October 3, 2022

La meccanica più utilizzata sui camper europei acquisisce, nella versione furgonata, gli ADAS per la guida autonoma di livello 2

Come ampiamente preannunciato in sede di presentazione dell’ultimo restyling tecnico ed estetico dello scorso anno, il Fiat ducato, all’inizio del 2022, nelle sue versioni furgonate, ha arricchito la sua dotazione di ausili alla guida fino a raggiungere la qualifica di guida autonoma di livello 2.
Il Fiat Ducato, quindi, ora dispone di alcuni tra i più avanzati ed efficaci sistemi avanzati di assistenza alla guida (gli ADAS) che, in varie forme e in vari modi, aiutano il guidatore a prevenire situazioni potenzialmente pericolose. Qui potete trovare un nostro servizio con la descrizione dettagliata di cosa sono e come funzionano gli ADAS.

Livello 2, cosa vuol dire
Mentre al livello 1 i dispositivi richiedono che il guidatore sia vigile e attivo con mani sul volante e piedi sui pedali, al Livello 2 il guidatore può lasciare all’auto il controllo di acceleratore e freno, almeno fino a una certa velocità. È l’auto stessa, infatti, che può, alla bisogna, “prendere il controllo” della situazione per evitare problemi.

Uno dei più dispositivi che in versioni diverse appartiene alle due categorie è il Lane assist: al livello 1 “legge” le linee della carreggiata e, nel caso di superamento, avvisa con un segnale acustico, mentre con la guida autonoma di livello 2 prende il nome di Lane keeping e, all’occorrenza, è in grado di agire delicatamente sullo sterzo per riportare il veicolo all’interno della carreggiata.

Uno dei sistemi di questo tipo più avanzati di cui il nuovo Ducato può ora essere dotato è il Traffic Jam Assist, che utilizza tutti i sistemi già presenti per far avanzare il veicolo quando c’è coda, monitorando in tempo reale il traffico e ciò che fanno gli altri veicoli vicini, prevenendo così i tipici problemi che si possono verificare nella guida in colonna. Per fare questo, utilizza tutti i sistemi accessori presenti come il cruise control adattivo, che regola al velocità dl veicolo in base a chi precede, l’Active Brake Assist, capace di innescare rapidamente un arresto d’emergenza nel caso in cui ci si parino davanti ostacoli improvvisi, e poi il rilevamento dell’angolo cieco, chiamato generalmente Blind spot assist, che controlla l’angolo nella parte della vettura non coperta dallo specchietto.

Una dotazione completa
Completano la ricca dotazione di sistemi di ausilio alla guida e al parcheggio possibili ora per il Fiat Ducato il Digital Central Mirror che proietta in digitale, migliorandola, l’immagine posteriore, sostituendo il retrovisore: utilissimo negli allestimenti dove spesso la parte posteriore è coperta dagli arredi.

E poi il migliorato sistema ESC (Electronic Stability Control) con Cross Wind Assist, Trailer Stability Control e l’Active Park Assist, l’assistente semi autonomo per le manovre di parcheggio in parallelo e perpendicolare.

Una dotazione super completa, quindi, che allinea così il Fiat Ducato (unico per ora tra i commerciali leggeri) al livello delle più dotate e moderne autovetture in circolazione. 


Beppe Finello

Comments are closed.