May 21, 2022

Un motorhome dal prezzo invitante, che grazie ad una lunghezza prossima ai 7 metri e mezzo riesce a garantire spazi abitativi generosi e un garage di buona volumetria. L’abitacolo si caratterizza per la zona notte con letti gemelli e bagno sdoppiato

In sintesi

Tipologia Motorhome
Meccanica Fiat Ducato 35 con passo da 403 cm
Motorizzazione di base 2.184 cc – 88 kW/120 cv
Motorizzazioni opt 2.184 cc – 103 kW/140 cv; 2.184 cc – 118 kW/160 cv; 2.184 – 130kW/177cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ASR, ESC, airbag conducente e passeggero, cruise control
Posti omologati 5
Posti letto 5
Dimensioni 745x235x295 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.968 Kg
Riscaldamento Truma Combi 4000 W
Serbatoio acqua potabile 118 litri
Serbatoio di recupero 135 litri
Prezzo base 69.690,00 con IVA

L’analisi

Se è vero che nell’immaginario collettivo il motorhome rappresenta “il top” dei camper, esclusivo e piuttosto costoso, è altrettanto vero che sul mercato ci sono alcuni motorhome accessibili a prezzi “medi”. Uno di questi è il McLouis Nevis 273, novità della stagione 2022. E’ inserito nella serie 200, la gamma entry level di McLouis, nata alla fine del 2020: dopo mansardati e semintegrali, ora sono arrivati anche i motorhome. Oltre al Nevis 273 con letti gemelli è disponibile il Nevis 281: stesse dimensioni ma una differente organizzazione della zona notte posteriore, dotata di letto a penisola.  Il Nevis 273 permette dunque di acquistare un motorhome (un tipo di camper dalla costruzione piuttosto costosa) ad un prezzo molto simile a quello di un semintegrale di medio livello.

Ma non dimentichiamo che un motorhome, al di là del design esterno originale (non compare più la cabina d’origine), offre un’abitabilità interna migliore rispetto ad un semintegrale, perché la zona anteriore è più larga. Il prezzo del Nevis 273 è sicuramente inferiore a quello di un motorhome di fascia media: nella stessa gamma motorhome di McLouis, ad esempio, troviamo il Nevis 873, identico per dimensioni e schema abitativo, che costa circa il 10% in più, quindi parliamo di alcune migliaia di euro. Dopo questa doverosa premessa, vediamo come è fatto il veicolo. Partiamo dalle dimensioni, che sono generose, al fine di garantire comodi spazi interni. La lunghezza si avvicina ai 7 metri e mezzo (745 cm) e la larghezza è standard, 235 cm, così come l’altezza che rimane sotto i 3 metri. Il passo è di 403 cm e lo sbalzo posteriore è inevitabilmente un po’ pronunciato.

Il tutto si traduce in una maneggevolezza su strada non proprio ai massimi livelli: nessun problema per chi guida camper da anni, mentre ai neofiti consigliamo un po’ di prudenza, soprattutto all’inizio. La cellula abitativa è allestita sullo chassis Fiat Ducato 35 con carreggiata posteriore allargata. La massa complessiva non è elevata se rapportata alle dimensioni e lascia ampi margini per il carico e gli eventuali accessori extra serie. Il motore base è il 2200 Multijet3 da 120 cv, ma la variante da 140 cv appare più adeguata, anche considerando un sovrapprezzo limitato. Nella dotazione di serie legata allo chassis Fiat Ducato compaiono: sistema di stabilizzazione ESC, cruise control, climatizzatore cabina, due airbag anteriori e sistema Start&Stop. Gran parte dei veicoli in pronta consegna dai concessionari sono dotati di Pack Expo opzionale, con motore da 140 cv, Traction+, cerchi in lega, retrocamera e pannello solare.

Motorhome semplice e dal prezzo non elevato, il Nevis 273 garantisce comunque un look esterno accattivante con un gradevole frontale caratterizzato da fasce scure sinuose, che inglobano la griglia centrale e la fanaleria posta ai lati, a cui si aggiunge la fascia delle luci diurne a led. Decisamente meno personale il posteriore, piuttosto piatto, che ha come unica nota vivace la fanaleria a elementi circolari inserita nel gruppo paraurti. La costruzione della scocca è basata sull’utilizzo di pannelli sandwich con doppia lastra di vetroresina (lato strada e lato abitacolo) e anima interna in materiale plastico idrorepellente, con l’aggiunta di un’intelaiatura di irrigidimento in PVC, anch’essa non intaccabile dall’acqua. Tutto questo ha permesso a McLouis di garantire i suoi veicoli dieci anni sulle infiltrazioni d’acqua, e dieci anni di garanzia sono davvero tanti per un modello entry level come il Nevis 273.

La porta della cellula abitativa è a larghezza maggiorata e dotata di zanzariera scorrevole, però non dispone di finestra e ha un solo punto d’aggancio della serratura. Però è utilmente dotata di cesto porta rifiuti. Per salire nell’abitacolo sono previsti due gradini integrati nel pianale. Per oscurare la cabina sono proposti di serie gli oscuranti scorrevoli plissettati.

Il McLouis Nevis 273 non fa mancare un capiente garage posteriore, pensato per il trasporto di uno scooter o varie biciclette (portata massima 300 kg). Ha una forma regolare, è illuminato e riscaldato, dotato di quattro anelli metallici a pavimento per il fissaggio del carico ed è accessibile da due grandi sportelli sulle due fiancate.

