October 24, 2021

Challenger presenta il suo inedito motorhome pensato per la famiglia: è contraddistinto dalla sigla 3080 e presenta soluzioni interne insolite e innovative. Svelato anche il secondo nuovo semintegrale compatto: si chiama S 217 GA Start Edition e propone i letti gemelli su garage in 659 cm

Challenger è un’azienda che da molto tempo è riuscita a stupire il grande pubblico presentando soluzioni originali e innovative, spesso difficili da ritrovare sul mercato. E in occasione del Caravan Salon presenta il suo nuovo e molto particolare motorhome dedicato alla famiglia: si chiama Challenger 3080, è lungo 717 cm ed è in grado di offrire uno spazio interno di movimento davvero notevole.

La zona giorno è infatti dominata da un maxi living in conformazione face-to-face, in grado di ospitare comodamente fino a sei o sette commensali. Ma non solo, questo motorhome non presenta il classico letto basculante che discende in cabina, lasciando così spazio a ulteriori piccoli vani di stivaggio e facilitando i movimenti interni da e per la cabina; il letto matrimoniale principale discende elettricamente proprio al di sopra del soggiorno, arrivando fino all’altezza delle sedute.

Nella zona posteriore ritroviamo poi la toilette con doccia indipendente dal locale bagno e due letti a castello trasversali entrambi regolabili a piacimento in altezza, abbinati a un gavone di carico a volume variabile.

Svelato anche il secondo modello che compone l’inedita gamma di semintegrali compatti con larghezza ridotta in appena 210 cm. Si chiama Challenger S 217 GA ed è proposto sempre nell’allestimento Start Edition. La base meccanica è rappresentata dal Ford Transit e sviluppa in 659 cm uno schema abitativo con letti gemelli su garage.

Particolare la soluzione dedicata al living anteriore, dove la semidinette integrata con la cabina di guida è affiancata da un mobiletto basso stile bar, mentre il locale bagno adotta la soluzione con parete ruotabile per la creazione del box doccia.

Fotogallery

Davide Bon

Comments are closed.