January 27, 2023

In questa versione speciale, il già noto semintegrale della casa francese offre diversi plus, tra cui il cambio automatico, mantenendo uno schema abitativo tra i più attuali

In sintesi

Tipologia Semintegrale
Meccanica Ford Transit 350 2.0 TDCi EcoBlue con passo da 395 cm
Motorizzazione di base 1.997 cc – 125 kW/170 cv
Motorizzazioni opt  
Dotazioni di sicurezza ABS, ASR, ESP, Airbag conducente e passeggero, 
cruise Control
Posti omologati 4
Posti letto 3+2 opzionali
Dimensioni 719x235x292 cm
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato in o.d.m.  3.127 kg
Riscaldamento Riscaldatore a gasolio 4000 W
Serbatoio acqua potabile 105 litri
Serbatoio di recupero 100 litri
Prezzo base

Euro 73.690,00 con IVA

L’analisi

La gamma Challenger è sempre stata ricca di semintegrali e anche per la stagione 2023 viene riproposta una certa varietà di soluzioni adatte alle diverse esigenze. Chi cerca un modello caratterizzato da spazi interni abbondanti e uno schema abitativo decisamente attuale non può evitare di prendere in considerazione il 328 Graphite Ultimate, proposto sia con il letto basculante anteriore, sia senza il basculante. La stagione 2023 di Challenger è caratterizzata dalla presenza delle cosiddette “serie speciali”: i modelli più di successo dello scorso anno sono confermati, ma vengono arricchiti nella dotazione. Si tratta di una serie limitata, tanto che ogni veicolo è numerato, identificato dal numero di produzione che compare anche sul portachiavi in dotazione. Il 328 Graphite Ultimate è allestito sulla base meccanica Ford Transit a trazione anteriore. Il possente muso del Transit, con i fari alti e la mascherina esagonale, caratterizza il frontale del veicolo insieme al cupolino sopra la cabina dove compare un’ampia superficie finestrata.

A rendere piacevole l’immagine esterna ci pensano anche i fari fendinebbia e i cerchi in lega scuri da 16”, entrambi offerti di serie. Questo veicolo ha una lunghezza di 719 cm, mentre la larghezza è di 235 cm e l’altezza di 292 cm. Tutti i modelli della serie Graphite Ultimate godono di un innalzamento di livello della base meccanica Ford, che non viene proposta con il motore base da 130 cv, ma con il più potente propulsore da 170 cv. Inoltre di serie è offerto il cambio automatico a sei rapporti. Un abbinamento che assicura buone prestazioni su strada e un ottimo comfort di guida: 40 cv in più non sono pochi e il cambio automatico trova sempre più sostenitori anche tra chi, per anni, è stato abituato al cambio manuale.

Ovviamente le dimensioni non proprio ridotte impongono cautela nella conduzione del mezzo a chi è alla prima esperienza in camper, ma in breve tempo si riesce a prendere confidenza con il veicolo. La base meccanica Ford offre di serie, oltre al climatizzatore cabina e all’autoradio, anche sistemi di sicurezza come ABS, ESP e due airbag in cabina. La serie Graphite Ultimate regala anche un pacchetto accessori non di poco conto, comprendente il pannello solare, il tendalino estraibile (veranda) e gli oscuranti plissettati per la cabina. E’ invece opzionale il pacchetto accessori Connect, che include autoradio con comandi al volante e telecamera di retromarcia.

A livello costruttivo il 328 Graphite Ultimate adotta soluzioni consolidate in casa Challenger: il sistema I.R.P. prevede pannelli sandwich rivestiti esternamente in vetroresina e con isolamento termico in polistirene estruso XPS. Il pavimento è di forte spessore, 65 millimetri. Lastre di vetroresina proteggono anche il tetto e il fondo del pavimento, lato strada. I pannelli sandwich sono irrobustiti sul perimetro da listelli in legno accoppiati a elementi in materiale composito. La garanzia sull’impermeabilità della cellula abitativa è di sette anni. Le finestre sono piatte, con telaio integrato, e la porta d’ingresso alla parte abitativa è a larghezza maggiorata, dotata di finestra fissa, tasche portaoggetti e attuatore idraulico che funge da fermo in fase di apertura. Per la protezione dagli insetti quando la porta è aperta è prevista una zanzariera scorrevole, mentre la salita al livello abitativo è agevolata da un gradino integrato nel pianale.

