May 21, 2022

Etrusco amplia la sua gamma in vista della stagione 2023, con l’introduzione di nuovi modelli su meccanica Ford: ci sono semintegrali classici e semintegrali compatti, ma c’è anche un camper furgonato

Etrusco rompe gli schemi consolidati e presenta con largo anticipo la gamma 2023, in realtà in parte già disponibile prima dell’estate. Tante le novità, ma Etrusco mantiene ben salda la sua presenza nella fascia medio-bassa del mercato, continuando a distinguersi per i prezzi allettanti. Anche per la stagione 2023, dunque, Etrusco sarà uno dei brand con cui l’Erwin Hymer Group si rivolgerà a quella categoria di acquirenti che cercano un camper funzionale e affidabile, ma con un prezzo piuttosto basso. La vera novità Etrusco per la stagione 2023 è la base meccanica Ford, che viene adottata da sette nuovi modelli. Una scelta ben precisa, per far fronte al momento difficile che stiamo vivendo (e non solo nel settore camper…), un contesto storico dove la produzione non riesce a soddisfare l’offerta anche per la carenza di chassis: ecco quindi l’allargamento dell’offerta con l’introduzione di una nuova base meccanica che si affiancherà a quella Fiat.

Furgonati serie CV e semintegrali compatti serie V

Per iniziare, Etrusco amplia la gamma di camper furgonati con l’inserimento del nuovo modello CV 600 DF su base Ford. E’ un classico van di taglia media, da 598 cm di lunghezza, con uno schema abitativo tradizionale: letto trasversale posteriore, semi-dinette anteriore e zona servizi al centro. La parte anteriore dell’abitacolo è aperta, ben vivibile, grazie alla soluzione open space e l’eliminazione della cappelliera sopra la cabina.

Il living è composto da un divanetto e dalle due poltrone girevoli anteriori. La cucina è piuttosto mossa nelle sue forme generali, con la zona del lavello più alta, per far posto al frigorifero sottostante. Il bagno adotta una porta a libro e offre un lavabo di buone dimensioni. Classica la parte notte in coda, con il letto matrimoniale trasversale e i pensili in alto, su due file laterali completate da una mensola sul fondo sopra le porte.

Per assecondare la tendenza di mercato verso i camper compatti, Etrusco incrementa anche la serie V, che comprende alcuni semintegrali dalle dimensioni contenute. I nuovi modelli su base Ford Transit hanno una larghezza ridotta rispetto allo standard dei semintegrali classici, ma anche lunghezza e altezza sono piuttosto contenute. Sono due i nuovi modelli, entrambi con una larghezza di 214 cm e un’altezza di 272 cm. Non prevedono la possibilità di inserire un letto basculante, nemmeno in opzione.

Il V 5.9 DF interpreta al meglio la filosofia del semintegrale compatto, con una lunghezza di 599 cm. Nonostante le dimensioni ridotte offre un vano garage posteriore, piccolo ma utile. La zona pranzo e viaggio dispone di quattro posti a sedere, mentre la cucina pur semplice nella dotazione è ben articolata, con forme piuttosto mosse.

Il bagno Vario permette di risparmiare spazio pur avendo una buona vivibilità, grazie alla parete del lavano rotante che si sovrappone al wc liberando spazio per la doccia. La zona notte posteriore offre un letto matrimoniale rialzato, sotto cui è ricavato l’armadio.

Lunghezza più elevata per il V 6.6 SF (671 cm), che garantisce maggiore abitabilità interna e un vano di carico più ampio. La zona giorno mette a disposizione un living piuttosto generoso in rapporto alle dimensioni del veicolo, con cinque comodi posti a sedere, mentre la zona notte offre due comodi letti singoli, sotto cui sono ricavati gli armadi.

La cucina del V 6.6 SF è minimale, ma regala un notevole piano d’appoggio. Il bagno con parete rotante, invece, permette di creare un vano doccia separato.

