September 27, 2022

Tornano sul mercato italiano le caravan compatte Silver con tetto sollevabile: perfette per viaggiare, estremamente maneggevoli, si trainano con facilità. Nuova è la Mini 300, che è davvero “mini”

In Europa il mercato delle caravan è fiorente e per nulla in crisi, i rimorchi abitabili riescono a stare a testa alta accanto ai “cugini” motorizzati. E accanto a caravan tradizionali esistono prodotti singolari, destinati ad un un’utenza particolare, un’utenza che sa cosa vuole ed è disposta ad alcune rinunce a fronte di innegabili vantaggi. Stiamo parlando delle caravan di taglia ridotta e con tetto sollevabile, una tipologia particolare, che Silver ha fatto sua con proposte di taglie differenti. Silver è uno dei marchi francesi del gruppo Trigano e opera solo in questa nicchia di mercato, infondendo tutte le sue energie proprio per cercare di migliorare la caravan a tetto sollevabile. Si tratta di caravan compatte, piuttosto leggere e caratterizzate da una penetrazione aerodinamica decisamente migliore rispetto ai tradizionali modelli a tetto alto. Tutto ciò ne fa rimorchi abitabili perfetti per chi vuole viaggiare senza problemi: maneggevolezza, tenuta di strada e facilità di traino sono le doti più interessanti delle caravan Silver. La gamma è divisa in due serie.

I modelli Trend sono quelli di maggiori dimensioni, pur essendo di taglia ridotta, con uno schema abitativo per certi versi simile a quello di una caravan tradizionale. In sosta il tetto si solleva (protetto da paretine laterali rigide) e si ottiene una normale altezza abitabile interna.

Le Silver Trend hanno un rivestimento esterno in vetroresina e nella dotazione di serie è compreso lo stabilizzatore AKS. Tra gli optional figurano i cerchi in lega, il boiler e il tetto sollevabile elettricamente. Sono quattro i modelli disponibili. La piccola Trend 350 offre una grande dinette anteriore trasformabile in un letto molto ampio (180×200 cm), mentre bagno e cucina sono in coda. Un po’ più grande è la Trend 380, che muta radicalmente all’interno: letto trasversale anteriore, dinette con due posti a sedere in coda, bagno e cucina al centro.

Anche la Trend 420 ha il letto trasversale anteriore, ma bagno e cucina sono nella zona posteriore, perché al centro troviamo una dinette ampia. E’ invece pensata per garantire un ottimo comfort nella zona notte la Trend 442, che ha due letti singoli anteriori, la dinette a due posti in coda, bagno e cucina al centro.

Fa storia a sé la serie Mini Freestyle, che comprende quattro modelli di taglia davvero ridotta, con misure minime per quanto riguarda lunghezza (395/442 cm, timone incluso), larghezza (202 cm) e altezza (198 cm). Misure talmente ridotte che queste caravan potrebbero essere ricoverate in molti box per autovetture.

Il tetto basso, che permette di contenere l’altezza entro i 2 metri, si solleva in sosta nella parte centrale, abbinato a paretine laterali in tela. Le Mini Freestyle sono facile da trainare, impongono minore sforzo alla vettura e anche per questo garantiscono un consumo ridotto. Hanno inoltre l’innegabile vantaggio di essere facili da manovrare, per la sistemazione in campeggio o in rimessaggio. Il rivestimento esterno della scocca è in vetroresina, con pareti di colore grigio. Per la stagione 2023 vengono introdotti nuovi decori esterni, inediti copricerchi e rinnovati tessuti interni a due colori. La dotazione di serie è completabile con sistema di stabilizzazione AKS, stufa e cerchi alluminio. Si possono avere anche appositi kit per il trasporto di biciclette o motocicli, perché molti modelli sono progettati proprio per alloggiare a bordo, durante il viaggio, bici o motociclette, facendo di questi rimorchi anche dei perfetti compagni di avventure per chi è impegnato in attività sportive di vario tipo.

Nuova è la Mini 300, derivata dalla Racing Edition 300: ne condivide la scocca, ma ha un aspetto meno estremo e l’interno non è progettato essenzialmente per il trasporto di una moto da gara, pur avendo spazio centrale in abbondanza.

La Mini 300 ha una lunghezza della scocca di 330 cm (442 cm compreso il timone), una larghezza di 202 cm e un’altezza di 198 cm. La massa complessiva è di soli 750 kg. All’abitacolo non si accede dalla tradizionale porta laterale, bensì da una grande porta in coda, che permette il carico facilitato di bagagli (comprese le biciclette) nell’ampio corridoio centrale.

All’interno troviamo la cucina sulla sinistra e gli armadi sulla destra, mentre tutta la parte anteriore dell’abitacolo è occupata dalla generosa dinette, che per la notte si trasforma in un letto matrimoniale da ben 187×190 cm. Il blocco cucina offre un piccolo lavello, un piano cottura a gas a due fuochi e un frigorifero da 85 litri, oltre a un abbondante piano di lavoro.

Fotogallery

Renato Antonini

Comments are closed.