Il 328 Graphite Ultimate mette a disposizione un garage nella zona posteriore, dotato di sistema di variazione dell’altezza: alzando o abbassando il letto posto superiormente, si aumenta o riduce la capacità del vano di carico (è massima lasciando il letto molto sollevato dal pavimento). Il garage è di buone dimensioni, ma la profondità e la regolarità vengono ridotte dalla presenza del vano bombole adagiato alla parete sinistra. Questo impedisce anche la creazione di uno sportello sulla fiancata sinistra, ma l’accessibilità è garantita da un portellone sulla parete di coda, che va ad aggiungersi al classico sportello sulla fiancata destra. Il garage è riscaldato, illuminato e dotato sia di una presa elettrica a 220 V, sia di una presa a 12 V. La volumetria del garage è buona, ma la capacità di carico è in funzione del margine residuo: nessun problema con due persone a bordo, mentre con un equipaggio di quattro persone (versione con letto basculante) e con i serbatoi pieni il margine si assottiglia.

Per la parte impiantistica segnaliamo per prima cosa la presenza di uno sportello tecnico sulla fiancata sinistra, dietro il quale sono raggruppati vari elementi dell’impianto elettrico, nonché il bocchettone di carico dell’acqua, il tappo per la pulizia del serbatoio delle acque chiare e le valvole di svuotamento dei due serbatoi. Questi ultimi hanno una capacità di 105 litri (chiare) e di 100 litri (grigie). Per il wc è ovviamente previsto il serbatoio a cassetta estraibile, con sportello sulla fiancata destra. Il riscaldamento dell’abitacolo è affidato a un riscaldatore a gasolio da 4000 W, mentre alla produzione di acqua calda per lavandini e doccia ci pensa un boiler Truma a gas. Sono di serie sia l’attacco rapido esterno del gas, in fiancata, utile per allacciare un barbecue, sia la presa d’acqua esterna per inserire una doccetta.

Il layout interno è tra quelli più di moda al momento, con la dinette face-to-face anteriore e la zona notte posteriore dotata di letto matrimoniale centrale. Il letto basculante non è di serie, viene proposto in opzione, anche se probabilmente tutti i veicoli destinati al mercato italiano lo monteranno: sicuramente utile e indispensabile se l’equipaggio supera le due persone, innalza leggermente il prezzo (circa un migliaio di euro) e aumenta il peso del mezzo riducendo la portata. Il pavimento dell’abitacolo presenta due dislivelli: uno tra living e cabina, l’altro tra zona giorno e zona notte. L’arredo interno riflette lo stile Challenger delle ultime stagioni, uno stile sobrio, impostato sull’alternanza di chiari e scuri, con due sole tonalità dominanti.

La parte anteriore dell’abitacolo risulta aperta, ariosa e accogliente, per merito sia della cucina lineare, sia dei divanetti laterali addossati alle pareti, ovvero la soluzione oggi nota come dinette face-to-face. Soluzione che offre una notevole convivialità, permette di avere più integrazione tra le varie sedute e, non ultimo, consente agli occupanti di sedersi agevolmente e allungare le gambe. In totale possiamo contare cinque-sei posti a sedere (quattro comodi per il pranzo). Il tavolo ha il piano ripiegabile, per ridurre la superficie quando non occorre pranzare, così da rendere più agevole il passaggio. Da notare che il tavolo ha un sostegno centrale telescopico, a movimento elettrico (basta premere un pulsante posto sul blocco cucina), così da poter essere abbassato: questo può essere utile sia per creare un posto letto aggiuntivo, sia per realizzare un’ambientazione “salotto” con il tavolino basso.

