February 4, 2023

La meccanica

Il Carado T 134 è allestito su Fiat Ducato 35L con telaio longheronato alto, carreggiata posteriore allargata a 1980 mm e passo da 345 cm. Tre le motorizzazioni proposte: base dell’offerta è rappresentata dal classico 2.0 Multijet Euro 5+ da 115 cv, abbinato a un cambio manuale a cinque rapporti, mentre chi desidera poter contare su maggiori prestazioni può optare per le versioni 2.3 Multijet Euro5+ da 130 cv o da 2.3 Multijet Euro 5+ con turbina a geometria variabile da 148 cv, entrambe servite da un cambio manuale a sei rapporti e disponibili anche con cambio automatizzato ComfortMatic.

La meccanica torinese, come detto, è impiegata in versione con passo corto (345 cm): ciò permette una ripartizione della lunghezza complessiva (623 cm), tra uno sbalzo anteriore di 94,8 cm e uno posteriore di 183,2 (pari al 53,1% del passo), mentre l’altezza massima raggiunge i 291 cm a fronte di un valore interno di 196 cm. Sempre per ciò che concerne le dimensioni, la larghezza complessiva del T 134 è di 232 cm esterni e 216 interni, mentre la distanza dal suolo, rilevata al centro dei paraurti, è di 27 cm all’anteriore e di 52 al posteriore (35 a livello dei longheroni di sostegno del garage posteriore).

La scocca

Il Carado T 134 sceglie, come detto, la base meccanica del Ducato 35 L con telaio longheronato alto e carreggiata posteriore allargata: questa struttura, portante e molto robusta, è affiancata, nella parte posteriore, da appositi longheroni Sawiko in acciaio zincato e verniciato, imbullonati allo chassis Fiat e dedicati a sostenere il vano garage posteriore.

Il pavimento, costituito da un sandwich composto da un doppio strato interno ed esterno in multistrato fenolico da 5 mm con parte esterna trattata contro l’umidità, coibentazione in polistirene ad alta densità da 30 mm e rivestimento interno in tapiflex da 1 mm, ha uno spessore complessivo di 41 mm e poggia direttamente sul telaio della meccanica di base a tutto vantaggio della robustezza dell’insieme. Le pareti sfruttano invece un rivestimento esterno in alluminio liscio da 8/10, coibentazione in polistirene ad alta densità (30 mm) e rivestimento interno in multistrato rifinito da melaminico (3 mm) per un totale di 34 mm: la costruzione, che prevede l’utilizzo interno del classico scheletro di sostegno in legno, sfrutta poi per l’assemblaggio appositi cantonali in alluminio preverniciato da 25×20 mm, collocati a copertura delle sigillature e pensati per garantire la necessaria robustezza negli innesti tra i vari elementi che compongono la scocca.

Questa si completa poi con il tetto, dotato di rivestimento esterno in vetroresina antigrandine (2 mm), coibentazione in polistirene ad alta densità (30 mm) e rivestimento interno in multistrato rifinito in melaminico. L’unione tra cabina e abitacolo sfrutta invece un pregevole cupolino monoblocco in vetroresina, dotato di maxi oblò anteriore integrato, mentre le calate di raccordo laterali tra cellula e meccanica di base, così come i parafanghi posteriori e il paraurti sono stampate in abs. In alluminio sono invece le bandelle laterali: spesse 2 mm e alte 28 cm, percorrono l’intera parte inferiore del veicolo conferendogli un aspetto semplice ed elegante.

Molto curato, l’assemblaggio prevede soluzioni semplici ma pensate per offrire ampie garanzie di durata nel tempo, come sottolineato dalla garanzia sulla scocca di 5 anni: la giuntura tra tetto e parete posteriore, infatti, è ribadita tramite un ampio profilo di rifinitura in alluminio anodizzato che ospita anche la terza luce di stop, mentre il paraurti posteriore, diviso in tre porzioni (centrale con portatarga e due laterali comprensive dei pregevoli gruppi ottici Hella a sviluppo verticale) è collocato all’interno di un binario in alluminio che assicura la perfetta adesione alla scocca.

L’allestimento si completa poi con la presenza della porta di ingresso e dei due portelli con telaio in alluminio dedicati al garage forniti dalla tedesca Tegos, di quattro finestre apribili a compasso Seitz Dometic, del sun-roof panoramico Polyplastic integrato nel cupolino anteriore (119/95×50 cm), di un oblò panoramico Dometic MidiHeki da 70×50 cm dedicato al living anteriore, di un oblò Dometic MiniHeki da 40×40 cm a servizio del matrimoniale posteriore e uno da 28×28 cm con apertura a pantografo inserito nella toilette.

Michel

Comments are closed.