Semintegrali serie T

Per quanto riguarda i semintegrali classici, a larghezza standard e con possibilità di avere il letto basculante anteriore, Etrusco presenta quattro nuovi modelli serie T su base Ford: uno di essi ha una lunghezza che non arriva a 7 metri, mentre gli altri hanno dimensioni più generose. Partiamo dal T 6.9 SF, che è lungo 698 cm, ma ha un buon rapporto tra spazio interno e dimensioni esterne, offrendo anche un ampio vano garage posteriore.

Il living mostra uno schema classico, con la semi-dinette integrata dai sedili della cabina, ma c’è anche una grande poltrona laterale, sicuramente utile non solo per incrementare il numero di posti a tavola, ma anche per il relax. Sopra la zona giorno scende all’occorrenza il letto matrimoniale basculante.

La cucina a L è generosa in rapporto alle dimensioni del veicolo, offre un buon piano d’appoggio e un valido fornello con robusti sostegni in ghisa. La soluzione del bagno con parete rotante, vista sui modelli della serie V, viene adottata anche sul T 6.9 SF, per risparmiare spazio pur godendo di un vano doccia ben fruibile.

Passando alle versioni più lunghe, il T 7.3 SF è uno dei nuovi modelli su base Ford con lunghezza esterna di 734 cm. La versione da noi visionata non era dotata di letto basculante anteriore, considerato un optional. Il living ha cinque comodi posti a sedere e la cucina conformata a L è generosa.

Il bagno offre una cabina doccia indipendente dal vano toilette. Volendo è possibile unire le due zone del bagno, ottenendo anche una separazione tra zona giorno e zona notte. La camera da letto posteriore mette a disposizione due letti gemelli rialzati (trasformabili in matrimoniale), con gli armadi sottostanti.

Tra i nuovi semintegrali da 734 cm di lunghezza troviamo anche il T 7.3 QCF e il T 7.3 SCF, che si caratterizzano per la dinette face-to-face. Tutti i nuovi modelli su Ford sono disponibili in versione base, ma sono personalizzabili con vari pacchetti di accessori. Le versioni Complete Selection sono le più accessoriate e offrono di serie diversi pacchetti normalmente opzionali. Per quanto riguarda la base meccanica, di serie il Transit viene proposto con il motore 2.0 EcoBlue da 130 cv, ma in opzione si può avere il propulsore da 170 cv. A richiesta c’è anche il cambio automatico.

Nessun sostanziale cambiamento per il resto della gamma Etrusco, vengono quindi confermati i diversi modelli su chassis Fiat Ducato: abbiamo i semintegrali classici della serie T, i semintegrali compatti della serie V e i motorhome della serie I, a cui si aggiungono i furgonati della gamma CV.

E’ stato presentato anche un nuovo accessorio che completa l’offerta di Etrusco: è il Backrack+, un portatutto modulare componibile con vari elementi a scelta. E’ disponibile in after market: non viene montato in fabbrica, bisogna richiederlo al concessionario, al momento dell’acquisto o successivamente. Il Backrack+ può equipaggiare i camper furgonati Etrusco CV su base Fiat Ducato (previsto in futuro anche per la versione su Ford) e si monta in maniera stabile sulle porte posteriori a battente (le cerniere hanno una portata elevata). Alla struttura metallica di base si può fissare un portabici semplice, oppure una complessa struttura portabiciclette denominata Bike Carrier Shuttle, che si abbassa all’occorrenza fino a terra, per agevolare il carico. I movimenti di salita e discesa della struttura sono semplici grazie ad un servomeccanismo.

Il Bike Carrier Swing può trasportare due biciclette normali oppure due e-bike. Per le biciclette normali è prevista anche una struttura più semplice, da fissare al Backrack+. Altri accessori sono la barra porta bagagli e il supporto per la ruota di scorta, ma anche un’apposita barra inferiore porta luci e porta targa, che funziona anche da gradino di salita. Il Backrack+ ha una capacità di carico di 80 kg. Il sistema completo può trasportare contemporaneamente fino a 4 biciclette.

Fotogallery

Renato Antonini

Comments are closed.