 

L’illuminazione e l’aerazione della zona soggiorno è buona, anche con il letto basculante, grazie alla presenza delle varie finestre e del grande oblò apribile nel cupolino sopra la cabina. E’ utile notare che la dinette face-to-face si può trasformare in due sedute frontemarcia: il sistema, ormai ampiamente collaudato, è uno dei pregi dei modelli Challenger degli ultimi anni e consente di realizzare velocemente e senza troppa fatica due poltrone comode e sicure per il viaggio, dotate di poggiatesta, cinture di sicurezza a tre punti e attacchi Isofix. Il blocco cucina prosegue sulla linea tracciata dal divano: non è molto largo, però è profondo, e questo è ben evidente osservando il piano d’appoggio, che ha una buona superficie posta davanti al fornello e al lavello. Il piano d’appoggio è incrementabile aprendo la mensola laterale, andando però a ridurre lo spazio del divano.

Il gruppo cottura offre solo due fuochi, che comunque possono bastare. Valida la rubinetteria del lavello. La cucina è attrezzata con vari accessori a parete e con una utile barra porta strofinacci. Gli spazi di stivaggio nella base e nel pensile non sono ai massimi livelli, ma comunque più che sufficienti. Il frigorifero è nella colonna posta accanto alla porta d’ingresso: è un modello trivalente con una buona capacità, 141 litri, con selezione automatica della fonte energetica.

La zona notte, che include il bagno, può essere separata mediante una porta ad anta, la stessa porta che normalmente chiude il vano toilette. Lo spazio in bagno è abbondante e la cabina doccia è indipendente dal vano che comprende lavano e wc. La doccia, separabile mediante porticine in metacrilato, è dotata di pedana di scolo ed è aerata da un oblò a tetto. Il vano toilette ha un lavabo a semi incasso e il wc a tazza ruotante. Sono disponibili numerosi spazi per il contenimento delle piccole attrezzature da bagno. Per l’aerazione naturale non è prevista una finestra, ma un oblò a tetto. Sfruttando la porta ad anta e la porta scorrevole della camera da letto, è possibile creare un ambiente bagno unico, riunendo doccia e vano toilette e utilizzando lo spazio centrale come spogliatoio.

La camera da letto occupa tutta la porzione di coda del veicolo e mette e disposizione un comodo matrimoniale con la testiera incassata nel sistema di armadi e pensili. Il letto, con altezza regolabile tramite manovella, è parzialmente fiancheggiato da elementi bassi, che sono parte integrante del garage sottostante: non sono sfruttabili come contenimento per la zona notte, però la superficie superiore è utile come piano d’appoggio. Per agevolare la salita al letto, soprattutto quando è in posizione rialzata (garage al massimo della volumetria) è previsto un gradino su ogni lato. La testiera non è imbottita, però ha un buon disegno che rende gradevole l’ambiente.

L’armadio ha due scomparti ai lati del letto e viene completato da un pensile superiore di collegamento. Lo spazio per riporre indumenti vari è dunque abbondante. L’aerazione della camera posteriore è buona perché non ci sono solo le due finestre laterali, ma anche un oblò a tetto dotato di ventola. Nella parte anteriore dell’abitacolo troviamo invece il letto basculante proposto in opzione.

E’ un matrimoniale di dimensioni standard, a movimentazione elettrica. Una volta abbassato rende inagibile il living e parte della cucina, inoltre ingombra il vano porta. Chi dorme nel letto basculante può usufruire di vari scomparti per appoggiare piccoli oggetti.

Piantina e misure

Cosa ci è piaciuto di più

  • Motore da 170 cv e cambio automatico sono di serie
  • Vari accessori inclusi nel prezzo
  • Facilità di realizzazione posti fronte marcia

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Letto basculante ingombra il vano porta
  • Massa a vuoto un po’ elevata adottando il letto basculante
  • Serbatoio acque grigie: di serie non è riscaldato

Riferimenti e contatti del costruttore

Challenger

F07302, Tournon, Francia

Email: contact@challenger.tm.fr
Telefono: +33 (0) 4 75075
Fax: +33 (0) 4 75075

Agente per l’Italia: GestCamp, via Irlanda 2, 21013 Gallarate (VA)
Tel. (+39) 0331 772193, Fax (+39) 0331 773452, e-mail info@gestcamp.com

Tutto su Challenger

Fotogallery

Renato Antonini

Comments are closed.