdersi tra le sue vie in un continuo saliscendi di angoli e scorci davvero pittoreschi. Punto di partenza ideale per a visita è il parcheggio camper di Bosa (Coordinate GPS: N 40.294748 ; E 8.499015), dal quale è possibile raggiungere il centro storico a piedi in meno di dieci minuti.

Per la notte ritorniamo per qualche chilometro sui nostri passi fino a raggiungere un’area di sosta camper attrezzata affacciata direttamente su una delle numerose baie sabbiose della zona, un luogo ideale per concludere la giornata in relax con un tuffo in mare e un immancabile tramonto infuocato.

Riprendiamo il nostro tour per raggiungere la località di S’Archittu, un borgo costiero del Montiferru, noto per una grande roccia a forma d’arco, modellata dal mare e dal vento. Un luogo davvero suggestivo, quasi simbolo della vena artistica della natura, che possiamo considerare un vero e proprio monumento naturale. Lasciamo il camper in uno dei parcheggi cittadini (Coordinate GPS: N 40.089688 ; E 8.492584) e ci incamminiamo lungo una facile passeggiata per raggiungere questa famosa scogliera bianca.

Seguendo fedelmente la costa giungiamo alla selvaggia Spiaggia di Sa Mesa Longa, incastonata tra le falesie di Capo Mannu e il litorale di Su Pallosu. Deve il suo nome a una barriera naturale di arenaria situata a poche decine di metri dalla riva, che la isola completamente dalle onde di maestrale, creando una sorta piscina naturale. Un luogo ideale da raggiungere anche in camper attraverso uno facile sterrato, dove potersi rilassare nella sua sabbia color ocra, oppure passeggiare sulle scogliere e conquistare una delle famose antiche torri di guardia.

Dove sostare

Bosa: parcheggio camper comunale gratuito (Coordinate GPS: N 40.294748 ; E 8.499015), su sfondo asfaltato lungo il fiume. Punto ideale per la visita al centro storico, distante appena 10 minuti a piedi. Non sono presenti servizi specifici dedicati ai camper.

Bosa: area di sosta camper attrezzata “S’Abba Druche” (Coordinate GPS: N 40.314584 ; E 8.465419), situata qualche chilometro prima del centro di Bosa, affacciata direttamente su una baia. Su fondo sabbioso, è provvista di camper service, allaccio alla corrente elettrica e servizi igienici con docce.

Sa Mesa Longa: parcheggio gratuito affacciato sul mare, presso la spiaggia di Sa Mesa Longa (Coordinate GPS: N 40.042901 ; E  8.396730). Si raggiunge al termine di un facile sterrato, immerso nella natura, offre una vista sul mare e sul vicino promontorio. Non presenta servizi specifici dedicati ai camper.

Davide Bon

Comments are closed.