July 1, 2022

Poche tappe ci separano dalla fine della nostra discesa costa occidentale della Sardegna: dalle meravigliose dune di Porto Pino, alle famose spiagge di Chia, attraverso l’importante testimonianza storica del parco archeologico di Nora e la particolare città di Cagliari

Raggiungiamo la costa sud-occidentale della Sardegna e la nostra prima tappa non potevano che essere le meravigliose dune di Porto Pino. Uno piccolo sconfinato deserto di soffice e finissima sabbia bianca, modellata dal maestrale, un quadro paradisiaco ideale per una giornata di relax in spiaggia, grazia anche  un mare cristallino dal fondale basso. Molto paesaggistica è anche la passeggiata per raggiungere la spiaggia di Porto Pino dal grande parcheggio, che attraversa una serie di stagni separati dal mare da una sottile striscia di terra.

Il parcheggio è a pagamento (Coordinate GPS: N 38.95766 ; E 8.62127), lo si raggiunge con qualche chilometro di strada sterrata e prevede una parte riservata alla sosta diurna dei camper; purtroppo è vietato il pernottamento. Per la notte ci appoggiamo dunque a un curato agricampeggio nella vicina località di Is Pillonis, un punto sosta ideale grazie anche alla presenza di tutti i servizi necessari.

Scendiamo per qualche decina di chilometri lungo l’affascinante strada costiera, tra viste mozzafiato, piccole calette e antiche torri d’avvistamento, fino a raggiungere le famose spiagge nelle vicinanze del centro di Chia. Ci fermiamo nella grande area sosta camper situata proprio ad un passo dalla grande spiaggia di Capo Spartivento chiamata  Su Giudeu e considerata una delle spiagge più belle di questo tratto di costa. Spazio a volontà, sabbia chiara e finissima e le immancabili acque color turchese non rappresentano però le sole peculiarità di questa spiaggia. Alle sue spalle, infatti, si estende lo stagno di Spartivento, dove ammirare e fotografare numerose specie di uccelli. I suoi bordi sono inoltre delimitate da dune di sabbio punteggiate dalla macchia mediterranea.

Proseguendo a piedi o in biciletta lungo la strada sterrata si raggiunge un altro piccolo paradiso nascosto: Cala Cipolla. Un’incantevole lingua di sabbia fine e dorata racchiusa fra due promontori di granito rosa, che si allungano verso il mare a formare una piscina naturale.

Riprendiamo la strada per raggiungere la località di Nora, che custodisce una spiaggia dall’altissimo valore storico: si trova in prossimità dell’omonimo e importante parco archeologico. Nora fu infatti uno dei maggiori centri della Sardegna in età fenicia, punica e romana. Nei secoli rappresentò un importante snodo del commercio, nonché porto dall’invidiabile posizione nell’istmo di capo Pula, da cui si poteva salpare con qualsiasi vento.

Ultima tappa della nostra discesa della terra sarda prima di iniziare a risalire è Cagliari, la città principale e più popolosa dell’isola. Un centro molto particolare e tutto da scoprire, che racchiude nel suo cuore numerosi scorci di quartieri storici spesso con vista sul mare, vie dello shopping e scenografiche terrazze panoramiche. Le origini di Cagliari affondano addirittura nel Neolitico, ma è con i Fenici prima e i Romani poi che divenne una vera e propria città, grazie alla costruzione di strade e acquedotti. È però alla dominazione pisana che si deve la struttura attuale su più livelli del suo centro, con il sistema di bastioni e fortificazioni che caratterizzano i quartieri storici. Passeggiare per la Cagliari è una scoperta continua, un’esplorazione da fare con tranquillità a piedi: dalle viuzze che partono dai grandi viali, alle stradine che portano in cima ai colli, tra botteghe, panorami e localini. Punto d’appoggio ideale per la visita è la tranquilla area camper cittadina, dalla quale si possono raggiungere i quartieri centrali con una passeggiata di circa mezz’ora.

Dove sostare

Porto Pino: agricampeggio “Il Ruscello” a Is Pillonis(Coordinate GPS: N 38.97767 ; E 8.62386). Distante pochi chilometri dalla famosa spiaggia di Porto Pino, è una struttura curata che offre tutti i servizi dedicati ai camperisti: camper service per le operazioni di carico e scarico, possibilità di allaccio alla corrente elettrica e servizi igienici con docce calde. Le piazzole sono su fondo sassoso.

Chia: area sosta camper “Chia” (Coordinate GPS: N 38.88996 ; E 8.86341). Grande area a pagamento suddivisa in piccole piazzole su fondo ghiaioso parzialmente ombreggiate, proprio nelle vicinanze della spiaggia. Offre servizi come camper service per le operazioni di carico e scarico, possibilità di allaccio alla corrente elettrica e bagni, un po’ datati, con docce.

Cagliari: area sosta camper cittadina “Camper Cagliari Park” (Coordinate GPS: N 39.21026 ; E 8.12753). Parcheggio in asfalto custodito e videosorvegliato, non molto distante dal centro storico della città, con annesso rimessaggio camper. Ideale solo per la visita a Cagliari ma non per soste più lunghe. Offre camper service per le operazioni di carico e scarico, possibilità di allaccio alla corrente elettrica, illuminazione e bagni con docce, ma datati.

Davide Bon

Comments are closed.