July 27, 2021

Senza perdere di vista il buon rapporto qualità-prezzo e la collocazione nelle fascie media e bassa del mercato, Etrusco opera un restyling dei suoi modelli di motorhome e di semintegrali. Vengono proposte anche nuove versioni con dinette face-to-face

Anche per la stagione 2022 Etrusco rimane fedele alla sua impostazione originaria. Ecco quindi prodotti dal prezzo d’attacco, ma con uno stile gradevole e una dotazione completabile a piacere. Il miglioramento del prodotto, anno dopo anno, è evidente. Per il 2022 è stato effettuato un restyling sia dei semintegrali, sia dei motorhome.

Vengono invece confermati integralmente i mansardati della serie A, i semintegrali compatti della serie V e i furgonati CamperVan, questi ultimi disponibili anche con tetto a soffietto. Tutti i modelli sono su meccanica Fiat Ducato.

Pur rivolgendo le sue attenzioni al segmento medio-basso del mercato, Etrusco non dimentica di essere il secondo brand di casa Laika e come tale punta ad una certa ricerca stilistica, a cui aggiunge alcune dotazioni di tono superiore.

 

Ad esempio, sui semintegrali serie T e i motorhome serie I è presente l’unità termica Truma Combi nella potente variante da 6000 W. Le cucine si fanno notare sia per la rubinetteria in metallo e le robuste griglie dei fornelli in ghisa, sia per le barre incassate porta ganci.

All’esterno si apprezzano le finestre a filo carrozzeria con telaio integrato e le nuove porte a larghezza maggiorata, che garantiscono un facile accesso all’abitacolo. Supportate da un comodo gradino integrato, le porte hanno la maniglia incassata e sono dotate di finestra.

Nell’abitacolo gli angoli arrotondati hanno sostituito gli spigoli vivi, rendendo l’arredo più armonioso ed ergonomico. Fasce luminose abbelliscono vari punti dell’interno, ad esempio alle spalle della dinette e nella zona di ingresso, dove è stato anche creato un alloggiamento per l’eventuale schermo TV a 32” orientabile. Le cucine, con un rinnovato design di sportelli e cassetti, propongono di serie il frigorifero da 140 litri e come optional il forno ad incasso. Interventi migliorativi riguardano anche il bagno: cambia lo stile e si segnala la porta con specchio e asta appendi salviette, oltre all’inserimento nella doccia dell’oblò con asta per appendere l’accappatoio.

 I motorhome serie I

Quella del motorhome è da sempre la tipologia di camper più prestigiosa: se quindi Etrusco voleva accrescere il prestigio del proprio brand, doveva per forza di cose lavorare sulla gamma di motorhome. Ed è esattamente quello che ha fatto. Rispetto ai precedenti modelli, i nuovi integrali della serie I sono più gradevoli esternamente, meno massicci, grazie soprattutto al nuovo frontale dalla forma più dinamica, con nuovi gruppi ottici.

I profili di giunzione parete-tetto sono stati modificati, ora sono più larghi, più “importanti”. Il restyling ha riguardato anche il posteriore dei veicoli, dove si nota un nuovo paraurti e dove si possono avere come optional montanti laterali che incorniciano la parete di coda. La gamma motorhome comprende cinque modelli, di cui quattro con lunghezza di 740 cm in grado di assicurare ampi spazi interni. L’Etrusco I 7400 SB è dotato di semi-dinette anteriore e letti gemelli posteriori abbinati al bagno con cabina doccia indipendente. La soluzione del bagno sdoppiato è proposta anche sull’I 7400 QB, caratterizzato dalla camera posteriore con letto matrimoniale a penisola. Le due piante da 740 cm di lunghezza sono proposte anche nelle nuove varianti con dinette face to face, denominate I 7400 SBC e I 7400 QBC.

I semintegrali serie T

Anche la gamma di semintegrali Etrusco serie T è stata oggetto di un restyling, volto a rendere più aggraziati i veicoli. Gli elementi su cui i progettisti hanno lavorato sono diversi. Per prima cosa notiamo un cupolino di nuovo disegno, realizzato integralmente in robusta vetroresina.

Come per i motorhome, viene adottato un nuovo posteriore, con un inedito paraurti e la possibilità di avere in opzione i montanti laterali così da creare una parete di coda incorniciata e mossa su più livelli. Cambiano anche i profili di raccordo tra fiancate e tetto, ora più larghi. All’interno, un cambiamento importante riguarda il letto basculante anteriore opzionale, che non è più manuale ma elettrico. Da notare inoltre che è stata aumentata la larghezza delle poltroncine dell’area living. Viene inserito in gamma il modello T 7400 SBC, lungo 740 cm e dotato di garage posteriore.

Il layout è decisamente attuale: nella zona anteriore abbiamo la dinette face-to-face e il letto basculante, mentre la zona posteriore, separabile mediante due porte, mette a disposizione due letti singoli gemellati e un bagno ben sviluppato con vano toilette e cabina doccia indipendente.

Riconfermati gli altri modelli, ma si segnala che il T 5900 FB può ora essere dotato di letto basculante anteriore, mentre il T 6900 DB ha un vano garage più alto, ottenuto sollevando maggiormente dal pavimento il letto soprastante.

 

Fotogallery

Renato Antonini

Comments are closed.