February 5, 2023

Hobby presenta il Maxia Van 680 ET, un furgonato di alto livello e dalle dimensioni generose allestito sulla base meccanica del Vw Crafter, pensato per la coppia esigente non solo in fatto di dotazioni e comfort di bordo, ma anche quanto a gusto e raffinatezza

La stagione 2023 ha segnato l’arrivo in casa Hobby di un nuovo rapporto di collaborazione, quello tra il produttore tedesco e casa Volkswagen e, con esso, l’esordio di un veicolo completamente inedito, inserito in uno dei segmenti di mercato dove l’evoluzione del prodotto e la diversificazione dell’offerta oggigiorno giocano sempre più ruoli da protagonista. Ecco che, da tutto ciò, ha preso vita l’Hobby Maxia Van 680 ET, un furgonato di taglia generosa nato per inserirsi nelle fasce più alte del mercato. La base meccanica utilizzata per la sua realizzazione è quindi il Vw Crafter, adottato nella versione con lunghezza esterna pari a 683 cm e già dotato di serie del potente propulsore da 2 litri capace di erogare 177 CV, abbinato al cambio automatico a 8 rapporti.

Degno di nota l’equipaggiamento della parte meccanica offerto come standard da Hobby, annoverando la maggior parte dei più moderni dispositivi dedicati al comfort e alla sicurezza durante alla guida. Alle più classiche dotazioni come il climatizzatore manuale in cabina, l’ESP, l’Hill Holder, il doppio Airbag anteriore, il Cruise Control e gli specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili, si aggiungono infatti i sensori pioggia e luce per l’accensione automatica di tergicristalli e fari, il controllo degli abbaglianti, il sistema di controllo della pressione degli pneumatici, il rilevamento della sonnolenza del conducente, il sistema di avviso del sorpasso, il volante multifunzione e la stazione multimediale con Car Play che funge anche da schermo per la telecamera di retromarcia, installata sempre di serie. Di base questo modello viene offerto con massa complessiva a pieno carico pari a 3.500 kg ma, complice il suo peso in ordine di marcia tutt’altro che contenuto (pari a 3.326 kg), i posti omologati per il viaggio sono solo due. Sarà dunque doveroso optare per l’estensione di portata a 3.850 kg per avere la possibilità di viaggiare in quattro persone. Ad ogni modo, però, il Maxia Van 680 ET è un veicolo nato per cercare di soddisfare al meglio le esigenze di un equipaggio di coppia che, pur rivolgendosi alla categoria dei furgoni camperizzati, non vuole rinunciare a comfort e abitabilità a bordo.

Un risultato ottenuto anche grazie all’adozione di un tetto esterno rialzato realizzato in vetroresina e perfettamente raccordato alle lamiere del furgone originale. Una soluzione che ha consentito di raggiungere l’importante valore di ben 205 cm di altezza interna utile, a fronte di un’altezza complessiva del veicolo che si attesta a 285 cm. Ma non solo, c’è un altro particolare che potrebbe sfuggire a un primo sguardo: il Maxia Van 680 ET è provvisto anche di doppio pavimento tecnico. Il suo sviluppo in altezza è chiaramente limitato ma, oltre a portare vantaggi in fatto di isolamento termico, ha consentito anche la creazione di utili vani di stivaggio aggiuntivi, raggiungibili tramite botole interne. La scocca si completa poi con finestre a filo carrozzeria dotate di telaio in alluminio e un portellone laterale d’accesso dotato di zanzariera scorrevole e gradino esterno estraibile elettricamente.

Salendo a bordo si viene avvolti da un ambiente curato, moderno ed elegante, contraddistinto dal particolare design del mobilio che richiama uno stile scandinavo, derivato direttamente dall’omonima e conosciuta gamma di caravan. Spazio dunque a un’essenza chiara del legno, sapientemente abbinata a piani color grigio chiaro e frontali di colore bianco. Non passano sicuramente inosservati elementi come le ante dei pensili dalle piacevoli forme curvilinee, le luci d’ambiente a diffusione e il rivestimento integrale di pareti laterali, portelloni e soffitto in feltro V-Flex. Un piccolo tocco di raffinatezza, quest’ultimo, pensato per ricreare una calda atmosfera casalinga, soprattutto nella camera da letto posteriore.

Lo schema abitativo offerto dal Maxia Van 680 ET non  riserva invece particolari soprese, riprendendo le classiche linee guida adottate su furgoni camperizzati di tali dimensioni. Spazio dunque a due generosi letti gemelli in coda uniti per tre quarti della loro lunghezza, a una semidinette anteriore integrata con la cabina di guida e a una zona servizi centrale.

Ma sono alcuni dettagli che possono veramente fare la differenza. Si fanno notare, ad esempio, l’adozione di una paca posteriore frontemarcia formata da due sedili ergonomici, ben sagomati e regolabili e la tipologia di locale bagno, provvista di spazio dedicato alla creazione di un box doccia separato al suo interno e lavabo a ribalta.

Anche la cucina spicca per le sue dimensioni superiori alla media; è suddivisa in due blocchi: quello principale accoglie il fornello a due fuochi e il lavello, mentre il secondo, leggermente rialzato, ospita il frigorifero a compressore da 90 litri e sua la parte superiore funge da ampio piano d’appoggio.

Nella zona giorno è stata inoltre sfruttata la capelliera posta al di sopra della cabina di guida per la creazione di un capiente vano di stivaggio, mentre di ottimo livello risulta l’aerazione e la luminosità della camera padronale di coda. Qui sono infatti presenti ben quattro finestre apribili e un oblò panoramico a tetto.

Impegnativo, ma in linea con le sue caratteristiche di alto livello, il prezzo di partenza a cui viene offerto l’Hobby Maxia Van 680 ET sul nostro mercato, che resta appena al di sotto alla soglia dei 100.000 Euro.

Fotogallery

Davide Bon

Comments are closed.