November 28, 2022

Un semintegrale con basculante di piccola taglia, votato alla versatilità e al comfort diurno di bordo: ecco il Roller Team Kronos 230 TL, un veicolo che propone un originale schema abitativo interno pensato sia per l’equipaggio di coppia, sia per la famiglia di tre persone

In sintesi

Tipologia Semintegrale
Meccanica Ford Transit 350 con passo da 330 cm
Motorizzazione di base 2.000 cc – 96 kW/130 cv
Motorizzazioni opt 2.000 cc – 125 kW/170 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, ESP, Airbag conducente e passeggero, Cruise Control
Posti omologati 4
Posti letto 4
Dimensioni 620x235x295 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.885 Kg
Riscaldamento Truma Combi 4 CP Plus
Serbatoio acqua potabile 100 litri
Serbatoio di recupero 90 litri
Prezzo base Euro 61.690,00 con IVA

 

L’analisi

Con il Kronos 230 TL, Roller Team ha deciso di dare una personale alternativa nel segmento dei semintegrali con basculante di piccola taglia, offrendo un modello dalla spiccata originalità, contraddistinto da un layout interno completamente fuori dal comune e in grado di mantenere tutt’ora un rapporto tra qualità e prezzo piuttosto interessante. A differenza di ciò che ci si potrebbe aspettare, infatti, il Kronos 230 TL esce completamente dai classici schemi. Non dobbiamo dunque aspettarci di ritrovare al suo interno un matrimoniale trasversale in coda, oppure i sempre apprezzati letti gemelli, ma l’azienda toscana ha studiato uno schema abitativo insolito e piuttosto versatile, capace di accogliere, in soli 620 cm di lunghezza, sia un equipaggio di coppia dinamico, sia una famiglia di tre persone, garantendo in entrambe le situazioni un notevole comfort di bordo.

Il Kronos 230 TL viene allestito sulla base meccanica del Ford Transit a trazione anteriore, nella versione provvista di telaio ribassato Skeletal e carreggiata posteriore allargata, adottandola nella variante di passo corto da 330 cm, a tutto vantaggio della sua maneggevolezza. Di serie viene offerto il propulsore da 2 litri capace di erogare 130 CV e una dotazione piuttosto completa se consideriamo la fascia medio-bassa del mercato in cui si inserisce la gamma Kronos. Ritroviamo infatti equipaggiamenti come l’ESP, il climatizzatore manuale in cabina, il doppio Airbag anteriore, gli specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili e il volante multifunzione rivestito in pelle che ingloba i comandi del Cruise Control e dell’autoradio dotato di Bluetooth.

E’ piuttosto ridotto anche il peso del veicolo: si parte infatti da una massa in ordine di marcia dichiarata pari a 2.885 kg, in grado di garantire così un buon margine di carico utile e la possibilità di installare tranquillamente alcuni pacchetti o accessori extra serie, che ritroviamo anche sul veicolo in prova. Ne sono un esempio il tendalino, il pacchetto “TV SAT” – che include l’antenna satellitare e una televisione da 22” – oppure il ricco “Pack Kronos”, che porta in dote ad esempio il pannello solare, la telecamera per la retromarcia con schermo dedicato e i pratici oscuranti plissettati dedicati ai vetri della cabina di guida.


La linea esterna del Kronos 230 TL risulta decisamente classica ma equilibrata nel suo complesso. Ci pensa infatti il nuovo cupolino anteriore, dalle forme più morbide e curvilinee e realizzato sempre in vetroresina, a spezzare la linearità dei tratti della cella abitativa. Standard rimangono anche i valori di larghezza ed altezza, attestandosi rispettivamente a 235 cm la prima e 295 cm la seconda. Spiccano invece elementi come le finestre Dometic dotate di telaio e la porta cellula, a larghezza maggiorata, provvista di serie di finestra fissa e zanzariera scorrevole.
Per quanto concerne invece la costruzione della scocca, tetto e pareti beneficiano di un doppio rivestimento interno ed esterno in vetroresina, come anche il pavimento è stato rivestito esternamente nel medesimo materiale. Non ritroviamo legno all’interno dei sandwich utilizzati, a favore di una struttura con telaio in PVC e inserti in materiale plastico waterproof.

La caratteristica saliente di questo allestimento è senza dubbio l’organizzazione della parte posteriore, dove è stato ricavato il gavone di carico esterno. Il vano, accessibile da entrambe le fiancate grazie a due portelloni simmetrici, offre infatti la massima versatilità d’utilizzo in base alle esigenze e alla tipologia di equipaggio. Da un lato può essere sfruttato come piccolo gavone garage, pensato per ospitare al suo interno un paio di biciclette, isolandolo in questo caso dal resto dell’abitacolo tramite una serranda scorrevole. Dall’altro, all’occorrenza può ospitare un terzo letto singolo sempre pronto, grazie alla presenza di un piano con rete a doghe ribaltabile. In questo caso, però, la capacità di carico a disposizione risulta un po’ limitata. Ad ogni modo il vano è dotato di ganci per il fissaggio delle attrezzature, illuminazione e bocchetta del riscaldamento dedicati.

