December 4, 2022

Per la stagione 2023 debuttano i nuovi Eura Mobil Profila T allestiti su base Mercedes-Benz Sprinter abbinata al telaio AL-KO. Due modelli con massa complessiva pari a 3.500 kg contraddistinti dalla presenza di un doppio pavimento, che sviluppano due differenti schemi abitativi con letti gemelli in coda

Come annunciato nel corso della scorsa primavera, per la nuova stagione il prestigioso costruttore tedesco Eura Mobil allarga la sua offerta in tema di semintegrali, con l’arrivo degli inediti Profila T allestiti a partire dalla base meccanica del Mercedes-Benz Sprinter. Nata più di 15 anni fa con il compito di rappresentare il grandino d’accesso al mondo del costruttore tedesco, la serie Profila ha subito nel tempo notevoli evoluzioni, arrivando oggigiorno ad affermarsi a pieni voti all’interno delle classi più alte del mercato. E il suo ultimo step evolutivo, che possiamo quasi definire il culmine del suo processo di crescita continua, sono proprio queste nuove versioni realizzate sulla base meccanica di Stoccarda.

Quest’ultima viene adottata nella variante con trazione anteriore, una scelta che ha permesso di abbinarla al prestigioso telaio AL-KO, conferendo dunque a questi veicoli una notevole stabilità e ottime performance su strada. In particolare si tratta di due modelli dedicati all’equipaggio di coppia, due semintegrali tradizionali, non dotati dunque di letto basculante anteriore, entrambi conducibili con la comune patente B, grazie alla loro massa complessiva pari a 3.500 kg.

I nuovi arrivati ridefiniscono in parte anche i tratti esterni della conosciuta gamma Profila T, qui ridisegnati parzialmente per adattarsi al meglio alle linee del Mercedes-Benz Sprinter. Il primo elemento che salta subito all’occhio è l’inedito cupolino anteriore realizzato in vetroresina, contraddistinto da piacevoli tratti ora più netti e decisi e sempre dominato da un grande sky-roof apribile. Nuove anche le bandelle laterali dallo sviluppo in altezza ridotto, pensate per lasciar spazio agli sportelli di servizio che consentono l’accesso al doppio pavimento. Un doppio fondo dall’altezza uniforme che sfiora i 20 cm, le cui aperture esterne conducono però solamente a vani tecnici.

La costruzione della scocca rimane quella conosciuta di alto livello tipica di casa Eura Mobil e sempre garantita 10 anni contro le infiltrazioni. Interessante anche l’impiantistica di bordo adottata; oltre ai serbatoi dell’acqua collocati in posizione antigelo all’interno del doppio pavimento, si segnala la presenza della valvola di scarico elettrica dedicata al serbatoio di recupero e del riscaldamento a convettori Alde, offerto di serie su entrambi i modelli.

I due modelli su base Mercedes-Benz condividono la medesima lunghezza esterna pari a 712 cm ed entrambi propongono uno schema abitativo interno con letti gemelli posteriori su garage. Si differenziano, però, per l’organizzazione delle restanti parti dell’abitacolo. Il primo modello a debuttare è il Profila T 696 EB.

Il suo layout prevede una semidinette anteriore a “L” integrata dai sedili girevoli della cabina e coadiuvata da una poltroncina laterale, un mobile cucina dalle forme morbide e curvilinee che si sviluppa alle spalle del soggiorno e un locale bagno che adotta la collaudata soluzione a volume variabile di casa Eura Mobil, prevendo un lavabo con vasca ruotabile che consente la creazione del box doccia.

Ad affiancarlo, il modello Profila T 676 EB, che adotta invece un mobile cucina lineare collocato a lato della porta d’ingresso alla cellula, fronteggiato dal medesimo modulo del bagno a volume variabile. Simile anche lo sviluppo del soggiorno, qui però contraddistinto da un particolare mobile TV inserito proprio alle spalle della dinette, ideale per chi ama ricreare l’atmosfera di un piccolo salotto domestico. Da tale distribuzione degli spazi ne traggono vantaggio anche i letti gemelli di coda, che qui presentano una lunghezza leggermente superiore.

Fotogallery

Davide Bon

Comments are closed.