Passando all’impiantistica, osserviamo che l’impianto idrico, messo in funzione da una pompa a pressostato, attinge acqua da un serbatoio da 118 litri, mentre il serbatoio delle acque grigie, esterno all’abitacolo e non riscaldato, ha una capacità di 135 litri. Per l’impianto elettrico, notiamo che la batteria ausiliaria non è offerta di serie e la centralina di controllo delle utenze è posizionata, come di consueto, sopra la porta d’ingresso. A riscaldare l’abitacolo ci pensa la centrale termica Truma Combi da 4000 W, un po’ sottodimensionata per la volumetria del veicolo nel caso si prevedano vacanze a temperature molto rigide. La Combi provvede ovviamente anche al riscaldamento dell’acqua di bagno e cucina. La stufa è alimentata a gas. In opzione si possono avere dei pacchetti accessori che permettono di affrontare anche climi invernali rigidi, ad esempio con la coibentazione del serbatoio delle grigie e la stufa di potenza maggiorata. La riserva del mezzo è di due bombole da 13 kg, alloggiate in un vano con accesso da uno sportello posto sulla fiancata.

L’abitacolo non riserva certo le raffinatezze dei motorhome di gamma superiore, però non fa mancare nulla e l’arredo è piacevole, impostato sull’alternanza di colori chiari e fasce scure. Apprezzabile il fondo del letto basculante (che costituisce il cielo della cabina), con faretti e rivestimento bicolore. E’ stata posta una certa attenzione anche all’illuminazione artificiale, con fasce a led inserite nel bordo di paretine e di inserti vari (di impatto la striscia luminosa che divide il living dalla cucina).

Il layout del Nevis 273 è tradizionale e lo spazio abbondante, lo si percepisce appena si sale a bordo, anche se la zona anteriore non offre l’ampiezza delle soluzioni più attuali con dinette face-to-face. Qui abbiamo la classica dinette a L integrata da una poltrona laterale e dai sedili girevoli della cabina. Una scelta che comunque ha sempre i suoi vantaggi: senza ruotare i sedili anteriori si può pranzare in tre, mentre ruotandoli si arriva a cinque posti. Con il divanetto in conformazione normale possono viaggiare tre persone, se invece occorre viaggiare in quattro bisogna asportare come di consueto una parte dei cuscini della dinette. Sfruttando anche la poltrona, si può viaggiare in cinque. Il tavolo è in un unico pezzo, è ampio, sostenuto da una gamba centrale ancorata a pavimento e può traslare nelle due direzioni. L’illuminazione del living, oltre che dalle ampie superfici vetrate della cabina, avviene grazie ad una sola finestra sul lato destro e ad un oblò a tetto da 70×50 cm.

La cucina è semplice nella sua impostazione generale, ma decisamente funzionale. Qualcuno (non molti, crediamo) potrà obiettare che il fornello ha solo due fuochi, ma si deve riconoscere che il piano d’appoggio è notevole, lo spazio di stivaggio buono e l’aerazione adeguata grazie ad una finestra e un oblò a tetto. Il frigorifero trivalente, pur non avendo la cella freezer separata (è interna), assolve bene alla sua funzione perché è capiente (135 litri) e dispone di un utile scomparto inferiore separato per le bottiglie.

Ed è apprezzabile anche il bagno: su un mezzo di queste dimensioni non poteva mancare una cabina doccia indipendente, che infatti offre la possibilità di lavarsi anche quando è occupato il vano con wc e lavabo. La cabina doccia, ben inserita in una nicchia separabile da paretine in metacrilato, ha un arredo semplificato ma dimensioni adeguate. Purtroppo il piatto doccia ha un solo foro di scarico. Il vano toilette, che può risultare un po’ ristretto per le persone di corporatura robusta, è aerato da una finestra e mette a disposizione il wc a tazza girevole e il lavabo ad incasso con un apprezzabile piano d’appoggio, oltre a spazi di stivaggio (nella base e nel pensile) soddisfacenti.

Chi cerca spazi più ampi, c’è la possibilità di creare un unico ambiente bagno (aerato da un oblò a tetto) aprendo la porta del vano toilette, che provvede anche a creare una separazione tra zona giorno e zona notte. In questo modo il bagno è a diretto contatto con la camera da letto, ma è possibile un minimo di separazione grazie ad una porta a soffietto in materiale plastico.

La zona notte occupa tutta la parte posteriore dell’abitacolo: viene adottata la soluzione dei due letti singoli gemellati, ben accessibili dai gradini centrali. Volendo è possibile unire i letti con una prolunga per creare un maxi matrimoniale. Anche la camera da letto mostra un arredo semplice ma funzionale, con i pensili sul fondo e un buon piano d’appoggio tra i due letti, vicino alla testiera dotata di un gradevole pannello imbottito di finitura.

Criticabili invece alcuni spigoli vivi che troviamo sui bordi e nella parte terminale dei letti. L’aerazione della zona notte è assicurata da due finestre laterali e da un oblò a tetto da 40×40 cm. Gli armadi sono posti sotto ai letti: da una parte quello per i capi appesi (accessibile anche dall’alto sollevando rete e materasso), dall’altra uno spazio adatto a riporre vestiti piegati.

Nella parte anteriore del veicolo troviamo invece il letto basculante, un matrimoniale di adeguate dimensioni, che scende manualmente sopra la cabina una volta piegati i sedili.

Piantina e misure

Cosa ci è piaciuto di più

  • Prezzo basso in rapporto alla tipologia e alle dimensioni
  • Ampi spazi interni
  • Cucina funzionale e spaziosa

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Arredo piuttosto semplice, migliorabili alcune finiture
  • Doccia: un solo foto di scarico

Riferimenti e contatti del costruttore

McLouis

Via Val d’Aosta, 4, 53036, Poggibonsi, SI

Telefono: +39 0577 99511

Fax: +39 0577 995218

Tutto su McLouis

Fotogallery

 

Renato Antonini

Comments are closed.