In merito all’impiantistica, si segnala l’adozione di un sistema di riscaldamento Truma Combi da 4 kW alimentato a gas e comandato tramite il pannello digitale CP Plus. L’autonomia idrica è affidata a un serbatoio dell’acqua potabile da 100 litri, a fronte di uno di recupero dalla capacità di 90 litri; quest’ultimo è installato esternamente, sotto pianale, e coibentabile in opzione. La riserva di gas è invece assicurata da due bombole da 10 kg.

Salendo a bordo del Kronos 230 TL non si avverte la sensazione di essere all’interno di un semintegrale lungo poco più di sei metri. Lo spazio abitativo a disposizione è davvero molto e tutte le zone dell’abitacolo risultano ben fruibili. Merito dello schema abitativo adottato da questo modello, che nel suo complesso prevede solo un eventuale piccolo letto singolo in coda al veicolo, lasciando così maggiore spazio alla zona giorno. L’arredo adottato è quello tipico di questa gamma: struttura del mobilio in essenza legno scuro, piacevolmente alternata con piani e frontali di colore bianco laccato.

Decisamente ampio e confortevole il living, qui nell’immancabile conformazione face-to-face. I due divani longitudinali contrapposti presentano dimensioni nettamente differenti e sono serviti da un tavolo centrale provvisto di piano traslabile e ampliabile a libro. Nel suo complesso il soggiorno potrebbe essere in grado di accogliere fino a sei persone, ma sono solo quattro i posti pensati per poter mangiare con più comodità.

Inoltre, i due divani possono essere trasformati sia nei due ulteriori posti omologati per il viaggio previsti, sia in un abbondante terzo letto trasversale per la notte, grazie all’ausilio di un cuscino aggiuntivo. Decisamente buona la luminosità naturale della zona giorno: sono presenti uno sky-roof apribile, inserito nel cupolino, e due finestre simmetriche. Quella lungo la fiancata destra, però, costituisce solamente un punto luce, in quanto non è dotata di meccanismo di apertura. A lato dell’ingresso ritroviamo invece un mobile basso e il posto designato a ospitare l’eventuale televisione.

Al di sopra del living discende il letto principale presente a bordo: si tratta di un basculante matrimoniale provvisto di movimentazione elettrica, che può essere posizionato all’altezza desiderata. Da notare un dettaglio molto importante: il basculante può scendere fino all’altezza delle sedute dei divani, a tutto vantaggio della facilità d’accesso. Ciò è stato reso possibile dall’assenza di pensili ancorati nella sua parte inferiore.

La cucina presenta un sviluppo che accenna una piccola forma a “L” e, nonostante le sue dimensioni un po’ contenute, risulta ben organizzata. La superficie ospita un piano cottura a tre fuochi angolare, un lavello circolare realizzato in acciaio inox e un sufficiente piano libero d’appoggio. Allo stivaggio concorrono invece un pensile, due cassetti e un vano ricavati nella parte bassa del mobile, mentre a donare la giusta aerazione ci pensano una finestra e un oblò a tetto da 40×40 cm dedicati. Le dotazioni della cucina si completano con un frigorifero trivalente a colonna da 135 litri, provvisto di selettore automatico della fonte di energia e di utile cassettone portabottiglie.

Il locale bagno si sviluppa in un ambiente unico e al suo interno è stato suddiviso in due porzioni: la parte sinistra accoglie il wc Thetford con tazza orientabile mentre, quella destra, ospita il box doccia, dotato di pedana in legno a protezione del piatto inferiore e separabile mediante una porta in metacrilato. Al suo interno trova però posto anche il lavabo, provvisto di miscelatore con flessibile estraibile, così da poter servire al contempo anche la doccia. Interessanti, inoltre, i due armadietti ricavati lateralmente, dalla buona capacita di stivaggio; uno è stato organizzato con ripiani, mentre l’altro presenta due cestelli estraibili. Infine, l’aerazione del vano si affida a una finestra apribile.

E veniamo alla peculiarità principale di questo allestimento: la zona posteriore. E’ dominata da una grande armadiatura superiore che si potrebbe definire “pensile”; è capace di fornire un ampio spazio di stivaggio dotato anche di mensole interne, adatto quindi sia per i capi appesi, sia per quelli ripiegati. Come accennato, sotto a questo armadio è possibile all’occorrenza avere a disposizione un letto singolo, inserito all’interno del garage, in un ambiente completo di finestra dedicata.

Piantine e misure

Cosa ci è piaciuto di più

  • Versatilità della zona posteriore dell’abitacolo.
  • Notevole comfort diurno di bordo in rapporto alla lunghezza del mezzo.
  • La base meccanica presenta una dotazione offerta di serie completa.
  • L’armadio rialzato offre una buona capacità di stivaggio.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Mancanza di pensili nella zona giorno.
  • Il letto singolo posteriore, pure se di buone dimensioni, è inserito in un ambiente chiuso e poco arioso.
  • Con letto basculante abbassato del tutto risulta impossibile raggiungere la porta d’ingresso.
  • Il locale bagno è sprovvisto di oblò a tetto.

Riferimenti e contatti del costruttore

Roller Team
Loc. Cusona – 53037 San Gimignano (SI) – Italy
Tel. +39 0577-6501  – Fax +39 0577-650200 
www.rollerteam.it

Tutto su Roller Team

Fotogallery

Davide Bon

Comments are closed.