September 27, 2022

Truma introduce la nuova generazione dei modelli Combi D: più leggeri, funzionali e longevi, i nuovi modelli garantiscono migliori prestazioni riducendo anche i consumi, sia di combustibile sia di energia elettrica

Come deve essere un impianto di riscaldamento di ultima generazione?
Deve essere affidabile e sicuro, deve offrire diverse potenze e possibilità di esercizio, deve essere facile da gestire, potente e silenzioso con un occhio di riguardo verso l’ambiente e consumi. In poche parole, efficace ed efficiente. È in base a questi che Truma ha sviluppato e presentato la nuova generazione dei riscaldatori a gasolio Truma Combi D, che stabiliscono nuovi standard grazie a una serie di ottimizzazioni.

Le nuove unità termiche Combi D, infatti, presentano tutta una serie di migliorie volte a ottimizzare le performance a cominciare da una maggiore efficienza. Affichè l’autocaravan possa riscaldarsi più velocemente, anche in condizioni meteo sfavorevoli, i modelli di nuova generazione Combi D, consentono un riscaldamento fino al 25% percento più rapido nella modalità di funzionamento misto diesel+elettrico grazie a una potenza elevata di 6.900 W (modello Combi D 6 E).

Inoltre, grazie a miglior controllo della combustione, i nuovi modelli risultano più convenienti grazie a basso consumo di energia della batteria e al minor consumo di carburante diesel che, a lungo termine, si traduce anche in una maggiore durata.

 

Per un corretto funzionamento prolungato del riscaldamento ad altitudini fino ai 3000 metri, le unità prodotte fino ad oggi necessitavano di una seconda pompa (kit altitudine) mentre, con l’introduzione di un sensore di pressione integrato che garantisce ora un corretto mix aria/diesel ideale in base all’altitudine, la nuova generazione Combi D permettono all’utente di non avere più preoccupazioni di quel tipo.

Da non sottovalutare, poi, anche un calo del peso delle singole unità Truma Combi D e Combi D E che pesano, rispettivamente, 3 kg e 3,4 kg in meno rispetto ai modelli precedenti e un ulteriore vantaggio dato dal funzionamento elettrico (per i modelli Combi D E) che risultano pressoché silenziosi e a emissioni zero, ovviamente quando vi è la possibilità di sfruttare l’energia elettrica senza alcun problema.

I già conosciuti modelli Combi 4 e Combi 6 alimentati a gas, possono essere dotati anch’essi di resistenze elettriche aggiuntive (Combi 4 E Combi 6 E) e utilizzate nelle modalità di funzionamento a gas, elettrico oppure misto. Entrambi le versioni, a gas o diesel, sono dotati di resistenze elettriche integrate che sviluppano una potenza di 900 w o 1800w in termini di calore così da garantire all’utente di poter scegliere l’opzione più adatta alle proprie esigenze.

Il controllo avviene tramite il nuovo Truma iNet X System, che consente un funzionamento particolarmente intuitivo e mette a disposizione numerose ulteriori funzioni.
I modelli Combi D di nuova generazione possono funzionare anche con l’unità di comando digitale CP plus (iNet ready) e la iNet Box e consentono anche il controllo a distanza comodamente da smartphone, tramite la Truma App.

Il 2022 di casa Truma è segnato anche dal raggiungimento di un importante traguardo: i 50 anni della rete assistenza. Fondato nel 1972 da Philipp Kreis, il servizio assistenza mobile della factory tedesca ha continuato a evolversi fino ad arrivare ai giorni nostri con una rete capillare che può contare su 2000 point service e 1500 Truma partner.

 

Fotogallery

Danilo Colombo

Comments are closed.